Il Blog delle Stelle
Un commento di Giulio Tremonti sulla genesi del Fiscal Compact

Un commento di Giulio Tremonti sulla genesi del Fiscal Compact

Author di MoVimento 5 Stelle
Dona
  • 75


Tutti ormai sono d'accordo con il MoVimento 5 Stelle sul rigetto del fiscal compact, da Renzi fino all'ex ministro Giulio Tremonti. Se è così si passi ai fatti: il governo non dia il via libera questo autunno e lo dichiari fin da subito. Di seguito riportiamo un commento ricevuto dal prof. Tremonti che volentieri pubblichiamo.

di Giulio Tremonti

Ho letto su Il Blog delle stelle il post "Il PD ha già approvato il Fiscal Compact. A febbraio"
Il post contiene una lunga ed interessante analisi sulle origini della crisi della finanza pubblica “europea” e contiene inter alia quanto segue: “… nella sua fase embrionale il Fiscal Compact… è contenuto nei cosiddetti Six-Pack e Two-Pack. Votati e voluti dal Governo Berlusconi-Lega (vi era Giulio Tremonti al ministero dell’Economia) nel 2011”.

Ho francamente qualche difficoltà nel condividere questo specifico punto.

Basta infatti andare su Wikipedia, e comunque più ampiamente sul sito della Commissione Europea, per verificare che:

a) il “Six-Pack” (seguito, ma solo due anni dopo, nel 2013, dal “Two-Pack”) ha preso forma in 5 Regolamenti (Regolamento del Consiglio n.1177/2011 dell’8 novembre 2011; Regolamento n. 1173/2011 del 16 novembre 2011; Regolamento n. 1174/2011 del 16 novembre 2011; Regolamento n. 1175/2011 del 16 novembre 2011; Regolamento n. 1176/2011 del 16 novembre 2011) e nella Direttiva 2011/85/UE del Consiglio dell’8 novembre 2011). Atti tutti questi formalizzati tra l’8 ed il 16 novembre 2011, quando il Governo Berlusconi stava cadendo od era già caduto;

b) ma sarebbe forse scorretto chiudere così. Già nei mesi precedenti l’Italia, non solo il Governo Berlusconi, ma ripeto l’Italia, era infatti sotto la drammatica pressione di una crisi speculativa che via via e sempre più ne limitava la sovranità. Una crisi che non aveva ragione reale nello stato della nostra finanza pubblica: (“In Italia il disavanzo pubblico, prossimo quest’anno al 4 per cento del pil, è inferiore a quello medio dell’area euro … Appropriati sono l’obiettivo di pareggio di bilancio nel 2014 … Grazie a una prudente gestione della spesa durante la crisi, lo sforzo che ci è richiesto è minore che in altri Paesi avanzati”, così 31 maggio 2011 nelle “Considerazioni finali” della Banca d’Italia). Ma una crisi che aveva piuttosto per obiettivo quello di trasferire sull’Italia prima la colpa e poi il costo della crisi delle banche tedesche e francesi, esposte a folle rischio sulla Grecia.

Per quanto mi riguarda credo di avere sempre espresso idee e tenuto posizioni non condivise in Europa, ma comunque non omologabili in termini di dogmatica e fanatica ortodossia finanziaria “europea”. Nel 2008, appena iniziata la grande crisi, ho proposto l’istituzione di un “Fondo Salva Stati”, subito dopo ho proposto l’introduzione di nuove regole sul mercato finanziario internazionale e contro la speculazione (“Advocating radical reform of internationl finance… expressing a rather eclectic economic philosophy”, così in Wikileaks, Cable time, Thu, 30 ottobre 2008 12.45 UTC, Origin: Embassy Rome, Classification: Confidential, Destinaton The White House).

Nel 2010 (ma già nel 2003) ho proposto l’introduzione degli “eurobond”. Ancora nel maggio 2011, quando già sta iniziando la crisi del Governo Berlusconi, ho contrastato l’uso “Salva-banche” del “Fondo Salva-Stati”. E proprio questo contrasto fu la causa della manovra – ricatto realizzata manovrando gli spread. Non per caso il primo atto del Governo Monti fu proprio quello di consentire alla conversione nell’uso del Fondo, da “Salva Stati” a “Salva banche”.

Quanto è stato dopo, nel corso dell’estate del 2011, e qui a partire dall’obbligo imposto dalla BCE all’Italia di anticipare il pareggio di bilancio dal 2014 al 2013, è una storia un po’ diversa da quella che oggi si racconta.

Davvero grato per l’ospitalità e con i miei migliori saluti.



scopriprogramma.jpg

Fai una donazione a Rousseau: http://bep.pe/SostieniRousseau e poi annuncialo su Twitter con l'hashtag #IoSostengoRousseau

bannerrousseau.jpg

15 Lug 2017, 10:11 | Scrivi | Commenti (75) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa

  • 75


Tags: fiscal compact, m5s, renzi, tremonti

Commenti

 

Ciao il nostro

contact:prestitobancario2017@gmail.com

Siamo una finanziaria struttura coordinate da

una banca che ci spinge a fare prestiti

disponibili detenute da parte di 6000 un 1

milione di euro e più. in termini molto

semplici per ogni persona che può rimborsare

indipendentemente dalla loro nazionalità, ma

c'è una particolarità che vantaggio più

italiani casi i controlli del governo la nostra

organizzazione economica. Facciamo anche

investimenti e prestiti tra privati di ogni

tipo con l'accordo legale. I trasferimenti sono

garantiti da una banca per i trasferimenti di

sfondo sicurezza che sommiamo operativa in

tutto il mondo. Per ulteriori informazioni, può

contattare loro: prestitobancario2017@gmail.com

aximiliano bozina Commentatore certificato 19.07.17 10:20| 
 |
Rispondi al commento

Ciao il nostro contact:prestitobancario2017@gmail.com
Siamo una finanziaria struttura coordinate da una banca che ci spinge a fare prestiti disponibili detenute da parte di 6000 un 1 milione di euro e più. in termini molto semplici per ogni persona che può rimborsare indipendentemente dalla loro nazionalità, ma c'è una particolarità che vantaggio più italiani casi i controlli del governo la nostra organizzazione economica. Facciamo anche investimenti e prestiti tra privati di ogni tipo con l'accordo legale. I trasferimenti sono garantiti da una banca per i trasferimenti di sfondo sicurezza che sommiamo operativa in tutto il mondo. Per ulteriori informazioni, può contattare loro: prestitobancario2017@gmail.com

aximiliano bozina Commentatore certificato 19.07.17 10:12| 
 |
Rispondi al commento

E 'sti cazzi, Tvemonti....

harry haller Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 17.07.17 23:10| 
 |
Rispondi al commento

Ed ecco un'altro vergine che continua a calcare la scena\sceneggiata politica.

franco selmin, montegrotto terme Commentatore certificato 17.07.17 09:55| 
 |
Rispondi al commento

IL PAPA, CHE NON HA MOTIVO DI ESISTERE DATO CHE LE RELIGIONI NON HANNO FONDAMENTO, HA DATO UN BUON CONSIGLIO: SE L'EUROPA NON DIVIENE UNA CONFEDERAZIONE SCOMPARIRA' !!!
COPI DALLA SVIZZERA DOVE FUNZIONA TUTTO !!!

Franco Della Rosa 16.07.17 17:48| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Questo è l'ex Ministro Giulio Tremonti, negli ultimi anni ha senza dubbio il merito di denunciare apertamente lo strapotere di una Unione Europea o meglio della parte di essa non votata da nessuno e cioè BCE e Commissione.
L'economista che si agita tanto davanti a lui fa proprio parte di quella cerchia di peronaggi che tanti danni stanno facendo all'Italia.
E' la moglie di Bini Smaghi e quando Tremonti parla di illuminati davanti a lei, sa che le sta facendo saltare i nervi.
https://www.youtube.com/watch?v=yWOs-9AwevU

e questo è il curriculum del conte Bini Smaghi che fa parte della cerchia di quelli che si stanno pappando l'Italia a pezzetti:
https://it.wikipedia.org/wiki/Lorenzo_Bini_Smaghi

Nicola Nicolini Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2015 Commentatore che ha donato a Rousseau Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2016 16.07.17 16:31| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Andrea Giostra
questo e' da bannare
definitivamente
--------------------------
questo continua ad avvelenare il blog
con delle scemenze deliranti
----------------------------------

FABIO B., bologna Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2015 16.07.17 15:18| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

INVECE DI PARLARE DEGLI SPICCIOLI PREOCCUPIAMOCI DELL'AVER BUTTATO OLTRE CONFINE 5-6.000 MILIARDI DI EURO ACQUISTANDO AUTOMEZZI ESTERI E AVER DISTRUTTO L'ECONOMIA E L'OCCUPAZIONE DI QUESTO SETTORE !!!
O E' COSA NORMALE !!!
COMPLIMENTI ITALIANI !!!

Franco Della Rosa 16.07.17 13:41| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Va dato atto che Tremonti propose, unico tra i ministri europei delle finanze, la condivisione del debito pubblico, cosa sensata in regime di moneta unica e in vista di un sistema fiscale unico, tramite gli eurobond, ma ebbe la feroce avversione della Germania e di altri paesi cosiddetti virtuosi.
D'altra parte, dal 2001 sotto il regno di 'Berlusconi II', per finanziare i faraonici progetti del piano Grandi Opere (tav, variante di valico, raddoppio A4, porti, aeroporti, ponte sullo Stretto, ecc, di cui forse alcune poche utili, le altre inutili e devastanti sul piano ambientale, nonché a posteriori rivelatesi terreno fertile per corrutele e mafie, il Mose esempio), ovvero quanto più di keynesiano si possa pensare, il debito pubblico italiano è ritornato a salire inesorabilmente (nonostante la sbandierata compartecipazione dei privati alla spesa pubblica tramite il famigerato 'project financing', ma si sa che i capitani dell'imprenditoria italiana sono tutti coraggiosi coi soldi degli altri, vedi esempio attuale la pedemontana veneta), dopo la breve parentesi prodiana (ma fu vera contabilità?) che l'aveva visto scendere per farci partecipare gioiosamente alla saga dell'euro.
Che serva di lezione al M5S se sarà al governo, visto che propone interventi pubblici di stimolo all'economia: tante piccole opere di cui ha bisogno sto martoriato paese (manutenzione infrastrutture esistenti, tutela dell'immenso patrimonio culturale e ambientale, messa in sicurezza dal dissesto idrogeologico e sismico, incentivazione alla riqualificazione del patrimonio edilizio ai fini enegetici, trasporti pubblici, ecc), verifica costante e seria delle coperture finanziarie senza appesantire l'enorme debito, ma recuperando risorse dagli sprechi e spese clientelari, e severe leggi anticorruzione e antimafia.

Ferruccio B. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 16.07.17 12:08| 
 |
Rispondi al commento

vorrei ricordare a tanti che hanno la memoria corta che il Dr Tremonti è quello che ha creato EQUITALIA con il governo Berlusconi (verificate su WIKIPEDIA). Lo stesso Berlusconi che poi ha definito Equitalia un mostro. E vorrei invitare tutti quelli che commentano ad andare a rileggere le dichiarazione di Tremonti su giornali e TV nel 2008 e 2009 quando diceva che la crisi era passeggera e che solo la Germania stava meglio di noi (!!). Una crisi così passeggera che ancora non è finita dopo 9 anni. Il dr Tremonti non potrà smentire mai le frasi dette da Vespa sulla crisi economica e in altre trasmissioni perché sono registrate. Ci dica perché ha ingannato tanti piccoli imprenditori che credendogli si sono indebitati ancora di più certi che ci sarebbe stata la ripresa. Se era onesto doveva dire chiaro: chiudete ora o finirete per perdere tutto perché la crisi durerà a lungo. Si sarebbero risparmiati decine di suicidi di piccoli imprenditori.

MAURIZIO 16.07.17 11:39| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

esternalizzare il sacco mette a rischio la vita: una buona ragione per aiutare il 5 stelle nella impresa che chi decide sia tutto il Popolo e non poche persone di facile oressione da parte di "Ordine Mondiale e Globalizzazione".

giampaolo gottardo, go Commentatore certificato Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che ha donato a Rousseau 16.07.17 10:47| 
 |
Rispondi al commento

Che bella sorpresa!...

Chiar.mo Prof. Giulio Tremonti... colgo l'occasione per annunciare ufficialmente a Lei per primo che "con la cultura" presto si mangerà!...
Abbia pazienza ancora qualche mese e le spiegherò come!

Cordiali saluti

.-|||

Chip En Sai Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza 16.07.17 10:17| 
 |
Rispondi al commento

I POLITICI ALIMENTANO ILLUSIONI, NESSUNO HA IL CORAGGIO DI CAMBIARE

Fiscal compact sono le regole europee in campo finanziario ed economico maggiore sicurezza sulla sostenibilità del debito e ridurre di 50 miliardi l’anno per Italia attraverso un piano di riforme strutturali.

Il macigno del debito pubblico ci schiaccia, +80 miliardi di euro di debito, +0,8% di debito/Pil.
70 miliardi ogni anno vengono inghiottiti dagli interessi che paghiamo sul nostro debito è il prezzo degli sprechi, corruzione, sanità, pensioni d'oro, politica, Comuni, Regione, Provincia, centinaia uffici ed enti inutili,...

Solo con la riduzione delle spese del apparato Statale è possibile abbassare la pressione fiscale e dare ossigeno al paese a uscire dal tunnel della eterna crisi.

ITALIA NON POTRÀ MAI RISPETTARE FISCAL COMPACT

Shahab Shirakbari, TERNI Commentatore certificato 16.07.17 08:56| 
 |
Rispondi al commento

Non mi sarei mai aspettato che il Blog avrebbe mai graditamente ospitato un "trombone" come Tremonti. uno che per tutta la vita nel suo studio privato ha spiegato come evadere le tasse ai suoi clienti.
Bella roba!! E solo perchè adesso dice una cosa che fa comodo ai 5 stelle subito pronti a rivalutarlo.
Un Ministro vergognoso ed incapace come Tremonti che trova il suo spazio sul blog di Grillo non me lo sarei mai potuto immaginare.
Se lo racconti in giro, nessuno ci crede e invece è la triste realtà!
Non è che alla fine, pur di andare contro Renzi, ad allearsi con Berlusconi sarà proprio il M5S? Mamma mia che orrore!!

Massimo Brocchi 16.07.17 00:45| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Cari ( si fa perr dire)politici,specie quelli che non sono in carica,ma voi che ci state a fare se non risolvete i problemi di TUTTI NOI? Che vi hanno pagato a fare se l Italia e' combinata cosi? Tutta la classe dirigente passata dovrebbe mettersi a pane e acqua e tornare i soldi indietro perche ha fallito e quel poco che hanno fatto si e' bruciato in un decennio..PS Conflitto di interessi al primo punto altrimenti l Italia e noi italiani non ne usciamo.ciao

undefined 15.07.17 19:56| 
 |
Rispondi al commento

Voglio votare sullo Ius Soli!

Vincenzo d., San prisco Commentatore certificato Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza Commentatore che ha donato a Rousseau 15.07.17 19:28| 
 |
Rispondi al commento

Come altri ho una buona opinione dell'ex ministro Tremonti.

Il fatto e' che la BCE (Draghi oggi) se non vuole ricomprare i titoli del debito italiano per stampare in cambio nuovo denaro (dal nulla) PUO' RICATTARE qualsiasi governo (come fa ora ) .

Il problema che nel 2004 si poteva proporre come MODIFICA dell'assetto europeo oggi (avendo atteso abbastanza e compreso che i crucchi sono come i loro papa' nazisti) non puo' che avere come soluzione che l'uscita dell'Italia da euro e trattati anche solo per motivi di SICUREZZA NAZIONALE

Aldo Masotti, Verona Commentatore certificato 15.07.17 17:12| 
 |
Rispondi al commento

questo soggetto
gia' da un po
pensa di prendere per il culo la gente

FABIO B., bologna Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2015 15.07.17 15:15| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Tremonti, a mio parere, ha una chiara visione dell’insieme del contesto. Questo a prescindere dal condividere o meno il suo pensiero. Certe sue proposte, vedi EUROBOND, logiche oltre che di buon senso, miravano a sottrarre o limitare l’Italia, e altri pesi europei, dal ricatto e condizionamento politico, della speculazione internazionale. Stessa cosa per quanto riguarda la regolamentazione dei mercati finanziari. Il fondo salva stati, trasformata da Monti in fondo salva banche. A suo favore, tra le altre cose, gioca il fatto di avere sempre avuto contro l’ establishment degli economisti europei. Di non essere mai passato, indottrinato e comprato, a differenza di quasi tutti i maggiordomi, dell’’economia e finanza, in giro in Europa e in Italia, dalle grandi cattedrali bancarie quali: Goldman Sachs, Morgan Stanley, dai vari potentati Rothschild, o ambienti analoghi. In sintesi, qualsiasi possa essere l’opinione di Tremonti, condivisibile o meno, è sempre degna d’attenzione, valutazione, considerazione.

Franco B., Prato Commentatore certificato 15.07.17 14:39| 
 |
Rispondi al commento

diciamo che sono benvenute le conferme al fatto assai semplice da constatare, che QUESTA EUROPA con questa ITALIA, HA PRODOTTO DANNI INIMMAGINABILI AL CITTADINO MEDIO ITALIANO. Ora personaggi anche stimabili, continuano ad insistere sul fatto che L'ITALIA DEVE ASSOLUTAMENTE RESTARE IN QUESTA EUROPA A QUESTE CONDIZIONI e scaricano la colpa della tragica situazione in cui siamo precipitati a causa delle regole DI QUESTA EUROPA, sui governi imbelli che non hanno fatto il loro dover: IL CHE E' ASSOLUTAMENTE VERO. Tuttavia questi strani personaggi, ignorano completamente di considerare che se i governi passati avessero fatto tutti il loro dovere PIANTANDOLA DI SPERPERARE I SOLDI PUBBLICI , CONTINUANDO AD ACCRESCERE VERGOGNOSAMENTE IL D. P. (COSÌ COME ACCADE TUTT'ORA) L'ITALIA SAREBBE VISSUTA MOLTO BENE ANCHE FUORI DALL'EUROPA ANCHE E SOPRATTUTTO PERCHÉ CON GOVERNI SERI, avremmo potuto ridurre il debito ALLE NOSTRE CONDIZIONI... senza affamare nessuno e prendendoci i necessari tempi. Mi sembra un ragionamento talmente semplice che pare impossibile come eminenze economiche e politiche, non lo abbiano capito !!! Però siamo italiani anche perché ognuno, politico, economista o giornalista che sia, DEVE ASSOLUTAMENTE PROTEGGERE IL PROPRIO ORTICELLO...

Umberto Tordone Commentatore certificato 15.07.17 14:23| 
 |
Rispondi al commento

Questa frase di Tremonti dice tutto a proposito della responsabilità del ministro dell'economia e del governo di allora: "Atti tutti questi formalizzati tra l’8 ed il 16 novembre 2011, quando il Governo Berlusconi stava cadendo od era già caduto;"
Quindi se sono stati formalizzati mentre il governo Berlusconi "stava" cadendo significa che non era ancora caduto e quindi era in carica e quindi è colpa loro.

Gianluca C., Rimini Commentatore certificato 15.07.17 14:07| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

"Il Fiscal Compact ha un padre, Mario Draghi, che lanciò l’idea nel dicembre 2011 appena diventato presidente della Bce, e una madre, Angela Merkel, che la spinse politicamente. Draghi doveva accreditarsi presso quel mondo tedesco che era preoccupato per l’arrivo al vertice della BCE di un italiano, sia pure con ottima reputazione. Draghi decise anche di cessare gli acquisti di titoli di Stato italiani da parte della Bce"
...

http://www.corriere.it/politica/17_luglio_15/mario-monti-renzi-disco-rotto-fiscal-compact-governo-deficit-52b6c64e-68d1-11e7-a661-7b83dfae73a6.shtml

questo vale anche per jobs act e tutte le altre riforme (mentre la maggior parte haime' - pensa che siano i governi di qualsiasi colore a farle)

Beppe A. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day Commentatore in marcia al V3day 15.07.17 14:01| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

IN ITALIA IL PROBLEMA E' "il fiscal compact", L'AVER BUTTATO OLTRE CONFINE 5-6.000 MILIARDI DI EURO ACQUISTANDO AUTOMEZZI ESTERI E AVER DISTRUTTO L'ECONOMIA E L'OCCUPAZIONE DI QUESTO SETTORE E' COSA NORMALE !!!
COMPLIMENTI ITALIANI !!!

Franco Della Rosa 15.07.17 13:41| 
 |
Rispondi al commento

Adesso tutti eroi, ma Tremonti è un responsabile, non un osservatore esterno. Non esumate tristi personaggi che si sono mangiati l'Italia, per favore.

Michele C. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2015 Commentatore che ha donato a Rousseau 15.07.17 13:37| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Non mi fido nè di Monti nè di Tremonti e neanche dei regali che portano.

giorgio peruffo Commentatore certificato 15.07.17 13:34| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Tremonti è stato uno dei pochi economisti prestati alla politica che ha capito in anticipo, con lungimiranza, il cappio che ci stavano stringendo. O perlomeno non ha girato la testa dall'altra
parte. Infatti hanno dovuto fare cadere un governo regolarmente eletto e poi nominato un presidente del consiglio non eletto ma fatto senatore il giorno prima per essere nominato tale. Diciamo pure "un colpettino di stato", abbastanza silenzioso... Ancora oggi infatti abbiamo un governo non eletto, messo insieme grazie a una coalizione fatta per prendersi un premio di maggioranza incostituzionale, poi sciolta per prendersi anche le principali commissioni dell'opposizione. Diciamo pure che abbiamo ceduto tutta la nostra sovranità, e non parte, come chiedeva Draghi. Tutto quello che stiamo vivendo adesso ne è solo la naturale conseguenza

Luca G. Commentatore certificato 15.07.17 13:03| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Il popolo ha bisogno di uno schieramento compatto che lo difenda, un solo bastian contrario non basta perché una “vocina” fuori dal coro si smarrisce nel disastro del progetto globale, e mi riferisco al “berlusconismo”, tanto per essere chiari. Il berlusconismo oggi si ripresenta alle elezioni e non so con quale credibilità lo faccia, viste le condizioni in cui ha lasciato il Paese, regalandolo prima al sig. Monti, tutor della finanza, e poi a una sx “non votata da nessuno” che ha concluso l’opera di devastazione. Egregio sig. Tremonti sei stato fottuto anche tu, ma in questo non c’è alcuna gioia, oggi l’Italia è stanca di governanti che non sanno agire, e tantomeno reagire.

Franco Mas 15.07.17 12:38| 
 |
Rispondi al commento

Apprezzo il commento dell'ex ministro Tremonti e convengo del suo impegno; considerando come sono andate le cose, e di come stanno andando, ne deduco che: o non aveva la forza politica sufficiente, o le proposte erano sconsiderate, o costituzionalmente inaccettabili, oppure si è rivelato un incapace. Forse il tutto o di tutto un po'.
Potrei anche supporre che la situazione dell'Italia sarebbe andata ancora peggio, ma non credo. Ovvio poi che ad alcuni è andata alla grande e poteva essere ancora meglio, per loro fortuna continuano ad essere baciati da questo sistema di amministrare la cosa pubblica, evitando di definirla politica perché i grandi filosofi si rivolterebbero ulteriormente nella loro tomba.
Sig. ex ministro Tremonti, non si aspetterà un ringraziamento per ciò che ha fatto; per i suoi ruoli istituzionale, per le cose buone e pure per quelle cattive lei sta percependo un bel po' di denaro pubblico, ma non se vanti perché non è una sua esclusiva (purtroppo).

ClauDio BARDELLE 15.07.17 12:20| 
 |
Rispondi al commento

inutile fare la genesi di un malato congenito in quanto concepito da rapporti incestuosi.

Clesippo Geganio, LT Commentatore certificato 15.07.17 12:12| 
 |
Rispondi al commento

dite quel che volete ... ma il sottoscritto ha il massimo rispetto per Giulio Tremonti, dopo di lui ...... solo "servetti della alta finanza".

luigi 15.07.17 11:54| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Non sono in grado di commentare questo articolo così come credo la stragrande maggioranza degli italiani, ed per questo che ci vogliono ministri capaci, onesti, che non siano condizionati da alcun altro interesse , ma solo protesi verso la nazione che intendono governare e per la quale si sono dichiarati disposti a volerlo fare. Ancora però non è così e lo dimostra il livello di corruzione e il livello di evasione,lo stato di giustizia esistenti in Italia.

ennio rossi Commentatore certificato 15.07.17 11:35| 
 |
Rispondi al commento



Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all'atto della loro iscrizione sono limitati all' indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post. La mail di segnalazione dell'avvenuta pubblicazione di un nuovo post sarà impiegata anche per sottoporre agli utenti opportunità di consultazione e/o acquisto di materiali editoriali, fotografici e filmati realizzati dal MoVimento 5 Stelle, dalla Associazione Rousseau e non solo. Fra le finalità del trattamento dei dati conferiti dovranno intendersi comprese quelle della promozione di iniziative commerciali e pubblicitarie rispetto alle quali si avrà comunque, ed ogni volta, la possibilità di opporsi, chiedendo la cancellazione del proprio indirizzo di posta dall'elenco di quelli cui vengono indirizzati i predetti messaggi.
Per poter postare un commento invece, oltre all'email, à richiesto l'inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall'utente, l'indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l'invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l'aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell'utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell'utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o diffusione degli stessi, salvo quanto previsto di seguito, è, dunque, prevista. In ogni caso, l'utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all'art. 7 del D.Lgs. 196/2003. Per l'utilizzo dei cookies, si rinvia alla lettura della Cookie Policy. Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è l'Associazione Rousseau in persona del Presidente pro-tempore, con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121.




Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori