Il Blog delle Stelle
F35 e Corte dei Conti: quello che nessuno ha mai detto

F35 e Corte dei Conti: quello che nessuno ha mai detto

Author di MoVimento 5 Stelle
Dona
  • 199

di Enrico Piovesana, giornalista e analista dell’Osservatorio MIL€X sulle spese militari italiane

Della relazione della Corte dei Conti sul programma F-35 tutti hanno evidenziato i problemi già noti (costi raddoppiati, ritardi di anni, ricadute occupazionali minime) denunciati da anni dalle campagne pacifiste e disarmiste, senza soffermarsi sul dato politicamente più eclatante: la critica dei magistrati contabili alla Difesa per aver disatteso la decisione parlamentare di dimezzare il costo di questo programma.

La Corte certifica infatti che con la rimodulazione delle acquisizioni operata dal Ministero della Difesa in risposta alla mozione votata dal Parlamento nel settembre 2014 “non vi saranno effetti di risparmio nel lungo periodo, considerata l’invarianza, almeno per il momento, del numero di velivoli da acquisire. (90 ndr).

Non solo: la relazione svela l’interpretazione distorta quanto surreale che la Difesa ha voluto dare alla decisione parlamentare: non un obbligo a dimezzare il budget originario (18,2 miliardi di dollari del 2008 ndr) ma a spendere non oltre la metà di quella cifra per le acquisizioni in corso (fino al lotto 14, cioè una trentina di aerei), attualmente stimate in 7,8 miliardi di dollari. Come se di fronte alla richiesta di un committente di costruire una casa spendendo 50mila euro invece di 100mila, l’impresa rispondesse con un preventivo da 50mila euro per la costruzione delle fondamenta: un nonsenso che sa di presa in giro.

Anche l’altra fantasiosa argomentazione cara alla ministra Pinotti, quella dei ritorni economici del programma che ne compenseranno i costi, viene diplomaticamente ma chiaramente smontata dalla Corte parlando di “illogicità concettuale di una compensazione della spesa a carico del bilancio Difesa con poste attive in favore dell’industria”. I ricavi del programma - non più di 10 miliardi di dollari secondo Leonardo - finiranno nelle casse dell’azienda, non in quelle dello Stato.

Il resto della reazione della Corte dei Conti, come già detto, conferma e ufficializza le critiche da tempo mosse al programma F35: la lunga lista di gravi e imbarazzanti difetti di progettazione non facilmente correggibili (dalla vulnerabilità ai fulmini al casco che acceca i politi), i conseguenti ritardi del programma (almeno 5 anni) e l’esplosione dei costi (da 70 a 130 milioni di dollari ad aereo), senza contare gli imprevedibili costi dei futuri upgrade e retrofit - con questi si superano i 190 milioni ad aereo, il che farebbe lievitare il costo dei 90 F35 italiani dai previsti 14 miliardi a circa 19 miliardi.

E ancora: ricadute occupazionali molto inferiori rispetto a quelle propagandate dalla Difesa (1.500 occupati oggi che potranno diventare 3.500, la metà di quelli previsti), ricadute industriali molto scarse e addirittura dannose per il futuro dell’industria aeronautica italiana (in passato denunciate dagli stessi vertici di Finmeccanica) e problemi di sovranità nazionale legati alla gestione solo americana dei software (ALIS e Mission Data File).

Un quadro che porta la Corte dei Conti a giudicare “rischioso, oltre che contrario alle indicazioni parlamentari, impegnarsi fin d’ora in un “block buy” anche limitato”, cioè ad acquisti in blocco per il futuro. Peccato che, come denunciato dall’Osservatorio MIL€X sulle spese militari italiane, ​l’Italia abbia già sottoscritto a giugno un accordo preliminare per un block buy per altri 17 aerei da qui al 2020.​

I5S2017_460X230.png



scopriprogramma.jpg

Fai una donazione a Rousseau: http://bep.pe/SostieniRousseau e poi annuncialo su Twitter con l'hashtag #IoSostengoRousseau

bannerrousseau.jpg

19 Ago 2017, 10:07 | Scrivi | Commenti (199) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa

  • 199


Tags: aerei, corte dei conti, f35, governo, investimenti, m5s

Commenti

 

Ciao, signor e signora
Offerta di prestito di denaro tra un privato di 2000€ 30. 000. 000€
Tutte le persone che sono in grado di rimborsare con interesse la percentuale del 3%. Grazie
Vuoi essere contattato da persone seri, per poter rimborsare i prestiti. Vi preghiamo di contattarci via e-mail
- posta per ulteriori informazioni

domenicofinanceplus@outlook.com
domenicofinanceplus@outlook.com

domenicofinanceplus 30.08.17 16:29| 
 |
Rispondi al commento

Leggere attentamente l'Art. 11 della Costituzione Italiana.
Spesa Difesa (ogni giorno) 86 Mil/Eu.
Generali effettivi in servizio 425
Colonnelli effettivi in servizio 3200
Non vado oltre.....

Luciano 27.08.17 12:15| 
 |
Rispondi al commento

...e sulla portaerei/portapasticcini CAVOUR neanche ci entrano, hanno sbagliato le misure e quasi va rifatta da capo.
sommiamo i costi....

ciro albano Commentatore certificato 25.08.17 13:55| 
 |
Rispondi al commento

Sono stato un Ufficiale pilota dell'Aeronautica Militare per 28 anni e 2 anni fa sono "scappato" all'estero. Da allora seguo la politica dai media e mi sono appassionato a quello che il M5S dice e fa, inclusa Roma, mia città natale. La cosa che non condivido tuttavia è l'approccio alle questioni militari, riguardo le spese ma soprattutto riguardo l'impegno all'estero. Sono il primo ad ammettere che anche in questo settore c'è tanto da fare (o rifare) ma le parole che sento nelle piazze (da Youtube) sono troppo semplicistiche, direi "politicizzate", messaggi si forti ma non costruttivi. Ricordiamoci che non si parla di banche private ed i "soliti ricchi", si parla di cittadini italiani (tanti!) che servono, questo è il termine più appropriato, il Paese. Ed essere propositivi e costruttivi invece è proprio quello che contraddistingue il M5S da tutti gli altri. So che è faticoso quello che fate, grazie di tutto

giancarlo maragucci 25.08.17 08:18| 
 |
Rispondi al commento

Ma visto che il popolo è sovrano, perché il governo non ha chiesto il parere a tutti Noi, prima di acquistare inutili aeroplani così costosi ed inaffidabili. Ma da cosa ci dobbiamo difendere, da qualche migrante, un auto fuori controllo o dall'orso Joghy? Non era meglio investirli nel dissesto idrogeologico che ci sta crollando addosso mezz'Italia?

mario morselli santoro 24.08.17 00:25| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

...e poi lo fanno meglio soprattutto a parole). Noi siamo atavicamente buoni, ci abbiamo il sole e gli ombrelloni, scriviamo poesie , cuciniamo bene, non abbiamo mai fatto del male a nessuno e oltretutto... E oltretutto, pur se in passato magari c'è costato qualche secolo di regresso e di condizionamento, noi ci abbiamo anche il Papa (che nessun terrorismo di ispirazione dichiaratamente fideistica attaccherà mai, per tanti e deducibili motivi che però non vogliamo neppure prendere in considerazione; dando il merito a un intelligence che non ha mai contato niente o a grottesche letture di varia estrazione). Ora gli F-35, un tempo i carri armati, domani un'altra diavoleria bellica (speriamo almeno non atomica; no..., non credo, quella non ce la venderanno mai): è tutto solo un dazio, un obolo, che noi valvassini dobbiamo imprescindibilmente pagare al Gigante: perchè con le armi, soprattutto quelle vendute, lo sceriffo globale ha sempre risolto tutto. Crisi economiche, civilizzazioni, Stati canaglia, indiani vari e persino finte risucchianti liberazioni

homofaber 22.08.17 02:39| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ma scherziamo o forse non abbiamo a cuore la nostra gloriosa Patria?; cosa saranno mai 33 miliardi di euro (che oltretutto il generale Custer ci dilaziona in tre anni) rispetto a una missione di pace a ostia di F-35 o alla difesa della nazione continuamente attentata da mille pur invisibili invasori? Del resto, siamo uno Stato che ha sempre primeggiato in ogni confronto bellico (o solo all'arma biancastra); abbiamo spirito combattivo, tenacia, sosteniamo sempre i nostri alleati e non li abbandoniamo mai (a parte qualche antipatico caso); e il famoso, o famigerato, 'armiamoci e partite' che qualche straniero ci sghignazza in faccia, è solo invidia (come al solito) ed è tutta colpa di registi e sceneggiatori ingrati. Quindi, bene hanno fatto i nostri (sempre tempestivi) reggenti ad assicurarsi altri esemplari sempre più sofisticati e devastanti (accordo sottoscritto due mesi fa a Baltimora, roba seria): Lightning, Joint Strike Fighter (Jsf) e chi ne ha più ce ne dia, affinchè si possa colpire o, alle strette, bombardare meglio. Ma chi, quando, dove?; di quale Paese parliamo? Ma non vi ricordate quel cimitero di carri armati, ammassati in una base segreta piemontese, con oltre tremila tanks pagati uno sproposito e mai una volta utilizzati?; e poi cercati di rivendere a prezzi di grandi saldi tipo tappetari o ex Standa, pur se producevano comunque morte? A parte ogni ragionevole considerazione sui prezzi capestro, il tributo eterno da pagare a Washington, l'assoluta mancanza di ritorno occupazionale e di altro indotto, le perplessità su ulteriori missioni di pace (che comunque non sono mai partite e mai partiranno per nostra volontà o input: è solo lo sceriffo globale che le ordina e noi eseguiamo per quel poco che ci fanno fare); a parte, quindi, questo e tant'altro: ma da chi dobbiamo difenderci o chi eventualmente dovremmo attaccare? Chi se la prenderà mai con i divertenti, geniali ma inoffensivi 'italians do it better' (che alla fine obbediscono sempre e poi...

homofaber 22.08.17 02:36| 
 |
Rispondi al commento

E infatti la Francia ha sempre voluto progettare e realizzare in Francia i velivoli che compongono la propria aeronautica militare. Per la maggior parte anche la Gran Bretagna, se si eccettuano poche eccezioni. [IMO]

Francesco C. Commentatore certificato 21.08.17 15:54| 
 |
Rispondi al commento

Sembra proprio il classico bidone stile "grande opera" (come il MOSE), dove
la vera fregatura non è solo e tanto nel costo di acquisto iniziale, ma
soprattutto nei costi futuri di manutenzione e aggiornamento, a fronte di
una utilità assai discutibile. Il solito schema predatorio, volto a far
aumentare il debito pubblico così da mettere ancor più in mano l'Italia in
mano agli strozz.. ehm .. investitori internazionali. Con la complicità di politicanti e controllori nostrani, che se controllavano davvero non saremmo arrivati a questo punto.

Enzo Rossi 21.08.17 09:01| 
 |
Rispondi al commento

La Germania NON ha aderito al programma JSF, l'intera difesa aerea (intercettazione, superiorità aerea ed interdiione) è affidata UNICAMENTE agli EUROFIGHTER con ENORMI risparmi in termini di costi di addestramento, ricambi e logistica...

Ma da noi ogni appalto è una festa...


Arturo Arti 21.08.17 00:47| 
 |
Rispondi al commento

L'italia brucia, basta qualche mese che non piove e l'italia è in ginocchio anche per questo. Ho sentito dai TG che in italia il belpaese del sole, ci sono tra canadair e elicotteri circa 30 unità. E ancora andiamo a spegnere gli incendi con le coperte e i poveri vigili del fuoco fanno quello che possono (tranne qualcuno che fa il contrario). Con tutta l'acqua che abbiamo intorno alle nostre coste, non sarebbe il caso di sacrificare qualche F35 (tanto ci schiacciano come pulci quando vogliono) e acquistare svariati canadair invece di farceli prestare dalla francia ???

cecrodi 20.08.17 14:54| 
 |
Rispondi al commento

Per dare un giudizio obiettivo sulla politica,bisogna analizzare i fatti.
I fatti possono essere di Dx o di SX se portano benefici al'una o all'altra,ma siccome sono tutti d'accordo...sono solo..... fatti "loro"!
E' una vita che si fanno i fatti loro,ma quando ci sveglieremo?

oreste .., sp Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee 20.08.17 10:25| 
 |
Rispondi al commento

Io non riesco più a commentare. Mi hanno bloccata la mail. E' capitato ad altri?

Veronica2 20.08.17 10:23| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Buon giorno Blog...
Ecco quando la politica si appropria della sanità:
http://www.ilfattoquotidiano.it/premium/articoli/de-luca-colpo-di-ferragosto-aumenti-ai-manager-delle-asl/
^^^
L'importante colpire il servizio Sanitario per privatizzarlo,siamo già sulla strada buona da tempo,ma non dimentichiamo i dirigenti,e i loro amici.
Grazie PD queste sono scelte scellerate ,ma di sinistra!

oreste .., sp Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee 20.08.17 10:04| 
 |
Rispondi al commento

L'intelligenza che stà solo da una parte ?

https://youtu.be/fieiF2D_v_M

https://www.youtube.com/watch?v=0QC_6H0ndZI


non credo proprio.

Eposmail. ,,, ; Commentatore certificato 20.08.17 09:59| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

MORIRE PER COSA? MORIRE PER CHI?
Il terrorismo verrà sconfitto quando prevarrà la critica illuministica ed eretica all’idea di una comunità di destino i cui membri sono pronti a ‘morire per’. Morire per qualcosa, per un ideale, per la religione, per Allah. Per secoli l’Europa ha insistito su questo principio, sull’obbligazione politica come leva per mandare la gente al macello. Quest’etica del sacrificio, che ha prodotto sia la difesa delle libertà che gli orrori di guerre ingiustificabili, è sempre più indebolita dall’idea che il sacrificio sia possibile solo laddove esso sia determinato dai soggetti stessi che lo mettono in atto, e dall’intuizione che esso sia stato usato per conseguire i fini della spoliazione, del colonialismo, dell’estensione del dominio economico.
Dove c’è qualcuno che ti dice di andare a morire, c’è solo da sperare che l’etica del sacrificio deperisca e si estingua..... ma in verità è solo dalla consapevolezza che l’etica del sacrificio non ci fa soggetti ma oggetti, non decisori ma strumenti, che può derivare la salvezza dell’Europa e la sconfitta del terrorismo.
http://www.ilfattoquotidiano.it/.../terrorismo.../3802462/

(Non mi piace la parola eretica ma accetto la tesi e la condivido. Il contrario di fanatico non dovrebbe essere eretico ma agnostico o laico)

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 20.08.17 09:54| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Sono i frutti dei nostro professionisti della politica; professionisti nell'essere corrotti, nell'agire disattendendo le decisioni parlamentari, fregandosene del popolo per mezzo della menzogna. Tutto in nome del facile arrivismo e denaro a tutti i costi.

enrico caserza, sant'olcese (GE) Commentatore certificato Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2015 Commentatore che ha donato a Rousseau Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2016 20.08.17 09:38| 
 |
Rispondi al commento

-4
E dopo arriva quello che non serve certo agli attentatori: Patrioct Act, perquisizioni libere illegittime, aumento della spesa in armi (come se coi caccia portatori di bombe atomiche si potessero evitare i furgoni!), voti ai partiti più razzisti o meno democratici, altre guerre, riduzione del welfare perché se si spende di più in guerre mancano ovviamente i soldi per la vita ordinaria, altri debiti, gente che specula sui debiti, antidemocrazia, aumento di potere di qualche leader che nemmeno se lo merita ecc. E davanti a tutto questo i soliti scemi che vociano slogan razzisti o antiislamici perché non hanno capito niente. Da Hitler a Trump è sempre avvenuto così. I lupi urlano al lupo per intimorire le pecore. Gli asini ragliano. Ma i lupi coi lupi ci mangiano benissimo e mangiano pure le pecore.

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 20.08.17 09:15| 
 |
Rispondi al commento

-3
Lo abbiamo visto nell'attacco alle Torri dove molto stranamente, nel blocco aereo totale che conseguì, volarono solo gli aerei che portavano in salvo la famiglia di bin Laden. Lo abbiamo visto nei comportamenti contro gli emirati arabi che hanno sempre armato questi e quelli e hanno trafficato col petrolio con questi e quelli, calpestando ogni principio di democrazia senza che nessuno apra bocca. Lo abbiamo visto nel silenzio occidentale verso i vari dittatori africani come Gheddafi o Amin, che erano cattivelli però servivano a questi o a quelli. Lo vediamo nella condotta vergognosa del Governo italiano nel caso Regeni. O nella quiescenza con cui i Paesi europei tollerano gli orrori antidemocratici di Erdogan a cui addirittura si regalano miliardi e chi se ne frega se ha messo nelle terribili carceri turche migliaia di persone? Lo abbiamo visto con Alfano nel Caso Shalabayeva. I capi si accordano, i piccoli si muovono, le polizie e i servizi chiudono un occhio, le sttagi avvengono. I picciotti sono presi o uccisi. ma i grandi sempre ci guadagnano. Ad ogni strage c'è qualche telecomandato che chiede: "Siamo disposti a rinunciare a parte dei vostri diritti per garantire la nostra sicurezza?". E' la domanda di rito. E i pesci abboccano. Come se non ci fosse una stridente contraddizione tra rinunciare ai nostri diritti e garantire la nostra sicurezza, come se la nostra sicurezza non stesse proprio nei nostri diritti.
Ed ecco che, sarà o non sarà, le stragi fatte dagli idioti capitano sempre in momenti furbissimi: prima del voto della Brexit, prima del referendum indipendentista della Catalogna...il piccolo idiota diciassettenne non sa quello che fa, ma chi lo ha lasciato lavorare lo sa benissimo. E salta fuori, cosa strana, che tutti gli attentatori erano attenzionati dai servizi segreti, tanto attenzionati che non hanno fatto nulla e li hanno lasciati lavorare.

segue

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 20.08.17 09:14| 
 |
Rispondi al commento

-2
Non lo vedete come Russia, America e altri Paesi (non manca l'Italia) vendono o regalano armi per fomentare stragi e ribellioni e guerre e come quegli stessi terroristi islamici che tanto esecriamo sono mantenuti proprio da quegli stessi leader che dicono di difendere la libertà del mondo? Ma ce li vogliamo ricordare i campi di addestramento americani da cui sono usciti i guerriglieri di Al Qeda o dell'Isis?
La politica Usa è sempre stata un apparente fallimento ma senza le guerre il dollaro sarebbe finito e l'America non sarebbe lo sceriffo del mondo. Ne Medio Oriente i ribelli 'moderati' (non esistono ribelli moderati !!) passarono in massa tra le file dell'Isis, portando con sé armi e addestramento.
Fallimento americano? No, certo, tutto prestabilito! Quello che sembra un fallimento militare a noi, è per le multinazionali delle armi e gli speculatori della Borsa e i politicanti di Whashington, Mosca o Dubai il miglior successo. Perché le guerre, anche quelle che a noi sembrano perse, servono agli uni e agli altri per spartirsi il mondo, mantenere il potere, comprare e vendere armi, comprare e vendere petrolio, riscuotere tangenti, riempire di fondi neri i paradisi fiscali, e intanto coartare i propri popoli, tenerli bloccati nel terrore del nemico, avere i loro voti minacciandoli con la paura, blandendoli con le promesse, rubando loro la sicurezza garantendo loro la sicurezza.
E' un gioco e noi ci caschiamo come polli. Non diversamente fece Hitler col popolo tedesco. Il popolo più aggressivo della Terra dette il voto a chi gli prometteva di difenderlo dai suoi nemici "creandoli appositamente".
E così anche i piccoli idioti come i 4 ragazzetti rei della strage di Barcellona sono piccoli burattini manovrati dentro giochi molto più grandi di loro, per cui dopo ogni strage sia i capi n° 1 che i capi n°2 ci guadagnano, eccome! Lo abbiamo visto con Arafat che, intanto che fingeva di difendere la causa palestinese ammucchiava enormi capitali.

segue

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 20.08.17 09:13| 
 |
Rispondi al commento

-1

MA DAVVERO CI SONO I BUONI E I CATTIVI? Viviana Vivarelli
Non vi è mai venuto il dubbio che questa divisione del mondo tra buoni e cattivi sia un po' troppo semplicistica? Noi i buoni, loro i cattivi. Come nelle favole o nelle avventure del Far West. Non vi è mai venuto il dubbio che il mondo come ce lo fanno vedere non sia altro che una favola virtuale ad uso e consumo dei contrulli?
Per parte mia,vedo qualcosa che amerei fosse evidente anche a quelli che amano gli slogan demenziali di stile leghista con le loro soluzioni ilari e demenziali; cacciamo gli arabi, fuori gli stranieri, i musulmano sono tutti assassini. Bestie!
Quel che è lor opoco evidente è invece che i capi di chi combatte di qua e di chi combatte di là sono amici, fingono di combattersi usando stupide pedine e idioti fanatici, ma quando si siedono ai tavoli di trattative fanno interessi insieme e quando trattano il business delle armi o del petrolio o qualunque altra merce sono pappa e ciccia. Sul tavolo degli affari non ci sono buoni e cattivi ma solo business. Gli F35 sono business. Le direttive europee sono business. Il CETA o il TTIP sono business.
Ma ve lo ricordate Bush padre, nella Guerra del Golfo, che vendeva armi americane a quegli stessi iracheni che i soldati americani stavano combattendo? E con Saddham o i terroristi di qualsiasi denominazione è stato sempre lo stesso. In Afghanistan gli americani armarono e addestrarono i guerriglieri di Al Qaeda per combattere l'Isis. Nel 2011 l'Isis era solo delle tante cellule della galassia jihadista. L'America si buttò a capofitto nella guerra civile siriana. Celebri le parole della Clinton: "Selezionare e addestrare ribelli in modo efficace può essere utile contro Assad". Si potevano armare gli estremisti per poi isolarli e godere il bottino conseguito. Abbiamo visto con questi giochetti cosa è successo della Siria. Non vi siete mai chiesti chi arma i ribelli?

segue

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 20.08.17 09:12| 
 |
Rispondi al commento

buona domenica a tutti

Re S., Firenze Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2015 Commentatore che ha donato a Rousseau Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2016 20.08.17 08:42| 
 |
Rispondi al commento

c
Se questi sono i testimonial pubblicitari della guerra santa e prediligono i luoghi simbolici per galvanizzare le truppe mostrando un Isis trionfante e un’Europa in ginocchio, fargli trovare la Promenade des Anglais a Nizza, nel giorno della festa nazionale, senza posti di blocco, non fu proprio una grande idea. Come non lo è stato regalare loro la Rambla di Barcellona in pieno agosto pedonalizzata e dunque ricolma di gente, ma senza dissuasori anti-traffico, né barriere di cemento anti-tir, né cecchini pronti all’uso. Specie se la Cia da settimane avvertiva i Servizi spagnoli che Barcellona era tra gli obiettivi dell’Isis e che le Ramblas erano il bersaglio ideale. Specie se qualche giorno prima, nella stessa Catalogna, era stata smantellata una cellula jihadista.
Certo, con quei piccoli accorgimenti la rete dei ragazzini, già ridimensionata dall’esplosione della bombola di gas, avrebbe magari ripiegato per un’azione più rozza e un bersaglio meno eclatante (e però anche meno affollato): tipo gli accoltellamenti alla finlandese. Ma almeno l’effetto-spot si sarebbe evitato e qualche vita in più si sarebbe salvata.

Marco Travaglio - FQ - 20 agosto

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 20.08.17 08:20| 
 |
Rispondi al commento

b
La stessa ideologia prima politica e poi religiosa che, mutatis mutandis, fu poi propugnata da al Qaeda e ora dall’Isis, in una guerra santa che anzitutto spacca il mondo arabo-islamico e solo dopo l’Oriente e l’Occidente. Un Occidente che vi si è cacciato dentro col suo demenziale interventismo: prima usando i regimi islamici come pedine per i suoi doppi e tripli giochi nelle guerre per procura (tipo Iran-Iraq) e poi, dopo l’11 settembre 2001, scatenando conflitti senza fine (Afghanistan e Iraq). Senza dimenticare i disastri combinati in Africa, dalla Somalia alla Libia. Il tutto sempre col pretesto della “guerra al terrorismo”: perduta anche questa, visto che, da quando lo combattiamo armi in pugno, il terrorismo si è centuplicato.
E ora gli americani e gli inglesi, che hanno appiccato incendi un po’ ovunque, si ritirano in buon ordine lasciando a noi, fedeli zerbini, il compito di spegnere il fuoco. Cioè di contare i nostri morti. E noi – i nostri governi imbelli, intendo – ce lo meritiamo pure, perché continuiamo a combattere il terrorismo come facevano loro: islamici buoni (perché momentaneamente e apparentemente amici) contro islamici cattivi (perché nemici o presunti tali), tutti peraltro armati fino ai denti con ordigni nostrani, di ultima o penultima generazione (a seconda delle “amicizie” del momento). Come se l’Isis non fosse nato proprio dal revanscismo dell’Iraq sunnita. E come se Al-Sisi o Assad e, dall’altra parte, Erdogan, i sauditi e il Qatar potessero essere nostri amici anche per un giorno. La scena si ripete in Libia, con Macron che ci sorpassa in curva annettendosi il governo Al Sarraj e noi subito riallacciamo i rapporti con l’Egitto (fregandocene di Regeni e delle altre migliaia di morti ammazzati come lui) che telecomanda l’altro capobanda Haftar.
Le piccole scelte, invece, sono decisive per agevolare o per ostacolare i terroristi già in azione.

segue

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 20.08.17 08:19| 
 |
Rispondi al commento

a
IL DOVERE DELLA PAURA
Marco Travaglio

Ma è proprio obbligatorio, dopo ogni attentato, ripetere cazzate a macchinetta, tipo che “non cambieremo il nostro stile di vita” e continueremo a “non avere paura”? Non so voi, ma io da tre anni a questa parte ho una paura fottuta e il mio stile di vita l’ho cambiato eccome. Per esempio, quando vedo un tipo sospetto, cerco di memorizzarne il volto. E se, alla stazione o all’aeroporto o sul treno, noto un bagaglio incustodito, lo segnalo al personale. Non servirà a nulla, ma hai visto mai. Il guaio è che, prigionieri come siamo della retorica e dei luoghi comuni (a ogni attentato corriamo a cercare tutti gli scrittori, gli attori e i cantanti del Paese colpito, come se non bastassero le scemenze e le banalità che produciamo in casa nostra), confondiamo la paura dannosa che annebbia i pensieri e paralizza le azioni con la paura utile che sveglia le menti e attiva i corpi. Il guaio non è tanto per noi, che possiamo far poco. Ma per i governanti di tutt’Europa: anche se non lo dicono, sono molto più terrorizzati di noi (anche perché un attentato in campagna elettorale può mandarli a casa per sempre, e Aznar ne sa qualcosa) e la loro paralisi danneggia noi. Che avremmo bisogno di fatti subito. E ben venga la paura, se serve a propiziarli.
Le cose da fare e quelle da evitare sono stranote, ce le ripetono puntualmente gli esperti (quelli veri) a ogni strage. E sono un insieme di piccole, medie e grandi scelte. Quelle grandi si chiamano guerre, alleanze, traffico d’armi e sono decisive per ingrossare o per prosciugare le file dello jihadismo.
Forse ce lo siamo dimenticati: ma – lo ricorda Alberto Negri sul Sole-24 ore – tutto cominciò nel 1979, quando l’Armata Rossa di un’Urss già in piena crisi invase l’Afghanistan e in dieci anni fu sconfitta dai mujaheddin, appoggiati dall’Occidente e finanziati dall’Arabia Saudita, che iniziò a imporre in tutta l’area l’ideologia wahabita.

segue

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 20.08.17 08:17| 
 |
Rispondi al commento

2
Meno libertà di protesta, meno libertà di organizzazione, più controlli, più ispezioni, più limitazioni. La massa terrorizzata accetta ciò che in condizioni normali mai accetterebbe: la perdita della libertà in nome della sicurezza;
5) Si prepara il terreno – prepariamoci – per nuove guerre: guerre terroristiche e criminali contro i crimini del terrorismo. Come accadde in Afghanistan (2001) e recentemente in Siria. Il terrorismo legittima l’imperialismo occidentale, l’interventismo umanitario, il bombardamento etico, le guerre giuste, e mille altre pratiche orwelliane che, chiamate col loro nome, rientrerebbero esse stesse nella categoria del terrorismo. L’imperialismo occidentale coessenziale al regime capitalistico viene legittimato e fatto accettare alle masse terrorizzate e subalterne.
A differenza di Pasolini, io non so i nomi. Credo, tuttavia, di sapere che cos’è davvero il terrorismo. È la fase suprema del capitalismo. È il momento culminante di un capitalismo che, avendo la propria egemonia in crisi (per dirla con Gramsci), deve adoperarsi in ogni modo (letteralmente: in ogni modo) per favorire il consenso, per riallineare le masse, per disarticolare il dissenso, per sincronizzare le coscienze, per fare sì che l’odio e l’amore delle masse siano indirizzati, secondo le debite dosi, dove i signori del mondialismo hanno deciso debbano essere indirizzati.".

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 20.08.17 08:04| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

1
DIEGO FUSARO (filosofo della storia, marxista)
"5 TESI SUL TERRORISMO:
1) Gli attentati si abbattono sempre e solo sulle masse subalterne, precarizzate, sottopagate e supersfruttate. L’ira delirante dei terroristi non si abbatte mai, curiosamente, sui luoghi reali del potere occidentale: banche, centri della finanza, ecc. I signori mondialisti non vengono mai nemmeno sfiorati. I terroristi avrebbero dichiarato guerra e poi attaccherebbero solo le masse schiavizzate, rendendo – guarda caso – un buon servizio ai signori mondialisti della finanza sradicata: i quali vedono il loro nemico di classe (le masse sottoproletarie, precarizzate e pauperizzate) letteralmente bombardato e fatto esplodere da agenzie terze;
2) Il terrorismo produce un grandioso spostamento dello sguardo dalla contraddizione principale, il nesso di forza classista finanziarizzato. A reti unificate ci fanno credere che il nostro nemico sia l’Islam e non il terrorismo quotidiano del capitalismo finanziario (guerre imperialistiche, ecatombi di lavoratori, suicidi di piccoli imprenditori, popoli mandati in rovina);
3) Ci fanno ora credere che il nemico, per il giovane disoccupato cristiano, sia il giovane disoccupato islamico e non il delocalizzatore, il magnate della finanza, l’apolide e sradicato signore del mondialismo che sta egualizzando il pianeta nella disuguaglianza del libero mercato. Per questa via, il conflitto servo-signore è, ancora una volta, frammentato alla base. Si ha l’ennesima guerra tra poveri, della quale a beneficiare sono coloro che poveri non sono. Il terrorismo frammenta il conflitto di classe e mette i servi in lotta tra loro (islamici vs cristiani, orientali vs occidentali);
4) Il terrorismo permette l’attivazione di quel paradigma securitario che, ancora una volta, giova unicamente al signore globalista e finanziario. Si attiva il modello Patriot Act Usa: per garantire sicurezza, si toglie libertà.

segue

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 20.08.17 08:03| 
 |
Rispondi al commento

Urrà! Il miracolo dell'attentato che ha provocato una strage di cittadini che vivono nella Colonia Italia e nelle varie Colonie Europee e mondiali, è stata una manna per i vari governi imposti, ai loro sostenitori ed ai buonisti del business dell'accoglienza (circa 40 €. al giorno per ogni essere vivente e merce prima umana minorenne, usata come esca per leva sul pietismo). Adesso più nessuno potrà spodestare gli impostori che hanno svenduto la nazione Italia, realizzato la Colonizzazione di tutte le Nazioni Europee raggruppandole nel Parassita suddito guerrafondaio Impero UE (doppione dei vari governi) che ha creato la globalizzazione e sottomesso la grande ex potenza Russa tramite le Guerre mascherate con la Divina frase: "Missioni di Pace"! Ieri sera ho avuto una scioccante notizia da un piccolo imprenditore (l'unico business possibile è aprire una cooperativa Onlus e accogliere la massa umana), la quale conferma che il popolo italiano autoctono che non fa parte del sistema deve crepare per far posto alla nuova razza alloctona schiava di colore, alimentata dalla tratta umana. Infatti mi ha detto che i piccoli imprenditori per poter sopravvivere devono adeguarsi al sistema consolidato del buonismo a pagamento, il quale dona manodopera a prezzi del costo di un kilo di patate da sfruttare e guarda caso si deve pagare in nero a chi si lava la coscienza sostenendo l'accoglienza. Le hanno proposto di far lavorare nella sua piccola attività due tre persone e che non le doveva pagare, però poi doveva versare circa 200/300 €. al mese per ognuno. Lui ha detto: " se arrivano i controlli tocca a me pagare le multe", risposta, non ti preoccupare se le fai lavorare andrà tutto bene. Questa realtà è una ulteriore conferma che Dio non esiste e Cristo, Maometto, Confucio, Budda, sono solo degli idoli umani usati dai predicatori di turno per illudere e imbonire i creduloni pecoroni sfruttando gli effimeri allucinogeni ideali e valori dei vari credo e etici.

Agostino Nigretti, Burolo Commentatore certificato 20.08.17 06:48| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Buona domenica a tutti gli amici del M5S!!

Luca M., Rho Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2015 Commentatore che ha donato a Rousseau 20.08.17 05:29| 
 |
Rispondi al commento

https://youtu.be/CSqBXH7386I🎼

Fabio T., Vicenza Commentatore certificato 20.08.17 00:59| 
 |
Rispondi al commento

https://youtu.be/By8Au6L4MOM
I ragazzi a Gela.
0-22 minuti Di battista
23-35 Cancelleri
Poi Di maio.

Fabio T., Vicenza Commentatore certificato 19.08.17 23:40| 
 |
Rispondi al commento

*prova*

Diana Artemide 19.08.17 23:23| 
 |
Rispondi al commento

E poi, per bombardare chi? I terroristi? Gli immigranti? Questi aerei siamo obbligati ad acquistarli in quanto l'Italia è una base americana nel Mediterraneo. Diciamo che è il prezzo da pagare come alleati. Beata la neutralità!

Claudio ., Verona Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza 19.08.17 22:57| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

signore e signori ... ecco a Voi ..... il "tacchino volante".

luigi 19.08.17 20:56| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Copio:
IIslam vuol dire sottomissione alla volontà di Dio.
L PARADOSSO è che Islam viene dalla radice s-l-m che in arabo forma "salam" e in ebraico "shalom", cioè pace. Esso quindi significa pace e rimanda alla pace del cuore e della mente che si ottiene quando ci si sottomette a quella verità ultima del mondo tradizionalmente detta Dio. Questo sottomettersi però non è da intendersi come cessazione della libertà, come intendono gli integralismi islamici di ogni sorta, Is, Al Qaeda, Boko Haram, Hezbollah e affini. Si tratta piuttosto di sottomettersi nel senso di "mettersi sotto", ripararsi, come quando piove forte e ci si rifugia dall'acquazzone. È la medesima disposizione esistenziale che porta i buddhisti a recitare ogni giorno "prendo rifugio nel Buddha, nel Dharma, nel Sangha", e che porta i cristiani a dire "Amen" cioè "è così, ci sto, mi affido" o a recitare Sub tuum praesidium. La sottomissione equivale alla custodia e al compimento della libertà del singolo che trova un porto a cui approdare e quindi una direzione verso cui navigare: è questo il fondamento originario alla base dell'Islam e di ogni altra religione.

Oggi però nella mente occidentale l'Islam è ben lontano dal venire associato a ciò a cui la sua radice rimanda. Evoca piuttosto il contrario, la guerra, la lotta, il terrore. Un duplice grande compito attende quindi ogni persona. C'è dunque in Islam pacifico, spirituale, ordinato e un islam demoniaco, guerresco, sanguinario. Esattamente come è avvenuto nel mondo cristiano.

http://ricerca.repubblica.it/repubblica/archivio/repubblica/2015/01/10/ma-islam-vuol-dire-pace39.html

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 19.08.17 20:50| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Vicenza deve essere la città più sfigata dell' emisfero boreale.
Per uno strano fenomeno oscuro, un certo tipo di criminalità è concentrato qui: non passa giorno senza retate e sequestri di stupefacenti in pieno centro, zona occupata stabilmente da immigrati , spesso recidivi, molti in attesa di permesso umanitario. Qualche accoltellamento rompe la monotonia delle assolate giornate estive. È assurdo pensare che possa trattarsi di un fenomeno nazionale perché vengono impiegati molti uomini delle forze dell' ordine e moltiplicati per tutte le città italiane significa che per i reati da strada sono sottratte molte unità per reprimere o indagare fenomeni che sono in cronaca oggi. Deve trattarsi di una malefica congiuntura. (!!!!!!!!!!)

Fabio T., Vicenza Commentatore certificato 19.08.17 19:52| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Terrorismo ed immigrazione ?
mmmhà!!!

http://www.ilgiornale.it/news/mondo/i-tre-terroristi-bataclan-sono-stati-aiutati-ong-1431617.html

Eposmail. ,,, ; Commentatore certificato 19.08.17 19:48| 
 |
Rispondi al commento

ancora a menarsela con 'sti f35? siamo messi male in italia.
a parte che ormai saranno anche diventati obsoleti.

casomai prendo lucciole per lanterne, ma a me sembra abbastanza evidente che ci fanno la cresta sotto.

carlo 19.08.17 19:36| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

presenta una denuncia alla corte europea per alto tradimento nei confronti dei cittadini italiani (ricordati che tutti gli attori dell'imbroglio agiscono e hanno agito sotto giuramento - sia come militari che come ministri di questo paese)e che ora in associazione impediscono di fatto le conseguenze delle loro azioni nascondendosi dietro ogni sorta di imbroglio pseudo legale - a partire da Berlusconi che firmò l'acquisto di 130 esemplari - poi ridotti a 90 da Obama per impedire che l'Italia impugnasse il contratto per la mancata consegna dei primi 40 esemplari a contratto


...che bello! Tutti a cantare e disegnare cuoricini....sono morti....uccisi con crudeltà; anche un bambino spagnolo di pochi anni è stato ucciso..ma si canta, si fanno poesiole e taaanti cuoricini......aspettando da bravi e ''molto buoni'' il prossimo attentato, per ricantare e disegnare cuoricini...

Tony 19.08.17 19:02| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

-------------------- Harry ------------------------

Avevo ripetuto quanto detto da Max !!! Non mi sembrava offensivo, potremmo dire allora "donnicidio" piuttosto che "femminicidio".
La "patata" al Prof. (La patata inteso come "patata bollente") ....... se ci sente la boldrini !!!! Ciao Harry.
Cordialità

Toto A., Milano Commentatore certificato 19.08.17 19:00| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Stefano Bucci
Eliminare tutte le persone di religione #islamica perchè 4 ragazzi invasati hanno sbroccato
è come condannare tutti i #cattolici per pedofilia

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 19.08.17 18:55| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Hector Ettorre
Nel darvi il mio buongiorno vorrei dedicare a tutte le vittime di questo ennesimo, ignobile attentato, e a tutta la cittadinanza del capoluogo Catalano questa canzone intitolata proprio "BARCELONA" eseguita in maniera splendida dal soprano Monserrat Caballé e da Freddie Mercury.
E' un inno alla bellissima città sul Mediterraneo dove ho passato momenti bellissimi della mia vita di giramondo e quindi dove andavo sempre molto volentieri... e lo faccio anche io urlando col popolo spagnolo ........................ ...........................................NO TENGO MIEDO.............................................. non ho paura...
Buona giornata..

https://youtu.be/hkskujG0UYc

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 19.08.17 18:48| 
 |
Rispondi al commento

..perché ancora non ci sono attentati in Italia??
Perché l'Italia, per ora, non è come la Francia, la Germania, il Belgio, la Finlandia....paesi dove le ''risorse'' raggiungono proporzioni enormi.: interi quartieri dove neanche la polizia si avventura..dove hanno creato uno Stato musulmano nello Stato che li ospita!!
Più clandestini più attentati, semplice! Senza contare che l'Italiae è una ''portaerei'' molto facile verso il resto dell'Europa ..conveniente, per il momento...

Tony 19.08.17 18:43| 
 |
Rispondi al commento

MASADA n° 1871 19-8-2017 CERCASI CIVILTA’
Blog di Viviana Vivarelli

La strage di Barcellona- Altre stragi dimenticate- La banalità del male – I 4 balordi della morte – Ricordando Falluja – La grande rimozione – La strage nascosta – Sprechi pubblici e vizi privati – La crescita del Pil: l’Italia è penultima in Europa- I giovani, questi eterni assenti nella vita dell’Ue – Archiviato il caso Regeni, il petrolio libico tira di più – Prove di razzismo, italiani brava gente

La follia domina il mondo, nei grandi consessi internazionali, nei G8 e nei G20, nei duri organismi economici che danno ordini ai Governi, nelle società di rating che segnano la morte e la vita per interi Paesi, nei dittatori sempre pronti a nuove guerre e nei presidenti che le appoggiano, nei partiti pronti a tradire i loro elettori, nei generali trucidi e negli eserciti mercenari, nella banche assassine, nella Borsa demenziale, nelle società dei servizi, nelle polizie di tutto il mondo, nelle religioni ormai fallite nel migliorare gli uomini, nei media che ingannano le menti dei lettori e servono poteri oscuri che non vogliono certo migliorare il pianeta.
Come meravigliarsi se la follia domina anche la mente di 4 balordi ragazzetti che meditano di fare una strage con un furgone preso a nolo?
.
Ipocriti! Gentiloni esprime le solite frasi di circostanza e ha appena firmato l'ingresso Dell'Italia nella guerra in Siria.
Cosa altro vogliono distruggere in un Paese dove è stato distrutto tutto?

Ennesima strage a Barcellona. 13 morti. L’attentato di Manchester era il tredicesimo attacco terroristico compiuto in Europa dall’8 gennaio 2015, quando due uomini entrarono nella redazione parigina del settimanale satirico Charlie Hebdo e uccisero 12 persone. A Manchester 22 morti.
Dal 2014 i morti a seguito di stragi rivendicate dall’Isis nel mondo sono stati 1.743....

Per leggere tutto clicca il mio nome
oppure vai a masadaweb.org
https://masadaweb.org/2017/08/19/masada-n-1871-19-8-2017-cercasi-civilta/

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 19.08.17 18:29| 
 |
Rispondi al commento

Non voglio pregare per Barcellona, non voglio indignarmi, non dirò che questa è ormai la terza, quarta o quinta guerra mondiale, non tirerò in ballo i bombardamenti dei russi, degli americani, dei francesi o degli inglesi, non parlerò di conflitto di religioni e culture, non dirò che è necessario reagire o comprendere o accogliere o invadere o tirare in ballo le intelligence.
E non lo farò perché mi sono rotto il cazzo. E non è stata una cosa improvvisa, ma un'erosione lenta, costante, inarrestabile.
Se l'obiettivo era rendere questo un mondo di merda, ma molto più di quanto lo sia mai stato già in passato, io posso dire che possiamo congratularci gli uni con gli altri perché ci siamo riusciti.
Con tutto il rispetto per il porgi l'altra guancia, il lavorare meno lavorare tutti, i reich millenari, i paradisi in terra del socialismo e quelli ultraterreni delle millemila religioni, la supremazia delle razze, il siamo tutti uguali, le cappelle sistine del pensiero, le architetture inossidabili della scienza, i satelliti in orbita e quel merdoso cellulare nel quale affondiamo lo sguardo per gran parte del tempo, la verità è che non siamo così belli, nobili, intelligenti e speciali. Non meritiamo il posto al centro dell'universo e nemmeno quello al centro del sistema solare. Non siamo i figli prediletti di nessuno Geova, Visnù o Allah e i vari profeti, sia quelli col saio che quelli col microscopio, ci hanno raccontato un sacco di cazzate.
Siamo quello che siamo. Più sporchi, più bassi, meno intelligenti e belli di quanto abbiamo mai pensato. Dovremmo incominciare a misurarci di nuovo, a non pretendere troppo da noi stessi, a considerare il bene per quello che è: un breve, luminoso interludio nel dominio incontrastato della tenebra. Saper godere di quel poco di buono che sappiamo fare, del sorriso raro che riusciamo a scatenare, dell'emozione flebile che riusciamo ad accendere, del breve percorso di luce che ad alcuni e non a tutti viene consentito di fare.
-
Segue sotto

((x)) 19.08.17 18:18| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

La costruzione di questi F35 è una delle più grandi stronzate della storia della produzione industriale mondiale.

GIORGIO S. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2015 Commentatore che ha donato a Rousseau Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2016 19.08.17 18:05| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

i sostenitori di madame boldrini, non sono come quelli di ignazio marino? Ricordate,,,,i mariniani che dicevano "quando tornera' il prof e lo rieleggeranno sindaco, saranno fatti vostri...." Anche per lauretta sara' cosi'? o no....? ahahahahahah.....

Covelli de 'a curva sudde, ....... Commentatore certificato 19.08.17 17:31| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Terrorismo:
Il 3 luglio 1988 successe una delle più gravi tragedie della storia dei voli. Nel Golfo Persico (non negli USA) un missile terra-aria statunitense è stato lanciato dall'incrociatore Vincennes della US Navy che ha causato la distruzione del volo Iran Air 655 (IR655) che era un volo di linea della Iran Air.L'aereo, un Airbus A300B2-203 che stava volando da Bandar Abbas a Dubai è stato abbattuto dal missile statunitense mentre sorvolava lo Stretto di Ormuz.Furono uccise tutte le 290 persone a bordo, compresi 66 bambini.
Però, tutti zitti.

antonnio d., carrara Commentatore certificato 19.08.17 17:17| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

La follia domina il mondo. Nei grandi consessi internazionali, nei G8 e nei G20, nei duri organismi economici che danno ordini ai Governi, nelle società di rating che segnano la morte e la vita per interi Paesi, nei dittatori e nei presidenti, nei partiti, nei generali e negli eserciti mercenari, nella banche, nella Borsa, nelle società dei servizi, nelle polizie di tutto il mondo, nelle religioni ormai dimostrate inadatte a migliorare gli uomini, nei media che ingannano le menti dei loro lettori e servono poteri oscuri che non vogliono certo migliorare il pianeta.
Come meravigliarsi se la follia domina anche la mente di 4 balordi ragazzetti che meditano di fare una strage con un furgone preso a nolo?

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 19.08.17 17:17| 
 |
Rispondi al commento

Qualcuno dice che, se ancora nn succede niente da noi, è perche' fiancheggiamo moralmente e, forse, materialmente, i bombaroli fedeli di Allah. Aggiungo io, non è che per caso, dobbiamo ringraziare anche la Mafia, con il suo controllo del territorio?

ok, calma..... nn vi agitate....parole in liberta'

Covelli de 'a curva sudde, ....... Commentatore certificato 19.08.17 17:09| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

I QUATTRO BALORDI DELLA MORTE
Il massacro di Barcellona ha come autori 4 ragazzi, la cui età va da 17 a 24 anni. 4 idioti fanatizzati con ideologie di morte che la loro piccola testa nemmeno capisce, che hanno agito con bombe artigianali, 4 ragazzetti che la propaganda filo americana tenta di far passare per i feroci assassini di una grande esercito, quando sono 4 balordi di cui il più giovane non ha ancora 17 anni.
Nel Barrio El Principe si sogna di diventare qualcuno come nella "Paranza dei bambini" di Saviano e, se a Napoli il modello è la camorra, nel Barrio di Barcellona il modello è il Jihad. Modelli demoniaci, modelli perversi, che l'intelligence spagnola ha ignorato perché i grandi Servizi ignorano i ragazzetti e parlano di macroguerra e di grandi eserciti invasori.
Se l'eccidio è stato commesso con l'avventatezza dei folli, quello che crolla nel ridicolo è l'impianto di sicurezza spagnolo, come crolla, del resto, quello di ogni sistema di servizi segreti occidentale.
Sono stata a Barcellona, una città bellissima con una popolazione amichevole, allegra, ospitale, dove si può incontrare gente lieta di tutto il mondo, l'ultimo luogo dove ci si aspetterebbe una strage. Ma il demonio ha sempre odiato il riso, l'allegria, l'amichevolezza e ha sempre tentato di estirparli dal mondo, da un giornale satirico a una discoteca. E il diavolo può usare per i suoi fini anche 4 ragazzetti con ancora il latte sulle labbra. La sofferenza più grande è proprio questa.

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 19.08.17 17:08| 
 |
Rispondi al commento

E vabbè, quante storie; vengono a costare il doppio? E LORO, li chiameranno F70 e tutto andrà a posto.

antonnio d., carrara Commentatore certificato 19.08.17 16:54| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Un applauso a tutti gli italiani maccaroni che hanno il gusto del masochista nel farsi prendere per il culo col sorriso da questi partiti di poveri pagliacci cialtroni.Continuano a votare questa gentaglia, chi è vittima del proprio male pianga se stesso.

gianluigi f., pandino Commentatore certificato 19.08.17 16:52| 
 |
Rispondi al commento

3
Ma anche l’obiezione: se il terrorismo jihadista è la prima emergenza internazionale, che aspettano i governi europei a trattarla come tale, investendo i miliardi necessari nell’intelligence, nel controllo del territorio, nell’analisi, scambio e coordinamento delle informazioni?
Il New York Times rivela che l’Amministrazione Obama, un anno fa, aveva trasmesso al governo Renzi un dossier dettagliato sul coinvolgimento dei servizi di Al-Sisi nell’omicidio Regeni. E il trio Renzi-Gentiloni-Alfano fa spallucce: il primo addirittura fa sapere che “non occorreva la Cia per sapere del regime del Cairo”. Peccato che la Procura di Roma abbia continuato a fare inutili spole fra l’Egitto e l’Italia per raccogliere carte false e carta straccia. Vi prego: diteci che quel dossier l’avete insabbiato apposta. Così almeno nessuno sospetterà che non l’abbiate neppure letto. O, peggio, capito.

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 19.08.17 16:50| 
 |
Rispondi al commento

FUORI TEMA

CI SONO GLI ESTREMI PER QUERELARE GLI AUTORI DI QUESTO ARTICOLO?:
http://formiche.net/blog/2017/01/16/m5s-casaleggio-grillo-supernova

Maurizio I., Roma Commentatore certificato 19.08.17 16:50| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

2
Chi mescola terrorismo e immigrazione non capisce nulla, o fa propaganda che confonde le acque e crea psicosi dannose, mentre servono ragione e freddezza.
4) Lupi solitari o branchi di macellai che fossero, i jihadisti che hanno insanguinato l’Europa nell’ultimo triennio non hanno, singolarmente presi, nulla di raffinato né di invincibile: colpiscono nel mucchio, sorprendendoci proprio per la rozzezza dei mezzi usati. Ma non è vero che i loro agguati siano del tutto imprevedibili. Anzi, molti dei loro bersagli, quelli che hanno creato più morti e più scalpore (dunque più ammirazione agli occhi degli altri fanatici), erano prevedibilissimi: la redazione di Charlie Hebdo, il Bataclan, gli Champs Elisées e l’Arco di Trionfo a Parigi; l’aeroporto di Bruxelles; il London Bridge e Westminster a Londra; la Manchester Arena durante il concerto di Ariana Grande; il mercatino di Natale a Berlino; la Promenade di Nizza; le Ramblas di Barcellona. Il che non vuol dire che tutti questi attentati fossero evitabili, ma certamente che almeno in molti casi non è stato fatto tutto quel che si poteva per prevenirli, o almeno ostacolarli.
5) Ancor più prevedibili degli obiettivi erano gli attentatori: non c’è stata strage in Europa che sia stata perpetrata da insospettabili ma tutte si sono rivelate opera di soggetti schedati, talora addirittura pregiudicati, o comunque noti all’intelligence o alle forze dell’ordine del Paese colpito o di Stati alleati che li avevano segnalati, di solito invano, come “radicalizzati” e attivi anche per la web-propaganda jihadista.
È il caso anche di Barcellona: il diciottenne fuggitivo Moussa Oukabir postava già due anni fa su Facebook incitamenti a “uccidere gli infedeli e lasciare solo i musulmani che seguono la religione”. Che altro doveva fare il giovanissimo Moussa per insospettire l’intelligence spagnola? Conosciamo la risposta: i governi non hanno i mezzi per controllare tutti i radicalizzati che girano per l’Europa.

segue

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 19.08.17 16:50| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

1
Nell’editoriale “La banalità del male”, Travaglio dice:
“questi macellai da qualche mese a questa parte hanno abbandonato persino le presunte “regole” della guerra e del terrorismo tradizionali, scagliando i loro furgoni a tutta velocità contro folle di persone inermi con l’unico scopo di falciare il maggior numero di vite umane, senz’alcun rischio per la propria. È una guerra-non-guerra globale, dove chiunque può colpire ovunque, senza bisogno di grandi risorse, armi e strutture. Una guerra-non-guerra che di primo acchito lascia annichiliti e fa sentire disarmati e impotenti, come i veleni di cui non si conosce l’antidoto. ..1) Il movente è l’ideologia jihadista, che si nutre di interpretazioni letterali o fantasiose del Corano per combattere l’Occidente in quanto tale, ma anche la gran parte del mondo islamico ritenuta troppo debole con gli “infedeli” (il maggior tributo di sangue agli attentati jihadisti l’hanno pagato i musulmani). Quindi chi continua a sragionare di “Islam contro Occidente” e “musulmani contro ebreo-cristiani
2) Le etichette dei jihadisti – al Qaeda, Isis, domani chissà – contano poco. Conta il carburante che le alimenta: una propaganda unilaterale sui crimini dell’Occidente e sulla “democrazia” che pretendiamo di esportare in casa loro. Finora l’Occidente ha fatto di tutto per legittimare quella propaganda, scatenando guerre con la scusa di abbattere le dittature, ma solo quelle antioccidentali, mentre appoggiamo quelle “amiche”. Se vogliamo regalare altri adepti al jihadismo, seguitiamo pure a sostenere Assad, Al-Sisi, Erdogan, Putin, l’Arabia Saudita e gli sceiccati ed emirati del Golfo e a usare le fazioni islamiste in Nordafrica come pedine per i nostri doppi e tripli giochi.
3) Gli attentatori di ultima generazione non sono migranti sbarcati sui barconi, ma cittadini dei Paesi in cui colpiscono; o globetrotter del terrore con visto turistico o documenti falsi.

segue

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 19.08.17 16:49| 
 |
Rispondi al commento

*****
A proposito di costi. Commemorazione di Gramsci, giustissimo farla, stanziati 350.000 €. Come verranno spesi? Vorrei vedere il rendiconto spese, considerato che credo siano soldi dei contribuenti quindi dei cittadini, di quelli che pagano le tasse.
*****

Pietro Z., Padova Commentatore certificato 19.08.17 16:41| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

F35. Se riescono a realizzare tutto il progetto, di questo futuristico"coso volante". Sembrerá che abbiamo 90 UFO, che spazzano via tutti i Suk..F1..Raf..etc..con facilitá. Quando vogliono. Oppure vorreste, che continuiamo ad affrontare gli Spitfire, coi CR32! Forse ne bastano la metá, in questo sono d'accordo. Soprattutto per la Cavour e la Trieste.

undefined 19.08.17 16:39| 
 |
Rispondi al commento

L' Europa è un tendone da circo sotto il quale ognuno fa il suo numero in contemporanea. Non esiste un esercito unico , con spese in questo modo fortemente ridotte, i "servizi", alla luce della minaccia terroristica , non comunicano tra loro , affetti da gelosia , per non parlare della pervasività mafiosa , presente con investimenti e attività commerciali. Il reato di concorso esterno in associazione mafiosa lo sanno cosa significa in Danimarca, Olanda ,Belgio ecc. ?
Una banca con l' Europa attorno.

Fabio T., Vicenza Commentatore certificato 19.08.17 16:36| 
 |
Rispondi al commento

*****
I problemi vanno risolti appena sorgono e alla radice. A Vicenza esercito in Campo Marzo a fare cosa e per quanto? La soluzione è eliminare la causa del degrado, prendere gli artefici e spedirli alle origini. In italia invece i problemi o si trasferiscono in altro luogo o si ignorano fingendo ipocriticamente che non ci siano. I campi nomadi fissi non devono esserci, tappa di un giorno e poi via. La prostituzione la si esercita civilmente in case adatte e non in luoghi pubblici. Cosa ne facciamo di nuovi aerei quando non riusciamo a far volare quelli che abbiamo per costi elevati di manutenzione, risolviamo prima i problemi reali che andranno a beneficio dei cittadini. La sicurezza sociale non dipende dall'avere o no aerei moderni ma da una gestione del territorio inflessibile con il rispetto delle regole controllato in modo intransigente ma questo per l'italia attuale sono illusioni, spero cambi qualcosa col M5S al potere.
*****

Pietro Z., Padova Commentatore certificato 19.08.17 16:24| 
 |
Rispondi al commento

Ma chi dobbiamo Cacciabombardare per conto degli USA? Per caso la Russia? (quella, fa una scorreggia, ci ammazza tutti).Testate nucleari nel mondo.
- Stati Uniti: 7.260 (2.080 dispiegate)
- Russia: 7.500 (1.780 dispiegate)
- Francia: 300 (290 dispiegate)
- Cina: 260
- Gran Bretagna: 215 (150 dispiegate)
- Pakistan: 100/120
- India: 90/110
- Israele: 80
- Corea del Nord: 6/8

antonnio d., carrara Commentatore certificato 19.08.17 16:19| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

E' inutile che continuiamo a blaterare al vento, questo governo come i precedenti continua a fare quello che gli pare.
Solo un poderoso colpo di spugna può eliminare tutto questo scontento, sarà comunque dura in quanto una larga parte della Casta degli Statali (forze armate comprese) non vorrà adattarsi ad un clima di legalità.
Solo i coglioni continueranno a tirare la carretta , gli altri seduti comodi sulla carretta.

Vincenzo A., Verona Commentatore certificato Commentatore che ha donato a Rousseau Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2016 19.08.17 16:04| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Attentati, più barriere a Roma e Milano

Quante volte, in questi ultimi tempi, i muri eretti sono stati condannati perché anacronistici, simbolo di regressione e inciviltà..
Quelli tirati su dentro casa invece fanno progresso e sicurezza. Basta chiamarli new Jersey o addobbarli con fiori .

Fabio T., Vicenza Commentatore certificato 19.08.17 15:58| 
 |
Rispondi al commento

Aggiungiamoci anche il fattore politico perché continuando a comprare aerei americani l'Italia si autoesclude dalla difesa europea e continua a fare la ruota di scorta degli USA. Germania e Francia stanno progettando di costruire un nuovo caccia europeo che ovviamente non c'entra nulla con gli F35 e magari non è' neppure compatibile. Non è' la prima volta che i governi italiani scelgono la tecnologia americana rispetto a quella europea. È' cosi' che vogliamo contribuire a rilanciare l'Europa ed a costruire un programma di difesa europeo?

Adolfo Treggiari, Romai Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che ha donato a Rousseau Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2016 19.08.17 15:44| 
 |
Rispondi al commento

Il ritorno economico è solo quello personale, quello a cui è stato il massimo utilizzo!!

beppe z., Capoterra Commentatore certificato 19.08.17 15:09| 
 |
Rispondi al commento

so' daccordo, meglio n' transit


Chiediamo le dimissioni del ministro Franceschini.
Il rogo avvenuto a Cosenza, dove in un palazzo fatiscente dei poveri senzatetto sono morti nell'incendio che ha distrutto importanti documenti che si trovavano lì "conservati",riporta alla ribalta, ancora una volta, la politica di questi governi che non va oltre Pompei,blatera sul Colosseo, si eccita su opinabili cifre del turismo e lascia andare in malora il patrimonio di tutti, senza tutelare ne' i cittadini più fragili, ne' opere importanti ma sconosciute ai più. La prima stampa del 'De rerum natura iuxta propria principia', opera fondamentale del filosofo Bernardino Telesio,e altre pergamene antiche sono ora ridotte in cenere, come i poveri sfortunati che vivevano all'interno del palazzo. Dobbiamo dimenticare di avere una Cultura, fare in modo che tutto vada distrutto, obliato, bruciato. Un autodafé che cancella ogni identità, poiché dominare un popolo senza cultura è molto facile, basta eliminare la memoria,i documenti, le tradizioni, le idee, per ritrovarci in mano a piccoli Neroni che consapevolmente e colpevolmente ci vogliono ancora più schiavi non pensanti.
Nel sud sempre più abbandonato speriamo che la luce che i cittadini a 5 Stelle stanno portando, illumini senza bruciare la strada del cambiamento dove nessuno resti indietro, compresa la memoria del nostro passato.

A L., roma Commentatore certificato 19.08.17 14:38| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Sono d'accordo!!!

Paolo V 19.08.17 13:54| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

eh.....ci sono antiche ''esperienze''........


https://it.m.wikipedia.org/wiki/Scandalo_Lockheed

..per chi trova normale l'acquisto di aerei sperimentali,ricordo che ''l'esperimento'' può essere tranquillamente abbattuto da un ' vecchio'' f16......(da notare che si possono montare i nuovi sistemi radar ''anti f35 ''.....radar di produzione russa, cinese e anche italiana)...

http://bit.ly/2wjhz6F


http://bit.ly/2wjiUKI

...vanno a ''pacchetti''.......


Tony 19.08.17 13:38| 
 |
Rispondi al commento

e la sicurezza dei piloti ???


Bravissimi!!!

Paolo V 19.08.17 13:35| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

https://it.sputniknews.com/mondo/201609203387776-aviazione-tecnologia-F35-F16-F15-difesa/

https://forum.termometropolitico.it/192647-il-caccia-russo-su-35-supera-l-americano-f-35-a.html

http://www.difesaonline.it/mondo-militare/russia-il-t-50-volo-nel-nuovo-video-di-propaganda

È come aver fatto la spesa in un outlet: collezione dell' anno passato. Perlamordidio , si compra bene , intendiamoci, fai lo stesso la tua porca figura .. Oltre al nuovissimo T50, il quasi omonimo Su35 russo è superiore all' f35 . Se i nostri li incrociano nei cieli, dite loro di filare via alla svelta (retorico: lo sanno già i piloti, solo che non possono dirlo)

Fabio T., Vicenza Commentatore certificato 19.08.17 13:33| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

professo',
ma le toyota nun erano de quegl'artri?? che casino
me stai a confonne :-)


Il problema non è Tramp, il vero problema sono i Dii di turno prima di Tramp che hanno realizzato la Globalizzazione. Tramp prosegue la Missione recitando la parte del cattivo, d'altronde è tutto pianificato dai Grandi Maestri Burattinai. Tutti i popoli del mondo devono cantare inni di Gloria e Lode al vero Dio gestito dai padroni del mondo "America, Inghilterra, Israele, Vaticano" per aver donato la globalizzazione, l'Impero UE e adesso con dotta divina Maestria le stragi come da copione dove crepa sempre la povera gente e guarda caso, proprio come ai tempi di Cristo, Maometto, Confucio, Budda, donano potere, luxuria, spavalderia cinica alle governance di turno delle Colonie preferite e rinsaldano il cordone ombelicale che li lega a eseguire gli ordini ricevuti per continuare nella sostituzione delle popolazioni autoctone con quella mista di colore. Ringraziamo il vero Dio per la strage di innocenti che ci ha donato che ha fatto unire i popoli tramite la paura e solo il vero Dio Onnipotente ha potuto illuminare chi l'ha compiuta, facendo in modo che crepassero innocenti autoctoni che vivono nelle varie Colonie governate dai fedeli Discepoli. Noi cittadini italiani dobbiamo essere orgogliosi di essere stati scelti come razza prediletta e la nostra terra come sede strategica militare e politica che è stata indispensabile per fare grande l'Impero UE che è stata indispensabile per giustificare con la benedizione dell'Onu l'inizio delle guerre mascherate sotto il simbolo della Divina frase "Missioni di Pace", quindi adesso godiamoci l'Esodo Biblico e sosteniamo i buonisti del business dell'accoglienza e veneriamo chi si prende in carico un/a minorenne per propagandare la bontà dell'accoglienza, poi non importa se chi impone e gestisce il tutto non accolgono nessuno nelle loro lussuose dimore, anzi il popolo le deve venerare perché si sacrificano per lavarsi la coscienza e dimostrare al mondo l'utilità dell'integrazione forzata. Il vecchio Dio era immaginario.

Agostino Nigretti, Burolo Commentatore certificato 19.08.17 13:24| 
 |
Rispondi al commento

spero che al voto si vince noi poi gli f35 glieli mettiamo lì dove non batte il sole, la gente non ha il pane e loro spendono e spandono,sono criminali

anna quercia, piancogno Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2015 Commentatore che ha donato a Rousseau Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2016 19.08.17 13:12| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

L'Italia è un Paese vassallo degli USA.

A cosa servono i Vassalli? A pagare le spese di chi comanda.
Gli italiani, votamdo il PD, hanno accettato il vassallaggio.
Ora gli italiani devono pagare, non ci si scappa, peccato che il PD e Napolitano paghino niente.

giorgio peruffo Commentatore certificato 19.08.17 13:03| 
 |
Rispondi al commento

BINOTTI un'altra perla de PD. Basta guardarla per capire cosa vale. Abbiamo missioni in ogni dove, un mare di danaro per strapagare militari in missione che il più delle volte non servono a niente. Acquisti di armamenti inutili per parare il sedere agli USA e dall'altra parte gli ordigni prodotti dalla tedesca RVM in Sardegna consegnati in Qatar per poi essere triangolati in Arabia Saudita per massacrare i bambini dello yemen. Governo di ipocriti di falsi di bugiardi di nemici degli italiani che vivono in povertà. La guerra l'abbiamo in casa contro la povertà! Allora li bisogna mettere le risorse e non per pagare alti ufficiali specialisti di parate, alza bandiera e pranzi di circostanza. VERGOGNAAAA!!!!!

Elia Porto 19.08.17 12:41| 
 |
Rispondi al commento

Mi piacerebbe però che il Movimento proponesse un programma alternativo a quello dell'acquisto degli F35. Se non si fossero acquistati gli F35 ed il Movimento fosse al governo quale sarebbe il modello di Difesa Aerea che verrebbe adottato? Quali aerei alternativi? Con quali risparmi? Così, giusto per informare correttamente le persone ed evitare il solito tifo da stadio!

sergio s., genova Commentatore certificato 19.08.17 12:31| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Magari la mia è una domanda banale, ma chi scrive l'articolo e chi lo legge e commenta ha approfondito il tema scaricando la relazione ufficiale della CDC (http://www.corteconti.it/export/sites/portalecdc/_documenti/controllo/sez_contr_affari_com_internazionali/2017/delibera_15_2017_e_relazione.pdf)?
A me sembra che ci sia troppa fretta da parte di un po di tutta la stampa nel tirare le somme di un documento complesso rischiando di generare informazioni di parte. Al punto che la CDC in realtà promuove il programma, anche a fronte delle arcinote problematiche che lo stesso sta attraversando (la cosa che proprio non capisco però è perché parlino tutti di raddoppio dei costi quando siamo in fase di produzione sperimentale -ovvio che si parli di valori molto alti- e si stima di non superare gli 80 milioni per unità dal 2020 con la produzione a pieno regime -quindi 11 in più rispetto ai 69 preventivati nel 2001).
Faccio notare inoltre che praticamente tutti i progetti di natura militare hanno subito e subiscono ritardi più o meno consistenti legati alla loro estrema complessità ed il JSF anzi si sta dimostrando uno dei migliori di sempre (si veda il rapporto tra incidenti e ore volate -https://www.google.it/amp/www.popularmechanics.com/military/aviation/amp27470/f-35-passes-100000-hour-mark-with-no-crashes/).
L'eurofighter, per fare un paragone, si basa su un programma partito nel 1983, noto come FEFA, e l'entrata in servizio è stata nel 2003 con i primi block prodotti in low rate a costi ben più alti del previsto.
Ultima considerazione per chi non ha avuto modo di approfondire tecnicamente, ma il JSF non è solo un areo d'attacco, si tratta di una piattaforma tattica di difesa per incrementare significativamente la situational awareness, ovvero la consapevolezza delle minacce e affiancare i typhoon per la sicurezza del paese.

Faccio queste puntualizzazioni perché, a parte quello in cui ognuno di noi possa credere, lo spirito critico non dovrebbe mai mancare.

Saluti.


LA CORRESPONSABILITA' DEL M5S NEL NON CAPIRE: SCRIVO QUESTO DA MOLTI ANNI


NON BASTA RIFORMARE LA NATO! OCCORRE RIFORMARE L'ESERCITO ITALIANO
Il nostro esercito professioniale è congeniale per essere utilizzato dalla potenza U.S.A. per le sue guerre di aggressione: le prove di quanto da me affermato stanno alla portata di chiunque.

Per impedire che il nostro esercito sia guerrafondaio per conto terzi, occorre trasformarlo in un esercito territoriale, come l'esercito svizzero: un esercito di leva obbligatoria.

Il nostro esercito deve essere trasformato in esercito di leva con caratteristiche territoriali, con l'obbligo, per i maschi, di prestare, all'età di 20 anni, un anno di servizio militare e successivamente, ogni anno, prestare un richiamo mensile fino all'età di 38 anni.
Per le femmine il servizio sarebbe facoltativo.

Nell'esercito, con queste caratteristiche, dovrebbero confluire sia i Vigili del Fuoco che la Protezione Civile, sia le Guardie Forestali (da ripristinare).

ELIMINATE QUESTO ESERCITO ITALIANO AL SERVIZIO DI ALTRI ESERCITI STRANIERI GUERRAFONDAI!

Max Stirner 05.05.17 13:20


ce se poteva compra' na flotta de ford transit da manna' n'Ziria


Dato che la Costituzione definisce la Repubblica fondata sul lavoro e non sullo sperpero e sui debiti,
quando si parla di pareggio di bilancio e di investimenti pubblici produttivi suppongo si intenda che l’amministratore della Res Publica
deve attenersi a un circuito in cui investe il denaro dei cittadini per produrre lavori di pubblica utilità, stabili e remunerati dignitosamente, in modo che il denaro così investito produca un adeguato benessere ed abbia un ritorno in termini di tasse versate annualmente dai lavoratori.

Chi invece preferisce amministrare una attività in proprio può arricchirsi tanto da sperperare soldi in aeroplani o in ciò che vuole, oppure può indebitarsi quanto vuole dopo di che se la vedrà con i creditori della sua azienda, i quali non si è mai visto che chiedano alla collettività di rimettere in pari il bilancio dell’azienda pagandone i debiti.... oppure si?

Settima Luna 19.08.17 11:46| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Sarebbe un bel segnale di civiltà e messaggio di distinzione
da parte dei nostri rappresentanti M5S che torneranno
il 12 settembre per il giorno di riavvio delle Aule di Camera e Senato,
riunirsi platealmente e lavorarci su una settimana prima, il 5 settembre,
per potere subito prendere le prede alla gola.
Con veemenza e senza pietà.
Non c'è tempo da perdere.

D. Pavan Commentatore certificato Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2015 Commentatore che ha donato a Rousseau Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2016 19.08.17 11:38| 
 |
Rispondi al commento

potrebbe essere di aiuto?

Vladimir Putin affronta la corruzione in Russia umiliando pubblicamente un importante funzionario

video
http://bit.ly/2vaJPnj

id &as Commentatore certificato 19.08.17 11:38| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

...ma pensate cosa (de bbono )ce se poteva fa', co' tutti que' soldi buttati da 'a finestra, 'azzzzzzz... (ma che je se deve fa', a tutti quelli che hanno avallato 'sta incredibile minchiata?? Come minimo, esproprialli de tutto, ma proprio tutto, e poi mettelli a 'i lavori forzati in un campo de priggionìa...( magari condotto da nostargici camboggiani der regime de Pol Pot....)

harry haller Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 19.08.17 11:32| 
 |
Rispondi al commento

In galera chi firma accordi senza sentire il Popolo Italiano!

oreste .., sp Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee 19.08.17 11:31| 
 |
Rispondi al commento

Block buy un cazzo.

Bisogna mettere nella Costituzione

- Che Nessuna Amministrazione o Persona Giuridica Pubblica in Italia può firmare impegni vincolanti oltre 25 anni dalla data di firma contrattuale. ES. Concessioni demaniali, Spiagge, Uso di Palazzi e quant’altro di proprietà pubblico.ES. Reti per energia elettrica, Telecomunicazioni, Acquedotti, Concessioni ferrovie, autolinee ecc. e tutto quanto debba essere strategicamente pubblico

- La P.A. non può firmare nessun contratto con vincolo di penale spropositata (Tipo Ponte di Messina o F35)
-
- La P.A. Non deve adempiere alcun Impegno contrattuale che poi si riveli inaccettabilmente antieconomico in tempi medi

Giuseppe Flavio, vicenza Commentatore certificato 19.08.17 11:17| 
 |
Rispondi al commento

..io, in tempi nun sospetti, c'avevo ggià de' seri dubbi sur software de puntamento....


https://www.youtube.com/watch?v=YIg4VE-_Q5w

harry haller Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 19.08.17 11:17| 
 |
Rispondi al commento

I Partiti storici, operano sempre e solo per privilegiarsi e perpetuarsi e CONTRO il bene dei cittadini, utilizzando da sempre i media per diffondere invece il contrario.
MA, questo M5S, armato di grande onesta', rimane molto lontano da AFFIDABILITA' e PROGETTUALITA'.
Serve un programma MOLTO lungimirante. E, certamente non sulla base di indicazioni dei peggiori castisti dello Stato:
Sindacalisti, Magistrati, Docenti, Esperti, Opinionisti, Consulenti....
E, pur consapevoli di quanti risparmi si potrebbero fare ELIMINANDO sprechi e sperperi, malespese e privilegi, improduttivita' e sovracosti, invece di cercare di copiare dai migliori, si continuano a farneticare genialita’ di sovranita' monetarie e sforamenti di bilancio …

bron shine 19.08.17 11:15| 
 |
Rispondi al commento

E' stata forse la più grande violenza perpetrata nei confronti del popolo italiano, fiore all'occhiello di questa vergognosissima classe politica, serva e vile.
Di questo dobbiamo ringraziare il presidente (EMERITO!) napolitano, massimo artefice del più grande sperpero di tutti i tempi!
Faccio presente che costui è uno dei massimi "esperti" dei politici italiani, qualità che il pd rivendica sempre!

aldino c., Messina Commentatore certificato 19.08.17 11:09| 
 |
Rispondi al commento

è più di un decennio che si sa che il futuro della difesa sono i droni ..

a cosa serve un cacciabombardiere , che è un arma di offesa ,a un paese che ha nella costituzione "l'italia ripudia la guerra"

per imbarcarlo sulle altrettanto inutili portaerei ?

ma imbarcare droni che costano una frazione , non sarebbe meglio per la sorveglianza del mediterraneo ?

Nello R., Roma Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza 19.08.17 11:09| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ma non è possibile! Come fanno ad essere così anti italici? Servi striscianti degli usa!

Andrea Zanella, Pedavena Commentatore certificato Commentatore che partecipa alle Europee 19.08.17 11:06| 
 |
Rispondi al commento

è chiaro che con queste spese folli qui qualcuno e più di uno ci manga un pacco di soldi e alla grande

Potere Ai Cittadini 19.08.17 10:32| 
 |
Rispondi al commento
Discussione



Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all'atto della loro iscrizione sono limitati all' indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post. La mail di segnalazione dell'avvenuta pubblicazione di un nuovo post sarà impiegata anche per sottoporre agli utenti opportunità di consultazione e/o acquisto di materiali editoriali, fotografici e filmati realizzati dal MoVimento 5 Stelle, dalla Associazione Rousseau e non solo. Fra le finalità del trattamento dei dati conferiti dovranno intendersi comprese quelle della promozione di iniziative commerciali e pubblicitarie rispetto alle quali si avrà comunque, ed ogni volta, la possibilità di opporsi, chiedendo la cancellazione del proprio indirizzo di posta dall'elenco di quelli cui vengono indirizzati i predetti messaggi.
Per poter postare un commento invece, oltre all'email, à richiesto l'inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall'utente, l'indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l'invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l'aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell'utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell'utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o diffusione degli stessi, salvo quanto previsto di seguito, è, dunque, prevista. In ogni caso, l'utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all'art. 7 del D.Lgs. 196/2003. Per l'utilizzo dei cookies, si rinvia alla lettura della Cookie Policy. Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è l'Associazione Rousseau in persona del Presidente pro-tempore, con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121.




Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori