Il Blog delle Stelle
Altri 5 anni di avvelenamento da glifosato

Altri 5 anni di avvelenamento da glifosato

Author di MoVimento 5 Stelle
Dona
  • 17

di MoVimento 5 Stelle Europa

Il glifosato non lo vuole più nessuno. I cittadini rifiutano di essere ancora avvelenati, tanto che sono riusciti a raccogliere oltre un milione di firme che presenteranno al Parlamento europeo nei prossimi mesi. Gli agricoltori sono pronti a sostenere un cambio in tempi rapidi. La Monsanto, travolta dallo scandalo dei "Monsanto Papers" con cui si sono falsificate alcune ricerche scientifiche, sceglie di non presentarsi al Parlamento europeo. E per questo ne viene interdetta fino a nuovo ordine. Strasburgo, invece, cosa decide di fare? Abbassa ancora una volta la testa dinanzi allo strapotere della multinazionale americana e concede l'ennesimo uso a 5 anni di questo pesticida probabilmente cancerogeno. Tristemente lo fa grazie ai voti di socialisti e popolari, nel dettaglio PD e Forza Italia. E a quelli della Lega Nord (con Matteo Salvini assente).

A seguito degli innumerevoli scandali che hanno travolto questo erbicida e chi lo produce, avevamo più che legittimamente chiesto di vietare con effetto immediato il glifosato nell'UE. Non si può scendere a compromessi con la salute dei cittadini, specialmente perché quella del Parlamento europeo non è nemmeno una decisione vincolante, in quanto Commissione europea e Consiglio, in questa folle Unione Europea, sono comunque liberi di fare quello che vogliono. È l'ennesima proroga votata per non decidere, per prendere tempo sulla pelle dei cittadini europei. Domani infatti toccherà direttamente ai comitati tecnici, in rappresentanza degli Stati membri, votare sulla proroga del glifosato. Se non ci sarà maggioranza qualificata, l'esecutivo europeo avrà come sempre capita (leggasi OGM) carta bianca per decidere in totale autonomia. E senza un parere forte del Parlamento, dai 3 anni discussi in origine si passerà non ai 5 votati, ma addirittura a sette o dieci anni; come era nella proposta originale.

Laddove serviva un segnale comunitario forte, questi politicanti di professione scelgono l'ennesimo, futile e sporco gioco di prestigio al ribasso. Altro che protezione della salute, dell'agricoltura e del made-in. Come detto, la plenaria ha votato per mantenere il pesticida più celebre e diffuso del mondo in commercio fino al 15 dicembre 2022. Sono ulteriori 5 anni d'infestazione, senza che esista una smentita credibile allo studio dello IARC che classifica il pesticida più celebre e diffuso al mondo come probabile cancerogeno per l'uomo. Altri 5 anni in cui il principio di precauzione verrà deliberatamente calpestato. Ma il fatto più sconcertante di questa ennesimo favore concesso al colosso statunitense - e appoggiato dai partiti italiani - è la totale noncuranza degli effetti che il glifosato produce anche in una meravigliosa terra come quella siciliana.

Le attività agricole sono infatti le vittime silenziose delle scelte che questi signori compiono a livello europeo. Questo erbicida, usato in pre-raccolta, consente a paesi come il Canada di esportare i loro prodotti a prezzi estremamente competitivi che distruggono il settore produttivo in paesi come l'Italia. Negli ultimi dieci anni più della metà delle aziende che producevano grano duro sono sparite nel Sud. In Sicilia, in Puglia, in Basilicata, Calabria e Campania. E con queste aziende è sparito il lavoro per tanta gente.

Con un fabbisogno nazionale di pasta che non è affatto diminuito, anzi è aumentato. Questo perché i grandi industriali della pasta, in assenza di una normativa che proteggesse le nostre produzioni locali, hanno cominciato ad approvvigionarsi di grano duro importato dall'estero con l'unico obiettivo di fare maggior profitto, fregandosene della salute dei cittadini.

Siamo schifati dinanzi a una così grande nullità politica e alla totale mancanza di dignità a livello umano. Le mosse della vecchia politica sulla legge elettorale, assieme alle manovre a livello europeo confermano che il sistema politico italiano è ancora totalmente marcio alle fondamenta. Starà solo ai cittadini italiani, che mantengono ancora pochi diritti, spezzare le catene che ci relegano alla serie B della storia. Noi possiamo continuare a lottare e a informarvi ogni giorno, ma solo voi avete il diritto di rivendicare la libertà. Potete iniziare a farlo dalla Sicilia, il 5 novembre, quando sarete chiamati a scegliere tra Giancarlo Cancelleri e i vecchi partiti che continua ad avvelenarvi.

Gli italiani che hanno votato contro il divieto totale all'uso del glifosato:
- ECR: Fitto; Sernagiotto.
- ENF (Lega): Bizzotto; Borghezio; Fontana; Zanni.
- PPE (Forza Italia): Cicu; Cirio; Comi; Dorfmann; Gardini; Martusciello; Matera; Patriciello; Pogliese; Salini.
- S&D (Partito Democratico): Benifei; Bettini; Bonafè; Bresso; Briano; Chinnici; Cozzolino; Danti; De Castro; De Monte; Gasbarra; Giuffrida; Grapini; Gualtieri; Kyenge; Mosca; Panzeri; Paolucci; Picierno; Pittella; Sassoli; Toia; Viotti; Zanonato; Zoffoli.

Hanno votato a favore del rinnovo a 5 anni:
- ENF (Lega): Bizzotto; Borghezio; Fontana; Zanni.
- PPE (Forza Italia): Cicu; Dorfmann; Patriciello. Astenuti: Mussolini; Pogliese.
- S&D (Partito Democratico): Benifei; Bettini; Bonafè; Bresso; Briano; Chinnici; Cozzolino; Danti; De Monte; Gasbarra; Gentile; Giuffrida; Gualtieri; Kyenge; Mosca; Panzeri; Paolucci; Pittella; Sassoli; Toia; Viotti; Zanonato; Zoffoli. Astenuti: De Castro.
- Verts/ALE: Affronte.



scopriprogramma.jpg

Fai una donazione a Rousseau: http://bep.pe/SostieniRousseau e poi annuncialo su Twitter con l'hashtag #IoSostengoRousseau

bannerrousseau.jpg

30 Ott 2017, 09:15 | Scrivi | Commenti (17) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa

  • 17


Tags: agricoltura, europa, glisofato, lega nord, m5s, partiti, veleno

Commenti

 

Ma...il glisolfato credo che a questo punto non sia presente solo nella pasta ma lo sarà anche in crackers,merendine ,birra....giusto?

Emma fabbri 04.11.17 17:34| 
 |
Rispondi al commento

Vedere REPORT di questa settimana e tutto viene dettagliatamente spiegato: pericolosità, distruzione prodotto italiano, vergogna etichette ecc. Ma FARINETTI ci è o ci fa? Ci ha sproloquiato sulle migliori qualità del grano americano, usato anche da EATALY e poi scopriamo che è pieno di residui di glifosato, assente invece nel prodotto italiano! Insomma si scrive EATALY ma si legge SPECULAZIONE GLOBALE sulla pelle degli esseri umani e non.

Mauro FERRANDO Commentatore certificato 01.11.17 19:56| 
 |
Rispondi al commento

SI VUOLE O NON SI VUOLE GOVERNARE ???

SCRIVETELO SUI MANIFESTI MURALI IN TUTTE LE CITTA’, IL BLOG È LETTO SEMPRE DALLE STESSE PERSONE NON HANNO BISOGNO DI QUESTE INFORMAZIONI GIA SI FIDANO DEL M5S !!!

SENZA INFORMAZIONE IN STRADA NON SI VA DA NESSUNA PARTE !!!
IL CONSENSO SI OTTIENE CON L'INFORMAZIONE !!!
CON IL CONSENSO SI GOVERNA !!!

DI QUESTO PASSO E CON QUESTI MEDOTI OCCORRONO 100 ANNI PER CAMBIARE LE COSE !!!

INVECE DI RESTITUIRE I SOLDI RESTITUITELI AI CITTADINI IN INFORMAZIONE !!!

Franco Della Rosa 01.11.17 07:51| 
 |
Rispondi al commento

Vedi che le multinazionali, in questo caso, sono tedesche, non americane.

marco 31.10.17 17:43| 
 |
Rispondi al commento

Cos’è il Glifosato

Il Glifosato è una sostanza attiva ampiamente utilizzata nei pesticidi. È stato sintetizzato per la prima volta nel 1950 da un chimico svizzero, ma fu commercializzato come diserbante per l’agricoltura solo negli anni settanta, dalla Monsanto.

Inizialmente era impiegato soprattutto prima della semina per liberare i campi dalle erbacce.

Da quando esistono le piante geneticamente modificate resistenti al glifosato, questo diserbante può essere usato anche dopo la semina.

Il glifosato è venduto in tutto il mondo soprattutto dalla Monsanto, che produce anche i semi delle piante modificate resistenti al pesticida.

Negli Stati Uniti il glifosato è stato autorizzato dall’Environmental protection agency, e in Europa dalla Commissione europea, che lo ha approvato una prima volta nel 2002.

A fine giugno la Commissione europea ha prorogato l’autorizzazione alla messa in commercio fino alla fine del 2017, prolungato per altri 5 anni, in attesa di un parere definitivo sui rischi per la salute dell’Agenzia chimica europea. Intanto ha proposto di limitarne l’uso.

CHE COSA ASPETTANO ALTRI MORTI

Shahab Shirakbari, TERNI Commentatore certificato 31.10.17 11:13| 
 |
Rispondi al commento

Carissimi,i problemi ambientali ascrivibili al genere umano sono parecchi,oltre a quest'ultimo in oggetto,sta emergendo localmente quello dei cd.perfluoroalchili.
Qvesti problemi dovrebbero essere affrontati globalmente nell'interesse di TUTTO il genere umano da un Sistema Scientifico planetario ad iniziare dal problema dei problemi di natura chimico-fisica:qvello della sanità dell'aria che,insieme all'alimentazione è indispensabile fattore biologico.
Qvindi da subito iniziare un processo di riconversione delle macchine ancora a combustibili liquidi a qvelli gassosi e,contemporaneamente favorire la elettrificazione dei veicoli leggeri attingendo l'energia da sistemi fotovoltaici.
QVesto,politica planetaria volendo,si può fare subito,son certo che TUTTI,scienziati per primi,apprezzerebbero aria più pulita e frizzante.
Molti saluti e cordialità dalla solatia ROMAgna.

enzo bargellini, Santarcangelo di Romagna Commentatore certificato 31.10.17 10:42| 
 |
Rispondi al commento

Vi ricordate Zanni Marco, il voltagabbana uscito dal m5s, con la scusa che Beppe aveva voluto cambiare gruppo senza che lui lo sapesse? Ebbene ha votato a favore del mantenimento del glifosato insieme alla Lega.
Io penso che a guadagnarci, da questa dipartita, sia stato il m5s: avere una persona così volubile, è solo un danno.

Veronica2 31.10.17 08:59| 
 |
Rispondi al commento

Questa è un'accozzaglia di delinquenti, che se ne frega della salute dei cittadini, che l'hanno votati.Sarà bene, ricordargli,in ogni occasione,che,loro il partito dell'inciucio,si è dimostrato,COME SEMPRE, molto più "attento" alle richieste delle lobby(multinazionali)che alla vita delle persone.Il grano italiano si matura con IL SOLE,quello che questi delinquenti "autorizzano"nasce,cresce e si miete,GRAZIE AL GLIFOSATO.Adesso spero che le aziende italiane "serie" vendano la loro pasta con la dicitura "0 GLIFOSATO" senza grano canadese o a stelle e strisce.Anche se la pagassimo di più,il GRANO ED IL SOLE ITALIANO ,al contrario ,di questi "cazzabumboli" dell'inciucio è tutta un'altra cosa.

Canzio R. Commentatore certificato Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2016 31.10.17 08:36| 
 |
Rispondi al commento

M5S create un ufficio legale con le palle !!! E´giusto fare comizi e proposte e casini nelle camere pero serve anche la punta di lancia degli avvocati per "tranquillizzare " i cani sguinzagliati dalla casta e per far sentire voci professionali a Strasburgo e laddove ci sia una possibilita´di inficiare le porcherie del PD e Bande Bassotti vari .

ALBERTO TONDA 31.10.17 05:06| 
 |
Rispondi al commento

Stasera Report ha evidenziato i danni alla salute che questo prodotto può fare secondo l'Istituto di Ricerca Romazzini che l'ha evidenziato al Governo ! Guardatevi cosa ha risposto il ministro Martina e capirete perchè è necessario votare sempre di più M5S !

seneca pericle 30.10.17 23:28| 
 |
Rispondi al commento

GENOCIDIO ROHINGYA IN BIRMANIA E IL SILENZIO DEL MONDO PER "ORO NERO".

Massicci depositi di petrolio che sono rimasti intatti a causa di decenni del boicottaggio occidentale del governo della giunta, sono ora disponibili per il miglior offerente. Le grandi compagnie petrolifere che sono tutte invitate.

Shell, ENI, Total, Chevron e altre stanno investendo grosse somme di denaro per sfruttare le risorse nazionali del paese, 1.2 milioni di rohingya cacciati e molti uccisi per quello c'è nel sottosuolo religione ed etnie sono come sempre solo scuse.

Imbarazzante il silenzio delle Nazione Unite e organizzazione umanitarie e ONG impegnati nel canale di sicilia!!!???....

LA CACCIA AL TESORO NASCOSTO DEL MAYANMAR CONTINUA....

Shahab Shirakbari, TERNI Commentatore certificato 30.10.17 10:19| 
 |
Rispondi al commento

per allacciarmi al commento piu' sotto di viviana vivarelli, aggiungo che mi sembra strano che il m5s non denunci certe situazioni, e quella della legge elettorale e' una di quelle, a chi puo' veramente fare qualcosa. la corte di strasburgo puo', in tempi accettabili, pronunciarsi.
per fare un esempio: la legge elettorale porcellum e' anticostituzionale, il m5s l'ha urlato dappertutto, ma poi il passo piu' importante, chiedere l'intervento della corte costituzionale non lo fa. cosi' come per tante altre leggi. il jobs act puo' essere visto in netto contrasto con l'articolo 18 della nostra costituzione, che e' ancora li', nessuno l'ha tolto o modificato con legge costituzionale, e le regole sul lavoro europee, basate sulla carta dei diritti dell'uomo. che non va bene viene detto nelle piazze e qui' dentro, ma appellarsi alle istituzioni che possono fare veramente qualcosa in favore della gente non si fa.

e' ora che il m5s si metta a fare.

senz'altro ha ragione il commentatore di questo blog (nando) che dice che sarebbe bene avere uno studio legale che lavora per e con il m5s.

carlo 30.10.17 09:56| 
 |
Rispondi al commento

IO avrei sognato,come elettore, due schede,una per la Camera l'altra per il Senato.
Ogni scheda con tanti spazi liberi dove mettere il candidato da mandare in parlamento e dall'altro lato della stessa scheda tanti spazi liberi dove inserire il Candidato che non avrei mai voluto.
Tutto questo in collegi uninominali per il numero dei collegi ottenuti da una divisione media dei cittadini secondo dell'ultimo censimento.
Prendere come media la regione più piccola dell'Italia:la Valle d'Osta.
Si potevano contare facilmente i voti...senza tante cazzate e si sarebbero contati i voti negativi dei candidati che l?italiano non voleva in Parlamento.
Non era molto difficile,ma le cose semplici non vanno bene perchè c'è troppa chiarezza,trasparenza e onestà.
Le cose complicate invece servono per nascondere gli inganni.
Altro che rosatellum,porcellum,e fregatellum!

oreste .., sp Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee 30.10.17 09:50| 
 |
Rispondi al commento

crepassero tutti questi bastardi! io non credo nell'aldila' ma spero ci sia per vederli tutti all'inferno.
se non c'e' nulla da fare, speriamo solo nei cinque stelle e nelle prossime politiche fatte dai cittadini per i cittadini ed il loro benessere.

rosanna scarpa 30.10.17 09:45| 
 |
Rispondi al commento

Ecco perché il M5S avrebbe dovuto essere deciso contro l'Euro e contro l'Europa. E' inutile stare in Europa e ogni giorno vedere che dobbiamo accettare queste cose. Io sono per uscire dall'Euro e dall'Unione Europea.

Lucas Fusaro, Rende (CS) Commentatore certificato 30.10.17 09:40| 
 |
Rispondi al commento

"Altri 5 anni di avvelenamento da glifosato"

speriamo non ci tocchino anche altri cinque anni di avvelenamento da larghe intese... certo le premesse non sono delle migliori..

pabblo 30.10.17 09:26| 
 |
Rispondi al commento

COME TI FREGO L'ELETTORE E CERCO DI BATTERE IL M5S A TAVOLINO- Viviana Vivarelli
In pratica hanno creato un sistema elettorale che premia solo le coalizioni e permette coalizioni variabili a seconda del territorio e dei risultati, e in cui l'elettore resta sempre e comunque fregato perché non saprà mai che fine farà il suo voto, voto che potrebbe anche finire al candidato che non desidera o al partito che non voterebbe mai. Renzi con questo lambiccoso sistema elettorale ha precisamente aperto il Pd ad ogni coalizione possibile, fosse pure con Berlusconi, precludendo il governo a chi coalizioni non ne fa, e cioè al M5S. Un sistema elettorale costruito artificiosamente non per la rappresentanza e nemmeno per la governabilità, ma solo in funzione anti M5S. Un sistema in cui una ciurmaglia si apre ad ogni sorta di soperchieria pur di garantire a se stessa la permanenza al potere.
Mi chiedo cosa si aspetta ad adire alla Corte di Strasburgo per denunciare un sistema orribile, il peggior inciucio possibile, che frammentarizza al massimo il panorama politico che ridicolizza il voto dell'elettore, che riesce ad essere costituzionale ma resta indecente, e che è stato costruito sei mesi prima delle elezioni. Inutile aspettarsi reazioni dalla Consulta, perché la furbizia dei dettagli può essere riuscita a confezionare un prodotto a prova di giudizio di costituzionalità e comunque, visti i tempi finora, lascerebbe libero di governare l'ennesimo governo illegittimo, ma potrebbe essere più veloce e decisiva una sentenza da Strasburgo.

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 30.10.17 09:03| 
 |
Rispondi al commento



Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all'atto della loro iscrizione sono limitati all' indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post. La mail di segnalazione dell'avvenuta pubblicazione di un nuovo post sarà impiegata anche per sottoporre agli utenti opportunità di consultazione e/o acquisto di materiali editoriali, fotografici e filmati realizzati dal MoVimento 5 Stelle, dalla Associazione Rousseau e non solo. Fra le finalità del trattamento dei dati conferiti dovranno intendersi comprese quelle della promozione di iniziative commerciali e pubblicitarie rispetto alle quali si avrà comunque, ed ogni volta, la possibilità di opporsi, chiedendo la cancellazione del proprio indirizzo di posta dall'elenco di quelli cui vengono indirizzati i predetti messaggi.
Per poter postare un commento invece, oltre all'email, à richiesto l'inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall'utente, l'indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l'invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l'aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell'utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell'utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o diffusione degli stessi, salvo quanto previsto di seguito, è, dunque, prevista. In ogni caso, l'utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all'art. 7 del D.Lgs. 196/2003. Per l'utilizzo dei cookies, si rinvia alla lettura della Cookie Policy. Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è l'Associazione Rousseau in persona del Presidente pro-tempore, con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121.




Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori