Il Blog delle Stelle
Vehicle to grid: una grande vittoria 5 stelle. Ecco cos'è e come funziona

Vehicle to grid: una grande vittoria 5 stelle. Ecco cos'è e come funziona

Author di MoVimento 5 Stelle
Dona
  • 45

di MoVimento 5 Stelle

Una piccola grande rivoluzione sul fronte energetico: questo rappresenta l'emendamento del MoVimento 5 Stelle, a prima firma Riccardo Fraccaro, appena approvato all'interno della manovra. Finalmente anche in Italia saranno introdotte le "vehicle to grid", ovvero quei sistemi con cui un'auto elettrica può cedere energia alla Rete alimentando il sistema.

Nello scorso aprile Riccardo Fraccaro, con Davide Crippa, Luigi di Maio e Gianni Girotto, sono stati a Copenaghen a visitare il sistema collaudato dall'Enel, e con il quale le auto elettriche diventano stazioni energetiche mobili. Un sistema unico, tutto italiano, che però in Italia non era ancora consentito dalla legge. Chi guida un veicolo del genere può caricare l'auto quando il prezzo è più basso, e cedere energia alla rete quando le condizioni sono più vantaggiose. E' un primo passo importante affinché il consumatore diventi anche attore del sistema elettrico nazionale. Può partecipare a bilanciare la rete elettrica, e può farlo con la sua auto decidendo di partecipare al bilanciamento della rete prelevando energia o cedendo energia nel momento che desidera e che gli conviene.

L'energia è una delle nostre stelle, ci attendiamo quindi che entro sei mesi il ministero dello Sviluppo economico scriva il decreto. Il prima possibile quindi, altrimenti vorrà dire che questo sarà il primo decreto di uno degli imminenti ministeri a 5 stelle.

SOSTIENI IL RALLY PER ANDARE AL GOVERNO CON UNA DONAZIONE:

scopriprogramma.jpg



Fai una donazione a Rousseau: http://bep.pe/SostieniRousseau e poi annuncialo su Twitter con l'hashtag #IoSostengoRousseau

bannerrousseau.jpg

22 Dic 2017, 11:00 | Scrivi | Commenti (45) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa

  • 45


Tags: energia, m5s, vehicle to grid

Commenti

 

Finalmente si è fatta chiarezza sul fatto che ad oggi il V2G è una pura fantasia, visto che la normativa ancora non consente ancora di poter utilizzare tale tecnologia. Dispiace solo che nonostante diversi tentativi, durante ls stesura del SEN 2017 non ci sia stato un tentativo di intervenire in quella sede. Purtroppo senza una strategia complessiva anche le colonnine V2G sono destinate a non essere efficaci. Il punto è che per impattare positivamente sul sistema energetico, c'è la necessità dieffettuare una traslazione sia nello spazio (luogo di produzione) sia nel tempo (fascia oraria) tra la ricarica dell'Auto Elettrica e quando questa energia viene poi riceduta alla rete. Se questo progcesso avviene nello stesso luogo, l'auto diventa un semplice gruppo di continuità (UPS) con anesso stoccaggio.Bisogna quindi ripensare ad un "sistema" che ponga al centro la Mobilità Elettrica e le Fonti Rinnovabili.
Di seguito riporto schematicamente e sinteticamente i punti (spunti) che vorremmo porre all'attenzione di chi sta lavorando alla stesura del SEN 2017. (I riferimenti sono relativi al documento di consultazione pubblica SEN 2017 Documento di consultazione del 12 Giugno 2017)

Pag. 12 “Rinnovabili Trasporti”

Per quanto riguarda l’auto-elettrica … andranno agevolate, attraverso una revisione della normativa, quelle soluzioni tecniche di ricarica che saranno alimentate da nuove fonti rinnovabili non programmabili in misura > del 70% o da fonti rinnovabili non programmabili già in esercizio in misura >90%.

Pag. 14 "Settore Trasporti”

- Incentivare l’uso collettivo dei mezzi con particolare focus su quelli elettrici

- Promuovere il noleggio a lungo termine per i mezzi elettrici

- Promuovere la logistica urbana con mezzi elettrici
- Promuovere la mobilità ciclabile a pedalata assistita
Pag. 27 “Fonti Rinnovabili e Mercato Elettrico”
-Incentivare la produzione e l’autoconsumo di energia da fonti rinnovabili usata per la mobilità in r

Giovanni Velato 26.12.17 10:19| 
 |
Rispondi al commento

E comunque, permettetemi di scriverlo, il concetto di Vehicle To Grid poteva essere espresso un pelino meglio :) i benefici derivano dal fatto che oggi abbiamo una rete che, all'incorrere di un blackout, può ritrovarsi a dover sopperire attingendo a risorse di backup che costano (a tutti noi) dei soldi (che poi ci conguagliano in bolletta). Sfruttando l'energia proveniente da auto elettriche connesse alla rete, è invece possibile "bilanciare" meglio i picchi di richiesta di energia, facendo risparmiare la società elettrica che potrà quindi ripagare con gli interessi tutti coloro che le hanno "prestato" un Po di energia. Chiaramente tutto ciò configura scenari che vanno adeguatamente regolamentati, quindi il Legislatore dovrà far bene attenzione.


Non c'è bisogno di acquistare auto elettriche nuove, così come non vi è bisogno di dare incentivi per l'acquisto di auto elettriche nuove, che oltretutto porterebbero i soldi degli incentivi (presi in prestito dalla Banca Centrale Europea) a Case automobilistiche straniere, dato che in Italia non abbiamo più una nostra Casa Automobilistica.
Lo scorso anno è uscita una legge che permette all'Italia, prima in Europa, di retrofittare i veicoli a motore endotermico trasformandoli in elettrico. Strano che nessuno ne parli, io personalmente ne ho provata una e chi l'ha fatta mi ha fatto vedere i costi, che sono un quarto di quanto costa un'auto elettrica nuova. Per una volta che siamo i primi a realizzare una cosa del genere, perché non gli diamo risalto ? :) Oltretutto sta cosa porterebbe posti di lavoro alle nostre officine meccaniche, il che aiuterebbe la nostra economia interna...

Daniel S. 24.12.17 22:18| 
 |
Rispondi al commento

Caro Luca S, non credo che Enricocosimi intendesse dire che entro il 2022 tutti i cittadini debbano cambiare auto 'per legge', ma che i comuni devono entro quella data, creare le infrastrutture che permettano a chi può di cambiare auto.
Comunque, non bisogna dimenticare che in futuro nessuno avrà più un'auto personale, né taxi. Ci saranno monoposti a NOLEGGIO che saranno elettrici e si guideranno da soli.

Auguri
Zazà

barone zazà 24.12.17 13:21| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Scusate ma mi sento in dovere di chiedervi un gran favore. .SCRIVETE E ESPRIMETEVI IN ITALIANO. TRA VIRGOLETTE SE VOLETE IN INGLESE. È MOLTO IMPORTANTE. .GRAZIE

ANNA TUZZOLINO, Trino Commentatore certificato 23.12.17 18:28| 
 |
Rispondi al commento

Come i paesi del nord, Norvegia, Svezia, Olanda, ecc. bisogna incominciare dalle grandi città dove il M5S governa, Roma, Torino e Livorno. Stabilire una data certa. Esempio 2022, cinque anni mi sembrano sufficienti per cambiare mezzi di trasporto. Da quella data potranno circolare nella città solo mezzi a inquinamento zero. Va da se che i primi a cambiare dovranno essere i mezzi pubblci, Bus, Taxi ecc. Vedrete dopo qualche polemica, innescata soprattutto dai venditori di auto FCA in testa, i cittadini capiranno ed apprezzeranno.

enricocosimi 23.12.17 08:22| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

ELEZIONI POLITICHE 2018 IL ROSATELLUM-BIS

SIAMO IN RITARDO PERCHÉ NON ESCONO I CRITERI PER LA SCELTA DEI CANDITATI?

SERVE ORGANIZZAZIONE PER COME SVOLGERE LA CAMPAGNA ELETTORALE.

Il 26 ottobre il Senato della Repubblica ha approvato definitivamente il testo di legge elettorale per 4 marzo. La Camera dei deputati è di 232 (Umbria 9) onorevoli in collegi uninominali con sistema maggioritario, di 386 deputati in piccoli collegi plurinominali con sistema proporzionale , sempre con ripartizione proporzionale dei seggi.

Per il Senato della Repubblica, è di 109 senatori (Umbria 7) in collegi uninominali maggioritari, 200 in collegi plurinominali proporzionali. Nei collegi uninominali, quelli in cui vale il metodo maggioritario, viene eletto in Parlamento , il candidato che ottiene un solo voto in più degli altri. Nei collegi plurinominali i seggi vengono attribuiti proporzionalmente ai voti ottenuti.

Shir akbari Shahab 23.12.17 07:43| 
 |
Rispondi al commento

Stavo consultando il programma per la prossima legislatura in materia dei trasporti. Vi sono diversi punti che onestamente mi spaventano, ho trovato voci come aumento delle accise sui carburanti...Ragazzi sono già altissime così! Bisogna incentivare il cambio dei veicoli, ma non uccidere chi al momento non può cambiarli! Perchè chi ha auto vecchie per lavorare ( sia privati che ditte) non può avere un aggravio aggiuntivo. Ora incentivare al momento del cambio verso le nuove tecnologie va bene a patto di non creare problemi a chi già ne ha tanti, prego di rivedere e ripensare al discorso trasporti..Anche chiudere i centri abitati non è una grande idea, con i mezzi pubblici attuali significa far soffrire le piccole attività che vivono dell'indotto dei visitatori. La qualità dell'aria va migliorata, ma se lasciamo a piedi chi potrebbe spendere facciamo chiudere altre attività. Considerate bene il programma dei trasporti, non create il caos che sta vivendo Torino in questi giorni, è uno dei punti che mi sta facendo allontanare dal movimento.

Luca S 22.12.17 19:54| 
 |
Rispondi al commento

BRAVI ! però se volete che gli italiani possano realmente PARTECIPARE alla stabilizzazione dei carichi della rete elettrica nazionale (obbiettivo startegico del SEN), dopo la visita agli impianti sperimentali ENEL all'estero, concedetevi anche un po' di tempo per (ri)prendere in mano quella BIDONATA del decreto retrofit per la conversione del parco circolante in elettrico ( ma è possibile che oltre a cambiare casacca gli eletti nel M5S possano soffiarvi e sputtanare anche le proposte di legge?!). Dategli la possibilità, ai cittadini, di "votare" per il V2G come hanno già fatto con IV conto energia e vedrete che per elemosinare un decreto per la "sperimentazione" non dovrete più farvi una gitarella fino a Copenaghen.

biagio salvati SALVATI Commentatore certificato 22.12.17 19:31| 
 |
Rispondi al commento

Lo stato italiano riceve soldi dalla benzina, dal gasolio. IVA, accise varie.
Questi soldi servono per pensioni, interessi debito pubblico, sanità, ecc ecc. Bisogna che dal trasporto, auto o camion, arrivino tot miliardi all'anno.
Quando le auto elettriche cominceranno a essere un numero interessante, lo stato dovrà applicare le accise sui kw che entrano nelle macchine elettriche.
O pensate che si eliminano le pensioni, la sanità, la scuola, solo perchè le ns auto non inquinano più?
Paolo TV

Paolo Z., Crocetta Commentatore certificato Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2015 22.12.17 18:10| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Consip : martirizzazione del padre di Renzi , due ufficiali dei carabinieri insultati con l'accusa di essere falsificatori di documenti ! Se l'inchiesta fosse restata a Napoli non sarebbe stata insabbiata . Banca Etruria : Pesanti intromissioni di un " ministro " a favore della banca del padre ! Argomenti importanti ma non unici che rendono il duo Renzi-Boschi elementi estranei a una corretta politica anche se solo di facciata .

vincenzodigiorgio 22.12.17 14:55| 
 |
Rispondi al commento

Ci continuano a parlare della Boschi, ci hanno parlato del rientro del re, poi, in prima pagina spelacchio. Certamente per distrarre l'attenzione dal sistema bancario di questi arroganti professoroni, esperti, che continuamente fanno avanti e indietro tra banche internazionali, Ministero del Tesoro e capo di governo: hanno rovinato l'Italia.
Poi c'è Consib che sta passando in sordina e se ne parla troppo poco.
Si dovrebbe aprire un tavole di lavoro per verificare quello che è successo. Fra l'altro, è proprio Consib che si è occupata dell'appalto delle casette dei terremotati.
I cittadini non sono nulla, sono solo da intortare, spremere e null'altro.

Veronica2 22.12.17 14:47| 
 |
Rispondi al commento

Alessandro Di Battista

Francamente mi sono rotto le palle di parlare di Boschi, Renzi e Carrai. Il fatto che certi personaggi abbiano usato incarichi istituzionali per affari loro è palese. Chi non lo vuole vedere è in malafede e chi è in malafede non mi interessa. Mi interessano i risparmiatori e la tutela del risparmio. Punto! Il Movimento 5 Stelle al governo difenderà il risparmio degli italiani. Come? Con due leggi già scritte e depositate che diventeranno leggi dello Stato con una maggioranza del Movimento. La prima è la riforma della governance di Bankitalia. Bankitalia non ha vigilato adeguatamente sui disastri commessi dai banchieri senza scrupoli. Ebbene per noi il governatore non può essere (di fatto) scelto dal governo. Il governatore di Bankitalia deve essere votato a larghissima maggioranza dal Parlamento. La seconda riguarda la divisione tra le banche d'affari e le banche commerciali. Milioni di italiani mettono i loro risparmi in una banca ma poi quella banca, con quei soldi, fa operazioni di speculazione, gioca in borsa, compra titoli tossici etc etc. Così nascono i crac bancari! Ebbene con noi al governo le banche faranno le banche (credito, sostegno a imprese e famiglie). Le banche d'affari potranno fare tutte le operazioni che vogliono, ma i cittadini saranno informati e seceglieranno se mettere i loro soldi o meno in quelle banche. Questo significa rispettare l'art. 47 della Costituzione, perchè la “La Repubblica incoraggia e tutela il risparmio in tutte le sue forme; disciplina, coordina e controlla l'esercizio del credito”. Buone feste e coraggio!

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 22.12.17 14:43| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Che pena quello che sta uscendo dalla commissione delle banche.
Sono dei baroni gonfi di ipocrisia e interessi.
Hanno ridotti l'Italia a un povero zimbello e considerati i cittadini inesistenti.
Nel 1994 il governo Berlusconi compra il derivato che nel 2011 ci costa 4 miliardi. Aveva una clausola di cui nessuno era a conoscenza e a solo favore della Morgan Stanley.
Nel 2011, alcune settimane prima di questo evento, curiosamente Berlusconi si dimette, e abbiamo Monti (messo da Napolitano). L'evento è lo spread altissimo dei titoli di stato.
Questo spread è dovuto alla messa sul mercato dalla Deutschland Banck (questa non è una banca tedesca, è una banca multinazionale). Praticamente aveva una quantità di 8 miliardi e ne ha venduti 7 tutti in una volta, provocando la caduta del prezzo. Contemporaneamente questa banca era parte dell'agenzia di Rating per la declassazione dei titoli italiani e la loro pubblicazione sul nyt innesca il rischio del default di stato e Morgan Stanley ha potuto fare falere la clausola. La Deutschland banck, senza che nessuno lo sapesse, stava ricomprando i nostri titoli a prezzo stracciato.
E' emerso che questa banca ha tantissimi sportelli sul nostro territorio e non è riuscita a quantificare quanti dei suoi derivati ci ha venduti. Inoltre è uno degli specialisti di cui si serve il Tesoro per acquistare i nostri titoli di stato.
In concomitanza dell'arrivo di Monti, la BCE invia una lettera allo stato italiano per costringerlo ai tagli e riforme che tutti conosciamo (pare che la bce non avesse titolo per farlo). Ma c'è di più, il cambio di governo e le riforme non fanno calare lo spread. Quindi la conclusione potrebbe essere che la causa dello spread non fossero, il governo debole di allora, ma le manovre speculative bancarie, toglierci sovranità, privatizzare il più possibile l'Italia. Il governo Monti non fece nulla per opporsi alla BCE. Erano tutti d'accordo e oggi c'è stato il rimpallo tra Brunetta/Monti.

Veronica2 22.12.17 14:29| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

SPORCHI E COLLUSI?? Viviana Vivarelli
Dunque, secondo Travaglio, dovremmo riprovare fare una alleanza con Bersani, quello stesso Bersani che in quel tristemente famoso incontro grottesco e disonorevole non si dimostrò disponibile ad accettare nessuno dei punti basilari del programma minimo minimo presentato dai 5 stelle, nemmeno la non candidatura di pregiudicati, lo stesso Bersani che ha votato sì alla riforma costituzionale come a tutte le orrende e disastrose riforme di Renzi, lo stesso Bersani che ha votato sì alle trivelle, che ha votato sì al pareggio del bilancio, che ha votato sì agli 86 miliardi regalati alle banche, che ha votato sì all'abolizione dell'articolo 18 e alla distruzione dei diritti dei lavoratori, lo stesso che voleva riprivatizzare l'acqua pubblica il giorno dopo del referendum, quello che diceva: "Non sono d'accordo con Renzi ma voto sì per rispetto alla 'Ditta'", lo stesso Bersani che ha sempre acconsentito a tutti i luridi patti del Pd con Berlusconi! Che stava persino per levare i 100 milioni ai malati di SLA e ha tolto i soldi per i bambini leucemici di Taranti!
E in nome di cosa dovremmo fare questa sporca alleanza?
In nome di tutte le nostre differenze?
O in nome del lucro e del potere?
Ma se il M5S fosse stato così attaccato al lucro ed al potere, non avrebbe fatto anche lui tutti i biechi patti con cani e porci che il Pd ha fatto finora? E voi credete che dieci milioni di italiani avrebbero votato ancora il M5S se si fosse piegato e sporcato con tutti questi luridi patti così come hanno fatto tutti gli altri?

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 22.12.17 14:28| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Io sto con bernini!!!STOP VIVISEZIONE!!il Movimento dovrebbe prendere le distanze da telethon e non da bernini!!!che delusione....qualcuno mi aiuti a capire....

Francesca 22.12.17 14:20| 
 |
Rispondi al commento

Un ottimo risultato.

Persino all'opposizione il MoVimento riesce a posizionare i mattoni fondamentali del nostro futuro.

Che lo riesca a fare dall'opposizione e tra l'incuranza ed il disprezzo di un sistema fossile che come fossile ha certo tanto passato, ma zero futuro, è semplicemente eroico.

massimo m., Roma Commentatore certificato Commentatore che ha donato a Rousseau 22.12.17 14:16| 
 |
Rispondi al commento

vi è una persona che mi può dire chi paga i viaggi di bergoglio ?


La Cancellieri via , la ministra dello sport ex campionessa olimpica via , la Guidi via ! Tutte per colpe lievissime o formali ! La Boschi , direttamente interessata ( sapeva della trasformazione della sua banca e delle altre tre in sofferenza da cooperative in spa ) niente ! Si è superato ogni limite , stiamo sopportando l'insopportabile !

vincenzodigiorgio 22.12.17 13:45| 
 |
Rispondi al commento

Non riesco a capire quale possa essere il vantaggio se per auto elettrica si intende un’auto che deve essere usata per i propri spostamenti oppure un’auto che serva solo per immagazzinare energia elettrica nei periodi in cui il prezzo è basso per poi riversarlo in rete quando il prezzo è alto, insomma una specie di portafoglio elettrico con valuta che cambia di valore ma che non viene spesa fino a quando non cambia la sua quotazione il che vuol dire che la macchina deve stare ferma col suo pieno elettrico fino a quando non cambia la quotazione del chilovattora. Forse non ho capito bene questo meccanismo ma mi sembra una vera renziata dato che il costo della elettricità non varia di giorno in giorno come la benzina ma anche se lo facesse una macchina usata quotidianamente si caricherebbe al costo del giorno senza avere la possibilità di scegliere quando caricarla o scaricarla. Spero proprio di aver capito male ma se così non fosse consiglio i 5 stelle a non propagandare questa renziata che porterebbe acqua sorgiva ai suoi detrattori.

Francesco Grianti 22.12.17 13:44| 
 |
Rispondi al commento

I GROSSI PROBLEMI NON RISOLTI DA SEMPRE
Va bene per il Vehicle to grid…Però le priorità sono altre, come lo sfascio dell’istruzione in Italia e la manomissione sistematica dei concorsi pubblici e privati a favore dei raccomandati. C’è gente super-raccomandata che si diploma, supera gli esami universitari col massimo dei voti e vince i concorsi pubblici e privati. Sembra di essere nell’epoca prima della rivoluzione francese, quando una minoranza di persone col sangue blu, aveva il via libera su tutto e su tutti. Quale sarebbe il programma del M5S, elaborato da veri esperti del settore, contro lo sfascio dell’istruzione pubblica?


Secondo me è successo questo:
Il babbeo chiama Carrai e, visti i rapporti di amicizia che intercorrono, gli chiede:"guarda un pò cosa sta succedendo per l'Etruria,io non posso espormi"!
Poi si scoprono gli altarini e Carrai fa la vittima.
Un Pò come Dell'Utri,Bettino,Cuffaro ed altri che si sono presi le colpe di tutti...tacendo.!
Diventando pure eroi!
Che paese di m***a!

oreste .., sp Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee 22.12.17 12:07| 
 |
Rispondi al commento

Certo anche questo è utile ma, forse, è meglio pensare ai milioni di disoccupati ed alle famiglie in ristrettezza.

Rocco 22.12.17 11:37| 
 |
Rispondi al commento

L'elettrico è il futuro d'accordo, ma esiste già oggi la possibilità di ridurre enormemente le emissioni dei veicoli diesel con la trasformazione a gas al 100% sia metano che gpl anche inferiori ai benzina trasformati a gas e non si può fare perchè non esiste la possibilità di omologarlo x la burocrazia italiana, il video è lunghetto ma vale la pena vederlo https://www.youtube.com/watch?v=W2bAKAXjyew

pugnali lucio 22.12.17 11:25| 
 |
Rispondi al commento

...calenda=poletti=galetti...auguri

FABRIZIO P., PARMA Commentatore certificato Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2016 22.12.17 11:03| 
 |
Rispondi al commento

ot

era da parecchio che non leggevo barzellette...

oggi la mariateresameli ha provveduto a pubblicarne una....divertentissima..parla del piddì :)

a me fa tanto ridere...ma...io non faccio testo

comunque eccola:

.""Ma il ragionamento che viene fatto dai vertici del partito è questo: se abbiamo percentuali del genere nel momento peggiore, con la bufera di Banca Etruria, vuol dire che in campagna elettorale aumenteremo sicuramente i nostri consensi.""

!!!in campagna elettorale aumenteremo sicuramente i nostri consensi.!!! ...

vabbè...

http://www.corriere.it/politica/17_dicembre_22/ministra-boschi-sente-leader-pd-renzi-8bcab374-e698-11e7-a31d-9c65415bd8d8.shtml?refresh_ce-cp

pabblo 22.12.17 10:35| 
 |
Rispondi al commento
Discussione



Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori