Il Blog delle Stelle
#ProgrammaGiustizia: Condanna a lavori di pubblica utilità

#ProgrammaGiustizia: Condanna a lavori di pubblica utilità

Author di MoVimento 5 Stelle
Dona
  • 68

Spesso ci si lamenta della mancanza di certezza della pena, ovvero di una sanzione effettiva e dissuasiva per chi ha sbagliato, proporzionata alla gravità del fatto commesso. Il quesito su cui sarete chiamati ad esprimervi vi interrogherà sul possibile potenziamento ed allargamento della misura dei lavori di pubblica utilità in modo che il reo possa risarcire la collettività in modo concreto e senza gravare sullo Stato.

di Pierfrancesco Bruno, avvocato e professore

Oggi ci occupiamo di una problematica che riguarda un istituto recentemente introdotto nel sistema penale, che è quello dei lavori di pubblica utilità, e cercheremo di capire perché la sua applicazione è effettivamente molto limitata se non nulla.
Questo necessita di una brevissima premessa su quello che è il sistema o il meccanismo attraverso il quale vengono comminate le sanzioni nel sistema penale. Rispetto a un certo numero di sanzioni relative a pene detentive cosiddette brevi, il codice penale e le norme che lo hanno nel tempo implementato, prevedono tutta una serie di istituti che sostanzialmente determinano la non applicazione, o meglio, la certezza della disapplicazione della pena con riferimento appunto a quelle più lievi.

Il concetto di lieve peraltro va in qualche modo specificato perché oggi ci troviamo in una situazione in cui applicando l'istituto della sospensione condizionale e pene detentive brevi, pari a 2 anni 2 anni e mezzo o addirittura a 3 anni nel caso del processo minorile, di fatto consentono in termini generali l'applicazione di questo istituto che appunto è un istituto di clemenza che invece nel disegno del legislatore avrebbe dovuto essere modulato in maniera leggermente diversa.
Vediamo di spiegare perché. Nell'articolo 165 del codice penale è stato introdotto un sistema che è quello appunto della sottoposizione ai lavori di pubblica utilità che costituisce condizione per l'applicazione della sospensione condizionale in determinate circostanze.

Cosa avviene sostanzialmente, che in alcuni casi il beneficio della sospensione condizionale può essere applicato solo nelle ipotesi in cui il condannato si assoggetti a questo meccanismo.

Perché in tanti anni di applicazione giudiziaria questo istituto non ha trovato un suo spazio tanto da risultare ormai quasi del tutto dimenticato?
Probabilmente per una duplice serie di ragioni. Un po' perché l'intero sistema prevede delle alternative attraverso le quali la sottoposizione al lavoro socialmente utile di fatto non è conveniente, perché in pratica la sanzione non viene applicata, o non verrà applicata in fase esecutiva. Quindi entrano in gioco sia il meccanismo della sospensione condizionale, sia quello recentemente introdotto della particolare tenuità del fatto, che addirittura permette non tanto di disapplicare una sanzione, ma di non condannare l'imputato quando l'offesa al bene giuridico tutelato dalla norma risulta particolarmente lieve. E stiamo parlando di reati astrattamente punibili con pene che arrivano fino a 5 anni.

Da un altro punto di vista, il motivo che ha disincentivato l'applicazione dell'istituto dei cosiddetti lavori sostitutivi, è rappresentato dal fatto che manca una struttura organizzativa che permetta in qualche modo di controllarne il meccanismo applicativo.

I lavori di pubblica utilità sono stati introdotti abbastanza di recente nel nostro sistema
, però hanno trovato un'applicazione trovato un'applicazione trovato un'applicazione piuttosto modesta. Vediamo di capire perché. Anzitutto di che cosa si tratta. Si Si tratta di assoggettarsi volontariamente, perché non possono essere imposti ma devono essere scelti da colui che vi si sottopone. Si tratta di prestazioni che sono svolte in favore della collettività. Non sono fattispecie tipizzate, vanno di volta in volta eventualmente stabilite e possono consistere, come ad esempio avviene all'estero, nello svolgimento attività di servizio, di supporto a determinati servizi pubblici a determinati servizi pubblici e quant'altro possa essere utile a determinare una resipiscenza del condannato.

Il quesito che si pone in questa sede, tenuto conto della esigua applicazione dell'istituto stesso, (spesso determinata dalla mancanza di un apparato amministrativo ed organizzativo, che consente in qualche modo di rendere i lavori socialmente utili praticabili, e soprattutto di controllarne l'effettiva l'esecuzione) è se è opportuno regolamentare meglio l'Istituto attraverso l'individuazione, anche, di meccanismi amministrativi eventualmente a livello locale, per poter gestire l'applicazione di questa modalità alternativa di scontare la stazione. E se, data questa condizione, se val la pena di estenderne l'applicazione ad un campo più ampio di quello sostanzialmente ristretto che oggi è praticabile.



scopriprogramma.jpg

Fai una donazione a Rousseau: http://bep.pe/SostieniRousseau e poi annuncialo su Twitter con l'hashtag #IoSostengoRousseau

bannerrousseau.jpg

14 Lug 2017, 09:50 | Scrivi | Commenti (68) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa

  • 68


Tags: bruno, condanna, giustizia, lavori, m5s, pubblica utilità

Commenti

 

PER QUANTO RIGUARDA QUESTO ARTICOLO MI COLLEGO AL FATTO DI QUALCHE GIORNO FA', UN UOMO HA ACCOLTELLATO UN AGENTE DELLA POLIZIA, IL MAGISTRATO LO HA RIMESSO IN LIBERTA' PER I MOTIVI, LA PENA NON AVREBBE SUPERATO 3 ANNI DI DETENZIONE, QUESTA COSA MI HA CREATO UN GRANDE DISGUSTO E IN PRIMA ANALISI HO SCAGLIATO INGIUSTAMENTE, MALDIGENZE AL MAGISTRATO CHE HA DECISO QUESTA INSANA LIBERTA', INFATTI IL MAGISTRATO HA SOLTANTO APPLICATO LA LEGGE CHE GLI HANNO MESSO A DISPOSIZIONE, I VERI COLPEVOLI SONO I POLITICI CHE VARANO QUESTE LEGGI SENZA SENSO, QUINDI, NOI TUTTI SAPPIAMO BENE COSA CI ASPETTA SE AFFERRIAMO UN COLTELLO O ALTRA ARMA E TENTIAMO DI AMMAZZARE UN'ALTRA PERSONA, DI QUESTO DOBBIAMO RISPONDERE E PAGARNE LE CONSEGUENZE SENZA SCONTI, NON SOLO PERCHE' ESISTE IL REATO MA PER DARE UN ESEMPIO DI CIVILTA' E FRENARE ALTRI SOGGETTI NEL RIPETERE PERCHE' LA FANNO FRANCA, DOBBIAMO DARE IL MESSAGGIO CHE ESISTE UN REGOLAMENTO CHE FUNZIONA, QUELLO ATTUALE, SENZA REGOLE CERTE, FA ACQUA DA TUTTE LE PARTI, LE CONSEGUENZE LE ABBIAMO SOTTO GLI OCCHI TUTTI I GIORNI.

cosimo calabrese, chiaravalle Commentatore certificato 26.07.17 10:19| 
 |
Rispondi al commento

Come mai la certezza della pena riguarda solo il "popolo", mai gli amministratori pubblici. loro in galera non ci vanno mai, eppure sono quelli che ci derubano di più in assoluto. Non esiste rom,ladro, spacciatore, rapinatore ecc. che riesce a rubarci di più. Eppure in galera ci vanno solo loro!!! addirittura c'è stata la proposta di un parlamentare che vietava il carcere ai colletti bianchi in quanto non pericolosi!!!!!
Loro hanno affossato e affamato l'italia. Creando disoccupazione hanno favorito la nascita e crescita di varia criminalità da additare e punire.
Importando illegalmente e arbitrariamente manodopera a basso costo e alta disperazione hanno volutamente inflazionato il mercato del lavoro a favore degli amici degli amici i quali sono SEMPRE riconoscenti.
Loro parlano di certezza della pena, ma dovrebbero essere i primi ad essere reclusi.
Lancio una Proposta: andiamo tutti a roma 6/7 milioni di persone, e LICENZIAMOLI tutti a calci nel culo. NOI SIAMO IL LORO DATORE DI LAVORO.
Ma non è cambiando i ladri che si risolve il problema: istituire il reato 624 bis cod.pen.
"Il pubblico dipendente/amministratore che, volontariamente, distrae fondi, prende mazzette o qualsiasi altra utilità o comunque perde soldi del popolo, è punito con la pena da 1 a 5 anni se semplice dipendente, da 10 a 15 se politico comunale/ regionale, da 15 a 20 se politico nazionale. A tutti si applica il sequestro dei beni, l'interdizione perpetua dai pubblici uffici, la radiazione da eventuali albi professionali"

samuele s., MILANO Commentatore certificato 20.07.17 13:54| 
 |
Rispondi al commento

PRESTITO OFFERTA DI DENARO SUL SERIO E ONESTO


Ciao Signora e Signore;
Io sono un individuo che concede prestiti a qualsiasi persona che desideri un
assistenza finanziaria. Questo è un prestito tra particolare con condizioni
beh, semplice. La mia offerta è compreso tra 2.000 euro e di euro 8.000.000. Il mio tasso di
di interesse per tutta la durata di questo prestito è del 3% e il rimborso è
fatto su base mensile.
Se qualsiasi volta siete interessati, vi prego di contattarmi tramite il mio indirizzo e-mail al seguente indirizzo:
micheleadante@gmail.com / +1 929 222 7884 Whatsapp solo

MICHELE ADDANTE 19.07.17 23:25| 
 |
Rispondi al commento

Bisogno di soldi per risolvere i vostri problemi finanziari? Ci sono investitori privati e abbiamo messo a vostra disposizione prestiti personali a un
aliquota forfettaria del 2 %. La concessione di tale credito è di 10 mila euro a 50 milioni di euro . L'assicuratore è tenuto a pagare il 15% di rimborso una volta
si sarà sottoscritto l'assicurazione. E la durata del rimborso è determinato in base all'importo del vostro prestito. Per ulteriori informazioni, contatto
noi; PhillippeHuvelin@outlook.fr

giordan giordan12 Commentatore certificato 19.07.17 16:25| 
 |
Rispondi al commento

Non ci sarà mai un Paese "normale" in cui siano garantiti: etica, giustizia vera, tassazione in base ai redditi reali di tutti, merito, istruzione, ecc. se non cambieremo tutti il ns. atteggiamento ambiguo.

I guai dell'Italia sono iniziati prima della sua presunta unità e sono continuati assai peggio subito dopo. Sono secoli che il Paese è in mano alle mafie di ogni genere con cui si spiegano molti dei vostri commenti nei vari blog. Se li cuciste insieme, avreste il quadro corretto della situazione reale.

Comunque:

Se qualcuno di voi non sapesse ancora cosa ci sia stato dietro l’Unità d’Italia, qui troverà la risposta che nessun libro di testo scolastico si è mai degnata di dare.

Se qualcuno di voi nutra dei dubbi sulle capacità e il potere delle organizzazioni mafiose, ‘Ndrangheta in testa, qui troverà solide argomentazioni al riguardo.

Se qualcuno di voi non sappia cosa sia il “Male Assoluto”, qui toccherà con mano a che livello di abiezione possa arrivare l’uomo pur di agognare fama, soldi e potere.

Se al prossimo terremoto di magnitudo maggiore o eguale a 6.0 al Sud (ma anche altrove) ci saranno molte migliaia di morti, qui troverà le ragioni per cui ciò è stato permesso.

I link in calce a questa nota sono riferiti alle lezioni che il Procuratore della Repubblica Nicola Gratteri - a cui andrebbe fatto più di un monumento in vita per la meritoria opera di divulgazione e i rischi mortali corsi finora – ha tenuto nel 2012 presso l’università LUISS “Guido Carli” e il 14 aprile 2016 presso l’Istituto “Majorana” di San Lazzaro di Savena

Basta avere il tempo di ascoltare, anche per pochi minuti, e la mente si apre verso orizzonti che quasi nessuno finora si è brigato di esplorare e tanto meno narrare così dettagliatamente e compiutamente.
AA

Nicola Gratteri – LUISS Guido Carli

https://www.youtube.com/watch?v=nEMgLER7FT8

https://www.youtube.com/watch?v=5DgumTSGjbM

Istituto Majorana 14 aprile 2016
https://www.youtube.com/watch?v=ipx6CF6vuU

Antonio Alei, Capena Commentatore certificato 18.07.17 14:29| 
 |
Rispondi al commento

Buongiorno


Aiutare è il migliore modo di condividere il suo amore eterno, è ciò che li spinge a mettere a vostra disposizione prestiti rimborsabile da 500 a 1.000.000 EURO ed anche più; a condizioni molto semplici ad ogni persona che può rimborsare senza distinzione di razza. Facciamo anche investimenti e prestiti tra privati di qualsiasi tipo. I trasferimenti sono garantiti da una banca per la sicurezza della traslazione. Per ulteriori informazioni volete contattarle: investissementcrediti@gmail.com


Ecco il nostro contatta whatsapp: +33 644146852

pinéo davila, rome Commentatore certificato 18.07.17 13:22| 
 |
Rispondi al commento

Email: prestitobancario2017@gmail.com
Ciao signore / E
Sig. ra Josina gomez appello a tutte le persone nel bisogno
il finanziamento del servizio che mi offrono soldi da 1000-
€6.000.000 credibile a chiunque in grado di ripagare con interessi al tasso di
3% all'anno e per periodi che vanno da 1 a 35 anni, a seconda della quantità necessaria. Ho
nelle seguenti aree:
-Preparare finanziaria
-prestito
-Investimenti prestito
-Prestito auto
-Consolidamento del debito
-Rimborso del credito
-Prestito personale
-Sei nella cartella
Sono bloccati, bancario restrizioni, e non avete il favore delle banche
o meglio si dispone di un progetto e hanno bisogno di finanziamenti, bad file
credito o bisogno di soldi per pagare le bollette, i soldi per investire in società.
Possiamo soddisfare i clienti entro 72 ore
Dopo il ricevimento della tua richiesta di credito anche se formulato.
Se si ha realmente bisogno i soldi per fare questo prestito, in buone condizioni
Vi prego di contattarmi al primo oggi per ottenere il prestito entro 72 ore da seguire.
E-mail: prestitobancario2017@gmail.com
PS: ma non grave astensione.
Così, attendo con ansia le vostre richieste di e-mail grazie
Sig. ra Josina gomez

totti maxam Commentatore certificato 17.07.17 14:43| 
 |
Rispondi al commento

Ciao
Per la realizzazione dei vostri progetti che differiscono di cura è che non hai abbastanza fondi, la soluzione è le offerte di Lady Josina gomez di pronto per il vostro 5000 euro 500.000 euro con un tasso del 2% per il progetto di finanziamento dei piani, edificio business e sostanziali investimenti in vari progetti, acquisto della casa e Appartamento noleggio acquisto di auto e pronto per la salute e l'educazione dei vostri figli pronto soccorso per chiunque sia in pericolo il settore agricolo e affari milioni project financing
Contattare il servizio di posta elettronica prestitobancario2017@gmail.com

salvie antonela155 Commentatore certificato 17.07.17 10:40| 
 |
Rispondi al commento

Ciao
Per i vostri progetti, non avete abbastanza soluzione di finanziamento è la signora Josina gomez lei ti offre prestiti di 20000 euro per 500.000euros. Lei è d'accordo con il cibanque internazionale con un tasso del 2% Contatta il tuo servizio di posta prestitobancaio2017@gmail.com

salvie antonela155 Commentatore certificato 17.07.17 10:36| 
 |
Rispondi al commento

Macché lavori di pubblica utilità come risarcimento.
Abbiamo già visto che ci sono livelli diversi di applicazione a seconda della notorietà\importanza del personaggio(berlusconi tra gli altri se non erro).E poi gli immigrati a fare lavori di pubblica utilità,questi pure:ma quanta gente mettiamo a fare questi lavori di pubblica uilità ?
Rimessa in vigore della legge Apuleia:chi ruba i soldi dello stato\cittadini italiani viene espropriato di tutto, e pure i suoi familiari. Magari è la volta buona che ci pensano prima.

franco selmin, montegrotto terme Commentatore certificato 17.07.17 09:25| 
 |
Rispondi al commento

A Beppe con Simpatia:
A proposito di emigrati, qualcuno ha fatto credere che l'ITALIA FOSSE IL PESE DEL BENGODI FACENDO CONFLUIRE TUTTI I DISPERATI DI QUESTO MONDO PROMETTENDO LORO MARI E MONTI,INGANNANDOLI OVVIAMENTE,SCHIAVIZZANDOLI E FACENDOLI LAVORARE A NERO PER QUALCHE EURO ALL'ORA A RACCOGLIERE POMODORI O A SVOLGERE ALTRI LAVORI SEMPRE A NERO, COMUNQUE NON RENUMERATI ADEGUATAMENTE. CHI SONO I RESPONSABILI AI QUALI TUTTAVIA è SFUGGITO IL CONTROLLO E NON SANNO COME TANPONARE LA FALLA, CONTINUANDO A RACCONTARE BALLE ED A CHIEDERE FINANZIAMENTI ALLO STATO, PER ATTIVARE UNA INTEGRAZIONE QUANTOMAI IMMAGINARIA,FANTOMATICA ED INESISTENTE, AL SOLO FINE DI INCAMERARE QUEI FONDI PER LE ARGANIZZAZIONI,LE FONDAZIONI, LE COOPERATIVE. CHI CONTROLLA LA DESTINAZIONE DI DETTI FINANZIAMENTI, IN QUALI TASCHE FINISCONO, QUANTI EFFETTIVAMENTE NE ARRIVANO AGLI EMIGRATI AVENTI DIRITTO, CHI LI TUTELA NEI LORO DIRITTI COME UOMINI, COME ESSERI UMANI. E' INTOLLERABILE CHE SI PERMETTA ANCORA IL COMMERCIO DEGLI SCHAIVI FACENDO USO E GETTA DI ESSERI UMANI RIMANDANDOLI AL LORO PAESE D'ORIGINE QUANDO NON SERVONO PIU' SAPENDO DI MANDARLI INCONTRO A MORTE SICURA,PERCHE' FUGGITI DALLA GUERRA, DALLE TORTURE, O PERCHE' DISSIDENTI O ESILITI POLITICI
CON SIMPATIA
ROBERTO

Roberto Masi Masi, Sesto Fiorentino (FI) Commentatore certificato 15.07.17 15:50| 
 |
Rispondi al commento

A beppe con simpatia:
a proposito di emigrati, qualcuNO ha fatto credere che l'ITALIA FOSSE IL PESE DEL BENGODI FACENDO CONFLUIRE TUTTI I DISPERATI DI QUESTO MONDO PROMETTENDO LORO MARI E MONTI,INGANNANDOLI OVVIAMERNTE,SCHIAVIZZANDOLI E FACENDOLI LAVORARE A NERO PER QUALCHE EURO ALL'ORA A RACCOGLIERE POMODORI O A SVOLGERE ALTRI LAVORI SEMPRE A NERO COMUNQUE NON RENOMURATI ADEGUATAMENTE. CHI SONO I RESPONSABILI AI QUALI TUTTAVIA è SFUGGITO IL CONTROLLO E NON SANNO COME TANPONARE LA FALLA, CONTINUANDO A RACCONTARE BALLE ED A CHIEDERE FINANZIAMENTI ALLO STATO, PER ATTIVARE UNA INTEGRAZIONE QUANTOMAI IMMAGINARIA,FANTOMATICA ED INESISTENTE, AL SOLO FINE DI ICAMERARE QUEI FONDI PER ARGANIZZAZIONI, FONDAZIONI,COOPERATIVE. CHI CONTROLLA LA DESTINAZIONE DI DETTI FINANZIAMENTI, IN QUALI TASCE FINISCONO, QUANTI EFFETTIVAMENTE NE ARRIVANO AGLI EMIGRATI AVENTI DIRITTO, CHI LI TUTELA NEI LORO DIRITTI COME UOMINI, COME ESSERI UMANI. E' INTOLLERABILE CHE SI PERMETTA ANCORA IL COMMERCIO DEGLI SCHAIVI FACENDO USO E GETTA DI ESSERI UMANI RIMANDANDOLI AL LORO PAESE D'ORIGINE QUANDO NON SERVONO PIù SAPENDO DI MANDARLI INCONTRO A MORTE SICURA
CON SIMPATIA
ROBERTO

Roberto Masi Masi, Sesto Fiorentino (FI) Commentatore certificato 15.07.17 15:39| 
 |
Rispondi al commento

Lavoro in ambito esecuzione penale esterna, misure alternative e Lavori di pubblica utilità e socialmente utili. NEl leggere i commenti ho la conferma che la maggior parte delle persone non hanno ancora capito neanche la differenza tra lavori socialmente utili (proposti dagli enti locali per sostenere con piccoli contributi economici le persone in difficoltà, ma richiedendo in cambio un'attività lavorativa che vada a favore della collettività) e LAvori du pubblica utilità IMPOSTI dai giudici (per la maggior parte di tribunali ordinari) quale pena SOSTITUTIVA della reclusione(=anzichè andare in carcere o pagare svariate decine di migliaia di euro, la persona DEVE svolgere GRATIS un determinato numero di ore di attività presso enti di utilità pubblica) e dal 2015 quale misura di valutazione per evitare la condanna (questo vale per la Messa alla Prova), anche qui con obbligo di svolgere un numero di ore di attività di pubblica utilità SEMPRE GRATIS. il numero delle ore è stabilito dal giudice.
Ultimamente alcuni tribunali di sorveglianza stanno imponendo in ordinanza di esecuzione anche un tot di ore di lavori di pubblica utilità (sempre gratis). Questo non ha nulla a che vedere con il costringere i detenuti a lavorare(quando lo fanno, vengono comunque retribuiti).
L'argomento è vastissimo, ma davvero penso anch'io che sarebbe opportuna una revisione globale del sistema giudiziario e della esecuzione penale del nostro Paese. Finora però tutte le riforme sono state fatte 'a costo zero' ossia caricando sempre più chi (come me) lavora nel settore, senza prevedere un minimo di investimenti (in personale e risorse) per applicare correttamente le innovazioni. Forza, andiamo al governo e facciamo anche questa riforma!

stefania chiappe 15.07.17 14:47| 
 |
Rispondi al commento

partendo dal presupposto che in italia le regole valgono per noi cittadini ma per i poteri forti politici e compagnia cantando diciamo che no valgono scrivo che:CHE FINE HA FATTO IL CONFLITTO DI INTERESSI?PROPRIETARI DI TV LOCALI E NAZIONALI, PUBBLICHE E NON,DI GIORNALI, SEDUTI NELLE POLTRONE POLITICHE CON CARICHE ESECUTIVE.DOVE DOBBIAMO ANDARE? IL CONFLITTO DI INTERESSI ORMAI E' UN CANCRO E' METASTATO DAPPERTUTTO.SARA' DIFFICILISSIMO ESTiRPARLO.M5S PENSACI TU E L'ITALIA AVRA' FATTO UN GRAN SALTO PER IL BENESSERE DI TUTTI NOI CITTADINI(SPECIE QUELLI ONESTI)

EL CHE 15.07.17 12:29| 
 |
Rispondi al commento

ma non si votava di mercoledì ?

Nello R., Roma Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza 14.07.17 19:43| 
 |
Rispondi al commento

Giusto il far lavorare i detenuti, anche perché il loro mantenimento, forzato, costa, alla collettività, 120 € al giorno per ogni detenuto. Il costo, dell’intero apparato carcerario, ammonta a circa 3 miliardi l’anno. Resta il fatto che fino a quando l'intero diritto civile e penale non sarà radicalmente riformato, snellito, modernizzato, sarà difficile risolvere qualsiasi problema.

Il bizantinismo, del quale è infettato il nostro sistema, è uno dei problemi più gravi.

L'utilizzo dell'arbitrato per tutte le questioni di "LITIGIOSITA'" che da noi sono una quantità mostruosa, in termini di carichi di lavoro, comporterebbe un enorme riduzione dei tempi e di lavoro. Una colossale sfoltita alla giungla delle norme e leggi che fanno del nostro paese, nei fatti, uno dei più ingiusti, data l'incertezza del diritto. La limitazione dei tre livelli di giudizio solo per reati gravi che comportino condanne oltre i due anni di detenzione. L'utilizzo, obbligatorio, dei detenuti per lavori di manutenzione del territorio e socialmente utili. Vasto utilizzo dei braccialetti elettronici, che attualmente costano , inspiegabilmente, come bracciali di diamanti, per gli arresti domiciliari e libertà vigilata. Riforma del sistema giudiziario, netta separazione delle carriere dei giudici (inquirenti-giudicanti) e altri aspetti atti a garantirne la totale autonomia e indipendenza politica. Tutti i detenuti stranieri dovrebbero essere giudicati per direttissima, e se condannati, oltre l'espulsione a vita dall'Italia, dovranno essere mandati a scontare la pena nei loro, paesi d'origine.
Bisogna ripartire da zero, riformare radicalmente il sistema, per poter vedere qualche risultato, il resto rimarrà sempre secondario.

Franco B., Prato Commentatore certificato 14.07.17 19:14| 
 |
Rispondi al commento

Mi ero scordato. Cito a memoria. Alla Bastiglia i "prigionieri" pare fossero una decina, pure incazzati per la loro "liberazione" perché in tempi di crisi lì almeno mangiavano. Nei giorni successivi campavano facendo la guida ai turisti, in genere inglesi, ai quali facevano visitare le loro celle e, alla Totò, facevano vedere quasi di nascosto la chiave della loro cella, disposti a venderla come souvenir a modico prezzo. Ovviamente ne vendevano almeno una al giorno. Gli unici morti furono il Comandante delle guardie (credo svizzere) che fu ucciso insieme a pochi soldati, fesso perché non volle fare una carneficina usando i cannoni a sua disposizione. Se no col cavolo che prendevano la Bastiglia!

oronzo barberio 14.07.17 17:47| 
 |
Rispondi al commento

Consiglio di riprendere coerentemente il percorso storico del nostro MoVimento , ovvero , la partecipazione attiva del cittadino sulle tematiche politiche , amministrative e sociali affossate dalla partitocrazia nei decenni , in Italia ..

La dignità sociale , la giustizia sociale , i diritti civili , le regolamentazioni e le legalizzazioni , recependo le proposte valide per dare seguito al voto del Referendum Costituzionale nel 1993 .
Il cittadino vomita su uno Stato dittatoriale e Incostituzionale che indegnamente calpesta le scelte Democratiche e Costituzionali del Popolo Italiano .


antonello c., pescara Commentatore certificato Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza Commentatore che ha donato a Rousseau 14.07.17 15:56| 
 |
Rispondi al commento

Io Stato sarei disposto a dare 35 euro al giorno a chi, italiano o straniero, rom o migrante, disoccupato nostrano o altrui, fosse disposto a fare lavori di pubblica utilità, in mancanza e in attesa di un lavoro specifico
Ma sono molto in dubbio, in presenza di età adeguata, fisico o mente adeguata e capacità lavorativa potenziale, sul fatto di dare soldi a chicchessia in cambio di niente

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 14.07.17 15:21| 
 |
Rispondi al commento

Un post sul Reato di Tortura snobbato anche dal M5S

https://youtu.be/2p75O4oHCAU

antonello c., pescara Commentatore certificato Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza Commentatore che ha donato a Rousseau 14.07.17 15:20| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ottima proposta! Grandi 5stelle presto al Governo di questo disgraziato paese.

Grazie Beppe

Rosario


[url=http://www.qualificazioneenergetica.it]www.qualificazioneenergetica.it[/url]

Rosario L., Milano Commentatore certificato 14.07.17 14:43| 
 |
Rispondi al commento

---------14 luglio presa della Bastiglia---------

Siete fissati con le carceri, che sono un'infamia storica della società umana, la rappresentazione della barbarie. Ci sono modi civili di pagare i propri debiti verso la legge, ovviamente escludendo crimini efferati, tipo mafia e serial killer. Le carceri andrebbero abbattute come lo fu la Bastiglia, ma qui tira un'aria iper giustizialista, non leggo che di palle al piede e di lavori forzati, di ergastoli e di pena di morte e di gogne. Specialmente da quando si sono infiltrati alcuni elementi di CasaPound, devo riconoscere con grande bravura e affabilità, il Blog è estremamente carico di violenza: questi 3 o 4 non si dichiarano ma insinuano un clima patibolare che sta avendo una presa sempre più forte di mese in mese e che snatura l'umanesimo di fondo del Movimento.

paolo panelli 14.07.17 14:16| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

I lavori di pubblica utilità, utilizzati con il duplice scopo di reinserimento della maggior parte di detenuti a favore di progetti di riqualificazione urbana da parte degli enti locali. Unico deterrente a infrazione di tale misura di recupero, inasprimento della pena da scontare esclusivamente in carcere. In questo modo si otterebbero il sostanziale alleggerimento del sistema carcerario accompagnato da una miriade di lavori utili socialmente, e ad una piu' "gratificante" espiazione della pena.

adolfo palazzini 14.07.17 14:15| 
 |
Rispondi al commento

Quelli del PD, ipocriti, hanno sempre storto la bocca ad una sacrosanta simile ipotesi presentata in questo Post, contro la quale hanno sempre urlato: "Lavori forzati per i detenuti? Fascisti! Roba da Medioevo!".

Loro preferiscono fare entrare l'ondata oceanica di immigrati tutti in Italia, abbassare i costi salariali, innescare una polveriera sociale ed una guerre tra poveri, arruolando una facile manodopera disperata, schiavizzata e a basso costo: gli immigrati.

Insomma, per il PD, "i pomodori" a "2 euro" al giorno li devono raccogliere gli immigrati che il PD ha assunto tutti in massa in Italia in cambio di un bonus di 80 euro, e con gli immigrati anche tutti gli italiani onesti in cerca di un impiego, non certo i detenuti!

massimo m., Roma Commentatore certificato 14.07.17 14:13| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 4)
 |
Rispondi al commento

Credo che vada rivisto il concetto di "pagare il proprio debito con la società". L'onesto LAVORA per restare fuori di galera; e, quindi, chi invece in galera c'è finito, dovrebbe fare altrettanto per riconquistarsi la libertà. Ad esempio, se ho 3 anni da scontare devo allo stato 3 anni di LAVORO vero e proprio (con tutti i diritti e doveri di un lavoratore "normale" tranne - ovviamente - lo stipendio, che è da considerarsi risarcimento alla società per il reato commesso). Il carcerato naturalmente può rifiutarsi di lavorare ma in quel caso diventerebbe un "fine pena: mai" e gli verrebbe tolto tutto ciò che non è assolutamente necessario (tv e giornali, ad esempio, non lo sono...)e magari limitate le visite. Appare evidente che colui che non si sforza di lavorare per riconquistare la libertà perduta una volta libero difficilmente lavorerà per continuare a goderne.
Quindi a mio parere più che di lavori "socialmente utili" si dovrebbe parlare di lavori "penalmente obbligatori". Anche in virtù del fatto che per certe persone non esiste pena peggiore del lavoro...

luca peloi Commentatore certificato 14.07.17 14:00| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

riflessione su "ammazza la moglie poi si lancia dalla finestra" a fattacci simili....

una legge dovrebbe essere come acqua sul fuoco cioè spegnere gli incendi.... e invece le nuove leggi piddiote sulla famiglia ( ma hanno partecipato anche altri stolti ) sono come benzina sul fuoco.... se a questo aggiungiamo problemi economici notevoli sempre creati dai piddimerdosi.... si può capire perché tanti disastri nelle famiglie ... e siamo solo all'inizio... forse sarebbe meglio tornare ai codici rocco... forse qualche donna col naso rotto ma sicuramente non così tanti omicidi suicidi.

benzina sul fuoco 14.07.17 13:50| 
 |
Rispondi al commento

mi e' arrivata (in chiaro) questa risposta a un mio commento alla quale voglio e devo a mia volta rispondere, sempre in chiaro:

Carlo... é comprensibile che quelli che votano PD come te, QUANDO SCRIVONO QUI PREFERISCONO MANTENERE L'ANONIMATO PIÙ ASSOLUTO specialmente dopo le ultime porcherie partorite dal governo ... però amico mio... ti rendi conto della colossale assurdità che sei venuto a scrivere qui ?? Secondo te (elettore PD anonimo) GLI ALTRI PAESI EUROPEI NON HANNO ALCUN INTERESSE A CHE I CLANDESTINI SE NE RESTINO IN ITALIA E NON INVADANO IL LORO PAESE !?!?! Amico mio... cerca di stare lontano dalle fonti di calore : vedi che effetti riescono a produrre !?!?!"


---------------------------------------------------------------------

anzitutto m i dovresti spiegare qual'e' il vantaggio degli altri paesi europei a far entrare extracomunitari in europa. cosa ci guadagnano. dal momento che addirittura dichiarano che schiererebbero i carriarmati per no farli entrare da loro.

altra cosa, mi potresti dare del pd se difendessi il pd. ma anzi, sostengo che i danni dell'italia arrivano proprio dall'attuale e dai passati governi.

sei tu invece che scarichi colpe all'europa, trovando quindi un capro espiatorio e una scusa per le attuali nefandezze di questo e dei passati governi.

cioe', sei tu che difendi i vari renzi, piddini vari, tremonti, berlusconi, salvini e tutto il resto della nostra classe politica.

serondo me fai parte di quella categoria di 5s berluschini destroidi repressi.

sei la classica palla al piede.

carlo 14.07.17 13:43| 
 |
Rispondi al commento

Mi rivolgo ai nostri ragazzi in Parlamento, attenzione allo ius soli perchè la maggior parte degli elettori del movimento, a spanne,credo sia contro.
Io sono contro,penso che in un momento delicato come gli sbarchi continui e forzati,voluti dal pazzo di cui mi schifo a fare il nome,non è il caso di affrontare questo problema.
Ci sono problemi più urgenti da risolvere!
Fate ostruzione,fate quello che volete ma lo ius soli,ora, no!

Terry E. (), Mi Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2015 14.07.17 13:42| 
 |
Rispondi al commento

O.T.

Stanno arrivando oltre 7.000 migranti africani.
Ma porca di quella miseria,colui che è il responsabile di questo dramma immenso senza fine e che non vede sbocco,cosa fa?
Passa da tv n tv a parlare del suo libro di merda?
Non vado oltre che è meglio.

Terry E. (), Mi Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2015 14.07.17 13:36| 
 |
Rispondi al commento

Bravissimi!!!

Paolo V 14.07.17 13:30| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

unica soluzione è sperare che alle prossime votazioni il Paese si svegli e voti M5S.oppure è finita!

Luca M., Rho Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2015 14.07.17 13:03| 
 |
Rispondi al commento

ma il mio post di prima che fine ha fatto?

FRANCESCO GROSSINI 14.07.17 12:35| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

ricordatevi che il delinquente rimane sempre delinquente.uno puo' sbagliare una volta,due volte ma poi e' vizio.e' delinquente di nascita quindi altro che lavoro socialmente utile.bisogna lasciarli in galera.ricordatevi che piu' del 70 per cento torna a delinquere e sempre le stesse etnie o nazionalita'.secondo me bisogna che lo stato faccia piu' assunzioni nella polizia penitenziaria( basta togliere scorte inutili e autisti per politici)e costruire nuove carceri e meglio attrezzate.espellere chi delinque abitualmente se stranieri(altro che ius soli)mettere la fedina penale a punti.ps:l'italia ormai e' allo sbando su tutti i fronti E LORO PENSANO ad altro o vivono un'altra realta'

el che ernest 14.07.17 12:35| 
 |
Rispondi al commento

Per permettere alla società dei consumi di continuare il suo carosello diabolico sono necessari tre ingredienti: la pubblicità, che crea il desiderio di consumare, il credito, che ne fornisce i mezzi, e l'obsolescenza accelerata e programmata dei prodotti, che ne rinnova la necessità.
*****
Quando la finitezza della condizione umana è percepita come alienazione e non come fonte di senso, si perde qualcosa di infinitamente prezioso in cambio del perseguimento di un sogno puerile.
*****
La decrescita è uno slogan politico con implicazioni teoriche, una "parolabomba", come dice Paul Ariès, che vuole far esplodere l'ipocrisia dei drogati del produttivismo.
*****
La nostra società ha legato il suo destino a un'organizzazione fondata sull'accumulazione illimitata. Questo sistema è condannato alla crescita. Non appena la crescita rallenta o si ferma è la crisi, il panico.
-----
Serge Latouche

A. Huxley 14.07.17 12:35| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

AVVISO DI GARANZIA
con l'uscita dalla scena delle monetine da 1 e 2 centesimi i prezzi saliranno
e gli aumenti successivi saranno minimo di 5 centesimi a botta quasi 100 delle
vecchie lire aggiungiamoci l'aumento dell'IVA che da gennaio 2018 passerà da 22% al 25%
e i poveri diventeranno ancora più poveri.
quando disagio sociale e disaffezione alla politica si incontrano arrivano manganelli
e olio di ricino neppure il centro destra di salverà,la storia si ripete non è una battuta.

il grillino doc 14.07.17 12:31| 
 |
Rispondi al commento

l'intervento di Sibilia
anche questo molto incisivo

i rappresentanti del M5S si stanno battendo come leoni

solo in rete si comprende il peso
molti forse troppi la rete la usano solo per "divertirsi" senza essere, come dice Beppe, curiosi e continuano a farsi comandare dalla tv e dai giornali.
i "risvegliati" in italia sono ancora troppo pochi

psichiatria. 1 14.07.17 12:08| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

....tutte gran caxxate i lavori socialmente ''utili''...Ho conosciuto chi ne fa.....Con la scusa che durante il lavoro si potrebbe far male gli viene vietato, praticamente, di svolgere qualsiasi lavoro manuale....Si presenta, si fa qualche giretto attorno e poi a casa...( stipendiato )
Per chi delinque, va creato un percorso per l'apprendimento di un mestiere, dotando le strutture carcerarie di laboratori. Questo sarà effettivamente utile per un reale recupero!

Tony 14.07.17 11:59| 
 |
Rispondi al commento

Vanno bene i lavori di pubblica utilità, diversamente si paghino una quota parte del "soggiorno", la pena deve essere comunque certa, servono i braccialetti elettronici (non solo sulla carta), non devono percepire alcuna pensione o vitalizio durante la permanenza in carcere.
E' ovvio che, tutto ciò, non si può fare, senza una adeguata struttura organizzativa.
Le idee ci sono, mancano gli "uomini" politici ed i burocrati veri.
Ciao, Beppe.

giuseppe belotti, ranica -bg- Commentatore certificato 14.07.17 11:33| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ho frequentato per un certo periodo una famiglia di Romeni, brava gente lavoratrice seria e dedita alla famiglia, gli stessi mi confidavano però che molti di loro (la feccia) viene in Italia giusto per delinquere tanto se li prendono poco dopo sono liberi di tornare al loro paese.

Ogni etnia è composta da brava gente e da disonesti, bisognerebbe creare leggi tali che puniscano esemplarmente chi delinque, molti (ma anche Italiani) hanno paura solo del carcere vero.

Vincenzo A., Verona Commentatore certificato Commentatore che ha donato a Rousseau Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2016 14.07.17 11:04| 
 |
Rispondi al commento

Il post di poco fa ha battuto ogni record, è restato in evidenza per ben una ora.

Cavolo che velocità, non dico settimane ma almeno un giorno.

Vincenzo A., Verona Commentatore certificato Commentatore che ha donato a Rousseau Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2016 14.07.17 10:57| 
 |
Rispondi al commento

Scusate ma non è che a questi criminali poi bisogna versare pure i contributi? Io sarei sicuramente favorevole al pagamento delle spese processuali tramite questo meccanismo

Ciro Scarpato 14.07.17 10:53| 
 |
Rispondi al commento

Ogni tanto sento ragionamenti stupendi, logici e razionali, ma.... dicevano i Romani che una cosa vale a quanto la puoi vendere. Nella situazione italiana delinquere è estremamente conveniente: arresti domiciliari? Perfetto, sto a casa , quando mi gira vado a rifare una rapina sperando che non mi beccano (difficilissimo), SE arriva qualche controllo è difficile che non mi trovano a casa, ho pure l'alibi. Rubo milioni? Mi costringono a stare nella mia casetta con annessa piscina a soffrire per mesi (e intanto continuo a guadagnare con le società o cooperative truffa messe in azione), oddio la sofferenza, Stato torturatore! Come evade il criminale dall'ERGASTOLO? Facile, non rientra dal permesso premio, non deve neppure darsi da fare per segare le sbarre o calare le lenzuola. In questo momento si discute se abolire la galera che tanto non serve a niente; certo che così non serve a niente. Io una proposta ce l'avrei, ma mi pare che ci si sta avviando in quella direzione: faccio una rapina? Mi danno un foglio con sopra scritto che sono brutto e cattivo. La rifaccio? Doppio foglio , magari in carta pregiata dove ci si scrive che sono più brutto e cattivo e che mi devo vergognare, e così via. Del resto è il sistema per l'espulsione del clandestino, no?

Oronzo Barberio, Mesagne (Brindisi) Commentatore certificato 14.07.17 10:39| 
 |
Rispondi al commento

Però con...la palla al piede!

oreste .., sp Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee 14.07.17 10:38| 
 |
Rispondi al commento

altro impiego per camorristi e mafiosi che hanno sotterrato rifiuti tossici: scavo e riesumazione rifiuti tossici con pale e picconi.

Giovanni F. Commentatore certificato 14.07.17 10:36| 
 |
Rispondi al commento

"Arrivavano i migranti coi bastimenti...

All'inizio non erano molti e sembrava che ci fosse posto per tutti.

Avevano uno strano pigmento della pelle e non credevano nel nostro Manitù, ma sembrava brava gente e Nuvola Rossa diceva che bisognava accoglierli.

Ne arrivarono sempre di più. Cambiarono le nostre regole. Saccheggiarono le praterie, sterminarono i bisonti...

Ora, noi superstiti, viviamo nelle riserve. La nostra terra è diventata la loro, al punto che si credono i nativi di questa parte di mondo dove un tempo vivevamo felici e adesso siamo come prigionieri."

Gian Paolo ♞ 14.07.17 10:33| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

mafiosi vari, impiego in cave di sale e zolfo.

Giovanni F. Commentatore certificato 14.07.17 10:33| 
 |
Rispondi al commento

Io sono d'accordo nel scontare la stazione

Fabio Luciani 14.07.17 10:25| 
 |
Rispondi al commento

I soli lavori socialmente utili sono la pulizia e giardinaggio dei luoghi pubblici, nei centri di smistamento dei rifiuti solidi urbani per separare e selezionare i materiali da riciclare, ma sempre e comunque con il rientro a fine giornata in galera fino a pena scontata.

Perchè se per socialmente utile si intende fare da baby sitter in strutture socio-assistenziali o similari allora converrà delinquere a più non posso!!!!

Clesippo Geganio 14.07.17 10:18| 
 |
Rispondi al commento



Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all'atto della loro iscrizione sono limitati all' indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post. La mail di segnalazione dell'avvenuta pubblicazione di un nuovo post sarà impiegata anche per sottoporre agli utenti opportunità di consultazione e/o acquisto di materiali editoriali, fotografici e filmati realizzati dal MoVimento 5 Stelle, dalla Associazione Rousseau e non solo. Fra le finalità del trattamento dei dati conferiti dovranno intendersi comprese quelle della promozione di iniziative commerciali e pubblicitarie rispetto alle quali si avrà comunque, ed ogni volta, la possibilità di opporsi, chiedendo la cancellazione del proprio indirizzo di posta dall'elenco di quelli cui vengono indirizzati i predetti messaggi.
Per poter postare un commento invece, oltre all'email, à richiesto l'inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall'utente, l'indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l'invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l'aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell'utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell'utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o diffusione degli stessi, salvo quanto previsto di seguito, è, dunque, prevista. In ogni caso, l'utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all'art. 7 del D.Lgs. 196/2003. Per l'utilizzo dei cookies, si rinvia alla lettura della Cookie Policy. Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è l'Associazione Rousseau in persona del Presidente pro-tempore, con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121.




Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori