Il Blog delle Stelle
I centri stoccaggio rifiuti in Sicilia bruciano. Cosa c'è dietro?

I centri stoccaggio rifiuti in Sicilia bruciano. Cosa c'è dietro?

Author di MoVimento 5 Stelle
Dona
  • 149

di Ignazio Corrao, EFDD - MoVimento 5 Stelle Europa

Cosa c'è dietro a questi incendi? Che interessi economici ci sono? Può esserci dietro la mano della mafia? Il collaboratore di giustizia Carmine Schiavone, colui che rivelò come le mafie si arricchissero con il traffico di rifiuti con la connivenza dello Stato, spiegando l'itinerario del traffico illecito dei rifiuti tossici, disse che "c'erano delle grosse società che raccoglievano rifiuti, anche dall'estero, rifiuti che poi venivano smaltiti al Sud", nelle discariche e nelle cave in mano alla ndrangheta e alla mafia in Sicilia.

Parole pesantissime, ma per certi versi non sorprendenti. Perché al di là delle stime sul business ambientale (16,7 miliardi di euro l'anno secondo il rapporto "Ecomafie" di Legambiente, basato però solo sui soli reati accertati) il ciclo dei rifiuti in Sicilia è davvero un business che fa gola a tanti. Segui i soldi e troverai la mafia, diceva Giovanni Falcone. Intanto in Sicilia, chi ha interessi nelle discariche sa bene che se vuole preservare il suo capitale deve semplicemente tenere il piano rifiuti sotto scacco, come è avvenuto negli ultimi 25 anni.

Gli incendi dei depositi di rifiuti differenziati, potrebbero quindi servire a mantenere l'emergenza e quindi garantire gli introiti delle discariche? A pensar male si fa peccato ma spesso ci si azzecca, direbbe qualcuno, e in una terra con la storia della Sicilia pensar male è un dovere per chi si occupa di cosa pubblica e bene comune.

L'incendio del centro di stoccaggio di Alcamo, uno dei più grossi in Sicilia è stato l'ultimo di una serie. Una serie in cui magicamente ed improvvisamente si verificano fenomeni di combustione nei centri di stoccaggio di rifiuti differenziati. Prima è toccato a Patti nel Messinese, poi a San Gregorio a Catania, a Baucina nel Palermitano, a Grammichele (peraltro scrivo proprio da qui) ed infine ad Alcamo.

Cui prodest? Chi ne trae vantaggio? Quando parliamo di rifiuti parliamo di una montagna di soldi. La stessa montagna di soldi presente in tutti gli asset fondamentali (acqua, energia, cemento, rifiuti) e che attrae le mafie e le massonerie così come il miele attrae le vespe.

I cittadini questi giochetti portati avanti da bestie senza alcuna morale e alcuna dignità pagano un prezzo altissimo, troppo spesso in silenzio. Credo che sia arrivato il momento di rompere questo pericoloso giocattolo e pretendere che attorno ai grandi business come quello dei rifiuti si pretenda assoluta chiarezza e si metta una lente di ingrandimento costante e radicale. Siamo tutti parte lesa di questi avvenimenti e tutti quanti dobbiamo pretendere giustizia e risarcimento.

Solo attraverso una massima attenzione e pressione dal basso si può rompere questo cerchio diabolico, una forza politica volenterosa come la nostra non è sufficiente. Aiutateci ed aiutiamoci, come comunità, queste bestie vanno isolate e cacciate via dalla nostra società.

I5S2017_460X230.png



scopriprogramma.jpg

Fai una donazione a Rousseau: http://bep.pe/SostieniRousseau e poi annuncialo su Twitter con l'hashtag #IoSostengoRousseau

bannerrousseau.jpg

10 Ago 2017, 10:11 | Scrivi | Commenti (149) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa

  • 149


Tags: Alcamo, business rifiuti, centri di stoccaggio rifiuti, Ignazio Corrao, incendi, incenti centri di stoccaggio rifiuti Sicilia, roghi, Sicilia

Commenti

 

lo stoccaggio dei rifiuti deve essere proibito per legge ma si sa in questo paese la legge e' uguale per totti!!!

sergio boscariol 16.08.17 20:30| 
 |
Rispondi al commento

Non è una novità...

Ecco come fare 12.08.17 16:46| 
 |
Rispondi al commento

l'informazione mediatica è formativa la coscienza dei cittadini, quindi se gli strumenti divulgativi sono accentrati in poche mani per di più in conflitto d'interessi, la coscienza dei cittadini verrà plasmata secondo interessi di quelle parti interessate a nascondere totalmente o parzialmente la realtà.

L'utilizzo strumentale dei mezzi mediatici informativi utilizzati per disinformare la massa dovrebbe essere un reato penale un crimine verso l'umanità.

Clesippo Geganio, LT Commentatore certificato 11.08.17 10:43| 
 |
Rispondi al commento

a proposito di giornali e giornalisti ed informazione mediatica, mi chiedo, ma quei mezzibusti di giornalisti pagati dalla RAI con soldi dei cittadini che quotidianamente appaiono nei TG a raccontar gaSSate nascondendo la verità al popolo italiano non si sentono delle merde? Non gli prude la coscienza per aver letto verità artefatte e tendenziose? Non sentono un pizzico di orgoglio professionale quindi rifiutarsi di raccontar minkiate ai telespettatori paganti in canone?

Sono dell'avviso che il M5S debba considerare seriamente di trovare una canale televisivo o un programma dove divulgare vere notizie raggiungendo quella massa di cittadini che non si informa sul WEB.

Clesippo Geganio, LT Commentatore certificato 11.08.17 10:22| 
 |
Rispondi al commento

Il dato Siciliano più significativo è la probabile astensione, stimata nel 55%.
Questo significa che ormai i siciliani assimilano il M5S alla politica classica di cui non fidarsi.
Ormai vi si percepisce come tutt'uno con il vecchio marciume.
COMPLIMENTI.

Roggi Giggio 11.08.17 10:19| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ragazzi cari, è possibile sapere che accidenti sta succedendo al blog? Non si riesce a inserire commenti certificati. Mi gireressero un pò le balle.
Con simpatia.
Dateve 'na mossa...

Davide 11.08.17 09:52| 
 |
Rispondi al commento

In Sicilia,come doveva essere a Roma, bisogna prima di tutto stupire positivamente.
Prima di tutto sulla onestà e sull'Ambiente che come oggi, vedi cosa è successo in Veneto, occorre dare un segnale forte sulla lotta al cambiamento climatico. Come le serie democrazie del nord Europa bisogna ridurre drasticamente le emissioni inquinanti. Stabilire da una certa data (2025 max) che i veicoli corcolanti dovranno essere obbligatoriamente a emissione zero. Anche a Roma si dovrebbe fare immediatamente.
Un segnale forte, che darà il primato ad una Amministrazione 5S, ed obbligherà anche le altre regioni, comuni ecc, a seguire la corrente.

enrico 11.08.17 08:26| 
 |
Rispondi al commento

LA SICILIA ? Venderla alla Libia per 1 euro

Il sindaco di Licata sfiduciato per aver obbedito alla Procura sull'abbattimento case abusive , migliaia di forestali che non fanno un tubo, il presidente del Parco dei Nebrodi sfuggito a un attentato delle famigghie, funzionari Regionali con stipendi,vitalizi e buonuscite superiori al Presidente USA, ruberie e corruzione ovunque, incapacita' professioniali ( per una colecistectomia devono venire al Nord).
A COSA CI SERVE AVERE QUESTA REGIONE? REGALIAMOLA, RISPARMIEREMO ALMENO 100 MLD ANNUI. Non riusciremo mai a incanalarla in una amministrazione democratica e corretta.

GIANCARLO V. Commentatore certificato 11.08.17 06:38| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Prima delle elezioni politiche, che decideranno la rinascita o la fine definitiva dell'Italia, ci sono queste che riguardano la Sicilia e c'è stata Roma, la capitale.

Io capisco l'amministrazione ossequiosa delle regole della Raggi, e so bene quanto siano fetenti i suoi detrattori; tuttavia, quando si "vince" Roma a meno di 2 anni dalle politiche del secolo, più che la buona amministrazione, conta l'immagine.

Roma doveva essere - e si fa ancora a tempo che lo sia - la grande manovra propagandistica del Movimento. Gli italiani che ancora non votano per noi, hanno bisogno di vedere cose che non avevano mai viste prima.

Voglio fare un discorso tecnico, non morale. Le rivoluzioni si vincono con strategie vittoriose. Non c'è pezza.

A Roma, gli italiani, e il mondo intero, vanno strabiliati. Si deve dare un saggio concreto del cambiamento epocale di cui siamo capaci.

Non possiamo limitarci alle cose ordinarie. Va mostrato quello che siamo capaci di fare, una volta che prendiamo il potere. So bene che è più difficile amministrare Roma, date le mani legate di un sindaco, che guidare una nazione, ma qui non è più solo questione dell'amministrazione di una città: questa deve divenire la più grande operazione propagandistica a nostra disposizione. Quella dalla quale dipenderanno le sorti delle elezioni del prossimo anno.

La capitale va rivoltata come un calzino, occorre una "guardia capitolina" di volontari che girino costantemente per le strade, armati di secchi e pennelli, che ripuliscano visivamente tutto ciò che non va, e che costituiscano da deterrente per ogni sorta di malfattori.

Migliaia e migliaia di attivisti che, ogni giorno, raddrizzino le storture della città: che coprano buche, rinfreschino muri, facciano sloggiare abusivi, aiutino anziani e disabili nelle loro difficoltà quotidiane.

Il Comune, poi, dovrebbe coprire i debiti dei poveri, essere vicino ai malati, dar lavoro ai disoccupati. Non deve importare il deficit, serve una cassa di risonanza globale.

Gian Paolo ♞ 11.08.17 06:11| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Nessuna notizia der Fruttarolo. Ho provato ad avere sue notizie, tramite un amico, da 3 vecchi bloggers di Roma (non faccio nomi, neppure il mio) e non ne sanno assolutamente niente. Mi spiace, perchè è preoccupante l'improvvisa scomparsa. Mi resta una persona su FB a cui chiedere... poi sarà buio pesto.

Saluti.

((x)) 10.08.17 22:39| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Se CANCELLERI diventa governatore della Sicilia , l'Italia cambierà per sempre e fatalmente ritornerà ad essere la stella del mondo. I gattopardi verranno smascherati e la Trinacria tirerà la volata all'Italia 5 Stelle

Elia Porto 10.08.17 22:26| 
 |
Rispondi al commento

Angelo Cambiano Licata mi ricorda molto Angelo VASSALLO Pollica. Sono felice che Cambiano non sia stato ucciso fisicamente anche se e' stato ucciso diversamente. Ricordo la bellezza di Pollica pagata col sangue di Vassallo. Al candidato governatore della Sicilia e a tutto il m5s dico fate molta attenzione siate rispettosi e impavidi perche' qui e' necessario essere eroici sarete all'altezza?

lucia 10.08.17 22:11| 
 |
Rispondi al commento

Cari amici del MV5S buona serata io quello che vedo in Italia sta bruciando tutto mi tengo in disoccupazione per non darmi la Mia pensione, io non mi lamento solo per me stesso ma tutti quelli che devono andare in pensione !!!! Io francamente mi sono rotto i coglioni di percepire la miseria di solo 700 euro quando adesso devo pagare luce e gas 200,10 euro togliendo il pitto mafioso Renzi canone Rai cari amici 5 stelle questo è un dramma è spiego il perché sono molto sincero nei vostri confronti e non sto scherzando se voi il MV5S non governerete questo paese marcio, io non farò più parte del MV5S è smetterò delle mie offerte per Rousseau e di questo mi dispiace molto per non coinvolgere la pura onesta del MV5S come dite voi la rivoluzione Gentile è giusto che sia così. Ma purtroppo io ho perso la pazienza credibilità se io non percepisco del mio diritto dovuto, io non risponderò delle mie Azioni!!!! Uscirò come escritto al MV5S. Sarò tutt'altro come persona non da persona per bene, ma una persona da giustiziere mi dispiace di dire questo ma qua vedo solo bruciare in tutti i campi e queste a solo le colpe lo stato mafia massoneria di Giorgio Napolitano Berlusconi Renzi gentiloni Boldrini Grasso boschi Sergio Mattarella eccetera eccetera... Questo tutto dipende se non ci faranno votare ho se il popolo sovrano tradisce il MV5S per non fare governare e per questo allarme forte si vedrà per Giancarlo Cancellieri per la regione Sicilia sperando che gli non siano traditori tutto dipende da loro se no sarete risi dai giornalisti tv e soprattutto dallo stato mafia massoneria...
Buona serata amici del MV5S con affetto franco WMV5S

Franco iannucciello 10.08.17 21:42| 
 |
Rispondi al commento

Prova

Nando Meliconi 10.08.17 21:42| 
 |
Rispondi al commento

Cosa ci sia dietro, ormai, dovrebbe essere chiaro a tutti. Il problema, semmai, sarà capire cosa c'è dentro, quanto sia tossico, da dove proviene, come c’è arrivato. Scusate lo scetticismo ma dubito ne arriveranno mai a capo.

Franco B., Prato Commentatore certificato 10.08.17 21:19| 
 |
Rispondi al commento

...Trump presidente USA? No! Il vero esecutivo è israelita.....il deep government USA

http://www.occhidellaguerra.it/legame-soros-generale-mcmaster/#disqus_thread

Tony 10.08.17 20:23| 
 |
Rispondi al commento

prova

pierluigi deangeli 10.08.17 20:14| 
 |
Rispondi al commento

---------------- MAX ---------------------

Risolto il problema, rimettendo vecchia mail e pw, molto probabilmente vanno in conflitto le due piattaforme. C'è ancora parecchio da lavorare !!!
Ciao e buone vacanze !!!!

Toto A., Milano Commentatore certificato 10.08.17 20:02| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Nel Lucchese si celebra l'eroe russo di Palmira

A Vagli, comune toscano in provincia di Lucca, è stata inaugurata la statua dedicata al soldato russo Alexander Prokhorenko

Accanto agli omaggi scultorei dedicati alla medaglia d’oro al valor civile Fabrizio Quattrocchi e al cane-poliziotto Diesel, adesso c’è anche l’eroe di Palmira Aleksandr Prokhorenko. Il militare russo che, a marzo 2016, ha ordinato ai propri bombardieri, impegnati nelle operazioni di riconquista della Perla del Deserto, di far fuoco sulla sua posizione per non cadere vivo nelle mani dei miliziani dello Stato islamico.

Una cerimonia d’inaugurazione in grande stile, che si è svolta domenica scorsa ed ha attirato nel piccolo comune della Garfagnana anche l’ambasciatore della Federazione Russa ed alcuni esponenti delle forze armate russe ed italiane.

Si tratta di “un tributo di rispetto all’eroe russo che ha sacrificato la sua vita nella lotta al male universale per tutti noi che è l’Isis, immortalando la memoria del soldato in marmo”. Così commenta Mario Puglia, eclettico sindaco di Vagli e noto estimatore del numero uno del Cremlino Vladimir Puntin, che immaginò il parco delle statue – ispirato ai temi dell’onore e del disonore – per “riaffermare i due valori con una distinzione chiara”.

Ma a Vagli le sorprese non sono finite. Entro la fine dell’anno, per le migliaia di visitatori sarà possibile ammirare anche le fattezze di gesso del quarantacinquesimo presidente Usa Donald Trump. “Uno che - dice Puglia - ha mantenuto le sue promesse”.

Patty Ghera, Firenze Commentatore certificato Commentatore che ha donato a Rousseau 10.08.17 19:50| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Centrafrica, assalto a ospedale: sgozzati 50 cristiani fra donne e bambini.


Radio Vaticana non ha dato risalto alla notizia. Tg e giornali, tranne rare eccezioni, hanno ignorato l’eccidio. Eppure la strage dei cristiani in Centrafrica ha assunto proporzioni agghiacchianti. Il 9 agosto almeno cinquanta tra donne, uomini, bambini e anziani di religione cristiana sono stati sgozzati a Gambo, villaggio situato a 50 chilometri da Bangassou, in Centrafrica. A compiere la strage un gruppo di miliziani islamisti che si sono vendicati per l’incursione di combattenti non musulmani all’interno del loro territorio, conteso fra diverse fazioni. Tra le vittime ci sono anche 6 volontari della Croce Rossa. A dare notizia della strage, ha riportato Avvenire, è stato mons. Juan Josè Aguirre, vescovo di Bangassou.

Patty Ghera, Firenze Commentatore certificato Commentatore che ha donato a Rousseau 10.08.17 19:41| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

CANCELLERI: Abusivismo di necessita’ verra’ condonato.

MOLTO d’accordo.
I vari territori italiani, sono molto diversi tra loro. E sono molto d’accordo che chi gestisce le amministrazioni, abbia la capacita’ di comprendere le caratteristiche dei propri territori e dei propri concittadini.
NON ha alcun senso che damerini venuti da diverse citta’, desiderino imporre i loro punti di vista, artistici o filosofici...
La gente ha bisogno di VIVERE i propri territori e di mantenerli vivi.
Chi amministra deve potere avere capacita’ di scelte a favore della vivibilita’ e prosperita’ dei propri cittadini.
Certo, si tratta di usare un corretto BUONSENSO. Ma certamente, leggi di Roma, non possono sempre essere vicine ai territori e capire e valorizzare.
Molto Bene Cancelleri.

bron shine 10.08.17 19:31| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

non è abusivismo di necessità, ma necessità di abusivismo per mancanza di regole e laqualunquismo cronico politico.

Giovanni F. Commentatore certificato 10.08.17 19:24| 
 |
Rispondi al commento

u

nello g. gino 10.08.17 19:16| 
 |
Rispondi al commento

Scusate ma la funzione di cambio password, peralro facoltativa, NON STA nel link inviato via email: quello è il 'recupero password' per chi l'avesse smarrita. Per cambiarla basta andare nel proprio profilo di iscritto dopo aver fatto 'Login': lì ci sono tutti i dati (anagrafici, del documento acquisito, della mail e della password)... e c'è l'opzione 'cambio password'. Proprio a fine pagina.

nota tecnica 10.08.17 18:50| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

se non vogliono piu respirare porcherie ..hanno 1 sola possibilita' ..votare il mov ...senza ombra di dubbio ..vedremo ...

FABRIZIO P., PARMA Commentatore certificato Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2016 10.08.17 17:58| 
 |
Rispondi al commento

a licata stanno bene così, evidentemente godono quando i caporioni li bastonano sul groppone. sono abituati al feudatario che li comanda.

Giovanni F. Commentatore certificato 10.08.17 17:45| 
 |
Rispondi al commento

"La sete di libertà
Quando un popolo, divorato dalla sete della libertà, si trova ad avere a capo dei coppieri che gliene versano quanta ne vuole, fino ad ubriacarlo, accade allora che, se i governanti resistono alle richieste dei sempre più esigenti sudditi, sono dichiarati tiranni. E avviene pure che chi si dimostra disciplinato nei confronti dei superiori è definito un uomo senza carattere, servo; che il padre impaurito finisce per trattare il figlio come suo pari, e non è più rispettato, che il maestro non osa rimproverare gli scolari e costoro si fanno beffe di lui, che i giovani pretendano gli stessi diritti, le stesse considerazioni dei vecchi, e questi, per non parer troppo severi, danno ragione ai giovani. In questo clima di libertà, nel nome della medesima, non vi è più riguardo per nessuno. In mezzo a tale licenza nasce e si sviluppa una mala pianta: la tirannia."
Platone la chiamava tirannia, oggi si chiama corruzione.

Maria 10.08.17 17:26| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 4)
 |
Rispondi al commento

-BESTIE SENZA ALCUNA MORALE E ALCUNA DIGNITA'-
Queste sono le parole chiave...
Per quanto tempo l'italiano medio sosterra' questi personaggi?

gino g., padova Commentatore certificato Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2015 Commentatore che ha donato a Rousseau Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2017 10.08.17 17:21| 
 |
Rispondi al commento

https://youtu.be/FOY0JimkQYA

Messaggio del cittadino Morra ai siciliani.

Fabio T., Vicenza Commentatore certificato 10.08.17 17:11| 
 |
Rispondi al commento

-----------------PER TUTTI E PER NESSUNO---------------

Help !! Dopo il cambio della pw e mail, non mi fa più entrare su Rosseau.
Toto A., Milano Commentatore certificato 10.08.17 14:57


Eppure eri stato da me avvisato; pare che il detto "uomo avvisato mezzo salvato" non serva,

Ciao


Scusate... cos'è "l'abusivismo di necessità"??
Davvero siamo in grado di inventarci queste assurdità? Davvero vogliamo sostenere chi non è in grado di rispettare le regole?

MAX 10.08.17 16:42| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

*****
A Licata sindaco sfiduciato, vince l'abusivismo edilizio nonostante sentenza esecutiva. Questa è poca cosa se pensiamo che abbiamo il terzo governo di non eletti dal popolo, quindi se non proprio abusivo poco ci manca.
La parola abusivo è quasi sconosciuta nel resto dell'europa o perlomeno usata pochissimo mentre in italia è quella più usata.
*****

Pietro Z., Padova Commentatore certificato 10.08.17 16:21| 
 |
Rispondi al commento

Anche incendi di questo genere possono essere compatibili con il comportamento Italico, penso comunque che anche il semplice piromane spinto da interessi personali o da turbe mentali non è da sottovalutare, specie molto diffusa questa.
Ma lo Stato ha il dovere di esserci o no ? se un problema così grande e importante attanaglia il paese allora mi chiedo io ? chi deve investigare ? chi deve cercare tra i boschi queste brave persone ?
Forse le autorità preposte non hanno più stimoli, gli stipendi sono altissimi, le carriere più o meno assicurate e comunque, ogni tanto qualcuno viene beccato così l'opinione pubblica è contenta.
Questo è un paese dove non ci sono più eroi, perchè non serve essere eroi, neanche per fare carriera.

Robona 10.08.17 16:02| 
 |
Rispondi al commento

Non esiste paese in Europa che sia bistrattato in senso di sciagure provocate per mano dell'uomo, come l'Italia.

Lo si vede da tante cose, da quel che succede nella terra dei fuochi e non solo, dalla mentalità dei cittadini non abituati al rispetto dell'ambiente, dall'inquinamento dei nostri mari e dei fiumi, dall'aria che respiriamo carica di veleni di ogni tipo. I verdi, che nel resto d'Europa hanno un ruolo, da noi è come se non ci fossero.
Nonostante il nostro paese sia contrario al nucleare, è uno dei paesi più inquinati, cementificati e maltrattati. Eppure, per le bellezze naturali che ha, dovrebbe essere un paradiso!

Non per nulla l'Italia è chiamata la spazzatura d'Europa.

Ed è un paese di merda, governato e abitato da gente di merda. Aggiungo!

Patty Ghera, Firenze Commentatore certificato Commentatore che ha donato a Rousseau 10.08.17 15:30| 
 
  • Currently 4.7/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 3)
 |
Rispondi al commento
Discussione

La malavita lievita dove le pene non esistono per i ricchi criminali, ma solo per i poveri che rubano qualcosa per sfamarsi. Il nostro è il paese del “perdonismo” di chi compie grossi crimini. Un paese dove si governano gli interessi dei ricchi e si sgovernano quelli dei cittadini.
Dopo aver portato allo sfascio la nostra nazione, aver impoverito la classe lavoratrice, dimezzandogli lo stipendio per entrare in Europa. Dopo aver privato del lavoro, dei diritti, della sovranità politica ed economica il popolo italiano, cos’altro resta da fare a questo disgraziato paese, il “lus soli?”
Ma lo sanno cosa significa? “diritto del suolo” e lo decidono degli amministratori abusivi al posto dei legittimi proprietari? Si è mai chiesto questa banda di incapaci, se per davvero sia il “lus soli” la priorità del popolo italiano? Si rendono conto a quale rischio stanno mettendo chi li mantiene nel lusso? Non fa testo l’eterna guerra tra Israele e Palestina? E quella fra cossovari e serbi? Vogliono provocarne un’altra in Italia? Si rendono conto che ogni popolo è legato alla propria Terra, alle proprie tradizioni e non intende cambiarle per chi arriva in punta di piedi e appena piazzato diventa padrone? Questi sono fatti non chiacchiere!
Sono ridicoli persino nel disprezzare la nostra lingua. Poveracci, sono dei complessati mentali, malati di estero-mania e non si rendono conto che così facendo svergognano l’Italia. Nessuna nazione usa termini italiani e anche per questo hanno tutte le ragioni per sentirsi superiori e considerarci zero.

Maria Pia Caporuscio 10.08.17 15:26| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Help !! Dopo il cambio della pw e mail, non mi fa più entrare su Rosseau.

Toto A., Milano Commentatore certificato 10.08.17 14:57| 
 |
Rispondi al commento

caro Ignazio, se avessi descritto anche cosa significa "emergenza" allora il tuo scritto sarebbe stato un tantino più utile.

Roberto L. 10.08.17 14:24| 
 |
Rispondi al commento

http://m.ilgiornaledivicenza.it/territori/vicenza/sporco-e-rifiuti-lungo-le-spiagge-del-retrone-1.5887247

http://m.ilgazzettino.it/vicenza_bassano/articolo-2611257.html

Retrone pieno di rifiuti , centro storico dormitorio di sbandati.

Oneri e onori spettano ad Achille Variati, sindaco di Vicenza (pd).

Fabio T., Vicenza Commentatore certificato 10.08.17 14:23| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

"Hic sunt leones, nostri!"

https://www.youtube.com/watch?v=NvwQEOJYFIs

massimo m., Roma Commentatore certificato Commentatore che ha donato a Rousseau 10.08.17 14:22| 
 |
Rispondi al commento

UN PRETE CONTRO CORRENTE

Un prete controcorrente – a dire poco – che se ne infischia dei buonismi boldriniani e che dice che non gli importa se lo chiamano “razzista”. Ce l’ha a morte con l’invasione di migranti in atto e soprattutto con i migranti musulmani, dei quali offre un parellismo storico che farebbe inorridire la sinistra radical- chic: «Non riuscendo a conquistare l’ Europa con le armi, ci stanno mandando tanti barconi con pochi poveri e molti delinquenti». Perché in fondo «il loro modo di invadere il mondo con il loro credo è lo stesso usato dagli Achei assedianti Troia», leggiamo su Libero e su altri siti online che hanno ripreso le sue dichiarazioni.
Non è Salvini o un populista di quelli tanto deprecati, ma un prete della parrocchia del Sacro Cuore, a Taranto, di nome Giuseppe Larizza, sacerdote dal ’75 e da allora per tutti è don Gigi. Spero saltato alle cronache per la sua diatriba con il l’ ex sindaco Ippazio Stefano, perché don Gigi lo accusava di essere un anti-italiano, «Uno che sfratta ed è pronto a buttare sulla strada i tarantini pur di riverire e dare accoglienza agli stranieri».

Don Gigi sfata i falsi miti dell’accoglienza e per sua stessa esperienza stigmatizza il comportamente di tanti stranieri che vengono in Italia. «Migranti scontenti del trattamento ricevuto», «gente che non sa dire grazie. «Peccato» – leggiamo, dopo avere sentito uno di loro lamentarsi dell’ accoglienza in un’ intervista: «dovevano lasciarti in mare per divenire esca per i pesci».

Patty Ghera, Firenze Commentatore certificato Commentatore che ha donato a Rousseau 10.08.17 14:14| 
 |
Rispondi al commento

Gas Serra:
La Cina, produce il 28% del gas serra del pianeta.
Gli USA, ne producono il 16%.
Ora, provate a dividere il 28% per 1miliardo e 400 milioni di abitanti.
Poi, provate a dividere il 16% per 300milioni di abitanti;
Sorpresa: ogni americano, ne produce il triplo di ogni cinese.
Comunistacci.

antonnio d., carrara Commentatore certificato 10.08.17 14:10| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Il regalino di Napolitano alla Boldrini: spiaggia riservata a Castelporziano, con scorta di Corazzieri

Un anticipo di tintarella prima delle ferie agostane. Secondo quanto riportato dal Tempo, alla fine di maggio Laura Boldrini avrebbe goduto del sole e della spiaggia esclusive di Castelporziano, la risevatissima tenuta estiva appannaggio del Quirinale. Sarebbe stata confermata, scrive il quotidiano romano, la disposizione impartita a suo tempo dall'ex presidente della Repubblica Giorgio Napolitano, che assegnò una parte dell'arenile alla Presidenta della Camera.

La spiaggia quirinalizia sul litorale di Ostia, ovviamente, è off limits per i comuni mortali: possono accedervi solo il presidente, i suoi famigliari, figli e nipoti, il segretario generale del Colle, i dirigenti e i funzionari. In fondo, ben separati, gli abitanti di Castelporziano. Alla Boldrini è stata dedicata un'area ad hoc, con tanto di scorta di Corazzieri a cavallo in tenuta estiva. Il tutto, ovviamente, a spese dei contribuenti. Perlomeno, sottolinea il Tempo, il presidente del Senato Piero Grasso si è astenuto dal privilegio.

********

Il comunismo alla napolitano piacerebbe a molti...

Patty Ghera, Firenze Commentatore certificato Commentatore che ha donato a Rousseau 10.08.17 13:55| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Povera Italia.

Alessandro1 Piazza, domodossola Commentatore certificato 10.08.17 13:39| 
 |
Rispondi al commento

Quando l'ambiente non ce la farà più, quando la mano dell'uomo avrà distrutto quel che Dio ha creato, quando moriremo in massa a causa dell'inquinamento, allora, anche coloro che hanno provocato tutto questo, si accorgeranno che il valore del danaro sarà meno di zero.

Patty Ghera, Firenze Commentatore certificato Commentatore che ha donato a Rousseau 10.08.17 13:34| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

io propongo l'embargo per la sicilia devo vivere coi loro ed escusivamente con i loro redditi ed i prodotti niente piu soldi pubblici.. perche questa regione non è democratica ma mafiosa e corrompe sempre ed ovunque ha i suoi ambasciatori in italia e nel mondo.. e sappiamo come ci considerano i siciliani come tutti gli italiani ovvero mafiosi .I Cancellieri e company che in 5 anni non hanno fatto nulla pretendono ora di rivoltare la sicilia come un calzino ..Loro come qualunque politicante siculo gattopardescamente cambieranno tutto per non cambiare niente..

Pier luigi 10.08.17 13:22| 
 |
Rispondi al commento

bravissimi!!!

Paolo V 10.08.17 13:18| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Dobbiamo chiedere un risarcimento al blog Beppegrillo per il furto delle nostre password.

Gianfranco C., Fasano Commentatore certificato Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza 10.08.17 13:18| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Sperare che i politici risolvano il problema è come sperare di diventare più giovani mentre passa il tempo.
Nella politica abbiamo una masssa di imbecilli che metà basterebbe.
Se gli italiani non prendono, da soli, in mano la situazione fra 500 anni saremo allo stesso punto di partenza: parole, chiacchere inconcludenti, grandi aggettivi e fatti zero.

giorgio peruffo Commentatore certificato 10.08.17 13:08| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

La mafia , che è una montagna di m..da, si nutre di consenso: ce li ricordiamo i selfie col tizio sbarcato dall' elicottero nel piazzale della chiesa dove si doveva sposare, i fuochi d' artificio quando viene scarcerato il boss, gli inchini col santo per omaggiare il tal capofamiglia ecc..
La mafia riempie il vuoto dello stato offrendo uno sporco lavoro, garantendo un welfare e amministrando , a modo suo e cioè con regole criminali, il territorio.
In cambio, offre pacchetti di voti e fedeltà al politico di riferimento, chiunque esso sia, di qualsiasi colore sia portabandiera. La mafia non fa discriminazioni, appoggia chiunque . C ' è solo una forza politica temuta dalla mafia, o meglio dalle mafie, ed è il M5⭐: lo testimoniano le intercettazioni . Il moVimento viene definito inavvicinabile !

M5 ⭐ al governo o sarà la fine.

Fabio T., Vicenza Commentatore certificato 10.08.17 13:05| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

ahoo so d'accordo con te, ma le vere bestie sono nelle istituzioni dello Stato a partire dal Governo centrale arrivando già fino all'ultimo degli enti municipali.

Le vere bestie sono quelle che si vedono in tv in giacca e cravatta a ciarlare di ideologie e programmi ingannando milioni di cittadini da decenni, quelli che 30 anni e più sono seduti nelle due Camere a spese nostre per fotterci il futuro mentre si assicurano il loro delle loro famiglie e zoccole con lauti guadagni e protezioni vita natural durante, dicendo a reti unificate che c'è la crisi, i soldi non ci sono per le prime necessità dell'essere umano, ma i miliardi per le banche degli amici ci sono! Ci sono per le opere pubbliche inutili, MOSE, TAV e autostrada BR-BE-MI, ci sono per pagare alle multinazionali farmaceutiche decine di miliardi per 10 vaccini... a regà ma un vaccino per guarire quelli che votano PD FI LEGA esiste?

Clesippo Geganio, LT Commentatore certificato 10.08.17 12:32| 
 |
Rispondi al commento

finalmente si comincia a parlare di cacciare dalla società civile queste canaglie che amorbono il pianeta.E' da tempo che vado scrivendo della necessità di una legge dell'esilio.Una legge che preveda l'esilio per queste bestie a 21 miglia dalle coste italiane,una bestia in meno e un tumore guarito.

roberto c., desio Commentatore certificato 10.08.17 12:16| 
 |
Rispondi al commento

*****
Incendi boschivi, discariche alle fiamme, appalti e lavori avvolti nella nebbia, ricostruzione terremoti che durano decine di anni, ecc. cosa volete che ci sia dietro? Il malaffare italiano e finche si discute per anni cavillando su tutto e con un garantismo nei confronti dei malavitosi ormai insopportabile il futuro sarà sempre peggio. L'incendiario che viene trovato col cerino in mano prima di condannarlo bisogna garantirne i suoi diritti con processi che durano anni e che costano molti soldi dei contribuenti. I vigili del fuoco che incendiavano i boschi per procurarsi lavoro vanno sistemati subito senza andare alla ricerca dei cavilli legali che queste leggi ambigue pemettono. Ambigue perchè le leggi italiane sono fatte in modo da avere più di una interpretazione e questo è fatto ad arte. Un lavoratore che timbra e se ne va a fare le sue cose è subito licenziato, lo statale invece se la ride. In italia ormai c'è una Democrazia a livelli altissimi, ognuno fà quello che meglio crede, il malavitoso viene perdonato e giustificato mentre l'onesto che per una volta sbaglia è severamente punito e perseguitato. Questa Democrazia senza regole è anarchia vera e propria.
*****

Pietro Z., Padova Commentatore certificato 10.08.17 12:12| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

sono d'accordo che la mafia si elimina con una presa di coscienza che arriva dal basso, ma questa puo' arrivare solo se dall'alto (cioe' le istituzioni) tendono la mano al basso.

assurdo scaricare colpe e/o battaglie al "basso". si muova prima "l'alto" e il "basso" seguira' senz'altro.

carlo 10.08.17 11:57| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

E' pronto il primo DVD di Skinny il delfino con 15 episodi ( 9 in italiano e 6 in inglese ) al costo di euro 10,00 ( prezzi inferiori per quantità) compreso di spedizione. Ogni DVD è autografato a mano dall'autore e dallo staff con dedica personalizzata.
Comprandolo ci aiuti a continuare il nostro progetto di realizzare cartoni animati educativi per bambini.
Tutto il ricavato della vendita del DVD servirà per l'operazione
GLI AMICI DI SKINNY REGALANO SORRISI.
Saremo su molti ospedali pediatrici e dopo aver proiettato gli episodi di Skinny il delfino, 8 attori travestiti da personaggi della omonima serie intratterranno i piccoli pazienti con giochi e racconti

Grazie

http://criscuoloraffaele.blogspot.it/2017/08/compra-il-dvd-di-skinny-il-delfino.html

raffaele 10.08.17 11:51| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

“Solo attraverso una massima attenzione e pressione DAL BASSO si può rompere questo cerchio diabolico, una forza politica volenterosa come la nostra non è sufficiente.
Aiutateci ed aiutiamoci, come comunità, queste bestie vanno isolate e cacciate via dalla nostra società.”

Caro Portavoce Corrao, EFDD (Europe of Freedom and Direct Democracy) e M5S tutto,

concordo: il cerchio diabolico si può rompere solo “DAL BASSO”.
Infatti il Movimento 5 Stelle, un Movimento rivoluzionario senza vertici, capi nè padroni, è venuto al mondo proprio per riconsegnare la politica nelle mani dei cittadini, così che il sistema si trasformi da una rappresentanza vuota e fallimentare a una autentica Democrazia Diretta dove ognuno conta uno.

Aggiungerei solo che la Democrazia Diretta o si realizza - aiutandoci - con Strumenti e-democracy idonei a Testimoniare la Finalità statutaria del M5S e dunque a mandare a casa i Vertici (locali o internazionali) responsabili dello sfacelo, oppure a casa ci deve andare chi ha provato a fare la rivoluzione senza riuscirci. In mezzo non c’è niente, mettetevelo bene in testa.

Daniela Danieli 10.08.17 11:48| 
 |
Rispondi al commento

'A MONNEZZA AVVELENATA.

Carmine Schiavone, pentitosi per i veleni e non per il suo essere camorrista, rivelò i luoghi di sepoltura creando una vera e propria "mappa dei veleni".

Questa mappa dei veleni venne ben nascosta dagli organi istituzionali che ci misero sopra un bel "Segreto di Stato"!

Il Post di oggi avrebbe dovuto "ricordare" a tutti, chi fu a mettere quel segreto, chi non volle che fosse rivelato alla popolazione quello spargimento di morte!

http://www.ilfattoquotidiano.it/2014/01/16/rifiuti-tossici-schiavone-a-der-spiegel-napolitano-fece-secretare-i-miei-verbali/846862/

L'allora Ministro dell'Interno, Governo Prodi dal '96 al '98, era niente po po di meno che, il "Bi-Pres.della Repubblica Italiana Giorgio Napolitano, un campano che preferì secretare tutto, piuttosto che dire "alla sua gente" dove fosse seminata la morte.

Una bella medaglia, non c'è che dire, un uomo attaccato alla sua terra...quella dei fuochi!

Spero solo che abbiano ragione gli Indù, te potessi reincarnà mille e mille vite in quelli che hai fatto ammalà!

Arrivederci e grazie, graziella a grazie a st'infami del caxxo!

Nando da Roma.

Nando Meliconi (in arte "l'americano"), Roma Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza 10.08.17 11:37| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

DI MAIO: Vaccinerei miei figli, ma no vaccini obbligatori.

Dichiarazione sarebbe dovuta essere:

Per ognuno dei miei figli, studierei attentamente quale vaccino fare e se fare.
No obbligatorieta’.

bron shine 10.08.17 11:35| 
 |
Rispondi al commento

il "cancro" non va combattuto a macchia di leopardo. va debellato interamente. in questo modo anche i suoi effetti collaterali spariranno. inutile stupirsi se una montagna di merda puzza. ed e' inutile soffermarsi tanto sulla sua puzza. ci si possono scrivere sopra libri sulla puzza di una montagna di merda, ma la cosa giusta da fare e' eliminare la montagna di merda.

comunque, e' lapalissiano, anche i casi dove la mafia si mostra, vanno combattutti. ma la vera guerra si vince debellandola.

carlo 10.08.17 11:08| 
 |
Rispondi al commento

si sa che soprattutto in sicilia il potere mafioso impera.

e lancio una proposta:

quanto sarebbe utile una vera, profonda battaglia contro il potere mafioso?
provo a fare un elenco di vantaggi che ne deriverebbero alla sicilia e a tutta l'italia:

1) vantaggi economici dal punto di vista dell'interruzione dello sperpero di denaro pubblico che va solo a beneficio dei mafiosi.

2) vantaggi economici per l'interruzione della piccola-grande delinquenza tipo pizzo, "protezioni varie" etcetc.

3) vantaggio sociale e culturale, indubbio.

4) vantaggio imprenditoriale, con il merito che diventa il metro di giudizio e non le conoscenze e le corruttele varie. roba tipo "mi manda picone" e varie.

5) vantaggio turistico, indubbio.

6) attrazione di soldi e imprenditoria sana.

etcetcetcetc.

siccome non si sta parlando di quisquilie, ma di fatti (e vantaggi) importantissimi, basilari, e' ugualmente prioritario sconfiggere la mafia. senza se e senza ma. senza perdersi in "ma anche" o formulette tipo "la mafia non si puo' sconfiggere".

no, si puo' sconfiggere. basta il volere politico.

scatenarle addosso polizia e carabinieri. e, invece che usarli per cercare "comunisti" o nemici di chi detiene il potere in quel momento, anche i servizi segreti. con magistrasti ai quali non vengono tolti poteri aggiungendo bastoni tra le ruote, cioe' che possano fare il loro lavoro, sicuri che lo stato li appoggia.

e senza fermarsi se le inchieste arrivano a toccare vertici politici e/o economici importanti. andare a vedere dove finiscono i soldi, nella grande finanza, nell'appoggiare un'imprenditoria collusa. e nell'ingrassare un sistema socio-politico piduista e marcio.

solo in termini economici, quanti soldi si potrebbero tirare su da una battaglia cosi'? roba da risolvere il debito pubblico.

si puo' fare. sono esseri umani. non sono divinita'. ma ci vuole, oltre alla volonta' di farlo, gente capace, forte, chiaramente onesta, intelligente, coraggiosa e con grande senso dello stato

carlo 10.08.17 10:56| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

ma secondo voi il materiale di scarto derivante dalla produzione industriale dove finisce? In quelle discariche autorizzate a stoccare rifiuti diversi e speciali, a volte accade che in mancanza di certificazioni alcuni centri di raccolta e stoccaggio accettino anche altre sostanze o materie per le quali non sono autorizzate, innescando un meccanismo perverso, pagamento in nero per occultare rifiuti tossici, meno costi di smaltimento per chi produce rifiuti e scarti di lavorazione, fino a quando la discarica più o meno autorizzata satura di schifezze magicamente prende fuoco per cancellare le prove degli illeciti accumulati.

Clesippo Geganio, LT Commentatore certificato 10.08.17 10:51| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Non ne sono certissimo, ma credo che gli incendi servano spesso anche come giustificazione per la mancanza dei documenti prescritti. A qualsiasi ispezione/contestazione futura si può rispondere che i documenti sono andati persi nell'incendio "accidentale".
Considerando che una fotocopia costa pochi centesimi, cosa ostacola un provvedimento legislativo che imponga la conservazione della contabilità e dei documenti legali in almeno due diversi luoghi fisici? Magari in uno principale aggiornato quotidianamente e con l'altro, secondario, aggiornato almeno ogni settimana?
Naturalmente prevedendo fortissime sanzioni per chi non ottempera, addirittura considerando la mancanza di documentazione come prova di colpevolezza in caso di incendio.

epiro stoppini 10.08.17 10:48| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

un modo sicuro di far sparire prove e quant'altro di compromettente.

Clesippo Geganio, LT Commentatore certificato 10.08.17 10:32| 
 |
Rispondi al commento



Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all'atto della loro iscrizione sono limitati all' indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post. La mail di segnalazione dell'avvenuta pubblicazione di un nuovo post sarà impiegata anche per sottoporre agli utenti opportunità di consultazione e/o acquisto di materiali editoriali, fotografici e filmati realizzati dal MoVimento 5 Stelle, dalla Associazione Rousseau e non solo. Fra le finalità del trattamento dei dati conferiti dovranno intendersi comprese quelle della promozione di iniziative commerciali e pubblicitarie rispetto alle quali si avrà comunque, ed ogni volta, la possibilità di opporsi, chiedendo la cancellazione del proprio indirizzo di posta dall'elenco di quelli cui vengono indirizzati i predetti messaggi.
Per poter postare un commento invece, oltre all'email, à richiesto l'inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall'utente, l'indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l'invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l'aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell'utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell'utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o diffusione degli stessi, salvo quanto previsto di seguito, è, dunque, prevista. In ogni caso, l'utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all'art. 7 del D.Lgs. 196/2003. Per l'utilizzo dei cookies, si rinvia alla lettura della Cookie Policy. Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è l'Associazione Rousseau in persona del Presidente pro-tempore, con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121.




Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori