Il Blog delle Stelle
Merkel ordina, Berlusconi esegue: prima muoia la Sicilia, poi l'Italia

Merkel ordina, Berlusconi esegue: prima muoia la Sicilia, poi l'Italia

Author di MoVimento 5 Stelle
Dona
  • 41

di MoVimento 5 Stelle Europa

Il copione è sempre il medesimo: Merkel ordina, Berlusconi esegue. Con un voto shock Forza Italia e PD, uniti più che mai, hanno rafforzato il Regolamento di Dublino (che assegna oggi al primo Paese di approdo le responsabilità legate all'accoglienza). Chiunque affermi il contrario vi sta prendendo in giro. Nessun migrante economico sbarcato in Italia verrà ricollocato negli altri Paesi membri. Merkel e Macron lo avevano detto e oggi Forza Italia e PD con il loro voto eseguono. La commissione Libertà Civili, Giustizia e Affari Interni ha votato la riforma del regolamento che altro non è, per l'Italia, una gabbia dalla quale i migranti molto difficilmente potranno uscire.

La Sicilia paga il prezzo più alto. Con 70.671 migranti sbarcati dall'inizio dell'anno si è superato ogni limite. I centri di accoglienza sono nel caos più totale. I sindaci di alcuni Comuni più esposti come Lampedusa e Pozzallo hanno lanciato degli allarmi, finora rimasti inascoltati. Sono molti i casi denunciati di migranti scomparsi, soprattutto fra i minori. Il piano di Minniti siglato con la Libia è fuffa: ha tentato di mettere il problema sotto un tappeto con un accordo siglato con la Libia ma il risultato è stato solo quello di spostare la rotta più a ovest, verso la Tunisia. I siciliani sanno bene di chi sono le responsabilità di tutto questo.

Quella di oggi è quindi una stretta di mano che vale più di mille parole. L'intesa tra Angela Merkel e il centrodestra italiano non è mai mancata nel corso di questo decennio: ma attenzione, non stiamo parlando di accordi politici bilaterali che giovano alle reciproche economie e società. Tutt'altro, la storia ci ha insegnato che la propensione alla genuflessione dell'era berlusconiana ha consegnato l'Italia al macello macroeconomico, con i tedeschi liberi di produrre export senza limite a danno delle piccole e medie imprese italiane. Quelle che il "grande imprenditore di Arcore" avrebbe dovuto difendere (essendo il self-made man che tutti conosciamo).

E poi, abbassamento delle tasse e alleanza con Merkel sono due concetti che non stanno insieme, lo sanno anche i muri. A Bruxelles l'Italia è considerata uno Stato "impantanato" - per usare un eufemismo -, e la Sicilia una regione allo sbando economico, sociale e politico. Alla stregua della Grecia, bisognosa delle cure che i falchi dell'austerità (guidati dagli alleati europei del centrodestra) non vedono l'ora di confezionare. Per chi ancora non ne fosse a conoscenza, infatti, Forza Italia in Europa è alleata, nello stesso gruppo politico e convergente nei voti con i falchi dell'austerità tedeschi del PPE. Berlusconi sta alla Merkel come Musumeci sta a Berlusconi.

Del leader del centrodestra non interessano più i molteplici processi giudiziari in cui è coinvolto, ma il modo e il menefreghismo con cui ha consegnato l'Italia alla serie B del Continente. Nel corso dei suoi Governi in Europa si prendevano decisioni fondamentali, ciecamente avallate a livello nazionale e mai realmente discusse in sede di Consiglio, dove il Cavaliere e i suoi ministri erano seduti. Dall'immigrazione col regolamento di Dublino, con cui proprio oggi si è scritta l'ennesima beffa per l'Italia, all'economia con il Fiscal Compact. Votato e voluto dal Governo Berlusconi-Lega rischia entro la fine dell'anno di entrare nel quadro giuridico UE grazie alla miopia del centrosinistra, al potere praticamente dal 2012 in poi. Gli stessi che oggi vogliono sembrare euroscettici sono stati complici consenzienti del disastro odierno.

Ma a far ridere ancor più della stretta di mano tra Silvio Berlusconi e Angela Merkel sono però gli alleati del Cavaliere. La Lega Nord come può giustificare un'alleanza a livello nazionale quando il suo segretario, Matteo Salvini, è seduto all'estrema opposizione di tutto ciò che rappresenta oggi Forza Italia al Parlamento europeo? Per non parlare di Giorgia Meloni e dei suoi Fratelli d'Italia... Stiamo parlando di un corto circuito politico che non desta scalpore solo perché l'Italia è totalmente disabituata a considerare l'Unione Europea come strategicamente rilevante. Proprio Salvini, almeno a livello mediatico (perché le sue presenza nelle commissioni parlamentari si contano su una mano) si è battuto contro ogni decisione presa dal Parlamento europeo in questi anni: partendo dalla concessione del MES alla Cina, arrivando all'olio tunisino, passando per le crisi bancarie, alla riforma della governance degli istituti di credito, la concessione del glifosato e, naturalmente, la gestione della crisi migratoria. Temi che il PPE (quindi Forza Italia) ha spinto in direzione tedesca.

Le eccellenze italiane, anche nei settori agroalimentari, sono state martoriate dalle folli scelte fatte da questi signori del nulla. Pensiamo solo all'ultimo caso, quello eclatante del pesticida glifosato. Noi crediamo che debba essere bandito da subito anche per l'effetto che ha avuto sulle attività produttive dei nostri agricoltori, quelli che dovevano essere tutelati dai grandi statisti del Governo. Sono loro le vittime silenziose di queste scelte. Il glifosato usato in preraccolta consente a paesi come il Canada di esportare i loro prodotti a prezzi estremamente competitivi che distruggono il settore produttivo in paesi come l'Italia. Negli ultimi dieci anni più della metà delle aziende che producevano grano duro sono sparite nel Sud.

Siamo schifati dinanzi a una così grande nullità politica e alla totale mancanza di dignità a livello umano. Le mosse della vecchia politica sulla legge elettorale, assieme alle manovre a livello europeo confermano che il sistema politico italiano è ancora totalmente marcio alle fondamenta. Starà solo ai cittadini italiani, che mantengono ancora pochi diritti, spezzare le catene che ci relegano alla serie B della storia. Noi possiamo continuare a lottare e a informarvi ogni giorno, ma solo voi avete il diritto di rivendicare la libertà. Potete iniziare a farlo dalla Sicilia, il 5 novembre, quando sarete chiamati a scegliere tra Giancarlo Cancelleri e il vecchio centrodestra che vi abbiamo descritto. Tra il futuro e un passato che ci ha distrutto, ridotto in macerie ma che ancora non ci ha tolto la speranza.



scopriprogramma.jpg

Fai una donazione a Rousseau: http://bep.pe/SostieniRousseau e poi annuncialo su Twitter con l'hashtag #IoSostengoRousseau

bannerrousseau.jpg

19 Ott 2017, 15:32 | Scrivi | Commenti (41) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa

  • 41


Tags: berlusconi, immigrati, m5s, merkel, salvini, sicilia

Commenti

 

Se la disgrazia dell'ITALIA è rappresentata dai i politici famelici e opportunisti'...

se qualcuno di questi si è fatto "sbeffeggiare" da un esimio rappresentante europeo e poi, piega la schiena e le offre il lato B su cui "picchiare"' ancora con l'iralità di chi si ritiene sempre un "dritto"...


Se abbiamo un PD che è tutto e il contrario di tutto e galleggia, seguendo stupidamente le idee degli altri storpiandole e avvilendole! (Idiota COPIA/INCOLLA)

Se il PAESE s'incarta" e... si riempie di disoccupati, cassa/integrati, nuovi poveri, scuole fatiscenti nelle quali, la pluralità operativa sta soffocando il diritto di "essere" e "fare"' degli alunni...

Se, tardivamente e stupidamente ci si preoccupa di rimuovere VISCO, salvando con i soldi degli italiani, banche colabrodo e si ignora che il cittadino va protetto e tutelato, non preso x i fondelli!!!!

Se si salpa sul treno elettorale x parlare a quattro gatti occasionali...

BEH! sarebbe meglio chiudere bottega e andare a zappare!!!!!!!!

Pensateci: fuga di cervelli geniali di giovani promettenti e...

Ristagno di cervelli inutili che obbligano solo il corpo a restare ancorato a una sedia che fra poco sarà CENERE!!!!!

ITALIANI,VOGLIAMO SVEGLIARCI?

Forza, la riscossa è vicina!

CORAGGIO! Basta scegliere il partito giusto!!!!! LA GENTE GIUSTA!

AD MAIORA!
Paola

Paola Zito 22.10.17 05:47| 
 |
Rispondi al commento

Sappiamo tutti che i migranti che arrivano in Italia sono per la stragrande maggioranza africani che fuggono da condizioni di vita povere o peggio ma che nulla hanno a che fare con i siriani e comunque con la condizione di "profugo" di guerre combattute in corso.
La riforma del Tratt Dublino dovrebbe interessarsi ai migranti, non profughi con diritto di asilo, sbarcati in Italia nel corso degli ultimi anni.
La riforma del regolamento di Dublino sull'asilo nulla dice invece, a quanto pare, sui migranti economici.
I migranti sbarcati in Italia e provenienti dall'Africa, così detti economici, rappresentano circa l' 80%- 85% del totale, secondo le statistiche.
Occorre ricordare che per chiedere asilo questa gente dovrà prima arrivare in Europa.
Dove arrivano tutti gli africani ? In Sicilia.
Per questi ultimi, secondo voci bene informate, sembra che siamo addirittura di fronte ad un peggioramento della situazione attuale, per quanto riguarda la riforma del regolamento di Dublino. Gli africani che attraversano il canale di Sicilia verranno portati tutti in Italia, qualunque bandiera batta la nave che li raccoglie, e per loro sarà poi impossibile lasciare il paese. Rimane assolutamente in vigore il principio del primo ingresso dei migranti. La Francia e la Spagna non accettano un solo migrante nei loro porti. Potranno pur fare successivamente richiesta del diritto di asilo per guadagnare tempo ma nella stragrande maggioranza le richieste non verranno accolte mancandone i presupposti. Rimarranno quindi a carico nostro con tutte le spese di vitto e alloggio, cure e quant'altro. Continueremo quindi a sentire la menzogna di migranti "salvati" nel canale di Sicilia: è chiaro a tutti che non c'è nessun salvataggio. Ci si fa carico di persone che cercano, senza avere il necessario visto sul passaporto, di arrivare in Italia e quindi in Europa, in cerca di una vita migliore. Tralascio poi il capitolo sulla gigantesca quantità di denaro coinvolta, vero fulcro di tutto.

Marco ., Bergamo Commentatore certificato 21.10.17 18:45| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

io ricordo che quando berlusconi andava in qualche riunione europea e lo rimproveravano per il debito italiano troppo alto, era lui (berlusconi) che diceva che non bisognava preoccuparsi perche' ne sarebbero stati garanti i cittadini italiani con i loro risparmi che erano di 3500 miliardi di euro. non glie lo ha mai chiesto la merkel o altri di dire (e poi fare) cosi'.

chi ci sta rovinando e svendendo non sono i partner europei, ma la nostra classe dirigente.

carlo 21.10.17 12:08| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Beneficia di prestito in modo sicuro.
Buongiorno,
Per soddisfare tutti i tuoi problemi finanziari. I prestiti a un tasso di interesse annuo del 3%, a qualsiasi persona seria che abbia bisogno di soldi, che è in grado di rimborsare le rate mensili. Il cliente è più sicuro con le mie condizioni, ti preghiamo di contattarmi per ulteriori informazioni direttamente all'e-mail: andreamaur3@gmail.com

Andrea Maur 21.10.17 11:12| 
 |
Rispondi al commento

prima della sicilia e dell'italia muoiano i BURLUSCHILEKMER.va......a......culo.

andrea a44, genova Commentatore certificato Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza 20.10.17 21:51| 
 |
Rispondi al commento

A CHI ha debiti morosi con Equitalia
sarà confiscata la prima casa !!!!!!!!.

La Legge di Stabilità
in approvazione permetterà la cessione dei crediti di Equitalia a privati... !!!! ,

i quali potranno rivalersi sulla PRIMA casa di residenza dei morosi senza i limiti imposti esistenti per lo Stato
e per Equitalia in particolare.
Non ve l’ha detto nessuno della stampa mainstream (esluso Il Fatto Quotidiano, va detto), vero? Che caso…

Vi spiego anche un altro aspetto:
tale dettaglio della futura pignorablità della casa per i debitori dell’Erario è solo una piega di un piano EUropeo molto ben congegnato che passa per la legge fallimentare recentemente approvata sempre da Gentiloni
che, in soldoni, rende più agevole e soprattutto più veloce per i creditori
rivalersi sui beni in mano al moroso.

Penso a piccole aziende in crisi,
ai loro assets, ai loro immobili, ai loro marchi.
Penso ai privati, che ora se morosi perderanno anche il posto dove vivere.
Appunto, prima li affami e poi Li compri per un tozzo di pane, come in Grecia, uguale uguale…

https://scenarieconomici.it/un-altro-passo-verso-la-rivoluzione/

Lino V. Commentatore certificato 20.10.17 20:22| 
 |
Rispondi al commento

Huffington Post e Corriere della Sera dicono esattamente il contrario. C'è qualcosa che non quadra...

Marco ., Bergamo Commentatore certificato 20.10.17 16:18| 
 |
Rispondi al commento

Le Banche europee ed i piccoli risparmiatori italiani, aria di ennesima presa per i fondelli ?

Bnp Paribas e i suoi Certificati di Credito.
Dare soldi a BnP Paribas e acquistare strumenti che promettono di replicare le performance degli indici e poi non lo fanno? Attualmente al fine di comprendere meglio il mondo dei Certificati seguo uno dei prodotti Paribas nel quale si vorrebbe venissero convogliati i soldi dei piccoli risparmiatori . In particolare il Certificato P69266 ISIN NL0010069266 indicizzato Mib. Dal 20 agosto 2015, il Certificato si e' completamente disallineato dall' indice italiano e Paribas si rivela incapace di correggere le discrepanze. A differenza di altri prodotti a leva che, se e' vero che sottoperformano l' indice nelle fasi negative di mercato realizzano poi performance superiori all' indice nelle fasi positive, in linea quindi con quanto promesso, il Certificato al quale ho accennato sottoperforma vistosamente. Vale la pena di affidare i propri soldi a BnP Paribas? Ad ogni buon conto allego il link

https://investimenti.bnpparibas.it/isin/nl0010069266

(selezionare sul grafico: "da inizio quotazione). Condividere sempre. [IMO]

Francesco C. Commentatore certificato 20.10.17 15:45| 
 |
Rispondi al commento

Ci vogliono fatti precisi e prese di posizione chiare. Alle prossime elezioni si invita a votare chi propone contro l'immigrazione clandestina:
1) la chiusura totale dei porti italiani ad imbarcazioni che hanno a bordo immigrati irregolari, esattamente come hanno già fatto da tempo gli altri Stati UE

2) il rimpatrio certo e in tempi brevi di coloro che non hanno alcun diritto a rimanere in Italia (utilizzando i soldi che si sarebbero spesi per tenerli gratis in hotel e strutture coop e cattoliche).

3) la sospensione sine die dei facili permessi di soggiorno elargiti (con finalità varie e spesso ridicole) al solo scopo di alimentare il fenomeno immigratorio.

Tutto il testo, ad iniziare da ineccepibili ma improduttive considerazioni del fenomeno immigratorio, non deve interessare ai fini della scelta del Partito da votare.

Chiara Mente Commentatore certificato 20.10.17 14:15| 
 |
Rispondi al commento

Illusori spettacolari teatrini per voler far credere che gli asini volano e che l'Inghilterra non è la burattinaia che governa l'Impero UE & Nato, assieme agli Americani, Israeliani, Vaticano. Urrà! Dopo il grande miracolo della rottamazione, ecco il faraonico miracolo per Trionfale ritorno dei grandi protagonisti che ha reso Onnipotente i Cattocomunisti e la grande ammucchiata politica italiana finta destra/sinistra-centro-lega. Il millesimo ripetitivo Proclama allucinogeno.... I politici sono tutti uguali, pensano a ragione che la maggioranza del popolo sia tutta bue-pecorone credulona ed è per questo che per mantenere gli scranni del potere le bastano recitare i soliti ripetitivi teatrini dei finti bisticci. Questa realtà ci ha donato la cancrena mondiale della globalizzazione e la Colonizzazione di tutte le Nazioni Europee. Quindi, adesso il popolo non si deve lamentare del business dell'accoglienza, della Ius soli e delle carneficine quotidiane provocate dalle conseguenze delle guerre che hanno fatto, mascherandole sotto le parolone " Missioni di Pace"! Proprio per questa tragica realtà, anche i padroni del mondo " America, Inghilterra, Israele, Vaticano", hanno preso parte nei teatrini politici per voler far credere che non sono loro i Burattinai, proprio come sta facendo l'Inghilterra per cercare di far credere che la UE non è un loro strumento di potere usato per governare la globalizzazione e per tenere sotto scacco matto la ex grande potenza Russa, ormai ridotta al ridicolo con le sanzioni e l'accerchiamento politico militare dalla UE & Nato.

Agostino Nigretti, Burolo Commentatore certificato 20.10.17 08:07| 
 |
Rispondi al commento

Urrà! Trionfale ritorno dei grandi protagonisti che ha reso Onnipotente i Cattocomunisti e la grande ammucchiata politica finta destra/sinistra-centro-lega. Il millesimo ripetitivo Proclama allucinogeno. I politici sono tutti uguali, pensano a ragione che la maggioranza del popolo sia tutta bue-pecorone credulona ed è per questo che per mantenere gli scranni del potere le bastano recitare i soliti ripetitivi teatrini dei finti bisticci. Questa realtà ci ha donato la cancrena mondiale della globalizzazione e la Colonizzazione di tutte le Nazioni Europee. Quindi, adesso il popolo non si deve lamentare del business dell'accoglienza, della Ius soli e delle carneficine quotidiane provocate dalle conseguenze delle guerre che hanno fatto, mascherandole sotto le parolone " Missioni di Pace"! Proprio per questa tragica realtà, anche i padroni del mondo " America, Inghilterra, Israele, Vaticano", hanno preso parte nei teatrini politici per voler far credere che non sono loro i Burattinai, proprio come sta facendo l'Inghilterra per cercare di far credere che la UE non è un loro strumento di potere usato per governare la globalizzazione e per tenere sotto scacco matto la ex grande potenza Russa, ormai ridotta al ridicolo con le sanzioni e l'accerchiamento politico militare dalla UE & Nato.

Agostino Nigretti, Burolo Commentatore certificato 20.10.17 07:54| 
 |
Rispondi al commento

I MIGRANTI VANNO INVIATI TUTTI NELLA REPUBBLICA PADANOVENETA, REPUBBLICA A STATUTO SPECIALE BEN PIENA DI SOLDI E DI FURBI.

Giovanni F. 20.10.17 07:17| 
 |
Rispondi al commento

la fiera dell'ipocrisia, il cav. senza cavallo leccò le mani a gheddafi prima di bombardarlo, RICORDATE?

Giovanni F. 20.10.17 07:09| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

PRIMO FILTRO. Il primo filtro stabilisce che i migranti economici, a differenza dei rifugiati, rimarranno nel Paese di arrivo. La maggior parte dei migranti rimarrà, dunque, in Italia. Non è vero - come i partiti affermano - che verranno redistribuiti fra tutti gli Stati membri: sarà solo l'Italia a farsene carico e saranno difficili i rimpatri visto che mancano gli accordi con la maggior parte dei Paesi di provenienza.

2) SECONDO FILTRO. Viene introdotto il filtro della sicurezza: anche in questo caso tutte le persone potenzialmente pericolose per la sicurezza pubblica restano nel Paese di primo ingresso. Non siamo contrari alle verifiche sulla sicurezza, ma siamo contrari al fatto che i Paesi di primo ingresso vengono lasciati da soli a gestire questi soggetti potenzialmente pericolosi.

massimo m., Roma Commentatore certificato Commentatore che ha donato a Rousseau 19.10.17 22:42| 
 |
Rispondi al commento

L’Italia, e la Sicilia in primo luogo, pagheranno le conseguenze più gravi di questa contro riforma, votata in Europa dal Partito Unico del governo italiano: FI, PD, ovvero i professionisti del nostro sfacelo che sferrano indisturbati l’ennesimo K.O. ad un paese allo stremo.

Una riforma in peggio rispetto alla situazione attuale, nonostante i proclami a mezzi di Potere unificati di questi giorni, che non a caso divagano su Visco.

Si introducono delle procedure filtro a carico dei Paesi di ingresso, atte a verificare se il migrante arrivato sia una persona potenzialmente pericolosa o un migrante economico: in entrambi i due casi, cioè se quelle entrate sono persone pericolose o migranti economici, dovranno restare nel Paese di primo ingresso!
Poi, si introduce la responsabilità permanente del Paese di primo ingresso, anche se il migrante lo lascia ; e un periodo di transizione di tre anni per i Paesi più refrattari al’accoglienza.

Il tasso di disoccupazione come metro di accoglienza, proposto dal MoVimento 5 Stelle, perché l’accoglienza non gravi su paesi già con una forte disoccupazione, è stato del tutto ignorato.

Insomma, la Francia e la Germania restano coerenti a ciò che hanno sempre detto: non accoglieremo nessun migrante economico.
Coerente resta anche l’Italia di Renzi e Berlusconi, il Partito Unico, che con Triton e per “80” euro ha deciso da tempo che in tutta Europa solo la Sicilia e gli italiani siano invasi da una sterminata massa indiscriminata di immigrati.

massimo m., Roma Commentatore certificato Commentatore che ha donato a Rousseau 19.10.17 21:48| 
 |
Rispondi al commento

Pensate che solo ieri un collega mi ha detto "Facevate un governo con il PD quando Bersani ve l'ha proposto...."

Le baggianate e le falsità ripetute in continuazione "fregano" anche coloro a cui sarebbe sufficiente andare su Internet e realmente leggere la verità.

Io resto della mia. Ho un sogno...un sogno a 5 stelle

Massimiliano Princigalli, Roma Commentatore certificato 19.10.17 21:04| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Se ne fottono degli italiani, dei siciliani, del loro Paese. Abbiamo dei politici peggiori delle puttane, almeno quelle ci tengono al posto dove vivono; questi, invece, sono pronti a scappare dall'Italia e che qui le cose si metteranno male. Perché peggiorare fino a questo punto il, già malefico per l'Italia, Trattato di Dublino?
Prima di questa firma, se un migrante andato in Svezia vi delinqueva ma ci stava già da un anno, in Svezia ci rimaneva. Adesso la regola dell'anno non esiste più, ce lo restituiranno in Italia!


Maria 19.10.17 20:02| 
 |
Rispondi al commento

ok ..uomo avvisato ...mi ripeto ..personalmente credo che ci sia bisogno 1 atra capocciata per tani italiani ...poi si potra' raccogliere il tutto senza sconti per nessuno

FABRIZIO P., PARMA Commentatore certificato Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2016 19.10.17 19:48| 
 |
Rispondi al commento

I due "culoni" colpiscono ancora.....
.....e i leccaculi stanno a guardare!!!!!

ANNA PONISIO Commentatore certificato Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza 19.10.17 19:45| 
 |
Rispondi al commento

Il nuovo trattato di Dublino E' una sciagura!! Impressionante il silenzio di tutti gli altri mezzi di comunicazione!! Forza 5 stelle!!!

Marco ., Bergamo Commentatore certificato 19.10.17 19:37| 
 |
Rispondi al commento

Buonasera
Popolo solo gli EBETINI non capiscono che siamo incastrati, è tutta una farsa, possiamo dire solo SIGNORSI, è una vera commedia teatrale e gli attori principali non sono ITALIANI... Non è questa la strada da seguire, il non affrontare non ha mai pagato, la commedia recita che dobbiamo vedere qualcuno che affronta e allora vedremo Berlusconi, chi sara il prossimo nel copione... Se vogliamo metterci le mani abbiamo solo una possibilità, dei ragazzi con tanta buona volontà e competenza con un solo difetto... O N E S T I

sebastiano b., catania Commentatore certificato 19.10.17 18:11| 
 |
Rispondi al commento

ma i siciliani? non ce n'è uno che si lamenta dei centri di accoglienza, nei TG sono tutti belli contenti! chi può mai essere ad accomunare nella gioia i siciliani, Renzi e Berlusconi? pensate forse che i mafiosi siano spavaldi boy scout col fucile a tracolla?

Enrico Marcarlo 19.10.17 17:53| 
 |
Rispondi al commento

PERCHE' i migranti non si incomincia ad ospitarli dentro i palazzi della politica??? QUESTA MATTINA, nei notiziari, ho sentito che sta cambiando il paese africano per la partenza dei migranti! FORTI QUESTI MIGRANTI CHE SI ORGANIZZANO COLLEGIALMENTE PER SALPARE VERSO IL BENESSERE !!! Noi per vivere dobbiamo lavorare.....loro per stare meglio vengono verso l'Europa.

terenzio eleuteri Commentatore certificato 19.10.17 17:44| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

E' fuori dubbio che l'unico Paese della UE ad avere ancora oggi il problema dell'immigrazione di massa irregolare sia l'Italia. E che la colpa di questa invasione continua ricaschi sia sul PD (prima di Letta con "Mare nostrum" e poi dell'insipiente Renzi che, con Triton, ha voluto che TUTTI gli immigrati sbarcassero in italia) che sul Centro Destra di Berlusconi & Co. che avevano precedentemente avallato la fine dell'Italia il regolamento di Dublino.
Ma chi dovremmo votare alle prossime elezioni politiche? Non mi sembra che il M5S abbia avuto una posizione chiara in tema di immigrazione, anzi appare evidente che molte scelte fatte in questi anni siano ispirate più a criteri "buonisti" tipici di una Sinistra radical chic che ad un atteggiamento serio ed autorevole volto a ridare al nostro Paese una dignità persa da tempo.(Vedi leggi pro accoglienza e mantenimento sine die degli immigrati minori non accompagnati e un atteggiamento molto possibilista sullo ius soli, riconducibili alla corrente di Fico e tanti altri esponenti terzomondisti).

Chiara Mente Commentatore certificato 19.10.17 17:30| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Cosa ci faccia ancora, personalmente, in politica Berlusconi non riesco a capirlo. Va per 82, pensa di essere eterno? Ma che se ne vada in giro per il mondo, ha pure dei figli di cui fidarsi (?).

GIORGIO S. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2015 Commentatore che ha donato a Rousseau Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2016 19.10.17 17:16| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Se però non andiamo all'origine del male, e ci fermiamo soltanto a metà del racconto, cioè al momento in cui sulla scena compaiono i complici, ci macchiamo della stessa colpa di chi manipola l'informazione tacendo delle responsabilità del PD/PDL e Lega. L'inizio è l'adesione all'Eurozona, l'accettazione supina del Trattato di Maastricht prima e del Trattato di Lisbona poi, la collocazione della Banca D'Italia fuori dal controllo del Ministero Del Tesoro. Il male é l'Unione Eurocratica e le sue regole a favore di una ristretta oligarchia di plutocrati.

Alberto O., Bergamo Commentatore certificato 19.10.17 17:15| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

A mio avviso andrebbe fatto un investimento, comprare delle pagine di giornali e riproporre li questo post, oppure stamparlo e farlo imbucare casa per casa, o inviarlo via mail, o posta ordinaria, qualsiasi mezzo per raggiungere quelli che non usano internet, o meglio non seguono il blog, e che quindi non vedranno mai questo tipo di informazione. La maggior parte della gente non segue piu nemmeno le trasmissioni televisive che si occupano di politica, e per noi è fondamentale raggiungere chi non si preoccupa personalmente di sapere ma ascolta solo le chiacchiere da bar !!

Antonio.P. 19.10.17 17:01| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 4)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Uomini...ominicchi....o quaquaraquà ?
Lo vedremo il 5 di novembre.

Alessandro L. 19.10.17 16:38| 
 |
Rispondi al commento



Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all'atto della loro iscrizione sono limitati all' indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post. La mail di segnalazione dell'avvenuta pubblicazione di un nuovo post sarà impiegata anche per sottoporre agli utenti opportunità di consultazione e/o acquisto di materiali editoriali, fotografici e filmati realizzati dal MoVimento 5 Stelle, dalla Associazione Rousseau e non solo. Fra le finalità del trattamento dei dati conferiti dovranno intendersi comprese quelle della promozione di iniziative commerciali e pubblicitarie rispetto alle quali si avrà comunque, ed ogni volta, la possibilità di opporsi, chiedendo la cancellazione del proprio indirizzo di posta dall'elenco di quelli cui vengono indirizzati i predetti messaggi.
Per poter postare un commento invece, oltre all'email, à richiesto l'inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall'utente, l'indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l'invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l'aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell'utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell'utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o diffusione degli stessi, salvo quanto previsto di seguito, è, dunque, prevista. In ogni caso, l'utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all'art. 7 del D.Lgs. 196/2003. Per l'utilizzo dei cookies, si rinvia alla lettura della Cookie Policy. Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è l'Associazione Rousseau in persona del Presidente pro-tempore, con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121.




Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori