Il Blog delle Stelle
#ProgrammaBanche: Legge anti-speculazione

#ProgrammaBanche: Legge anti-speculazione

Author di MoVimento 5 Stelle
Dona
  • 100

Nel mondo cresce il divario tra ricchi e poveri, mentre la grande finanza specula su instabilità, volatilità e oscillazioni delle attività scambiate. Bisogna mettere un freno alle follie dell’economia di carta.

di Andrea Baranes

Vuoi un sistema bancario e finanziario più stabile, e che subisca meno il peso e gli impatti della speculazione, introducendo queste misure? Quando si parla di speculazione finanziaria è importante capire che è una cosa che ci riguarda tutti, e in particolare i suoi impatti ci riguardano tutti. non sono pochi ultra ricchi che giocano al casinò ed è una cosa totalmente staccata dalla realtà, anzi: potremmo fare diversi esempi, un esempio tra i molti possibili è quello che è avvenuto quando è scoppiata la crisi, la bolla dei mutui subprime negli Stati Uniti e poi tutto il mondo, e giganteschi capitali sono fuggiti dai mercati finanziari tradizionali - azioni, obbligazioni- e si sono riversati nel bene rifugio per eccellenza che è l'oro, ma grazie a strumenti finanziari chiamati "derivati" oggi è possibile scommettere anche sul prezzo delle materie prime, dal petrolio alle materie prime alimentari.

Che cosa è successo? Una montagna di denaro si è messa a scommettere, a speculare sul prezzo anche del grano, anche dei beni essenziali, da cui dipende la sopravvivenza di miliardi di persone, e le conseguenze sono state che nei primi sei mesi del 2008 è raddoppiato il prezzo del grano sui mercati internazionali. secondo le agenzie dell'ONU milioni di esseri umani malnutriti o sottonutriti in più, a causa di questo aumento dei prezzi. Ed è importante, è fondamentale capire che in questo aumento il raddoppio dei prezzi uno pensa a una catastrofe biblica, le cavallette, una siccità: non c'è stata nessun nessuna causa naturale, sono stati fenomeni puramente speculativi che hanno portato all'aumento dei prezzi, e questo aumento dei prezzi successivamente ha portato milioni di persone a non potersi più sfamare. quindi gli impatti della speculazione - questo è purtroppo è uno solo tra molti esempi possibili - sono molto reali e impattano pesantemente la vita di tutti noi. L'altro aspetto che è paradossale ma che purtroppo è la realtà quotidiana, è che i disastri causati dalla finanza, queste montagne russe dei prezzi, non sono un fastidioso effetto collaterale delle attività speculative, sono la base stessa del gioco. la speculazione non potrebbe esistere se la finanza non causasse disastri, volatilità, instabilità dei prezzi. cerchiamo di capire: cos'è la speculazione? Io compro una casa per 100 mila euro, dopo un anno la rivendo a 101 mila, ho realizzato una speculazione immobiliare, compro a 100, rivendo a 101. però ho guadagnato l'1 per cento, non è un gran guadagno.

Molto più divertente è giocare se compro una casa a 100 e dopo sei mesi il mercato delle case è impazzito e questa casa vale 120. se mi dice male vale 80, ma se mi dice bene realizzo un enorme profitto. questo per dire che più i prezzi impazziscono, più c'è instabilità dei prezzi, più posso guadagnare dall'attività speculativa. Bene, oggi la follia è che la speculazione è talmente grande che genera lei stessa quelle oscillazioni e quella instabilità da cui poi andrà a estrarre i profitti. nessuno specula sui Bund, sui titoli di stato tedeschi, perché li compro a 100 e qualunque cosa succeda dopo un anno dalla scadenza mi ridanno comunque 100, più uno striminzito margine di interesse. molto più divertente è andare a scommettere sui prezzi del cibo, sui titoli di Stato dei Paesi in difficoltà, su chi già è debole, dove già c'è una volatilità e instabilità, perché poi la speculazione genera i disastri da cui poi lei stessa va a guadagnare.

Per questo servono delle regole, per questo serve una riforma del sistema finanziario, perché il sistema finanziario dovrebbe essere uno strumento al servizio della società e dell'economia, e non un mezzo per fare soldi dai soldi nel più breve tempo possibile. abbiamo bisogno di un sistema diverso e di regole diverse.



Fai una donazione a Rousseau: http://bep.pe/SostieniRousseau e poi annuncialo su Twitter con l'hashtag #IoSostengoRousseau

bannerrousseau.jpg

20 Giu 2017, 08:41 | Scrivi | Commenti (100) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa

  • 100


Tags: banche, baranes, m5s, speculazione

Commenti

 

L'economia dovrebbe basarsi sui fatti reali e non sui giochi che avvengono in Borsa o su dati falsi o peggio ancora truffaldini. Purtroppo la Borsa sconta un regolamento troppo leggero, non sono ancora puniti come dovrebbero i reati di tipo finanziario, tra cui quelli connessi alla speculazione borsistica. Va detto però che dovrebbe essere un cambiamento globale perchè visto che siamo nell'era della globalizzazione non basta che ci siano regole severe ed adeguate solo in Italia, servirebbe una bella regolamentazione a livello mondiale per impedire i fenomeni speculativi.

Lorenzo P., Cuneo Commentatore certificato 25.06.17 21:44| 
 |
Rispondi al commento

"the traditional economic theory must be deeply reviewed : it does not work anymore " follow
http://economicsandpolicy.blogspot.it/2016/01/in-davos-we-must-review-traditional.html

francesco totino, roma Commentatore certificato 22.06.17 09:54| 
 |
Rispondi al commento

Buongiorno, non crede che il problema sia dovuto all'effetto leva? Chi controlla e chi decide quanta leva? Nel tuo esempio della casa a 100.000 con una leva a 1:50 investimento viene moltiplicato per 50 e anche solo lo spostamento dell'1% provoca un guadagno o la perdita di 50.000. Secondo me questo l'unico modo per è controllare la volatilità. Se all'estero usano leva 1:400 o oltre, vietando lo short non si risolve niente, è la massa enorme di capitali creati dal nulla crea volatilità. Se ci volgiono fare colare a picco ci mettono poco. la apple vale 800mld di usd tutto il nostro fuzzy 500 mld (40 titoli maggiori).
Io faccio di lavoro il trader e non pensate che vi regalano i soldi in borsa, anzi. Non accanitevi su chi ha già pagato le tasse su quei soldi

Alessio G. Commentatore certificato 21.06.17 20:47| 
 |
Rispondi al commento

Buongiorno a tutti,

Alessio Garavaglia 21.06.17 18:43| 
 |
Rispondi al commento

Capisco l'impegno e il furore nei confronti di alcuni soggetti che hanno fatto star male molte persone (per esempio il caso di Banca Popolare di Vicenza, anche se non è "speculazione" in senso stretto) ma considerare la speculazione solo come un demone non è realistico.
La presenza di grandi soggetti (istituzioni finanziarie e banche d'affari, anche estere) sul mercato rende efficiente e liquido il mercato: è una cosa estremamente positiva; noi e le nostre imprese ne beneficiamo tantissimo e neanche ce ne accorgiamo.
Con assurde tasse sulle transazioni finanziarie si finirebbe solo a far diventare il nostro mercato un mercato orfano, con pochissimi scambi, totalmente inutile e inefficiente; indirettamente faremmo un danno anche ai piccoli risparmiatori. Se il nostro mercato diventasse debole non risolveremmo il problema, saremmo semplicemente costretti ad andare in altri mercati (USA o UK) più efficienti (senza assurde tasse anti-mercato).
Fossi in voi mi concentrerei di più sulla tutela dei soggetti senza conoscenze finanziare: per esempio limitando il più possibile la vendita di prodotti rischiosi a soggetti non esperti: obbligazioni subordinate (che come ben sappiamo vengono subito azzerate in caso di bail-in), strumenti con derivati impliciti (vale anche per gli strumenti assicurativi complessi) facendo ben attenzione a non esagerare in modo da non togliere la possibilità ai piccoli risparmiatori di utilizzare strumenti invece utili anche se un po' complessi (tipo un interest rate swap plain vanilla, un interest rate cap/floor o collar che, se prezzati in modo trasparente e spiegati bene ai clienti, sono effettivamente utili per coprirsi da alcuni rischi di tasso di interesse collegati anche a semplici mutui per la prima casa). E' un tema di regolamentazione prudente ed equa, non di demonizzazione della "finanza" (come ci sono uomini buoni e uomini cattivi, c'è la finanza utile e quella dannosa; la giustizia e la regolamentazione servono per limitare i secondi)

Alessandro S. 21.06.17 15:09| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Certamente la speculazione finanziaria va limitata , tuttavia questo è solo il primo passo verso una visione più vasta e completa di un mondo da costruire a questo proposito Permettetemi di fare dono a tutti gli attivisti del movimento 5 stelle di un breve libro che ritengo molto importante per il futuro del movimento stesso, ecco il link per scaricarlo :

http://www.nuovorientamentoculturale.it/wp-content/uploads/2017/01/CADVS-shareware-vers-1_41.pdf

Ogni commento, anche critico purché costruttivo, sarà assolutamente gradito.

ermanno cavallini, Fano Commentatore certificato 21.06.17 12:42| 
 |
Rispondi al commento

caro adri,
concordo su quanto da lei detto e vorrei precisare che attualmente il vix sull'S&P 500 è 10. Da sottolineare che con il termine "speculazione finanziaria" si dovrebbe includere anche l'acquisto/vendita di assets che non rispecchiano il loro fair value (ovviamente rispetto alle ipotesi adottate dal modello prescelto). Quindi anche lo stile value è "speculazione"? Suvvia il bar dello sport non è la finanza!. Per quanto riguarda le banche, la discussione sulla "loro stabilità" e quindi quella dell'intero sistema passa per 3 elementi:
1) gestione degli NPL's assets
2) redditività, in un business landscape ormai completamente digitalizzato ed in presenza di una marginalità da interesse ridotta al lumicino e che spesso non permette di poter sostenere la provvista di capitale richiesta (giustamente) da basilea 3
3) regolamentazione MIFID 2 in relazione alla vendita di prodotti finanziari (assai più severa in termini di obblighi a carico delle banche ed affini)

Le banche si, utilizzano derivati quali swap (IRS, asset swap, currency swap, ecc....) ma questo fà parte della gestione finanziaria delle posizioni. Nulla di nuovo da una vita. Di sicuro è elevato il peso degli asset governativi (titoli di stato) nelle nostre banche che li espone al medesimo rischio dell'asset sottostante, quindi lo stato deve improntare una politica economica migliore che comporti meno debito senza che questa vada a limitare gli investimenti pubblici. Ma ad oggi il debito non è sostenibile (stiamo creando debito tramite spesa corrente e questo ci sta dando solo un misero 1,3% di GDP ed il livello assoluto è pari al 2.270 mld di euro). Cosa accadrà con un rialzo dei tassi (visto che ci auguriamo una crescita dell'inflazione (come precursore della crescita)? COsa accadrà quando finirà il QE (dicembre 2017)? Che si discuti di politica economica, seriamente e non come si sente parlare sempre!!

gianluca macchia (), roma Commentatore certificato 21.06.17 08:51| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Non è vero che la globalizzazione è senza regole. Le regole ci sono e come, sono quelle della BANCA DEI REGOLAMENTI INTERNAZIONALI ( B.R.I.) CON SEDE A BASILE A. Queste regole bancarie, non stabilite o decise dai governi, sono le regole vigenti. Potremo avere l’impressione che le cose funzionino in modo deregolamentato. L’impressione è sbagliata, siamo regolati dalle loro regole: L’interesse è che niente possa o debba essere al disopra di quanto da loro stabilito e pedissequamente applicato dai governi complici e compiacenti.
Talelbano

Gianfranco B. Commentatore certificato 21.06.17 00:20| 
 |
Rispondi al commento

Per quale motivo non avete il coraggio di inserire i commenti che offendono il pensiero unico degli euroidioti,ossia che l'euro è una truffa studiata ad arte per indebitare perennemente i popoli ed arricchire il sistema usuraio internazionale.Ditelo chiaramente da che parte state.

TINO LISSU, S.MICHELE Commentatore certificato Commentatore che partecipa alle Europee 20.06.17 21:32| 
 |
Rispondi al commento

aNNUNCI, ANNUNCI...Non vi rendete conto che l'Europa non vi ascolta proprio. Ci vuole una buona strategia per governare, altrimenti resterete all'opposizione e non cambierà nulla per l'Italia. E' sicuro che volete governare? Gli Italiani non ci credono e non andranno a votare.

Genny G., LECCE Commentatore certificato 20.06.17 20:14| 
 |
Rispondi al commento

paolo> Haju capito chi jè megghiu èssiri cugghiuni chi cosi e nenti

Gianfranco B. Commentatore certificato 20.06.17 18:46| 
 |
Rispondi al commento

Per paolo adec
Haju capito chi jè megghiu èssiri cugghiuni chi cosi e nenti

Gianfranco B. Commentatore certificato 20.06.17 18:40| 
 |
Rispondi al commento

Repetita iuvant:

LA TRUFFA DEI BANCHIERI E DELL’ EURO

E’ una truffa di una linearità e di una semplicità incredibile. Forse è per questo che milioni di persone non ci arrivano: perché è troppo semplice, è talmente semplice che la gente non ci crede!

SITUAZIONE PRIMA DELLA TRUFFA:

Lo Stato stampava in proprio (si chiamava Sovranità Monetaria) la CARTA (Moneta) di cui esso e i cittadini necessitano.

ECCO LE CINQUE FASI della TRUFFA dei BANCHIERI:

FASE 1
-Togliere allo Stato la possibilità di stampare Carta Moneta.

FASE 2
-Forzare lo Stato a togliere più Moneta dalla circolazione di quella che reimmette in circolo (=aumento dei tassi d’interesse sui titoli pubblici, aumento delle tasse, spending review, ecc…)

FASE 3
-A furia di togliere Carta Moneta dalla circolazione si crea una situazione di SCARSA LIQUIDITA’:ossia finisce che dopo un po’ di
tempo lo Stato, le imprese, i cittadini non hanno più la Moneta necessaria per proseguire nelle
loro usuali attività.

FASE 4
-A questo punto parte il RICATTO allo Stato ed ai CITTADINI , ossia chiedere allo Stato, alle imprese, ai cittadini di cedere beni reali ( immobili, oro, imprese ) in cambio della CARTA (Moneta)di cui essi necessitano per andare avanti.
In altre parole cedere BENI REALI in cambio di CARTA (Moneta): cioè cedere BENI REALI in cambio di BENI FINANZIARI…

FASE 5
-Finita la spoliazione, dopo che cioè che lo Stato e i Cittadini hanno venduto tutto ciò che potevano vendere, la Nazione viene espulsa dall’EURO.
Tanto oramai non c’è più ricchezza da estrarvi. Oppure RESTA nell’EURO, come zona sub-coloniale, e allora per questa Nazione restare nell’Euro è comunque peggio che uscire dall’Euro.

LA TRUFFA E’ TUTTA QUI. Informate la gente.

Giovanni Antonio 20.06.17 17:31| 
 |
Rispondi al commento

Siamo alle solite chiacchiere inutili per perdere del gran tempo.
Non serve risolvere i problemi "a metà"...bisogna risolverli "del tutto e al più presto possibile"!

Sovranità Monetaria e Sovranità Nazionale.

Bankitalia deve tornare ad essere La Banca d'Italia sotto il controllo diretto e totale
del Ministero del Tesoro/Finanze, quindi del Popolo Sovrano.
Tutto il resto è "aria fritta".

Fuori dall'€uro-truffa e dalla U€=Usura ed €storsione senza indugi e subito!

Giovanni Antonio 20.06.17 17:26| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Abusivismo: politica, imprenditori e mafiosi si godono le ricchezze accumulate ed a un povero cristo gli abbattono la casa!?!?! Stesso discorso x le banche... Questa è l'Italia!

claudiog 20.06.17 17:16| 
 |
Rispondi al commento

Anche se sono un sostenitore del movimento vi dico che queste cose assolutamente false. Innanzitutto gli ultimi 7-8 anni sono stati "finanziriamente" i più stabili della storia. Il VIX (l'indice che misura la volatilità dei mercati) ha toccato poco tempo fa il nuovo minimo storico. La vendita di opzioni (i cosiddetti derivati) da anni pagano pochissimo proprio per questa bassissima volatilità e quindi alta stabilità. Non capisco perché il M5S non possa fare una seria informazione su questo tema. Io lavoro nel mondo finanziario e quindi certe cose le so, vorrei che anche le persone lo capissero. Ammetto tuttavia che l'aumento dei prezzi delle materie prima nel 2008 è stato frutto della speculazione. Proprio a seguito di ciò, la regolamentazione dei mercati cambiò e oggi un fondo di investimento che voglia essere UCITS (la maggior parte dei fondi lo sono) ha delle fortissime limitazioni nell'operare derivati su materie prime (ergo la speculazione oggi è molto difficile). Purtroppo per capire ciò è necessario lavorare dentro i fondi e non essere dei teorici. Spero di essere stato utile. Ciao a tutti.

Adri 20.06.17 16:36| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Sono troppi anni che esiste la speculazione finanziaria. Me ne sono acvorto Io che non sono un addetto ai lavori. Ci si metta i riperi se esistono opportunita'.

Roberto Maccione Commentatore certificato 20.06.17 15:06| 
 |
Rispondi al commento

QUESTA E' LA MADRE DELLE SOLUZIONI PER IL RILANCIO DELL'ECONOMIA REALE A DANNO DEGLI SPECULATORI INSAZIABILI..!
http://www.investopedia.com/vid…/play/glasssteagall-act-gsa/
PER MANDARLI TUTTI IN GALERA VOTA M5S CONDIVIDI QUESTO POST CON TUTTI I TUOI CONTATTI "LIBERA NOS A MALO"
#M5S #M5SOWS #ALVOTOALVOTO #M5SCLN #VIATUTTI #M5SDOCGASSOCIAZIONI #M5SGREENPOWER #30ANNIDISEDICENTICOMPETENTI #M5SELEZIONI2017 #M5SANCI #VINCOLODIMANDATO #M5SANPI #M5SDOCG #REFERENDUMART75 #EUROEXIT #ITALEXIT #FAREPOLITICA #BASTARAI #BASTAKASTA #BASTAVOTOSEGRETO https://www.facebook.com/photo.php?fbid=10209608001258844&set=a.4583010135279.1073741825.1292735344&type=3

Giampaolo S., Torino Commentatore certificato 20.06.17 14:19| 
 |
Rispondi al commento

Mai dire mai Di Maio ! Leggo su facebook una tua dichiarazione in cui affermi mai con la Lega ! Non è da politico ne da uomo avveduto chiudere una possibile porta che potrebbe risultare utile nella lotta contro il PD . Non saranno puliti come noi ma sono i meno sporchi del resto delle forze politiche , in più abbiamo molto in comune . E' inevitabile coalizzarsi per vincere , prima lo capiamo e prima libereremo l'Italia !

vincenzodigiorgio 20.06.17 13:57| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

ISLAM? NO GRAZIE...

Zampano . Commentatore certificato 20.06.17 13:43| 
 |
Rispondi al commento

Sicuramente c'è la mano del ministro .....terza elementare!

http://www.adnkronos.com/fatti/cronaca/2017/06/20/traccie-con-errore-ortografia-sul-sito-del-ministero_jvHOYb4bXY0Ab6RmbIBNHL.html

aqqquooola 20.06.17 13:20| 
 |
Rispondi al commento

Già sempre più poveri italiani. ..

ANNA TUZZOLINO, Trino Commentatore certificato 20.06.17 13:16| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Far pagare la tassa di successione sulle macerie di Amatrice è un atto di tale nefandezza da non riuscire a trovare parole adatte per definirlo ! Che il Movimento non prenda posizione contro questa barbarie mi riempie di sgomento ! Cosa sta succedendo ai nostri cervelli ? !

vincenzodigiorgio 20.06.17 13:05| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Bravissimi!!!

Paolo V 20.06.17 12:46| 
 |
Rispondi al commento

chiudiamo urgentemente le regioni specie quelle meridionali dove lo spreco,le ruberie,le incompetenze i poltronifici il funiculifunicula sono sotto gli okki di tutti e la magistratura deve interverire tutti i giorni e il parlamento ed il presidente della repubblica hanno IL DIRITTO.DOVERE DI INTERVENIRE AL PIU PRESTO STOP REGIONI ED ENTI MAGNA MAGNA m5s fate qualcosa....

el che 20.06.17 12:40| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

ll√ il Mandi è già nato..Maometto! Ed è manovrato dagli emirati arabi, Israele....per evitare che qualcuno si chieda: ''perché voi vivete nel più sfrenato lusso e noi nella miseria più nera?" Cosa c,è di meglio che spedire queste masse disperate in altri luoghi guidati dalla parole del''profeta''?

Tony 20.06.17 12:31| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Al Senato si sta sistemando la Consip....non rimarrà nulla ,speriamo nella..... magistratura!
Ecco li fanno dimettere...quindi non è successo nulla!
Povera Italia!

oreste ★★★★★ °.°, sp Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee 20.06.17 12:16| 
 |
Rispondi al commento

x gianfranco b


brobongo di vodare cincue schtelle
accussi' ci pigliamo u redditu di gittadinanza
u capisti? cucchiuni :-) :-) :-) :-) :-) :-) :-) :-) :-)


OT? #GiornataMondialedelRifugiato

1a parte

Carestia in India. Milioni di morti, milioni di affamati. Il governo belga, commosso, propone di concedere visti di ingresso a bambini in pericolo. I suoi consolati sono presi d'assalto da mamme angosciate e quando i pochi permessi salvezza sono esauriti la f olla distrugge le sedi diplomatiche. Ai derelitti appare allora un santone, il Mahdi, che predica "L'Occidente gode di ogni ben di Dio e noi moriamo di fame". Il "Campo dei Santi", una gigantesca marea di poveri del Terzo Mondo, parte dall’India e dall'Africa per riversarsi, via Gibilterra, sulla Costa Azzurra. Gli europei da anni non fan più bambini, sono vecchi, pochi e sfiduciati. I loro eserciti sono disabituati alla guerra, e le reclute disertano, anziché sparare sulle turbe di affamati. In breve la civiltà europea scompare, occupata per disperazione. E' la trama di un romanzo francese del 1973, "Il Campo dei Santi", scritto da Jean Raspail, stroncato come "razzista" e ormai dimenticato.

Se ve ne parlo è perché al Pentagono gli americani hanno preso a rileggerlo come un'ipotesi seria.

Perché Paul Kennedy, lo storico del declino Usa, tratta a lungo del libro di Raspail nel suo saggio "Must it be the rest against the West?" (deve proprio essere tutti contro l'Occidente?). E perché la rivista "Foreign Affairs", da tempo, medita sulla Battaglia delle Civiltà, che potrebbe opporre il nostro mondo alle sterminate nazioni povere. "Noi e Loro" o "Noi contro di Loro"? L'interrogativo tiene in scacco la sorte dei vostri bambini. Possiamo, in nome di uno zuccheroso terzomondismo, permettere che i Talebani rimandino le donne di Kabul al Medioevo senza batter ciglio? No, dice l'Onu e, per la prima volta, protesta. Ma dobbiamo allora imporre la nostra economia e cultura a tutti?

id &as Commentatore certificato 20.06.17 12:07| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

qui la diretta dal senato :

http://webtv.senato.it/webtv_live

Luca M., Rho Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2015 20.06.17 12:05| 
 |
Rispondi al commento

Concordo: abbiamo bisogno di un sistema diverso e di regole diverse.
Dato però che dal mio punto di vista, la grande finanza non solo specula, ma è proprio colei che governa, direi STOP al sistema in generale.

Più che regole toppa per “un sistema bancario e finanziario stabile”, vorrei dunque un rivoluzionario sistema orizzontale di auto governo Diretto dove “Ognuno conta uno”,
ovvero quel sistema che, secondo le proprie regole statutarie, il M5S era nato per Testimoniare.

Sistema orizzontale i cui rivoluzionari Strumenti Operativi sono attualmente:

Il Forum che... fai le tue proposte, senza scomodarti a scendere al bar sotto casa.
Il Blog con i “5 utenti” che come un sol uomo censurano chi e cosa pare a loro.
La Piattaforma che ...“non ve la daremo mai”
però verranno regolarmente recepiti i miglioramenti richiesti dagli utenti.

Ecco, giusto per un ritocchino agli Strumenti, da utente ho più volte richiesto inutilmente che venisse rispettata la regola elettiva,
proponendo che i responsabili tecnici ed amministrativi del Sistema Operativo fossero effettivamente eletti nel M5S con i seguenti compiti:
- Garantirne la trasparenza con un codice sorgente aperto in modo che ognuno possa proporre, discutere e votare contando né più né meno di uno.
- Agevolare una elaborazione efficiente ed efficace delle proposte coordinando la funzione Vota con un adeguato Forum di discussione.
- Trasferire alla funzione Vota le proposte discusse sul Forum per 15 giorni e approvate da almeno il 5% degli iscritti.
- Inserire nel Programma per i Portavoce le proposte votate da almeno il 30% degli iscritti.
- Informare tempestivamente gli iscritti sulle proposte in discussione sul Forum e sulla data della votazione di quelle approvate.
- Pubblicare mensilmente sia il numero aggiornato degli iscritti sia, in base alle vigenti norme sulla trasparenza, i documenti su entrate e uscite del Movimento politico M5S.

Ecco, anche oggi ho postato qui le mie inutili chiacchiere.

Buongiorno

Sim Sala Ban 20.06.17 11:36| 
 |
Rispondi al commento

Il vicesindaco grillino di Carbonia nonchè assessore all'ambiente assunto nel consorzio che bonifica la Portovesme Srl, l'azienda aspetta l'ok alla discarica: che è di competenza della regione sarda e del comune di carbonia da un anno alla guida della città.. sino ad oggi si sono dimessi 4 assessori un capogruppo ai lavori pubblici un consigliere comunale e sono in procinto di dimetersi anche altri tutti del M5S..Il Caso carbonia tra un po salterà agli onori della cronaca. Qui c'è un pale conflitto di interessi grande come una casa

pierluigi 20.06.17 11:24| 
 |
Rispondi al commento

una domanda mi pongo per porre un freno alla speculazione finanziaria , quando si metterà in attivo di bilancio il denaro scritturale al momento della creazione ???

mario piazza 20.06.17 11:17| 
 |
Rispondi al commento

Avete notato che la stragande maggioranza degli insegnanti del sud "gode" della 104? Come mai?
Suggerimento per Guardia di Finanza: fare controlli incrociati INPS-domande di trasferimento degli insegnanti? Scoprirete che al sud la stragande maggioranza degli anziani è "incapace di intendere e di volere" e la malattia è estremamente ereditaria.....in alcuni casi si possono mettere su dei pedigree niente male!

Giulia M. Commentatore certificato 20.06.17 11:02| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

OTTI'

Una rivolta vera e propria, … è al momento impossibile. Da parte dei proletari, in particolare, non vi è nulla da temere: abbandonati a se stessi, continueranno — generazione dopo generazione, secolo dopo secolo — a lavorare, generare e morire, privi non solo di qualsiasi impulso alla ribellione, ma anche della capacità di capire che il mondo potrebbe anche essere diverso da quello che è.


Scriviamo su questo blog non si sa bene perché.

Forse per illuderci di interferire nelle vicende del mondo.

O per giocare ai Giovani Statisti.

Quello che non possiamo cambiare nella realtà, lo proponiamo. Come dire: contenti noi...

Appena discutiamo di qualcosa di avvincente, cambia il post. E ci ritroviamo come in una serie a episodi, a ricominciare una nuova storia, una nuova incommensurabile battaglia: facciamo dei morti sul campo, facciamo nemici prigionieri e vediamo svettare nel cielo la bandiera della nostra contrada immaginaria.

Il mondo, comunque, sembra non fare gran caso a noi: anche oggi sbarcheranno altri migranti e una parte finiranno cibo per pesci. Sul cielo di Damasco, aerei russi e a stelle e strisce si incroceranno vicinissimi, sempre a un pelo dall'irreparabile.

La troika darà ordine ai suoi camerieri dei governi colonizzati di fare altre vittime, in nome delle banche e delle "riforme". E i servi eseguiranno.

Noi scriveremo (gratis) di alta politica, che i rappresentanti dei governi (a suon di milioni tintinnanti) neppure si immaginano. Poi, cambierà di nuovo il post. Alcuni di noi andranno a lavorare, altri ad occuparsi di cose personali, ed altri ancora a reimmergersi nei commenti, alla stesura di quello che senz'altro salverà il mondo...

Gian Paolo ♞ 20.06.17 10:35| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Considaerazioni a parte, quli sono le proposte??
ALLA DERIVA COI DERIVATI
SINTESI
Mentre l’Europa e gli Usa si preparavano promulgare le nuove leggi bancarie: BANCA UNIVERSALE, 1993/1999 Il sistema bancario, inteso come grandi banche d’affari, in previsionE delle nuove leggi (scuramente scritte da loro), si era già attrezzato fin dal 1989 con emissioni per circa 20.000 miliardi di USD di derivati. L’approvazione delle nuove leggi bancarie, dettero un impulso pauroso a questo colossale affare ( per loro s’intende), fino a raggiungere nel 2010 un valore pari 670.000 miliardi di USD a fronte di un PIL mondiale di 70.000 USD ( circa 10 a 1). Ad oggi, si stima che il valore dei derivati corrisponda almeno a 11/12 volte il PIL mondiale.
Talelbano 1

Gianfranco B. Commentatore certificato 20.06.17 10:31| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

MA CI CREDETE DAVVERO IN QUELLO CHE FATE?

Oggi verrà discussa al senato la mozione di MDP(ma cos'è?) per togliere le deleghe al ministro Lotti.Vendetta,sassolini dalle scarpe,risentimento verso il signore di Rignano o semplicemente una delle tante mosse demagogiche della sedicente sinistra?
Perchè non appoggiare la prima mozione del M5S al senato per la sfiducia al ministro Lotti relativa al caso Consip?
Perchè gli scissionisti della sinistra ritrovano il senso smarrito della giustizia ora e non durante la legislatura renziana?
Quante porcate questa sedicente ala sinistroide ha votato con l'amico Renzi che oggi rimette in discussione?
Il pd così si dovrà affidare ai voti della corrente verdiniana,quello per il quale sono stati chiesti 9 anni di galera per bancarotta fraudolenta,un habituè del compromesso all'Italiana,si quello del prendo tutto e poi pagano gli altri.
E vogliamo parlare dei franchi tiratori degli afecionados al partito democratico?
Cosa non vi sta più bene,la condotta di Renzi o la paura di perdere la poltrona?
Magari avete già venduto l'anima alla destra per salire sul prossimo carro perchè diciamocelo francamente il vostro voto agli occhi degli elettori vale quanto la parola di Paperino.
Tra un Collodi e la Walt Disney gli Italiani sono in una botte di ferro.

bruno p., napoli Commentatore certificato Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che ha donato a Rousseau 20.06.17 10:11| 
 |
Rispondi al commento

Signori buongiorno,voglio intervenire sperando di aggiungere qualche cosa che aiuti su questo argomento sul quale ovvio ho una mia opinione, la speculazione, mi è parso di capire, trova terreno fertile dove c'è disequilibrio, che può essere di natura economica,politica o entrambe insieme, ha la stessa funzione della febbre che sale quando il corpo è stato attaccato da virus o batteri la febbre se troppo alta la si abbassa con antipiretici ma se poi non si interviene sulla causa questa si ripresenta.
Sulle materie prime come il grano non sarà perchè le scorte alimentari in un pianeta di quasi 8 mld di persone stanno mostrando di essere insufficienti? Comunque l'antipiretico del caso sono i governi dei paesi che possono calmierare provvisoriamente i prezzi (...non lo fanno perchè? Boh!?) aggiungo e chiudo che a mio avviso eliminare la possibilita di uno stato febbricitante e chiudere gli occhi sulle cause che lo producono, non è una buona idea.

Livio G., Cuneo Commentatore certificato 20.06.17 10:09| 
 |
Rispondi al commento

3
Come rivela Simone Canettieri sul Messaggero, mai smentito, il consigliere Pd Giulio Pelonzi, a nome di tutto il partito, telefona ai vertici dell’AS Roma: “Ci dispiace, ma abbiamo fatto una battaglia sullo stadio in questi mesi e dobbiamo votare no”. Onde evitare di ritrovarsi migliaia di tifosi giallorossi inferociti sotto casa. Poi, messo giù il telefono, si precipita in aula per leggere la dichiarazione di voto. Un capolavoro: “Il Pd voterà no, ma perché vuole lo stadio”. Quindi no vuol dire sì. E ovviamente sì significa no. Chiaro? Intanto, siccome non c’è limite al peggio, il governo Pd ha appena infilato nella manovrina un emendamento-marchetta – di quelli che restano senza padre né madre, figli di NN – che fa rientrare dalla finestra le speculazioni messe alla porta dalla Raggi: consente cioè di destinare il 20% delle cubature del nuovo impianto di Tor di Valle all’edilizia residenziale. Il gruppo M5S, appena se ne accorge, risponde con un emendamento alla delibera-stadio che impegna il Campidoglio a stoppare qualunque cambio di destinazione d’uso speculativo: stadio sì, appartamenti no. Che fa invece il Pd? Mentre dice no al progetto complessivo, si astiene sull’emendamento anti-speculatori, per non smentire il governo e il partito pro-speculatori. La capogruppo Michela De Biase, compagna del ministro Franceschini a sua volta membro del governo artefice del regalo ai privati, sceglie eccezionalmente il silenzio. E c’è da capirla. Già passare da pro a contro lo stadio, votando prima sì all’ecomostro e poi no a un progetto molto meno invasivo, è dura; già votare no allo stadio spiegando che vuol dire sì, è un bel casino; ma difendere pure una marchetta agli speculatori imposta dal partito di famiglia e dal governo del marito nello stadio appena bocciato, è una missione impossibile persino per una del Pd. Urge un corso di aggiornamento del professor Recalcàzzola in paraculismo applicato.

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 20.06.17 09:58| 
 |
Rispondi al commento

2
È anche la posizione del suo assessore all’Urbanistica Paolo Berdini, che rilascia interviste tonitruanti contro gli aspetti speculativi dell’opera, ma poi in conferenza dei servizi fa poco o nulla per modificare il progetto. A fine febbraio la conferenza sta per scadere e si rischiano penali milionarie. Grillo piomba a Roma e gioca la parte del poliziotto cattivo: “Lo stadio si fa da un’altra parte o non si fa più”. La Roma, spaventata, abbassa le pretese. La Raggi si fa forza di un vincolo della Soprintendenza sulla tribuna dell’ippodromo di Tor di Valle (quella immortalata dal film Febbre da cavallo) e di un parere dell’Avvocatura comunale sulla possibilità di revocare la delibera Marino.
E strappa in extremis un compromesso: cubature dimezzate (via le due torri e altri interventi speculativi) e parallela riduzione delle opere infrastrutturali a carico dei privati (che passano da 240 a 125 milioni, per lavori di pubblica utilità e potenziamento della Roma-Lido). Il 14 giugno il Consiglio comunale approva la nuova delibera di “pubblico interesse”, con i voti di M5S (esclusi tre dissidenti) e FI, mentre Pd e FdI votano contro e Lista Marchini si astiene. Fin qui tutto normale: ciascuno vota come gli pare e a nessuno salta in mente di rimproverare il voltafaccia a chi era favorevole all’ecomostro quand’era in maggioranza e ora che è all’opposizione è contro un progetto più ecosostenibile (questo accade solo a parti invertite, col Pd e la stampa al seguito che pretendono da 5Stelle e Lega, cioè dalle opposizioni, il sì alla legge sullo Ius soli per levare le castagne dal fuoco a Renzi in rotta con gli alfaniani). Ma il Pd non si limita a votare contro uno stadio privato che ha imposto alla città e nella forma più smodata, impegnando le future amministrazioni a realizzarlo, pena una causa per danni con la Roma persa in partenza. No, fa di più.

segue

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 20.06.17 09:58| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

1
È ufficiale: no=sì”: di Marco Travaglio

Per capire come si è ridotto il Pd, basterebbero nell’ordine: questi 4 anni di inciuci e di leggi-vergogna; le aperture di Renzi un giorno a B. e l’indomani a Pisapia; le supercazzole su Prodi, ieri simbolo delle mega-coalizioni “da Turigliatto a Mastella” da evitare come la peste bubbonica e oggi modello da imitare e “collante del nuovo Ulivo”; i tentativi di licenziare il testimone Luigi Marroni (unico protagonista del caso Consip non indagato) per salvare le chiappe agli indagati Lotti, babbo Tiziano, Del Sette e Saltalamacchia & C.; e gli incredibili silenzi sulle bugie al Parlamento della sottosegretaria Boschi sulle sue interferenze nel caso di Banca Etruria vicepresieduta da papà Pier Luigi. Ma, casomai tutto ciò non bastasse, c’è un fatterello illuminante, accaduto a Roma e rivelato dalla cronaca cittadina del Messaggero. Riguarda il nuovo stadio della Roma, anzi del costruttore Luca Parnasi e del presidente James Pallotta, che sorgerà a Tor di Valle. Chi l’ha deciso? Le giunte Marino e Zingaretti tre anni fa, accordo suggellato il 22 dicembre 2014 dal voto del Consiglio comunale di Roma sulla famosa delibera di “pubblico interesse”, approvata dal Pd e dalle cosiddette opposizioni di centrodestra, col voto contrario dei 5Stelle. Il progetto prevede un ecomostro con 3 grattacieli (le famigerate torri) e 15 edifici più bassi, dominato da edilizia residenziale e commerciale, su 1 milione di metri quadri di terreni di proprietà del costruttore Parnasi.
Poi Marino viene defenestrato dagli amici del suo partito e un anno fa si va alle elezioni anticipate: il candidato Pd Roberto Giachetti si dichiara favorevole “a qualunque iniziativa privata che porti a Roma miglioramenti infrastrutturali, che sia della Roma, della Lazio, della Fiorentina o della Juventus”; invece la M5S Virginia Raggi, che stravincerà, dice: “Sì allo stadio, no alle speculazioni”.

segue

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 20.06.17 09:57| 
 |
Rispondi al commento

Tranquilli, ci pensa Gentiloni, il sig. “ce lo chiede l’Europa” farà un culo così anche al sistema finanziario. Votiamo in massa PD.

Franco Mas 20.06.17 09:44| 
 |
Rispondi al commento

Le banche son diventate le lavatrici di mafie piccole e grandi

alberto zocca 20.06.17 09:38| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Sono totalmente d'accordo. Auspico un ritorno all' economia reale, aderente alle peculiarità del territorio e delle popolazioni locali. Ogni Stato dovrebbe seguire le proprie inclinazioni senza fare carte false ed indebitarsi per seguire direttive comunitarie . Identità nazionale è bene del proprio Paese innanzi tutto.

Silvia Pagano 20.06.17 09:32| 
 |
Rispondi al commento

Ci sono almeno sei o sette articoli sulle banche. Bisognerebbe mettere qualche topic nuovo, ci sono tanti argomenti: dall'inoccupazione over 30-40 all'islam incostituzionale, dal problema riforma legittima difesa agli italiani senza casa...

Zampano . Commentatore certificato 20.06.17 09:16| 
 |
Rispondi al commento

..forse il problema E' DROGARE il RISULTATO di un POSSIBILE EVENTO.

Esempio : se qualcuno scommette che in una determinata nazione le cose andranno molto male ,...rimane l'incertezza che questo avvenga o meno ,..con il rischi che chi scommette possa o meno guadagnare....e ci stà.

Ma se chi ha scommesso con il suo potere destabilizza la nazione (chessò caricandola di immigrati o facendoci degli attentati )...praticamente lo scommettitore ha la certezza del risultato.
Quella non è più una scommessa su un rischio probabilistico,...ma diventa un investimento a vantaggio dello scommettitore CERTO.
Come nel film la STANGATA.

E li la stangata sarà doppia,...in termini di rapina economica di soldi frutto di una distruzione del funzionamento di una determinata economia nazionale ad opera degli scommettitori.

Na bella GATTA da PELARE


Eposmail. ,,, ; Commentatore certificato 20.06.17 09:10| 
 |
Rispondi al commento

MASADA n° 1861 20 giugno 2017UNA NUOVA LEGGE PER I MIGRANTI
Oggi 20 giugno è la GIORNATA MONDIALE DEL RIFUGIATO.
Si promuove una legge che migliora accoglienza e integrazione.
La legge è presentata dal sen. Luigi Manconi, Presidente della Commissione Diritti Umani del Senato e alcuni rappresentanti di Associazioni attive nel nostro territorio.
.
Riassumo alcune delle cose dette

Il futuro dipende da noi, occorre un cambiamento culturale e siamo noi che possiamo produrlo rendendoci protagonisti.
Contro la Bossi Fini viene presentata una proposta di legge sostitutiva “Per la promozione del regolare soggiorno e dell’inclusione sociale e lavorativa dei cittadini stranieri non comunitari”.
Per portala in Parlamento occorrono 50.000 firme. Al momento ce ne sono 10.000.
La proposta introduce il permesso di soggiorno temporaneo (12 mesi) per lavoratori stranieri facilitando l’incontro con datori di lavoro italiani mediante gli intermediatori previsti da legge.
Reintroduce il sistema della chiamata diretta anche per singoli privati con la garanzie di risorse e alloggio per il periodo di permanenza.
Regolarizza chi non ha il permesso di soggiorno ma già lavora e viene sfruttato o ha legami famigliari, come in Germania e Spagna, o è registrato come disoccupato ed è disponibile a lavorare.
Il riconoscimento delle qualifiche professionali avviene con procedure standard.
Si allarga il sistema Sprar (Servizio centrale del sistema di protezione per richiedenti asilo e rifugiati), favorendo l’inclusione con l’apprendimento della lingua, la formazione professionale e l’accesso al lavoro. Si introducono misure per migliorare i centri per l’impiego da finanziare coi fondi europei, creando sportelli con operatori specializzati.
Chi rimpatria deve conservare i diritti previdenziali e di sicurezza sociale maturati.
Si danno le prestazioni di sicurezza sociale...

Per leggere tutto clicca il mio nome
o vai su masadaweb.org

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 20.06.17 09:00| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ci aveva già pensato qualcuno. Ha dovuto suicidarsi in un bunker.

Lao Tzi 20.06.17 09:00| 
 |
Rispondi al commento



Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all'atto della loro iscrizione sono limitati all' indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post. La mail di segnalazione dell'avvenuta pubblicazione di un nuovo post sarà impiegata anche per sottoporre agli utenti opportunità di consultazione e/o acquisto di materiali editoriali, fotografici e filmati realizzati dal MoVimento 5 Stelle, dalla Associazione Rousseau e non solo. Fra le finalità del trattamento dei dati conferiti dovranno intendersi comprese quelle della promozione di iniziative commerciali e pubblicitarie rispetto alle quali si avrà comunque, ed ogni volta, la possibilità di opporsi, chiedendo la cancellazione del proprio indirizzo di posta dall'elenco di quelli cui vengono indirizzati i predetti messaggi.
Per poter postare un commento invece, oltre all'email, à richiesto l'inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall'utente, l'indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l'invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l'aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell'utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell'utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o diffusione degli stessi, salvo quanto previsto di seguito, è, dunque, prevista. In ogni caso, l'utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all'art. 7 del D.Lgs. 196/2003. Per l'utilizzo dei cookies, si rinvia alla lettura della Cookie Policy. Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è l'Associazione Rousseau in persona del Presidente pro-tempore, con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121.




Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori