Il Blog delle Stelle
Infondere un'anima sociale alle politiche UE per l'energia

Infondere un'anima sociale alle politiche UE per l'energia

Author di MoVimento 5 Stelle
Dona
  • 10

di Dario Tamburrano, EFDD - M5S Europa

Manca una dimensione importantissima - quella sociale - alla proposta di regolamento per la governance dell'Unione dell'energia formulata dalla Commissione Europea nell'ambito del "pacchetto invernale sull'energia". Abbiamo provveduto ad inserire nel regolamento l'importantissima anima sociale - insieme a vari altri indispensabili aggiustamenti - attraverso gli emendamenti presentati in commissione ITRE (Industria, energia e ricerca).

Nell'UE, un regolamento è un atto legislativo direttamente applicabile in tutti gli Stati membri: non c'è bisogno di trasporlo (recepimento) nella legislazione nazionale, come invece avviene per le direttive. Il regolamento per la governance dell'Unione dell'energia servirà per attuare sia l'Accordo di Parigi sul clima (diminuire le emissioni di gas serra in modo tale che il riscaldamento globale non superi nel 2050 i 2 gradi centigradi, e si fermi possibilmente a 1,5 gradi), sia le strategie dell'Unione dell'Energia nel decennio 2021-2030. Stabilisce le procedure con le quali gli Stati UE dovranno mettere a punto i rispettivi "Piani integrati per l'energia e il clima" e li obbliga a fornire periodicamente una valutazione degli impatti delle misure vigenti sulle emissioni di gas serra.

Monitoraggi e piani devono riguardare, stabilisce la proposta di regolamento, tutte le dimensioni europee dell'energia che secondo la Commissione Europea sono cinque:
- sicurezza energetica;
- mercato dell'energia;
- efficienza energetica;
- decarbonizzazione;
- ricerca, innovazione e competitività".

Manca la dimensione sociale dell'energia, alla quale tuttavia fanno riferimento vari temi presenti in altre proposte legislative del "pacchetto invernale": comunità energetiche, ruolo dei prosumer, povertà energetica. È una lacuna gravissima, che tradisce l'impostazione mercantilistica dell'intera politica UE attuale. Se non verrà colmata, aumenterà il solco tra UE e cittadini, specialmente quando apparirà chiaro che molti dei temi sociali presenti in altre parti del "pacchetto invernale" sono destinati a scontrarsi con i limiti imposti dal mercato, al quale le politiche ora seguite dall'UE accordano sempre la precedenza. E' incredibile che la Commissione Europea non se ne sia accorta. A meno che non abbia volutamente non accorgersene.

Abbiamo pertanto provato a rimediare noi attraverso gli emendamenti presentati nella commissione parlamentare ITRE (Industria, energia e ricerca), nella quale la proposta di regolamento ha iniziato l'iter legislativo dal quale scaturirà la sua versione definitiva. E' associata nell'esame la commissione parlamentare ENVI (Ambiente, salute pubblica e sicurezza alimentare; i relatori del regolamento sono gli eurodeputati verdi Claude Turmes (ITRE) e Michèle Rivasi (ENVI). Il punto di partenza dei lavori parlamentari è la loro relazione sulla proposta di regolamento venuta dalla Commissione Europea. I nostri emendamenti, mescolati a quelli degli altri europarlamentari, sono distribuiti in quattro documenti (primo, secondo, terzo, quarto) per ora disponibili solo in inglese.

Per dotare l'Unione dell'energia di un'anima sociale, con un emendamento abbiamo chiesto di aggiungere un'altra dimensione - la sesta - a quelle cui andrà applicato il regolamento: si tratta dell'approccio sociale all'energia. Perché questa semplice riga diventi efficace e ben definita, un altro nostro emendamento chiede che gli Stati UE siano tenuti a fissare obiettivi nazionali vincolanti, da raggiungere entro il 2030, sui benefici sociali connessi all'energia. Questo obiettivi, recita ancora il nostro emendamento, dovranno riguardare:

a) la riduzione della povertà energetica;
b) l'aumento della produzione energetica da fonti rinnovabili attraverso le collettività dell'energia, gli autoconsumatori, e l'autoproduzione da imprese, municipalità, espresso in tep [tonnellate equivalenti di petrolio, ndr];
c) la diminuzione dei consumi energetici e delle emissioni di CO2 conseguente all'efficienza comportamentale;
d) la diminuzione degli impatti sanitari (compresi gli aspetti economici) legati alle minori emissioni di inquinanti in atmosfera ottenute grazie alla diffusione delle fonti rinnovabili e agli interventi di efficientamento energetico;
e) la diminuzione della quota di reddito procapite destinato agli usi energetici;
f) l'aumento della quota di reddito procapite derivato dall'autoproduzione energetica.

Ancora, sempre attraverso i nostri emendamenti, abbiamo chiesto che gli Stati debbano garantire il diritto dei cittadini all'energia indispensabile per una vita dignitosa e debbano limitare al massimo il rincaro dei prezzi dell'energia con particolare attenzione alle famiglie disagiate, evitando che eventuali incentivi di carattere fiscale o di altra natura per lo sviluppo dell'efficienza energetica e/o rinnovabili possano avere delle barriere d'accesso legate al reddito e/o a condizioni di svantaggio.

Altri punti toccati dai nostri emendamenti riguardano il rafforzamento di elementi chiave già toccati dai relatori, fra i quali:

- calcolare la quantità massima di gas serra che l'UE potrà emettere entro il 2050 per consentirci di vivere in un mondo nel quale l'aumento delle temperature non superi gli 1,5 °C;
- sfruttare il potenziale di tutti i soggetti coinvolti nella transizione verso le rinnovabili (città e regioni, cittadini, cooperative, investitori, imprese) per stimolare l'efficienza energetica e la diffusione delle energie rinnovabili, limitando la dipendenza UE dalle importazioni di energia, riducendone il rischio geopolitico collegato e generando benefici economici e sociali, tra i quali milioni di nuovi posti di lavoro;
- inserire anche nel regolamento gli obiettivi di efficienza energetica e di diffusione delle energie rinnovabili presenti nei nostri emendamenti alle direttive sull'efficienza energetica, sulla performance energetica nell'edilizia e sulle energie rinnovabili (un altro tema legislativo di cui ci stiamo occupando e di cui scriveremo presto su questo blog);
- eliminare tutti gli incentivi alle fonti fossili di energia.

Ma l'anima sociale dell'Unione dell'energia ci è particolarmente cara perché l'energia non può essere solo una questione di tecnologie e di mercato. Chiediamo dunque a chi ci legge di interessarsi, di condividere e di far circolare l'informazione. Anche se la Commissione Europea se n'è dimenticata, noi non ci dimentichiamo che il concetto originale di sviluppo sostenibile, descritto per la prima volta nel rapporto Brundtland ("Our Common Future") del 1987, comprende tre dimensioni: ambientale, economica e sociale.

I5S2017_460X230.png



scopriprogramma.jpg

Fai una donazione a Rousseau: http://bep.pe/SostieniRousseau e poi annuncialo su Twitter con l'hashtag #IoSostengoRousseau

bannerrousseau.jpg

25 Ago 2017, 17:16 | Scrivi | Commenti (10) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa

  • 10


Tags: ambiente, energia, europa, m5s

Commenti

 

a proposito di energia pulita mi piacerebbe che si parlasse di più in merito ai generatori eolici troposferici della KITEGEN (kitegen.com) ormai arrivati alla produzione industriale. Soluzione molto interessante (che raramente se ne parla) sviluppata dal Politecnico di Torino

Salvatore 29.08.17 16:01| 
 |
Rispondi al commento

Come si può ancora credere in politiche con animo sociale, quando la UE è un aggregato di Colonie Europee, fatto appositamente per realizzare la Globalizzazione tramite le guerre sotto copertura "Missioni di Pace e sottomettere la ex Grande potenza Russa"?
Comune di Rubano, Veneto, Padova (PD).
Purtroppo può sembrare una coincidenza, però la coincidenza sta solo nel nome del paese. I cattocomunisti e radical chic sono una realtà, i quali con l'aiuto di prelati/alti prelati e Vaticano hanno distrutto tutti i valori dei vari credo e le regole del creatore per poter vivere in armonia con il creato. Infatti sono riusciti con l'esempio a stravolgere tutti i veri valori e regole per poter vivere in armonia e felicità nel creato: "1) famiglia tra due uomini, o due donne; 2) fare elemosina e aiutare il prossimo solo davanti alle telecamere per averne un riscontro economico; 3) onorare le divinità politiche imposte; 4) dare con la mano destra per poter rubare legalmente con mano la sinistra; 5) Santificare con faraoniche cerimonie religiose pubbliche i personaggi che gestiscono gli affari degli appalti spartiti e beatificarli dopo la loro morte; 7) Predicare l'accoglienza usando minorenni come esca per promuovere il business dell'accoglienza dei clandestini; 8) proteggere la manodopera specializzata legalizzata zingara-rumena-albanese usata dai gestori del territorio per minacciare, rubare, uccidere per poi far passare il tutto come atti di cronaca nera e suicidi; 9) diffamare e sputtanare chi non la pensa come loro e non li sostiene. 10) Onorare il vero e unico Dio denaro per salvare i banchieri, Made in Italy prodotto in Cina, pensioni d'oro, vitalizi con tutti i privilegi per poter lasciare ai loro eredi il potere e le fortune accumulate durante la loro lussuosa vita nella Luxuria.

Agostino Nigretti, Burolo Commentatore certificato 27.08.17 10:06| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Posizione molto valida e proporrei che venga istituito un fondo di rotazione a bassisimo tasso d'interesse da erogare direttamente ai condomini e/o privati in alternativa dello sgravio fiscale. In tal modo tutti possono accedere, esegure i lavoi senza per questo avere prima tutto il capitale necessario per eseuire i lavori. Infine nell'energetico per lo stesso edfificio deve essere incompatibile , sempre , la figura del gestore dal venditore d'energia/distributore
saluti

maurizio calzoalri 27.08.17 09:28| 
 |
Rispondi al commento

ENERGIA..che bella parola...piu'bella se fa bisniss infatti i condomini hanno le luci ma sono sempre spente,abbiamo cambiato le lampadine due volte sempre per risparmiare,non accendiamo piu il forno,la lavastoviglie,il microonde,la lavatrice il meno possibile,eppure le bollette sono sempre piu' care,il gas lo paghi tre volte il costo questo non e'normale cari signori!!!!

sergio boscariol 27.08.17 00:45| 
 |
Rispondi al commento

E' vergognoso, dove sono i commenti dei grillini e dove sono le condivisioni. E poi si lamentano. Vergogniamoci tutti.

GIANCARLO O., SALSOMAGGIORE TERME (PR) Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2015 Commentatore che ha donato a Rousseau 26.08.17 16:50| 
 |
Rispondi al commento

Splendida iniziativa in linea con le nostre idee. Speriamo che possa essere inclusa nel Regolamento.

Adolfo Treggiari, Romai Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che ha donato a Rousseau Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2016 26.08.17 16:11| 
 |
Rispondi al commento

Forza, Dario!!

Per ora ci sono pochi commenti, come in altri splendidi Post...sono gli scampoli dell'estate, il fine agosto impera, ma noi continuiamo a condividerli tutti perché proprio ad agosto e nonostante sia agosto si stanno concentrando nel Blog una miriade di idee e proposte meravigliose.
Sarà che si sta avvicinando la nostra rimpatriata annuale,a Rimini e già ne sentiamo gli effetti positivi?

Comunque, caldo a parte, Non molliamo, ci stiamo giocando tutto da qui a sei-sette mesi.
Siamo uniti, Respiriamo insieme, Combattiamo uniti e non distraiamoci! Il nostro avversario è uno solo, questa ipocrita partitocrazia al Potere.

"Cospiriamo, non espatriamo" (Grande Beppe): tutti a Rimini!

massimo m., Roma Commentatore certificato Commentatore che ha donato a Rousseau 25.08.17 22:38| 
 |
Rispondi al commento

adesso in autunno aumenteranno il prezzo del gas al consumo delle abitazioni mi aspetto dal m5s casino, oltre al fatto che è nà pigliata per il culo,ma adesso basta, fate una campagna cacchio,ci stanno succhiando l'anima sti stronzi

anna quercia, piancogno Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2015 Commentatore che ha donato a Rousseau Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2016 25.08.17 22:13| 
 |
Rispondi al commento
Discussione



Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all'atto della loro iscrizione sono limitati all' indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post. La mail di segnalazione dell'avvenuta pubblicazione di un nuovo post sarà impiegata anche per sottoporre agli utenti opportunità di consultazione e/o acquisto di materiali editoriali, fotografici e filmati realizzati dal MoVimento 5 Stelle, dalla Associazione Rousseau e non solo. Fra le finalità del trattamento dei dati conferiti dovranno intendersi comprese quelle della promozione di iniziative commerciali e pubblicitarie rispetto alle quali si avrà comunque, ed ogni volta, la possibilità di opporsi, chiedendo la cancellazione del proprio indirizzo di posta dall'elenco di quelli cui vengono indirizzati i predetti messaggi.
Per poter postare un commento invece, oltre all'email, à richiesto l'inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall'utente, l'indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l'invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l'aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell'utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell'utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o diffusione degli stessi, salvo quanto previsto di seguito, è, dunque, prevista. In ogni caso, l'utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all'art. 7 del D.Lgs. 196/2003. Per l'utilizzo dei cookies, si rinvia alla lettura della Cookie Policy. Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è l'Associazione Rousseau in persona del Presidente pro-tempore, con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121.




Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori