Il Blog delle Stelle
Preserviamo i Parchi Nazionali italiani

Preserviamo i Parchi Nazionali italiani

Author di Beppe Grillo
Dona
  • 35

di Beppe Grillo

Siamo al passaggio finale in Senato di un disegno di legge che, se venisse approvato, avrebbe il potere di snaturare i Parchi Nazionali, come dicono le associazioni ambientaliste, aumentando il potere di condizionamento dei centri di potere politico locale e introducendo elementi rischiosi di mercanteggiamento su quelle risorse naturali, che proprio nelle nostre aree protette dovrebbero essere tutelate al meglio.
L’intento è quello di riformare la legge sulla aree protette (legge n. 394/1991), una normativa di oltre 25 anni che ha sicuramente bisogno di un tagliando e di un rilancio, non certo di modifiche che ne stravolgano il senso. Oggi i parchi nazionali proteggono effettivamente poco più del 10% del nostro territorio e dovrebbe imparare a custodire con maggiore efficacia e competenza la più ricca biodiversità d’Europa (sì, abbiamo anche questo invidiabile primato). Ma il testo in discussione al Senato non garantisce nulla di tutto questo e quindi va abbandonato o bocciato.

La vera scommessa in gioco, mancata da chi ha redatto la riforma, sarebbe quindi quella di destinare maggiori risorse alla tutela di un patrimonio naturale che contribuisce alla ricchezza della Nazione e di affinare ed estendere le competenze di gestione al di là dei 24 parchi nazionali e delle 30 aree marine protette per garantire una tutela attiva, ad esempio agli oltre 2.200 siti di interesse comunitario localizzati ne nostro Paese, fiore all’occhiello dell’Unione Europea nel mondo.

Invece, ancora una volta, abbiamo a che fare con una bassa cucina della politica, che vuole condizionare le nomine del Presidente e del Direttore dei parchi nazionali, possibilmente senza che abbiano curriculum all’altezza delle sfide in campo naturalistico e ambientale e mira a ridurre le aree marine protette (AMP) ad una sorta di condominii degli enti locali. Questo nonostante le AMP siano preposte alla tutela del bene demaniale per eccellenza: il mare.

Pur di soddisfare gli interessi localistici di questo o quel centro di potere e di alcune categorie economiche (agricoltori e pescatori professionisti), si va ben oltre, mettendo in discussione la stessa competenza dello Stato ad una tutela unitaria di un patrimonio indivisibile, di un capitale naturale che fa parte del patrimonio di tutti/e noi.

E’ la nostra Costituzione che all’articolo 9 chiede che sia lo Stato a tutelare il paesaggio e, quindi, l’ambiente e dovrebbe essere interesse delle nostre istituzioni garantire una rete di aree protette nazionali che costituiscano un’eccellenza nella protezione di habitat e specie vegetali e animali che stanno via, via scomparendo, in questa Italia dove è sempre più raro trovare aree di pregio con un paesaggio o un patrimonio naturalistico non degradato.

E, invece, si vogliono trasformare i parchi nazionali, non in laboratori avanzati di ricerca o in culle per lo sviluppo sostenibile e l’ecoturismo, ma in una sorta di pro loco, di camere di commercio (con tutto il rispetto per la funzione di questi enti) che càmpino sui proventi derivanti dalla messa sul mercato dei marchi di qualità concessi dai parchi e soprattutto da introiti derivanti da royalties una tantum, da compensi per l’esercizio di attività economiche produttive esistenti nelle aree parco. Insomma, una licenza a continuare ad inquinare nelle aree di maggior pregio così, ottenuta, per giunta, pagando un modico prezzo, una volta per tutte. Pensiamo cosa significhi assecondare questo andazzo, aprendo quindi un varco ad attività come quella delle trivellazioni per la ricerca e coltivazione degli idrocarburi, che già stanno condizionando pesantemente il futuro di un Parco Nazionale come quello della Val D’Agri.

E la deviazione dal mandato principale, dalla missione affidata ai parchi nazionali viene ribadita anche nel caso della gestione dell’area del Delta del Po (il sistema di zone umide più esteso del Paese), dove 20 anni di gestione inefficiente dei due parchi regionali (veneto ed emiliano romagnolo) non hanno insegnato niente. Nel disegno di riforma si propone la nuova istituzione di un parco ibrido in cui le Regioni, che sinora non sono state colpevolmente all’altezza, conservano forte potere di condizionamento e dove gli obiettivi di sviluppo economico, tout court, sono equiparati a quelli propri delle aree protette, che dovrebbero aiutarci a salvare, il salvabile di quelle risorse naturali che vengono rapinate e che, se meglio gestite, contribuirebbero ancor più al nostro benessere, a migliorare la nostra qualità della vita.

La tutela della Natura non può, non deve, essere sacrificata allo sviluppo economico, e lo Stato non può e non deve venire meno al suo mandato costituzionale, consegnando ai soli interessi locali la gestione di un bene comune come il sistema dei Parchi Nazionali e delle Aree Marine Protette, che, a pensarci bene, va ben oltre le nostre responsabilità nazionali ed è bene di tutta l’umanità, solo per un caso affidato ad una entità che si chiama Italia. Una comunità nazionale che dovrebbe risponderne dimostrando di essere all’altezza della sfida. Cosa che, ancora una volta, se questa proposta diventasse legge, non saremmo capaci di fare di fronte al Mondo.

I5S2017_460X230.png



scopriprogramma.jpg

Fai una donazione a Rousseau: http://bep.pe/SostieniRousseau e poi annuncialo su Twitter con l'hashtag #IoSostengoRousseau

bannerrousseau.jpg

18 Lug 2017, 15:02 | Scrivi | Commenti (35) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa

  • 35


Tags: ambiente, beppe grillo, natura, parchi nazionali, risorse naturali

Commenti

 

Come scritto in un commento del giorno 20, oggi ho fatto la donazione con un "normale" bonifico bancario. Ad esso aggiungo i migliori auguri di buon lavoro !

Maria Luisa Vargiu 25.07.17 15:58| 
 |
Rispondi al commento

Ciao


da prestito di due anni, la banca credito investimento è brio di fare di buona cosa nel mondo. questa banca è brio di fare di prestito ha tutto i nostri cittadini che sono nella necessità di prestito. Allora io presi di condividervi questo messaggio, la questa azione di questa banca non è riconosciuta il nostro stato. Allora se avete realmente bisogno di prestito, vi chiedo di contattarli su questa mail poiché, hanno già fanno di prestito ha molta persona ed anche.


Ecco la mail: infos@cibanque.com


Ecco il nostro contatta whatsapp: +330644146852

romeo garcio, turin Commentatore certificato 23.07.17 18:25| 
 |
Rispondi al commento

Beppe, gli animali fanno parte dell'ambiente. Occorre far qualcosa per i randagi siciliani, che sono una piaga e uno scandalo. Le persone che hai adesso in Parlamento e dovrebbero occuparsi di tutela animali non sono utili se non a farsi pubblicità con delle cazzatine, tipo il canguretto liberato dal circo, da perfetti politicanti. Metti qualcuno di serio e capace, fà in modo che prenda contatto con i pochi volontari che operano a Noto,Avola,Pachino,Palermo, se le istituzioni non funzionano. Non è possibile che uno va in " missione " nel siracusano, mangia, beve e dorme e non succede niente, e la sofferenza persiste e aumenta sempre. Non farti ingannare da finti animalisti, sii concreto ! Sarebbe anche un grosso merito nella Sicilia che giustamente vuoi conquistare.

Giancarlo Sanavio 23.07.17 16:05| 
 |
Rispondi al commento

Condivido il commento di Mario C.
Una delle stelle del Movimento riguarda l' Ambiente.
Una sola, al posto di innumerevoli Associazioni ambientaliste che nel difenderlo se lo sono "spartite". Risultati ?
Viviamo nell' ambiente, ne facciamo parte, lo sfruttiamo e avidi di tutto lo distruggiamo come prima,
Non più alle Associazioni, ma alla Stella e a tutte le altre del Movimento, ora soprattutto credo.
Per Rimini darò volentieri !

Maria Luisa Vargiu 20.07.17 15:29| 
 |
Rispondi al commento

Complimenti! L'articolo è scritto con grande competenza e conoscenza delle problematiche che investono la conservazione della natura in Italia. Speriamo che riesca ad avere un seguito di catattere legislativo.

Mario C. Commentatore certificato 20.07.17 06:34| 
 |
Rispondi al commento

Offerta di prestito di denaro disponibile ad ogni persona

Email: micheleadante@gmail.com / +1 929 222 7884 Whatsapp solo

Più preoccupazioni da farvi per il vostro fabbisogno finanziario.
dispongo una capitale molto elevato per qualsiasi tipo di prestito in particolare.
Il finanziamento è disponibile ad ogni persona seria di un tasso che va
da 2 a 5 all'anno in funzione dell'importo sollecitato.
Voi rispondo sull'indirizzo elettronico seguente: micheleadante@gmail.com / +1 929 222 7884 Whatsapp solo

MICHELE ADDANTE 19.07.17 23:22| 
 |
Rispondi al commento

Bisogno di soldi per risolvere i vostri problemi finanziari? Ci sono investitori privati e abbiamo messo a vostra disposizione prestiti personali a un
aliquota forfettaria del 2 %. La concessione di tale credito è di 10 mila euro a 50 milioni di euro . L'assicuratore è tenuto a pagare il 15% di rimborso una volta
si sarà sottoscritto l'assicurazione. E la durata del rimborso è determinato in base all'importo del vostro prestito. Per ulteriori informazioni, contatto
noi; PhillippeHuvelin@outlook.fr

giordan giordan12 Commentatore certificato 19.07.17 16:23| 
 |
Rispondi al commento

L'ennesima marchetta, come le trivellazioni, il tentativo del referendum di centralizzare le decisioni sulle infrastrutture tipo TAP, il CETA, fatte alla grande finanza usuraia internazionale per farla continuare ad "investire" in Italia.
Buona fortuna a tutti noi

Enzo Rossi 19.07.17 11:14| 
 |
Rispondi al commento

IO POVERO ILLUSO, pensavo che tutti i Canadair erano di proprietà dello stato, mentre apprendo dal sito di repubblica che sono di proprietà di una multinazionale inglese quotata in borsa.
Voglio pensare male, ma più incendi, più soldi aumento quotazioni in borsa? Ma stiamo scherzando?Mi ricredo sui forestali, quando lo spegnimento degli incendi fa guadagnare milioni di euro a società private non è un conflitto di interessi mostruoso?
http://www.repubblica.it/cronaca/2017/07/19/news/elicotteri_e_canadair_il_soccorso_dal_cielo_nelle_mani_dei_privati-171106338/?ref=RHPPLF-BH-I0-C8-P3-S1.8-T2

Giuseppe M. 19.07.17 09:39| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

All’arrivo dei primi caldi scoppiano gli incendi dolosi e ogni anno ci facciamo trovare impreparati nel difendere i beni naturali dagli attacchi dei criminali. Ma questi che oggi abbiamo e che abbiamo avuto in passato, sono governi? De che? Abbiamo governanti imbecilli, una massa di opportunisti della politica che blaterano solo di intese, accordi e alleanze, si riempiono la bocca di promesse e grandi progetti ma poi fanno quello che più gli conviene per rimanere attaccati alla poltrona e dei veri problemi se ne fregano, qualcun altro ci penserà. In Europa contiamo zero perché le normative capestro sui migranti di cui oggi ci lamentiamo non ci sono state imposte ma noi ce le siamo accollate in cambio di qualche elemosina, loro lo sanno bene e per questo non ci rispettano, anzi ci prendono per il culo. La gran parte dei migranti che arriva in Italia non moriva di fame né scappava dalla guerra, finiamola con questa bufala, è tutta gente col cellulare nuovo e in buona salute che soggiorna sulle spalle dei poveri, dei pensionati al minimo e dei disoccupati italiani. E per qualcuno sono ancora troppo pochi, venite, venite che c’è posto, allegria!

Franco Mas 19.07.17 08:43| 
 |
Rispondi al commento

A ROMA SIAMO DEGLI INCIVILI NELLA GESTIONE RIFIUTI-MANDATE GLI ISPETTORI E FATE LE MULTE !!!!

http://wwwapai.blogspot.com/2011/06/sintesi-degli-interventi-del-presidente.html

Luigi Chiurazzi 18.07.17 22:30| 
 |
Rispondi al commento

Ciao
Per la realizzazione dei vostri progetti che si cura di cui non hai abbastanza fondi, la soluzione è le offerte di Lady Josina gomez di diverso pronto per i vostri progetti a 5000 euro a 500.000 euro con un tasso del 2% per il vostro progetto di viaggio e di tasse scolastiche per business costruzione d'oltremare e sostanziali investimenti in vari progetti commercio e costruzione un altro acquisto di casa e Appartamento noleggio auto acquisto e pronto per la salute e l'istruzione di tuo sollievo di bambini pronti per chiunque nel settore agricolo pericolo e business milioni project financing
Contattare il servizio di posta elettronica prestitobancario2017@gmail.com

anna turzzoli Commentatore certificato 18.07.17 21:36| 
 |
Rispondi al commento

Stanno predisponendo tutto per poter svendere l'Italia, è la loro politica liberista.
Ci sarà qualcuno interessato ai nostri parchi, avrà in mente un progetto per ricavare denaro. Poi se l'ambiente subisce, non gliene importa nulla.
Sanno già che un progetto ha un periodo di vita, dopo di che, lo gettano.

Rosa 18.07.17 19:22| 
 |
Rispondi al commento

diciamo la verità - non è il PD ad aver creato questa generazione di politici - la realtà è che tutti i magma-magna si sono infiltrati li - lo stesso succederà alle prossime elezioni - alcuni tenteranno di infiltrarsi nel movimento - altri nel centro destra - ecc.. il problema sono gli uomini - 1000 persone oneste di qualsiasi partito e siamo a posto - questa è la motivazione della nascita del movimento - non conta chi sei ma quello che fai ( in rapporto al tuo dovere sociale che hai assunto )poveri stupidi non hanno capito che verranno giudicati in relazione alla dignità che danno al prossimo - pensano come quel kafir (guardiano sudanese ) che si copriva la testa con la jalabia mentre beveva alcolici e diceva qui sotto Allah non mi vede -

giorgio s. 18.07.17 18:25| 
 |
Rispondi al commento

se c'è un esponente di bilderberg vorrei sapere cosa ci dobbiamo aspettare.......almeno la finiamo con questa lenta agonia.

leo c., roma Commentatore certificato 18.07.17 17:17| 
 |
Rispondi al commento

Ma quale articolo 9

che chiede che sia lo Stato a tutelare il paesaggio, con il paesaggio non si possono chiedere mazzette, non si può costruire, poi il mare deve essere inquinato per poi andare a ripulire (fare finta) ci deve essere un giro di soldi , altrimenti che interesse c'è per il PD e compagni.

Dissesto idrogeologico è una manna per buttare alla ca..o, soldi senza progetti globali, ben vengano i cambiamenti climatici che procurano appalti e mazzette a go go .

Vincenzo A., Verona Commentatore certificato Commentatore che ha donato a Rousseau Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2016 18.07.17 17:01| 
 |
Rispondi al commento

E' la globalizzazione,bellezza!
I nostri cervelli giovani e migliori già se ne vanno o se ne sono andati
Io ho una figlia sola,ma vive e lavora ormai da 12 anni a Londra
Ormai in UK,persino quando cercano una baby sitter,si presentano ragazze italiane o spagnole, vista la caduta a picco dei rispettivi salari che sono la metà o un terzo di quelli inglesi o tedeschi
Con che coraggio noi mandiamo via dall'Italia i nostri giovani e poi ci rifiutiamo di accogliere i ragazzi più poveri che vengono da altri paesi?
E' una legge di mercato che ci si sposti cercando un futuro migliore
Gli stessi governanti italiani di fronte ai giovani italiani senza lavoro o costretti a lavori scadenti,dicono loro:"Espatriate!"
Non è vergognoso tutto questo?
E sui blog,quando ci si lamenta del governo italiano,la prima cosa che si sente dire da quelli di destra è:"Se l'Italia non ti piace,vattene!" Eppure gli stessi che ti dicono così poi non accettano che siano altri, messi peggio, a venire da noi!
Sappiamo tutti che sarebbe bello che ognuno potesse restare nel paese dove è nato, vicino ai suoi cari, nell'ambiente a cui è abituato e vederlo piano piano migliorare e progredire. Ma il mercato globale è questo!
Lo hanno voluto il mercato globale? E allora uno dei suoi effetti è lo spostamento di grandi masse da una parte a un'altra. Non poteva pretendere di spostare la produzione del lavoro dove faceva loro comodo senza che si spostassero anche grandi masse di gente povera e disperata. Ogni azione ha una sua reazione. Allo sfruttamento del terzo mondo, alla depredazione di risorse, ai dazi che hanno bloccato le esportazioni dai paesi poveri, alla prevaricazione delle multinazionali, al sostegno dato ai dittatori, ai turpi mercati di armi e guerre, non può che far riscontro l’esodo dei disperati in cerca di vita migliore o di pace o di sopravvivenza. Ma l’Occidente che ora rifiuta i miseri ha le mani sporche del loro sangue, si è arricchito sulla loro fame.
Un tempo il futuro era migliore.

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 18.07.17 16:41| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Nonostante ci abbia molto riflettuto, non riesco a capire perchè i soliti dementi del pd abbiano interesse a bruciare i nostri meravigliosi parchi, cosa avranno in mente questa volta, è ormai assodato che ogni disgrazia di questo paese è riconducibile a loro quindi chi sa dirmi qual è il loro oscuro interesse?

Fabio Luciani 18.07.17 16:38| 
 |
Rispondi al commento

Non vi preoccupate,se va avanti così non ci sarà più nulla da preservare...... "S'i' fosse foco, ardere' il mondo".

leo c., roma Commentatore certificato 18.07.17 16:20| 
 |
Rispondi al commento

Anche un deficiente capisce che la tutela dei parchi nazionali come del territorio, del paesaggio e dei beni monumentali, archeologici ed artistici sono la nostra principale ricchezza. Tutelarli e valorizzarli e' un imperativo non solo costituzionale ma di civiltà' e di sviluppo.

Adolfo Treggiari, Romai Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che ha donato a Rousseau Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2016 18.07.17 16:05| 
 |
Rispondi al commento

CHI APPICCA UN INCENDIO UCCIDE LA VITA E ITALIA

Italia non può essere ostaggio e ricattato dei pazzi piromani o criminalità con mille interessi che ogni anno puntualmente appiccano il fuoco al patrimonio boschivo di bel paese.

Servono pene severe, bisognerebbe punire i colpevoli con le pene previste per l'omicidio perché si tratta della vita e patrimonio naturale.

Shahab Shirakbari, TERNI Commentatore certificato 18.07.17 15:42| 
 |
Rispondi al commento

L'Uomo ha avuto in dono dell' "Intelligenza" il compito di tutelare e conservare in modo prolifico tutto il creato, di cui è parte integrante.

Il Potere economico ha avuto in dono da millenni l'idiozia e la cecità di consumare e distruggere tutto, sia l'uomo che tutta la creazione.

Quando è il bieco Potere economico ad avere la meglio sulla sana Politica, quella Politica atta appunto a tutelare tutto e tutti, muore l'Uomo, muore il creato con tutti i suoi Parchi e le sue bellezze... e muore pure il Corpo Forestale.

Basta fumi tossici e a riveder le Stelle!!

massimo m., Roma Commentatore certificato 18.07.17 15:31| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Adesso le lavatrici sono tutte stampate, nessuno ci può più mettere le mani e se si guastano, non c’è scelta occorre cambiarla. Queste sono le misure di contrasto e sono già in atto da tempo. Per tornare a competere col resto del mondo bisognerà fare purtroppo tanti passi indietro ed è inutile prendersi in giro. In uno stato di polizia vinceranno sempre LORO. Le leggi vanno eliminate, poche e chiare, non aumentate. Poi ci sono le sentenze che “interpretano”. Alla fine c’è tutto e il contrario di tutto. E’ per questo che non c’è certezza della pena. Vogliamo anche noi continuare di questo passo?

adina lucchesi 18.07.17 15:31| 
 |
Rispondi al commento

Non mi piace la critica non costruttiva, ma essendo del mestiere ( da tanto tempo…). ho trovato tante inesattezze, che ( spero) siano frutto di poca pratica da parte di chi ha preparato i quesiti. Sono molte le cose inesatte, ma mi permetto di citarvene alcune sul quesito: “ L’efficienza e l’efficacia dell’azione amministrativa e delle politiche di indirizzo del governo, si misurano……. Quali dei seguenti obiettivi ritieni prioritario a tale scopo? “
La prima possibilità di scelta diceva:” Introduzione del contraddittorio….. “ Il contraddittorio esiste già da tempo, il problema è “farsi ascoltare” perché l’Agenzia non ASCOLTA, l’agenzia ascolta solo sé stessa. I dipendenti fingono comprensione, ma alla fine il contraddittorio è inesistente e le decisioni sono a senso unico.
La seconda: “Favorire l’emersione ..attraverso misure premiali…” Ci sono già pure le misure premiali, ma richiedere scontrini non ti da accesso a nessuno “sconto” materiale. Anche se si potesse dimostrare di aver “preteso” tutti ma proprio tutti gli scontrini delle spese di un anno, poi a chi li mostriamo e come pensate che ci possano premiare? Non stiamo facendo una raccolta punti!
La terza: “eliminazione obbligo di adeguamento…” C’è già. Ma i nuovi parametri probabilmente saranno peggiori, adesso ci si adeguava anno per anno, dal 2017 occorrerà tenere conto degli ultimi 8 anni di ricavi e di spese. E se anche cambiassero questo, pensate mai che possano fare delle leggi a favore delle piccole e medie imprese? Non sono i piccoli che li interessano ma le Multinazionali…
L’ultima: Rafforzamento delle misure di contrasto… “ No per favore, non mettetevi anche voi a “Rafforzare”! Non c’è più lavoro, chiudono le società, chiudono i commercialisti. I piccoli imprenditori hanno chiuso da tempo, con gli artigiani, chi venivano a riparare la lavatrice a casa e prendevano solo 15,00 e non ti chiedevano la chiamata!

adina lucchesi 18.07.17 15:30| 
 |
Rispondi al commento



Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all'atto della loro iscrizione sono limitati all' indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post. La mail di segnalazione dell'avvenuta pubblicazione di un nuovo post sarà impiegata anche per sottoporre agli utenti opportunità di consultazione e/o acquisto di materiali editoriali, fotografici e filmati realizzati dal MoVimento 5 Stelle, dalla Associazione Rousseau e non solo. Fra le finalità del trattamento dei dati conferiti dovranno intendersi comprese quelle della promozione di iniziative commerciali e pubblicitarie rispetto alle quali si avrà comunque, ed ogni volta, la possibilità di opporsi, chiedendo la cancellazione del proprio indirizzo di posta dall'elenco di quelli cui vengono indirizzati i predetti messaggi.
Per poter postare un commento invece, oltre all'email, à richiesto l'inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall'utente, l'indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l'invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l'aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell'utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell'utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o diffusione degli stessi, salvo quanto previsto di seguito, è, dunque, prevista. In ogni caso, l'utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all'art. 7 del D.Lgs. 196/2003. Per l'utilizzo dei cookies, si rinvia alla lettura della Cookie Policy. Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è l'Associazione Rousseau in persona del Presidente pro-tempore, con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121.




Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori