Il Blog delle Stelle
Il 5 novembre in Sicilia può cambiare il corso della Storia #SceglieteIlFuturo

Il 5 novembre in Sicilia può cambiare il corso della Storia #SceglieteIlFuturo

Author di MoVimento 5 Stelle
Dona
  • 66

di Ignazio Corrao & lo staff di comunicazione del MoVimento 5 Stelle Sicilia

Voglio pubblicare alcuni passaggi di una lettera che ho mandato a tutti gli attivisti siciliani un paio di giorni fa. Voglio che tutti ne conoscano il contenuto perché tutti devono capire il lavoro incredibile che in questi anni è stato fatto in Sicilia, così come nel resto d’Italia.

Anni di intenso lavoro e di meravigliose battaglie. Attivisti e portavoce eletti nei comuni, in Regione, al Parlamento e a Bruxelles non hanno mai smesso di combattere per liberare la Sicilia dalla sporcizia che i partiti hanno accumulato e che oggi tentano di nascondere.

Oggi più che mai abbiamo davvero bisogno della collaborazione di tutti i cittadini siciliani e italiani, perché non dobbiamo permettere che chi ci ha sempre umiliato e preso in giro, possa continuare a farlo ancora. Si tratta di cambiare per sempre il corso della storia. Si tratta di scrivere un nuovo capitolo della nostra storia. E di farlo insieme.

Ecco perché a partire da oggi, la Sicilia diventerà il quartier generale del MoVimento 5 Stelle fino al 5 novembre. Ogni giorno incontreremo i cittadini per raccontare loro i nostri programmi, le nostre battaglie, sostenere il nostro candidato Presidente e tutti i candidati consiglieri. Realizzeremo incontri di formazione su temi importanti come le opportunità dei fondi europei che non possono più essere sprecati. Banche e risparmiatori, trasporti e giustizia. Sanità e scuola. Ambiente e innovazione. Lavoro e cultura. Alimentazione e agricoltura. Pesca e immigrazione.

Verremo a bussare alle vostre porte. Saremo con voi tutti i giorni: dalla mattina alla sera. Vi chiediamo di uscire di casa, di venirci a trovare e riempire le piazze siciliane con l’onda gialla del cambiamento. Ai siciliani chiediamo di invadere la nostra terra perché abbiamo il diritto di riprenderci tutto quello che ci è stato sottratto, cominciando dalla libertà di voto!

Questa lettera è per tutti voi…

Sono passati appena 8 anni da quel 4 ottobre 2009 che sancì la nascita del MoVimento 5 Stelle e sono trascorsi quasi 5 anni da quel 28 ottobre 2012 che ha segnato il primo grande boom del MoVimento 5 Stelle, sembra passata una vita o sembra ieri, a seconda del rapporto che si ha con il tempo, eppure da quella data ad oggi il Movimento è passato dall’essere un fenomeno misterioso alla prima forza politica della nazione.

Per quelli che 5 anni fa c’erano e ricordano, quella campagna elettorale trainata da uno straordinario Beppe Grillo, che scaricava tutta la sua energia nelle strabordanti piazze siciliane.

Da quel 14,88% preso della nostra unica lista, che ci ha consentito di portare a sala d’Ercole ben 15 portavoce eletti, sono trascorsi quasi 5 anni. Sono stati 5 anni di studio, di battaglie, di opposizione, di attenzione al territorio e di una enorme voglia di cambiamento.

Adesso siamo arrivati al giro di boa, manca solamente un mese al 5 novembre, al giorno in cui la Sicilia dovrà scegliere se entrare a pieno titolo nel futuro, o restare ancorata ad un passato squallido, rappresentato dai nostri avversari, di cui poi non ci si dovrà lamentare.

Per i prossimi trenta giorni il nostro impegno dovrà essere totale, perché non ci sarà una seconda occasione, e se non saremo noi a salvare la Sicilia, nessuno lo farà al posto nostro. Dobbiamo quindi intensificare le attività sul territorio, i banchetti, le passeggiate nei mercati e nei centri storici, dobbiamo essere a contatto con la gente e parlare ad ogni singolo cittadino del programma del M5S, delle nostre differenze con gli altri, di cosa abbiamo fatto e proposto in questi anni in Regione. Dobbiamo raccontare il nostro programma.

Abbiamo 8 sindaci e decine e decine di portavoce tra comunali, regionali, nazionali ed europei che lavorano e collaborano a tutti i livelli.
Non è tempo per restare a casa o per aspettare la visita di un portavoce per incontrarsi in piazza, da oggi siamo tutti precettati, ogni cittadino libero diventa portavoce e protagonista e ogni giorno, ogni ora, ogni attimo, da qui al 5 novembre, sarà decisivo per vincere questa sfida.

Abbiamo anche aperto un conto per raccogliere le donazioni dei cittadini, vi preghiamo di farlo girare sui vostri canali e anche di contribuire personalmente alla raccolta.

Da venerdì 6 ottobre inizia il periodo di campagna elettorale ufficiale, per cui andranno seguite in modo tassativo delle disposizioni di legge, vi preghiamo di far conoscere ad ogni attivista e ad ogni gruppo ciò che in campagna elettorale si può fare e ciò che non si può fare. Ci distinguiamo dagli altri anche perché noi, a differenza loro, facciamo una campagna di gruppo e rispettiamo le regole.

La circolare della Prefettura fa riferimento alla legge nazionale in materia di propaganda elettorale. E’ una materia dai contorni non del tutto definiti, quindi tenete in conto la possibilità che ogni Comune ha di derogare alla circolare adottando, con un proprio regolamento, regole non del tutto in linea con quelle indicate dal Prefetto. Un esempio su tutti valga quello che accade a Palermo dove gli uffici comunali del SUAP non tengono conto del termine di 3 giorni per avanzare la richiesta utile all'assegnazione del sito ove svolgere i comizi elettorali. Pertanto, fermo restando quanto disposto dalla circolare, vi consiglio di fare sempre un passaggio presso gli uffici del vostro Comune per verificare se ci sono particolari deroghe a quanto riportato dalla circolare.

Vi allego il link che vi riporta al sito istituzionale della Prefettura ove troverete la circolare citata.

Stiamo tutti dando il massimo, e non finiremo mai di ringraziarvi per il vostro impegno, ma la battaglia è solo all’inizio, ricordiamoci che abbiamo tutti un grande sogno e un progetto comune per il quale abbiamo sacrificato del tempo sottraendolo ai nostri cari o ai nostri hobbies. ABBIAMO IL DOVERE di fare di tutto per cambiare la triste storia attuale della Sicilia e possiamo riuscirci solo attraverso una vittoria a queste elezioni, mettiamo quindi da parte eventuali richieste territoriali (voglio che venga tizio, caio o sempronio) diamoci da fare, parliamo con tutti i cittadini (il 50% non andrà a votare probabilmente, quello è il nostro target da convincere) e facciamo sistema tra noi.

Solo uniti potremo farcela, la storia è davanti a noi, alla nostra portata, dobbiamo solo decidere se prenderla o perderla!

Buon lavoro a tutti e non fermiamoci adesso, scegliete il futuro!

----------------

Ps: Il MoVimento 5 Stelle prende le distanze da tutti coloro mettano in atto endorsement, cordate o altri tipi di promozione tipici dei vecchi partiti. Questi metodi non ci appartengono. Pertanto, chi viene a conoscenza di azioni di questo tipo é invitato a segnalare  chi le compie affinché possano essere presi i provvedimenti opportuni nei confronti dei responsabili.
Si ricorda, inoltre, che l'utilizzo degli strumenti ufficiali di comunicazione nella disponibilità dei portavoce del MoVimento 5 Stelle per sponsorizzare i candidati si configura come "compimento di atti diretti ad alterare il regolare svolgimento delle procedure per la selezione dei candidati'', pertanto vietati dal regolamento e passibili di sanzione disciplinare.
Il collegio dei probiviri ha avviato un'istruttoria per accertare i fatti segnalati.



scopriprogramma.jpg

Fai una donazione a Rousseau: http://bep.pe/SostieniRousseau e poi annuncialo su Twitter con l'hashtag #IoSostengoRousseau

bannerrousseau.jpg

7 Ott 2017, 10:35 | Scrivi | Commenti (66) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa

  • 66


Tags: 5 novembre, cancelleri, scegliete il futuro, sicilia, storia

Commenti

 

Sulla scia della crisi economica del mondo oggi, noi
è un'organizzazione cristiana che mette a disposizione
aiuti per la realizzazione dei vostri progetti.
Per ulteriori dettagli; contatto
contattaci al nostro indirizzo e-mail: sebroussel0677@gmail.com
PS: Le persone responsabili e gravi possono contattarci.
grazie

sebastien roussel 13.10.17 15:36| 
 |
Rispondi al commento

Non ne posso +.Non ricordavo + la passwordd ed ho fatto tutto ciò che dicevate di fare... e l'ho fatto
Sono iscritta da 3 anni+-.
Provo l'ultima volta
Sono Laura Lauria,
indirizzo Email ellis29@fastwebnet.it
Per iscrivermi ho consegnato Carta di Identità
e Certificato penale
La nuova password è .....22 (otto lettere)

Laura Lauria 10.10.17 18:30| 
 |
Rispondi al commento

Ma possibile che non si ha nenche il tempo di commentare che il sistema ti caccia via. Basta mi sono scocciato auguri!!!!!!!

Salvatore D., Catania Commentatore certificato 08.10.17 08:56| 
 |
Rispondi al commento

MAFIA e politica mai e poi mai si faranno battere dai cinque stelle...come in Calabria....le MAFIE si sono legalizzate,fanno politica,fanno impresa!La Droga è un di più,chi si occupa della droga è la manovalanza armata che serve ai mafiosi veri del sistema mafio politico!diciamo che per il momento è quasi impossibile vincere in questi territori,domani forse....


A quale indirizzo dobbiamo rivolgere le segnalazioni per le violazioni del regolamento nelle candidature Lazio?
Grazie

Agata Iacono 08.10.17 02:58| 
 |
Rispondi al commento

Bravo Cancellieri,
Avanti con forza senza trionfalismi anticipati perchè contro la mafia è quasi impossibile vincere.

Attenti al massimo agli infiltrati capaci di ogni mezzo per adesso mettendosi nelle liste e per il dopo per far scoppiare lo scandalo.

Facci sapere come si provvede per mandare un aiuto economico. Grazie

G.Balzi Torino 7 ottobre 2017


Giovanni Balzi , Torino Commentatore certificato Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza 07.10.17 19:59| 
 |
Rispondi al commento

Ciao Blog.

Ogni tanto si legge qualche buona notizia:

http://www.affaritaliani.it/entertainment/ascolti-tv-auditel-nemo-precipita-al-3-formigli-al-4-agora-sotto-300mila-502952.html

:)

Noè SulVortice Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2015 Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2016 Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2017 07.10.17 17:49| 
 |
Rispondi al commento

Forza Sicilia !

elena guerini, bergamo Commentatore certificato Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza 07.10.17 16:40| 
 |
Rispondi al commento

fumus persecutionis mostruoso con retroscena di depistaggi e torture presunto da tutti quelli che hanno appena approfondito la questione Francia, Brasile, frati, giornalisti, scrittori, Massimo Fini..per dire uno che non è comunista, eccetera

da wikipedia, noto covo di estremisti specialmente
ai capitoli:


1.2.2 La difesa di Battisti

1.2.2.1 Le presunte contraddizioni del pentito

1.2.2.2 Presunto uso della tortura e irregolarità giuridiche

1.2.2.3 I test scientifici sulle armi

1.2.2.4 Il ruolo dei mass media

manlio mogolli 07.10.17 16:30| 
 |
Rispondi al commento

e della COERENZA che mi dite???


ArsenaleK ha deciso di solidarizzare con qualcosa e da oggi farà lo sciopero dei vaffanculo a staffetta. Ci asteniamo un paio di ore a testa

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 07.10.17 15:49| 
 |
Rispondi al commento

Dedicata al Pd
Arsenale K‏
Non abbiamo ancora la certezza matematica che facciamo cagare, ci manca ancora un quarto di punto.
(Ma ora col rosatellum lo raggiungiamo)

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 07.10.17 15:47| 
 |
Rispondi al commento

In pratica abbiamo uno dell'Isis in parlamento! L'Isis è già arrivato a Roma!


https://it.m.wikipedia.org/wiki/Khalid_Chaouki

Boris 07.10.17 15:33| 
 |
Rispondi al commento

..promuovere DIRITTI di ALTRI..
solo se COINCIDE con
CONVENIENZE PROPRIE

è questo il massimo ?

Eposmail. ,,, ; Commentatore certificato 07.10.17 15:27| 
 |
Rispondi al commento


Chaouki, figuraccia: l’icona dei diritti ai migranti non paga i contributi all’assistente


Diritti un tanto al chilo. Roba da non farsi vedere in giro per Chaouki. Ma come. È il paladino dei diritti ai musulmani, l’icona dell’accoglienza. Si batte per l’equiparazione dei diritti tra italiani e stranieri e il Pd lo manda nei talk-show per questo. Lui entra in rotta di collisione con tutti con il suo buonismo che cozza contra le più elementari ragioni di buon senso. Diritti? ma quali diritti? Per gli immigrati, certo, ma per la sua ssistente parlamentare no. Figuraccia del deputato Pd, Khalid Chaouki, che da cinque anni non versa un euro di contributi alla sua assistente parlamentare, totalizzando la cifra di 12.500 euro. I diritti per Chaouki vanno a corrente alternata. La doppia morale personificata. L’ipocrisia allo stato puro.

**********

Anche lui ha la evve moscia...

Patty Ghera, Firenze Commentatore certificato Commentatore che ha donato a Rousseau 07.10.17 15:15| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Volete vincere le prossime elezioni politiche? Dovete dimenticarlo!

http://www.secoloditalia.it/2017/10/il-pd-sta-preparando-il-trappolone-far-votare-subito-gli-immigrati-ecco-come/

Boris 07.10.17 15:13| 
 |
Rispondi al commento

L'internazionale rossa che protegge il terrorista

Da Lula a Lévy, da Carla Bruni fino a Vauro. Lunga la lista dei compagni dietro la latitanza

Dall'ultima spiaggia della Bolivia di Evo Morales, alleato dei cubani, alla Parigi della rive gauche fino all'Italia radical chic, Cesare Battisti ha sempre goduto di una rete di copertura a sinistra talvolta ai massimi livelli del potere.

Il latitante si stava dirigendo in Bolivia con due avvocati, non certo per pescare, come ha sostenuto. I compagni di viaggio Vanderlei Lima Silva e Paulo Neto Ferreira de Almeida sono pesci piccoli, ma vicini al Cut, la Central Única dos Trabalhadores, uno dei più potenti sindacati brasiliani. Il Cut è legato a filo doppio a Luis Inacio da Silva, Lula, oggi condannato per corruzione, ma che negli ultimi giorni di mandato presidenziale ha salvato Battisti dall'estradizione in Italia. Non solo: Lula è un «compagno» di vecchia data di Morales, il capo di stato boliviano amico dei cubani.

Battisti è specialista nel garantirsi una rete di protezione ad alto livello fin dai tempi della sua latitanza in Francia dopo l'evasione dal carcere di Frosinone. Grazie alla dottrina dell'allora presidente francese Mitterand, che concede asilo ai terroristi, non viene estradato. Ben presto il militante dei Proletari armati per il comunismo entra nelle grazie della rive gauche, la sinistra al caviale francese. Nel 1999 la blasonata casa editrice Gallimard gli pubblica il primo romanzo noir: Travestito da uomo. La lobby francese pro Battisti conta su intellettuali come Bernard-Henry Lévy che lo definisce «uno scrittore imprigionato» e Philippe Sollers, che lo idealizza come «ex rivoluzionario». La vera pasionaria della causa di Battisti è la scrittrice di gialli Fred Vargas, che lo sostiene anche finanziariamente.

***********

Non comprerò più un libro della Vargas. Mi spiace averceli tutti. Che brutta gente!

Patty Ghera, Firenze Commentatore certificato Commentatore che ha donato a Rousseau 07.10.17 15:08| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Tutto bello. Tutto ammirevole. Tutto meraviglioso, ma vogliamo aprire gli occhi? Amici deputati,ma cittadini, lo vedete che caxxo stanno combinando in parlamento??? LEGGE CONTRO I 5STELLE!!! Punto. Di cosa ci stiamo illudendo? E se anche vincessimo in Sicilia cosa cambierebbe? Amici siamo perduti....Una proposta, che ho già sentito da tanti iscritti: usiamo i rimborsi parlamentari provvisoriamente per acquistare una rete tv privata dove ascoltare la verita soprattutto a tutto l elettorato degli incerti che sono almeno il 50% degli elettori aventi diritto. È l ultima spiaggia credetemi. La stampa tradizionale è tutta contro, tutti venduti. TV PRIVATA.

flavio59 07.10.17 14:53| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Nei falsi sondaggi ci danno sostanzialmente alla pari con il PD . Su Facebook siamo al 50 per cento e il PD al 10- 12 . Stanno per censurare anche l'ultimo media di informazione : Facebook !

vincenzodigiorgio 07.10.17 14:17| 
 |
Rispondi al commento

.Cosa succede mettendo dei bidelli a capo di un governo, specie se trattasi di un ministro dell'istruzione (Fedeli).

http://www.ilgiornale.it/news/cronache/fedeli-assume-immigrati-i-bidelli-precari-sono-rivolta-1449690.html

Boris 07.10.17 14:12| 
 |
Rispondi al commento

@ NOTA PER MAX !!!

E se chiedessimo "all'Uomo da Marciapiede" di darci una mano ?????
Ciao

Toto A., Milano Commentatore certificato 07.10.17 14:04| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

MI ASSOCIO ALL'INIZIATIVA DI MAX E PATTY

"--NON E' LA COERENZA LA DOTE PIU' IMPORTANTE PER GOVERNARE, MA E' L'INTELLIGENZA--

SCRIVETELO SUI MANIFESTI MURALI IN TUTTE LE CITTA’, IL BLOG È LETTO SEMPRE DALLE STESSE PERSONE NON HANNO BISOGNO DI QUESTE INFORMAZIONI GIA SI FIDANO DEL M5S!

SENZA INFORMAZIONE IN STRADA NON SI VA DA NESSUNA PARTE!

IL CONSENSO SI OTTIENE CON L'INFORMAZIONE!
CON IL CONSENSO SI GOVERNA!

DI QUESTO PASSO E CON QUESTI MEDOTI OCCORRONO 100 ANNI PER CAMBIARE LE COSE!

INVECE DI RESTITUIRE I SOLDI RESTITUITELI AI CITTADINI IN INFORMAZIONE!
Max Stirner Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 06.10.17 13:01| "

SACROSANTA VERITA'

Toto A., Milano Commentatore certificato 07.10.17 14:01| 
 |
Rispondi al commento

Perché non facciamo una manifestazione per bloccare il Bordellum?

Rossana R. Commentatore certificato 07.10.17 13:45| 
 |
Rispondi al commento

Ecco perchè è doveroso cambiare:
A parole sarebbero tutti contrari. "Liste pulite", chiede il candidato governatore del centrodestra, Nello Musumeci. "Liste pulite", risponde l'aspirante presidente del centrosinistra, Fabrizio Micari. Il risultato, però, è un altro. Da destra a sinistra corrono per un posto all'Assemblea regionale siciliana candidati condannati per reati gravi come la corruzione elettorale e indagati di tutti i tipi: estorsione, abuso d'ufficio, falso. Poi ci sono i parenti degli ex impresentabili. Ecco i nomi sui quali vigilerà la commissione Antimafia
di Giuseppe Pipitone | 7 ottobre 2017
^^^^^^^
Antonello Rizza, capace di collezionare ben 22 capi d’imputazione in quattro processi: tentata concussione e concussione consumata, corruzione elettorale continuata, tentata violenza privata, associazione a delinquere, falso in atto pubblico, truffa, intralcio alla giustizia, tentata estorsione, turbata libertà di scelta del contraente.
^^^^^^^
È indagata solo per corruzione, invece, Marianna Caronia, candidata dagli azzurri nel collegio di Palermo: ex consigliera regionale, già candidata sindaco di Palermo, pochi mesi fa è finita coinvolta nell’inchiesta sugli appalti del trasporto marittimo.
^^^^^^
È tornato in Forza Italia di recente anche Giovanni Lo Sciuto, consigliere regionale di Castelvetrano, uno dei seguaci di Angelino Alfano che hanno lasciato Alternativa Popolare per sostenere Musumeci. Lo Sciuto non ha indagini in corso ma è finito più volte tra le polemiche per i suoi vecchi rapporti di conoscenza con Matteo Messina Denaro.
^^^^^^^^
Riccardo Pellegrino, consigliere comunale di Catania e fratello di Gaetano, imputato per mafia. “È considerato punto di riferimento del clan dei Carcagnusi“
^^^^^^^^
Giovan Battista Coltraro, ex sostenitore di Crocetta che a marzo è stato rinviato a giudizio per falso in atto pubblico. Secondo l’accusa nella sua veste di notaio avrebbe favorito l’acquisizione illecita di appezzamenti di terreno per ./.

oreste .., sp Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee 07.10.17 13:36| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

forza ragazzi....vi ho mandato un po di soldini che serviranno di sicuro....fate gia tanto....comunque vada vi sono grata....non lo dico per dire....comunque avrei dato anni di vita per fare l'esperienza che state facendo tutti voi del movimento....se cè una forma di invidia buona....ecco...io vi invidio...un abbraccio

silvana 07.10.17 13:29| 
 |
Rispondi al commento

Che martellamentum de cogliones..... è vero che lo spazio su questo blog è libero, tuttavia c'è davvero chi si approfitta della pazienza altrui..... E' da stamani mattina che persiste il trituramentum....

Patty Ghera, Firenze Commentatore certificato Commentatore che ha donato a Rousseau 07.10.17 13:25| 
 |
Rispondi al commento

"--NON E' LA COERENZA LA DOTE PIU' IMPORTANTE PER GOVERNARE, MA E' L'INTELLIGENZA--

SCRIVETELO SUI MANIFESTI MURALI IN TUTTE LE CITTA’, IL BLOG È LETTO SEMPRE DALLE STESSE PERSONE NON HANNO BISOGNO DI QUESTE INFORMAZIONI GIA SI FIDANO DEL M5S!

SENZA INFORMAZIONE IN STRADA NON SI VA DA NESSUNA PARTE!

IL CONSENSO SI OTTIENE CON L'INFORMAZIONE!
CON IL CONSENSO SI GOVERNA!

DI QUESTO PASSO E CON QUESTI MEDOTI OCCORRONO 100 ANNI PER CAMBIARE LE COSE!

INVECE DI RESTITUIRE I SOLDI RESTITUITELI AI CITTADINI IN INFORMAZIONE!
Max Stirner Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 06.10.17 13:01| "

Patty Ghera, Firenze Commentatore certificato Commentatore che ha donato a Rousseau 07.10.17 13:21| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

vedo che ce la state mettendo tutta e vi ringrazio. ora sta ai siciliani dimostrare se sono decisi a liberarsi dalla mafia. basterebbe votassero per la maggior parte i cinque stelle, ma non so se il messaggio e' arrivato a tutti. abbiamo troppa gente contro e le bugie sono tantissime e coprono la verita'. incrociamo le dita.

rosanna scarpa 07.10.17 13:09| 
 |
Rispondi al commento

La commissione delle banche non è ancora partita e il Presidente dell'Abi, scrive a Casini, colui che deve indagare sulle banche, che la BCE sta assumendo comportamenti dannosi verso le banche.
Ora giustamente, come fatto rilevare, se le banche hanno bisogno di aiuto, lo devono chiedere sì alla politica (Presidente del Consiglio, Della Repubblica, Senato, Camera ecc), ma non al presidente che deve indagare sul malaffare delle banche.
Le stanno provando tutte.
Mi sono fatta l'idea che non appena la legge di stabilità sarà perfezionata, Mattarella scioglierà le camere, così tutto si ferma.

Veronica2 07.10.17 12:56| 
 |
Rispondi al commento

Anche oggi i giornali spargono merda sul m5s... da torino alla sicilia.
Vuol dire che ,nonostante la legge elettorale,una porcata che è la vergogna dei nostri governanti, facciamo ancora paura.
Hanno forse il sentore che gli italiani si stanno svegliando.
Speriamo Italiani perchè questo è l'ultimo treno...poi non passerà più nessun mezzo e a piedi dovrete/dovremo andare.
Poveri i nostri vecchi,poveri i nostri giovani.

oreste .., sp Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee 07.10.17 12:27| 
 |
Rispondi al commento

Cancelleri è davvero una gran brava persona e il suo lavoro di opposizione nel consiglio regionale siciliano ha messo in luce tutte le schifezze perpetrate a danno dei siciliani dai soliti noti politicanti di mestiere. I siciliani non diano retta a quello che viene detto in tv e sui giornali su Roma. Io ci vivo a Roma e posso garantire che ho visto i primi positivi cambiamenti: le strade della città sono pulite e il decoro cittadino è rispettato. I turisti sono tornati in massa e anche se i trasporti, un tallone d'Achille lasciato in eredità dalle precedenti scellerate amministrazioni, lasciano ancora a desiderare, nonostante il deficit monstre, si sta iniziando di nuovo a investire e a sanarne i tanti problemi. Questo soprattutto senza che il
debito cresca e pesi sui cittadini romani e con gare d'appalto e di assegnazione dei lavori limpide e certificate anche dall'autorità anticorruzione, cosa mai avvenuta prima.
Ora, se i siciliani non coglieranno questa opportunità di cambiamento che potrebbe riportare la Sicilia ad essere una regione ricca e piena di vita quale in realtà è, allora
come dice Grillo scherzando "io in Sicilia non ci torno più a nuoto!" a significare che il M5S è la loro ultima speranza di riscatto, non si facciano ingannare un'altra volta da chi fa promesse di qualche beneficio e poi pensa solo ai propri interessi, pensino al futuro dei loro figli e nipoti e votino di conseguenza.

cristina cassetti 07.10.17 12:25| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Quello che state facendo e ammirevole, ogni giorno che manca al voto diventa importantissimo se non determinante. COMUNQUE VADA I SICILIANI SARANNO RESPONSABILI DEL LORO VOTO. HANNO SOLO DUE SCELTE, CAMBIARE PER SPERARE IN UN FUTURO MIGLIORE, OPPURE CONTINUARE AD ESSERE SUDDITI, SCHIAVI, RIMANERE CON LE PEZZE AL CULO. SE PREVARRA LA SECONDA VORRA DIRE CHE QUELLA REGIONE E IRRECUPERABILE CHE I SICILIANI SI MERITANO TUTTO IL DEGRADO CREATO IN TUTTI QUESTI ANNI. ABBIANO ALMENO LA DECENZA DOPO DI NON LAMENTARSI. CHI E VITTIMA DEL PROPRIO MALE PIANGA SE STESSO.

gianluigi f., pandino Commentatore certificato 07.10.17 12:13| 
 |
Rispondi al commento

Forza Cancelleri che la vittoria in Sicilia si avvicina. Tanti auguri.
G.Mazz.

gianpiero m., Bergamo Commentatore certificato Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza 07.10.17 12:01| 
 |
Rispondi al commento

Attenzione ai flussi di bestiame che negli ultimi giorni potrebbero intensificarsi, grazie a qualche comune compiacente, pagheranno la gita, il ristorante, il bus, e poi....si potranno verificare vagonate di richiedenti la residenza in vari comuni della regione Siciliana.
Naturalmente per poter accedere al voto.
Occorre decisamente prestare la massima attenzione.
Amici del MoVimento in Sicilia, ATTENZIONE!!!!

vittorio m., iglesias Commentatore certificato 07.10.17 11:50| 
 |
Rispondi al commento

In Sicilia esistono i "camaleonti" con la possibilità di cambiare colore a secondo del pericolo . Una grandissima fetta di popolazione non conosce cosa sia la politica, chi siamo i loro amministratori ,da dove vengono e chi sta dietro di loro. Qualcosa è cambiata nell'isola , i giovani si informano sul web e non sui giornali o media televisivi. Le vecchie generazioni continuano a essere manipolate ampiamente e foraggiate al momento opportuno a debito. Giovani siciliani adottate un anziano e ditegli :perché "pensi a te stesso" quando il tuo futuro è al termine e il mio non è ancora incominciato!

giovanni c. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2015 Commentatore che ha donato a Rousseau Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2016 Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2017 07.10.17 11:49| 
 |
Rispondi al commento

Forza Siciliani fate la Storia!
Un abbraccio a tutti i Siciliani!
Se andiamo al Governo lì, andiamo a governare l'Italia e inizia il Rinascimento...

Silvio ., Bolzano Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2015 Commentatore che ha donato a Rousseau Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2016 07.10.17 11:48| 
 |
Rispondi al commento

IL 5 NOVEMBRE IN SICILIA PUÒ CAMBIARE IL CORSO DELLA STORIA #SceglieteIlFuturo

La Sicilia ce l'ha la sua legge elettorale, capisco l'importanza delle regionali dell'isola, ma c'è da stare attenti e guardinghi su ciò che stanno facendo in Parlamento.

Ecco come la vedo io in un'interpretazione mattutina diciamo "ispirata"

ON THE CESS

Pe' fermà 'na porcata de legge elettorale,

non c'è da mette la firma su 'n giornale,

c'è da mette le tende di fronte ar Quirinale!

State a trattà co' li briganti

te li devi sfilà li guanti bianchi,

li devi cappottà sti banchi!

Lo capimo o no che semo stanchi?

Buon giorno popolo paziente

tante chiacchiere e non cambia gnente.

Nando on...

Nando Meliconi (in arte "l'americano"), roma Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza 07.10.17 11:29| 
 
  • Currently 4.3/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 7)
 |
Rispondi al commento
Discussione

2
”; ora ne sta discutendo l’assemblea legislativa regionale e poi si aprirà il negoziato con il governo.
Maroni e Zaia potevano fare altrettanto e andare a Roma per negoziare più autonomia, come dice l’articolo 116 della Costituzione. Invece hanno preferito indire un referendum che diventa un pezzo della campagna elettorale della Lega. Fatta a spese non del partito, ma dei cittadini.
Cittadini imbrogliati due volte. Maroni e Zaia non hanno spiegato che le loro Regioni potevano chiedere di più a Roma senza passare da un referendum che si dimostra oggettivamente inutile (o meglio: utile solo al partito che l’ha promosso). Ma spiegano invece che l’obiettivo che sarà raggiunto è quello di tenersi le tasse pagate in regione, invece “di darle a Roma”. E questo è proprio un imbroglio: la materia fiscale non può essere messa a referendum, tanto che la Corte costituzionale ha già bocciato nel 2015 il quesito referendario proposto dal Veneto che diceva: “Vuoi che la Regione mantenga almeno l’80 per cento dei tributi riscossi nel territorio regionale?”. Non si può.
Eppure, in questi giorni i sindaci leghisti lombardi stanno mandando a casa degli elettori (a spese nostre) una lettera “informativa” sul referendum del 22 ottobre in cui scrivono che l’obiettivo della consultazione “è di trattenere almeno la metà dei 56 miliardi in tasse che ogni anno versiamo al governo centrale di Roma”. È una falsa promessa che sanno bene di non poter mantenere. È un falso obiettivo che sanno bene di non poter raggiungere. In questo referendum truffa sono vere solo le spese: almeno 64 milioni di euro.


viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 07.10.17 10:59| 
 |
Rispondi al commento

a
Referendum per l’autonomia, ma Lombardia e Veneto non sono la Catalogna
Gianni Barbacetto

Il referendum per la secessione in Catalogna e le tensioni tra Barcellona e il governo centrale di Madrid hanno ringalluzzito i leghisti della (ex) Padania che stanno cercando di rilanciare il loro modesto “referendum per l’autonomia”. Il 22 ottobre, infatti, si voterà in Lombardia e in Veneto per una consultazione che finora ha suscitato da noi, qui al Nord, la stessa passione politica che suscita ai telespettatori il monoscopio della tv. Dopo le immagini drammatiche provenienti da Barcellona, però, i leghisti di casa nostra stanno tentando di dare una spruzzatina epica e “storica” anche al loro mesto referendum padano.
Per capire l’impossibilità di confrontare l’inesistente Padania con la Catalogna basterebbe constatare che la regione di Barcellona ha una sua lingua, una sua cultura, una sua storia. Ma per comprendere che il referendum (consultivo) di casa nostra è una truffa, pura propaganda elettorale per la Lega e per i “governatori” Roberto Maroni e Luca Zaia, è sufficiente capire il meccanismo referendario messo in moto dai due. Ben lontani dal chiedere la secessione alla catalana, le due consultazioni lombardo-venete hanno l’obiettivo di aprire una negoziazione con il governo per ottenere “ulteriori forme e condizioni particolari di autonomia”, secondo quanto previsto dall’articolo 116 della nostra Costituzione.
Ma l’articolo 116 non impone un referendum: ogni Regione può aprire quando vuole un procedimento per negoziare maggiori poteri. Lo ha già fatto l’Emilia Romagna: la giunta regionale ha adottato una risoluzione per chiedere più autonomia in materia di “tutela e sicurezza del lavoro, istruzione tecnica e professionale; internazionalizzazione delle imprese, ricerca scientifica e tecnologica, sostegno all’innovazione; territorio e rigenerazione urbana, ambiente e infrastrutture; tutela della salute”;

segue

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 07.10.17 10:58| 
 |
Rispondi al commento

4

Ma Pd e FI lo bocciano: segno che non vogliono vincere per governare coi propri alleati, ma scaricarli subito dopo il voto e mettersi insieme alle spalle degli elettori.
Firmiamo per fermarli.

http://www.qualcosadisinistra.info/la-parola-a/1399-petizione-ai-capigruppo-di-camera-e-senato-lasciateci-scegliere-i-parlamentari

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 07.10.17 10:45| 
 |
Rispondi al commento

3
Così i cacicchi e capibastone, forti nel loro territorio ma deboli o sconosciuti nel resto d’Italia (Mastella nel Beneventano, De Luca nel Salernitano, Crocetta in Sicilia ecc.) potranno fondare una miriade di liste civiche per portare acqua in cambio di posti sicuri con gli alleati.
Sbarramento con truffa.
Gli alfaniani di Ap hanno due grane.
1) Il 3% se lo scordano, ma i loro ministri e parlamentari sono affezionatissimi alla cadrega, dunque non si accontentano di portare voti agli alleati col trucchetto dell’1%.
2) Sono divisi fra gli alfaniani filo-Pd e i lupiani (da Maurizio Lupi, con rispetto parlando) filo-FI. Detto, fatto. Un emendamento consente di eleggere senatori anche alle liste che non arrivano al 3% nazionale, purché lo superino almeno in tre Regioni (secondo i sondaggi l’Ap, con le sue clientele, è sopra il 3% in Sicilia, Calabria e Puglia). Così gli alfaniani potrebbero correre da soli e tornare in Parlamento con una pattuglia di senatori che poi si danno al miglior offerente: Renzi, B. o meglio Renzusconi.
Coalizioni finte.
Nel proporzionale i partiti corrono da soli.
Nell’uninominale invece si coalizzano (volendo e potendo), ma per finta.
Il Pd fa un Ulivetto bonsai con Pisapia e altri àscari;
FI va con Lega, FdI, Rivoluzione Italiana (la bad company di B.) e un centrino (Fitto, Costa, Parisi, Verdini, Quagliariello…).
Ma già sanno che non avranno il 50% per governare, quindi le alleanze serviranno solo per sbaragliare nell’uninominale i partiti solitari (M5S e Mdp), anche se valgono più di loro (M5S). Poi, la sera delle elezioni, Renzi e B. saluteranno i rispettivi alleati allergici all’inciucio (Salvini, Meloni e forse Pisapia, ma non è detto) e tenteranno di abbracciarsi in un bel governissimo.
La prova? FdI presenta un emendamento per dare il premio di maggioranza a chi raggiunge il 40%.

segue

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 07.10.17 10:44| 
 |
Rispondi al commento

2
I supernominati.
Il primo Merdellum prevedeva 75-77 circoscrizioni proporzionali (8-9 eletti in media per ciascuna: totale 600, cioè 2/3 del Parlamento) e tanti collegi uninominali quanti sono i seggi assegnati con quel sistema (330, 1/3). Ma il Quartetto Casta s’è fatto due conti e ha scoperto che le circoscrizioni sono troppo piccole e numerose per garantire l’elezione ai candidati nei listini. Ecco dunque un emendamento per allargarle riducendone il numero: così più nominati avranno la poltrona assicurata.
I supermeganominati.
Due problemi.
1) I partiti, a parte il capo supremo, hanno poche facce spendibili sul territorio.
2) I vecchi politici sono così sputtanati che rischiano di non essere eletti nemmeno se si fanno nominare in un listino bloccato. Soluzione prêt-à-porter: ogni candidato può correre in un collegio e in 5 circoscrizioni. Poi, se viene eletto in più posti, deve optare per il collegio uninominale; e, se è stato trombato in quello ma eletto in più circoscrizioni proporzionali, passa in quella dove la sua lista ha avuto più voti (nelle altre scatta il primo dei non eletti). Così è ancor più facile far passare chi vuole il capo, all’insaputa degli elettori.
Voto forzato.
Nei sistemi misti proporzional-maggioritari, tipo il tedesco a cui finge di ispirarsi il Rosatellum, c’è il voto disgiunto: voto il candidato che preferisco nel maggioritario e, nel proporzionale, posso scegliere un’altra lista che mi soddisfa di più. Col Rosatellum no: se voto un candidato uninominale, devo scegliere una delle liste che lo sostengono, e non altre.
Sbarramento col trucco.
Per evitare la dispersione dei partitini, c’è lo sbarramento del 3%: chi non lo raggiunge sta fuori dal Parlamento e i suoi voti se li dividono quelli che ci entrano. Ma Renzi e B. vogliono inventare liste civetta per fare massa nei collegi. Ed ecco il trucco: le liste coalizzate nei collegi che superano l’1% possono regalare i loro voti agli alleati, anziché disperderli.

segue

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 07.10.17 10:43| 
 |
Rispondi al commento

1
Il Merdellum bis di Marco Travaglio

Approfittando dello sfinimento generale, il Merdellum pudicamente ribattezzato Rosatellum-bis avanza a passo di carica in commissione Affari costituzionali della Camera.
Tg e giornaloni tengono fermi gli elettori, distraendoli col solito teatrino dei pupi (Pisapia attacca D’Alema, Vendola attacca Pisapia, Salvini attacca il telefono a Berlusconi, la Meloni attacca il telefono a Salvini, Delrio si attacca al tram sullo Ius soli e fa lo sciopero della fame contro il suo stesso governo, la Boldrini si attacca alla dieta Delrio, cose così).
Intanto, nell’indifferenza-ignoranza dei più, il Quartetto Casta – Renzi, B., Salvini e Alfano – ci scippa ogni giorno un pezzo di sovranità. Per fermarli, il Fatto ha raccolto oltre 60 mila firme in cinque giorni all’appello dei costituzionalisti. Vi chiediamo di passare parola sui social: se qualcuno vi chiede perché, spiegategli come funziona.
2 nominati su 3.
Per 10 anni abbiamo avuto una legge elettorale che faceva nominare i parlamentari dai capi-partito su liste bloccate anziché farli eleggere dai cittadini con la preferenza (proporzionale) o nei collegi (uninominale). Siccome per la Consulta il Porcellum era incostituzionale, il Quartetto Casta ne ha escogitato un altro che prevede due terzi di nominati e un terzo di eletti. Due parlamentari su tre usciranno da circoscrizioni proporzionali, dove ogni partito presenta un listino bloccato da 2 a 4 candidati, scelti dai capi e dunque nominati perché non c’è preferenza e conta l’ordine di apparizione in lista. Uno su tre invece è scelto col maggioritario in collegi uninominali dove vince chi arriva primo, dunque conviene coalizzarsi col maggior numero di liste (vere o “civetta”) per raccattare almeno un voto più degli altri.

segue

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 07.10.17 10:42| 
 |
Rispondi al commento

ot ...naturalmente...

primus: un saluto a er fruttarolo... chi può e sa faccia pervenire al suddetto i miei saluti...sperando graditi...

secundus:l'arroganza degli eletti (non tutti in verità... ndp) dal popolo in qualsivoglia consesso, essendo ormai arrivata ad un punto insopportabile, andrebbe punita con la pubblica gogna... diciamo una settimana esposti al ludibrio generale in pubblica piazza... e la legge che regola il tutto andrebbe inserita in costituzione rendendola immodificabile fornendole uno scudo dall'art.138... :)ps gli "altri"... i piddini?... sono come la nazional di calcio giocano male e non meriterebbero di andare al turno successivo, ma...hanno/avranno il "regolamento" che li favorisce...

comunque #islandaworldschampion :)

pabblo 07.10.17 10:38| 
 |
Rispondi al commento
Discussione



Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori