Il Blog delle Stelle
Il disastro siciliano di Garanzia Giovani spaventa anche la Corte dei Conti europea

Il disastro siciliano di Garanzia Giovani spaventa anche la Corte dei Conti europea

Author di MoVimento 5 Stelle
Dona
  • 11

di Marco Valli, EFDD - M5S Europa

Nel mio Paese la disoccupazione giovanile, stando agli ultimi dati, arriva al 37%. In Sicilia, una regione che abbiamo visitato per controllare i fondi di garanzia giovani, si arriva a un vergognoso 57%. Capite come siano dati impressionanti. E la cosa peggiore, che ha spaventato anche la Corte dei Conti Europea, è che la politica in questa regione non è stata in grado di mettere insieme un sistema di pagamenti efficiente.

I giovani sono andati molto spesso a lavorare e hanno ricevuto i pagamenti dopo mesi.
Questa è una vergogna che si può ribaltare superando i vecchi partiti. E bisogna anche invertire le politiche d'austerità: se non aiutiamo anche le imprese a creare domanda e posti di lavoro duraturi non riusciremo mai a uscire da questo circolo vizioso della crisi.

Quindi da una parte liberiamoci dai partiti e dall'altra liberiamoci dall'austerità. A livello nazionale, invece, quanti giovani hanno trovato il posto di lavoro o hanno fatto uno stage grazie a garanzia giovani? Appena il 3% di quelli iscritti al programma. I dati sono un flop totale. Su 2.2 milioni di giovani italiani che non studiano e che non lavorano solo 410 mila si sono iscritti al piano "Garanzia Giovani".

Di questi appena 160 mila sono stati poi contattati per un primo colloquio. Da qui al mondo del lavoro il passo è ancora più lungo. Appena 12.273 hanno effettivamente ricevuto un'offerta di lavoro, di stage o di formazione. Il 3%, appunto. Poiché l'Europa ha investito 1,5 miliardi per questo progetto, possiamo calcolare che ogni posto di lavoro o stage è costato oltre 12 milioni di Euro. Soldi pubblici investiti malissimo. I soldi di Garanzia Giovani sono dei giovani, non di qualche coop in combutta con i politici.



scopriprogramma.jpg

Fai una donazione a Rousseau: http://bep.pe/SostieniRousseau e poi annuncialo su Twitter con l'hashtag #IoSostengoRousseau

bannerrousseau.jpg

25 Ott 2017, 09:20 | Scrivi | Commenti (11) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa

  • 11


Tags: disoccupazione, europa, garanzia giovani, giovani, lavoro, marco valli, sicilia

Commenti

 

Mica è solo in Sicilia, pure nel Lazio pagano anche dopo 1-2 anni, lo fanno apposta per far scappare i giovani e sostituirli con i negroni.
Per fortuna il PD è finito, tutti in cella con Kabobo.

mario genovesi 27.10.17 17:41| 
 |
Rispondi al commento

SI VUOLE O NON SI VUOLE GOVERNARE ???

SCRIVETELO SUI MANIFESTI MURALI IN TUTTE LE CITTA’, IL BLOG È LETTO SEMPRE DALLE STESSE PERSONE NON HANNO BISOGNO DI QUESTE INFORMAZIONI GIA SI FIDANO DEL M5S !!!

SENZA INFORMAZIONE IN STRADA NON SI VA DA NESSUNA PARTE !!!
IL CONSENSO SI OTTIENE CON L'INFORMAZIONE !!!
CON IL CONSENSO SI GOVERNA !!!

DI QUESTO PASSO E CON QUESTI MEDOTI OCCORRONO 100 ANNI PER CAMBIARE LE COSE !!!

INVECE DI RESTITUIRE I SOLDI RESTITUITELI AI CITTADINI IN INFORMAZIONE !!!

Franco Della Rosa 27.10.17 08:17| 
 |
Rispondi al commento

Cos'è la politica per un giovane d'oggi? Per alcuni è una scorciatoia economica ,per altri la possibilità di scaricare le proprie frustrazioni o per passione incontenibile.
Tutto ciò ,rappresenta quel mondo giovanile a cui, "noi anziani", non assicuriamo sufficiente e dovuto spazio.
Tra i piedi ,resistono ancora politicanti (destra/sinistra/centro/ecc. )da quando la Tv in Italia era ancora in bianco e nero .E' disgustoso sentirli ,alla bisogna, in alterne litanie scopiazzate da giornali, tv e non ultimo dal mondo web. E' sempre : per me il problema è un'altro ,contorcendosi in sistemici atti di"copia e incolla " con un occhio ai sondaggi e con l'altro "furbetto" in attesa del momento opportuno per sviare discorsi o per credersi gli originali ,ahimè!
E' mortificante vederli giornalmente ,ardimentosi, farsi finte guerre ,smentendosi ripetutamente su qualsiasi questione , ostacolando il SANTO DIRITTO dei ns. giovani a scegliersi e progettare il proprio futuro di Paese.
Non vedo che varchi stretti se non l'aspettativa che arrivi quel "giudizio universale"che li vedrà, e ci vedrà, distesi immobili in lussureggianti "contenitori d'abete"(d'obbligo la grattatina...)
Ecco nascere l'intuizione di limitare i tempi da dedicarsi alla politica ,come quel passaggio naturale tra staffette, e non quella di districarsi ,scambiandosi le giacchette (vedi i famosi voltagabbana) pur di assicurarsi la conservazione economica e gli interessi di terzi.....
Mi fermo ...e Vi auguro una buona giornata. Giovanni.

giovanni c. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2015 Commentatore che ha donato a Rousseau Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2016 Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2017 26.10.17 18:44| 
 |
Rispondi al commento

4000 suicidi l' anno, morire di crisi e cartelle esattoriali.

Non è più tollerabile che si tolgano la vita le vittime di questa situazione scelerata. Non è
tollerabile in alcun caso, è evidente, ma si rende assolutamente necessaria una presa di coscienza a tutti i livelli della nostra società. Non si può far finta di chiudere sempre gli occhi. Parliamo di 4000 persone l'anno !! Il governo, i partiti, i sindacati, le istituzioni devono tutti fare qualcosa per rimediare questa strage silenziosa. "L’infinita crisi economica continua ad avere effetti devastanti sulla società. Contribuisce ad aumentare la disuguaglianza sociale ed è causa determinante di devastanti tragedie individuali. Sono circa 4.000 le persone (in prevalenza uomini adulti) che ogni anno in Italia decidono (e riescono) a togliersi la vita attraverso i metodi più disparati. Una strage troppo spesso silenziata che nel 2016 ha registrato una nuova acelerazione.

La rovina economica, la perdita del lavoro, i problemi familiari, lo stress provato per una condizione ingiusta, sono le principali cause di una tragedia senza fine..." [IMO]

http://www.ilgiornaleditalia.org/news/economia/882962/Morire-di-crisi--.html

Francesco C. Commentatore certificato 26.10.17 03:42| 
 |
Rispondi al commento

Una porcata peggio di questa, non potevano farla se si vergognasse almeno un pochettino, ma com’è noto, hanno smesso di vergognarsi!
I professionisti del disastro italiano non possono mancare al peggio di se stessi.
24/10/2017
I dati ti dimostrano che la Sicilia non è mai stata governata seriamente.
Tutti i vecchi della ( spartitocrazia!) Hanno da sempre saccheggiato il popolo Siciliano!
Il 57% dei giovani, disoccupato, possono sperare che la vecchia accozzaglia si preoccupi di loro?
In Sicilia, non solo hanno sempre votato incapaci! Ma analfabeti politicamente!
E questi si permettono di dare dell'incapace a chi si ribella?
Mandateli via a calci in culo!!!
Prima possibile.

umberto argento 25.10.17 18:58| 
 |
Rispondi al commento

In Sicilia esistono i "camaleonti" con la possibilità di cambiare colore a secondo del pericolo . Una grandissima fetta di popolazione non conosce cosa sia la politica, chi siamo i loro amministratori ,da dove vengono e chi sta dietro di loro. Qualcosa è cambiata nell'isola , i giovani si informano sul web e non sui giornali o media televisivi. Le vecchie generazioni continuano a essere manipolate ampiamente e foraggiate al momento opportuno a debito. Giovani siciliani adottate un anziano e ditegli :perché "pensi a te stesso" quando il tuo futuro è al termine e il mio non è ancora incominciato!

giovanni c. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2015 Commentatore che ha donato a Rousseau Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2016 Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2017 25.10.17 18:48| 
 |
Rispondi al commento

Il conto del costo unitario é sbagliato.
12 milioni é semplicemente assurdo, rendetevi conto ci cosa scrivete.
Sono 120mila Euro a testa, che comunque e' una cifra allucinante.
Ciascuno di loro poteva aprire una ricca impresa da zero con quella cifra, invece di fare uno stage.

Michele B., Campodarsego Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2015 Commentatore che ha donato a Rousseau Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2016 25.10.17 13:14| 
 |
Rispondi al commento

Giovani d'oggi : nuova stangata fiscale per gli italiani? No, nuova ondata di suicidi.

Se passa l' emendamento inserito dal governo nella nuova legge di bilancio in Italia ci sara' una nuova ondata di suicidi. Poiche' il governo sembra non essere edotto delle conseguenze delle leggi che vengono promulgate proveremo a ricordare quanto si e' verificato in precedenza:

http://www.ilgiornaleditalia.org/news/home/849276/Suicidio-ad-Ostuni--riceve-una.html

http://www.ilgiornaleditalia.org/news/cronaca/855749/Suicidio-per-crisi--dopo-una.html

http://www.ilgiornaleditalia.org/news/cronaca/850548/Suicida-per-una-cartella-Equitalia-.html

http://www.ilgiornaleditalia.org/news/cronaca/874714/Cartella-Equitalia--ex-para-si.html

http://www.ilgiornaleditalia.org/news/cronaca/862392/Venezia--va-in-pensione-.html

http://www.ilgiornaleditalia.org/news/cronaca/852364/Troppi-debiti--pensionato-si-spara.html

http://www.ilgiornaleditalia.org/news/cronaca/854921/Crisi--suicida-il--re.html

Francesco C. Commentatore certificato 25.10.17 12:13| 
 |
Rispondi al commento

Chissà quando gli italiani si stancheranno di farsi comandare dagli imbecilli.

giorgio peruffo Commentatore certificato 25.10.17 12:11| 
 |
Rispondi al commento

NO ALL'ALTERNANZA SCUOLA LAVORO!

Giovanni F. 25.10.17 09:37| 
 |
Rispondi al commento

la vergogna è anche quella di vedere un'aula del parlamento europeo vuota.
Ma cosa li paghiamo a fare?

mzee.carlo 25.10.17 09:32| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 3)
 |
Rispondi al commento



Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all'atto della loro iscrizione sono limitati all' indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post. La mail di segnalazione dell'avvenuta pubblicazione di un nuovo post sarà impiegata anche per sottoporre agli utenti opportunità di consultazione e/o acquisto di materiali editoriali, fotografici e filmati realizzati dal MoVimento 5 Stelle, dalla Associazione Rousseau e non solo. Fra le finalità del trattamento dei dati conferiti dovranno intendersi comprese quelle della promozione di iniziative commerciali e pubblicitarie rispetto alle quali si avrà comunque, ed ogni volta, la possibilità di opporsi, chiedendo la cancellazione del proprio indirizzo di posta dall'elenco di quelli cui vengono indirizzati i predetti messaggi.
Per poter postare un commento invece, oltre all'email, à richiesto l'inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall'utente, l'indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l'invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l'aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell'utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell'utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o diffusione degli stessi, salvo quanto previsto di seguito, è, dunque, prevista. In ogni caso, l'utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all'art. 7 del D.Lgs. 196/2003. Per l'utilizzo dei cookies, si rinvia alla lettura della Cookie Policy. Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è l'Associazione Rousseau in persona del Presidente pro-tempore, con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121.




Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori