Il Blog delle Stelle
Il caso De Benedetti-Renzi denunciato al Parlamento europeo

Il caso De Benedetti-Renzi denunciato al Parlamento europeo

Author di MoVimento 5 Stelle
Dona
  • 39

di Ignazio Corrao, Efdd - MoVimento 5 Stelle Europa

"Avete per caso sentito i tg italiani a reti unificati raccontare il fatto che Renzi informò l'amico De Benedetti (ex editore di Repubblica) favorendo così una speculazione in Borsa? In Italia c'è un grave problema di disinformazione. I grossi media fabbricano fake news per screditare le opposizioni o come in questo caso per coprire le banche. Ho denunciato l'accaduto in Commissione Libertà Civili, Giustizia e Affari Interni al Parlamento Europeo durante la discussione di un rapporto sull'indipendenza dei media.

Abbiamo chiesto al Parlamento europeo più coraggio nell'affrontare il tema dell'indipendenza dei media e di riflettere su quello che sta accadendo in Italia, a meno di due mesi dalle elezioni politiche. Una recente riforma, voluta dall'ex premier Matteo Renzi, ha assegnato al governo il potere di nomina dei vertici della Tv pubblica. Alla maggioranza, spesso una sola forza politica, spetteranno le decisioni più importanti sulla tv di Stato: dagli organi dirigenziali alle regole di bilancio. Anche in Polonia la riforma della Tv pubblica prevede che i vertici siano nominati dal governo ma in quel caso i direttori dei canali si sono licenziati in massa ed è scoppiato un caso europeo. I due pesi e le due misure nel trattamento riservato al governo polacco e a quello italiano sono una grande ipocrisia europea. In entrambi i Paesi c'è un evidente restringimento del diritto a informare e ad essere informati.

Se in Italia la tv pubblica è in mano ai partiti...o meglio al partito di maggioranza, quella privata tuttavia non bilancia. I tre principali canali televisivi sono sempre in mano a un solo uomo: Silvio Berlusconi, che guarda caso in questi anni ha governato assieme al partito che controlla i canali pubblici.

Prova evidente di questo clima è che in Italia le notizie scomode vengono sistematicamente censurate. Vi faccio due esempi.

1) Lo scorso 25 gennaio 2016 I telegiornali della RAI ieri non hanno dedicato neanche un secondo alle vicende emiliane con protagonisti la 'ndrangheta e il Pd. Due notizie rilevanti a livello nazionale sono state completamente censurate dal servizio pubblico pagato con i soldi di tutti i contribuenti che, volenti o nolenti, si trovano anche il canone in bolletta.
2) Il 6 maggio 2017, il principale giornale italiano il Corriere della Sera e il Tg5 diffondevano la notizia falsa di topi che assediavano Roma, la capitale amministrata dal Movimento 5 Stelle. Ebbene, come si vedeva dall'etichetta della foto trasmessa il topo mangiava una baguette francese. La foto non era stata scattata a Roma, ma pur di andare contro il nemico politico, giornali e telegiornali si inventano la qualunque.

In Italia editori e politici sono pappa e ciccia e chi ne fa le spese sono i cittadini, quelli che noi oggi dobbiamo e vogliamo difendere dalle manipolazioni dei media e dal potere precostituito, che evidentemente a meno di due mesi dalle elezioni politiche ha paura di sparire!

SOSTIENI IL RALLY PER ANDARE AL GOVERNO CON UNA DONAZIONE:

scopriprogramma.jpg



Fai una donazione a Rousseau: http://bep.pe/SostieniRousseau e poi annuncialo su Twitter con l'hashtag #IoSostengoRousseau

bannerrousseau.jpg

13 Gen 2018, 09:45 | Scrivi | Commenti (39) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa

  • 39


Tags: banche, de benedetti, ignazio corrao, media, parlamento europeo, renzi

Commenti

 

Ascolto dappertutto le preoccupazione del Commissario MOSCOVICI' per una possibile, anzi sicura, instabilità politica in Italia dopo le prossime elezioni politiche.
Ma dov'era il commissario MOSCOVICI' quando il suo amico Padoan faceva germogliare milioni di nuovi poveri in Italia ?? Forse era impegnato al ristorante a masticare aragosta e a tracannare del buon vino bianco, di fatto non si è accorto dei vecchi e nuovi poveri che germogliavano in Italia.
Ma qualcuno riuscirà a fargli sapere che il momento di parlare era prima, ora semplicemente SI VOTA.

Robona 16.01.18 19:48| 
 |
Rispondi al commento

Occorrerebbe anche andare a vedere cosa è successo al MPS e chi ha fatto grandi affari sui risparmiatori impauriti che hanno svenduto i titoli obbligazionari mentre il governo temporeggiava sulle decisioni consentendo a chi sapeva come sarebbe andata a finire di fare grossi affari. Chi c'era dall'altra parte a comprare quando i poveri risparmiatori, terrorizzati dalle cronache, dai giornali, dalle notizie date forse ad arte per far svendere la gente, comprava invece sicuro che avrebbero salvato la banca ? Questo sistema politico-economico-finanziario è un sistema criminale, una grande truffa ai danni dei risparmiatori e dei contribuenti dove enormi risorse vengono drenate dalle tasche della povero gente verso un capitalismo criminale che frega, sfrutta, schiavizza la povera gente in tutti i modi con la complicità dei politici e delle istituzioni che non fanno nulla per evitarlo.

ROBERTO SCANNAPIECO, ROMA Commentatore certificato 16.01.18 16:42| 
 |
Rispondi al commento

Ignazio tu denunciando il caso italiano de benedetti-Renzi e la liberta' di stampa "si fa per dire"in italia al parlamento europeo e come se volessi affidare la custodia del formaggio ai topi-

elio 15.01.18 19:56| 
 |
Rispondi al commento

Ma non si vergognano di stare ancora dietro ad un proponente politico di tale stampo ????? ITALIANI nati non fuste a viver come bruti !!!!!!!!!!!!

terenzio eleuteri Commentatore certificato 15.01.18 16:11| 
 |
Rispondi al commento

Come ho già accennato in altra occasione bisogna eliminare qualsivoglia immunità a chicchessia; pena la rovina dell'Italia in modo irreversibile. Amici "5-stelle" andiamo a votare in massa perché gli altri i voti sono anche capaci di costruirseli ad hoc e se non andiamo al governo le riforme ce le scordiamo. Il 4 marzo bisogna rinunciare alla gita fuori porta e recarsi alle urne. E' un "suggerimento" perentorio. Grazie a tutti

luigi dentico 15.01.18 11:34| 
 |
Rispondi al commento

su Im "PRENDITORE" De Benedetti basta scrivere in internet arrstato De Benedetti e ci sono tutti gli articoli di quando Olivetti aveva pagato tangenti per vendere materiale obsoleto al ministero delle telecomuincazioni . ovviamente sempre internet ci aiuta a sapere cosa ha fatto Sorgenia , anche in tema inquinamenti. ma pensiamo positivo. oggi il movimento5 stelle ha contro quasi tutta l'informazione e raccoglie circa il 30% di consensi . quindi pensiamo solo a far arrivare le informazioni a nonni zii parenti ovvero a chi non utilizza internet e i social . se poi riusciamo ad avere una giusta informazione anche al 50% di fatto vorrebbe dire conquistare almeno 10 o 20 punti in piu .

tino 14.01.18 14:48| 
 |
Rispondi al commento

E' bene screditarli alla faccia di tutta l'Europa, far conoscere la qualità, se ci fosse necessità di farli conoscere ma dubito, dei politici italiani dediti solo ai propri privilegi e loschi affari!

beppe z., Capoterra Commentatore certificato 14.01.18 14:17| 
 |
Rispondi al commento

BRAVISSIMO IGNAZIO
facciamo sapere all'Europa chi sono veramente i populisti mistificatori e chi sono le persone oneste che lavorano per la trasparenza. L'Euroopa dovrà capire che se dovremo confrontarci con loro sui conti avrà a che fare con gente che se dice una cosa quella è! Vedi i conti di Roma e Torino

giovanni ., Roma Commentatore certificato 14.01.18 11:42| 
 |
Rispondi al commento

In un paese normale stavano sotto processo per insider trading, invece qua rischia di finire sotto processo che ha fatto uscire la notizia.
Bisogna cambiare subito ministro della giustizia.

mario genovesi 14.01.18 09:33| 
 |
Rispondi al commento

PROPOSTA:
Possiamo cominciare a definire gli "pseudo"giornalisti italiani , con il loro vero nome??????
chi fabbrica ogni giorno notizie, non fa il giornalista......fa un'altro lavoro......
diamo a loro il giusto nome, definiamoli per quello che sono....."DIFFAMATORI"........

fabio S., roma Commentatore certificato 14.01.18 00:22| 
 |
Rispondi al commento

O.T. @ Patty Ghera:

Fai la campagna contro Fornero e ultimamente
la Fornero è risorta in tutte le televisioni!

Hai fatto la campagna contro la meningite e
Beatrice Lorenzin impone 10 vaccini obbligatori agli Italiani!

Sei contro i comunisti e il pd fa una nuova legge più repressiva
contro l'apologia del fascismo!

Sei contro i musulmani e il governo li importa!

Fai campagna contro gli immigrati e il trattato di Dublino
resta colonna portante dell'unione europea!

NON ABBIAMO BISOGNO CHE IL PD VINCA LE PROSSIME ELEZIONI
ANCHE CON IL TUO APPORTO!!!

Chi ti legge nutre grossi dubbi sulla credibilità del Blog
e di conseguenza per il Movimento Cinque Stelle.
Chi ti legge preferisce astenersi dal voto piuttosto che
votare il M5S!

Forse sarebbe il caso che rivedessi la tua paranoia
contro comunismo e comunisti.

Tu sei qui solo perchè il Movimento professa che
anche gli ultimi (paranoici patologici) non devono rimanere indietro!

CURATI!

Benita Ghera 13.01.18 21:15| 
 |
Rispondi al commento

IL PROCESSO AEMILIA è TUTT ORA TENUTO IN PENOMBRA ...QUALCOSA DI VELOCE SOLO NOTIZIARIO DEL MATTINO ....QUANDO PRATICAMENTE SONO GIA' TUTTI IN STRADA PER RECARSI AL LAVORO ..RESTA IL PENSIONATO E MICA TUTTI ..

FABRIZIO P., PARMA Commentatore certificato Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2016 13.01.18 21:07| 
 |
Rispondi al commento

Avendo votato a favore del reato di opinione negazionista, il mov 5 stelle non ha alcuna autorità in tema di difesa della libertà di opinione. Chi i dissenzienti li incarcera non può fare la morale a chi si limita a non divulgare le opinioni indesiderate.

Lorenzo Frediani 13.01.18 20:06| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

CI VUOLE DAVIGO PER CHIARIRCI LE IDEE. INSIDER PREMIER. BRAVO MARCO . Leggete l articolo sul "fatto" di ieri

flavio59 13.01.18 19:39| 
 |
Rispondi al commento

La stampa italiana è legata insieme da un enorme conflitto di interesse

Giampaolo M5S, Italia Commentatore certificato 13.01.18 18:05| 
 |
Rispondi al commento

"In Polonia i vertici della TV pubblica si sono licenziati in massa" perchè in disaccordo con il Governo. Presumo che anche in Italia i verici della RAI si siano licenziati in massa per lo stesso motivo.
La notizia dev'essremi sfuggita, non ho sentito niente.

giorgio peruffo Commentatore certificato 13.01.18 15:55| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

io non seguo piu la tv vivo meglio fcciamolo tutti tanto in italia le trasmissioni sono per il 90% talk spazzatura con politici corrotti e poltronari

marco iacovelli, cassano magnago Commentatore certificato Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza Commentatore che ha donato a Rousseau 13.01.18 15:47| 
 |
Rispondi al commento

Non si può avere nemmeno più la forza di provare stupore. Centri di potere chiusi all'interno del territorio dei propri interessi: De Benedetti, Renzi, Boschi insegnano. Novità? No! E' la continuazione di una strategia perversa che, oltre ad ingannare, impoverire il popolo e tradire la Carta Costituzionale, gode della protezione dei mass media miseramente servizievoli nei confronti dei loro "padroni". Il silenzio, la disinformazione scientificamente applicata, protegge il sistema: i centri di potere al quale tutto è dovuto e tutto possono impunemente commettere. Una cosa è evidente però, questi personaggi non brillano in intelligenza, devono avere un QI (quaziente di intelligenza) scarso. Infatti sono state intercettate le loro discussioni. Mah! Se avessero fatto "viaggiare i pizzini" non sarebbero stati scoperti. Fare un po' di ironia è quel che ci rimane come possibilità. Dal mio semplice punto di vista solleva almeno lo spirito.

nunzio l., padova Commentatore certificato 13.01.18 14:39| 
 |
Rispondi al commento

Cosa sarebbe successo a parti invertite?
immaginiamo:
Di Maio spiffera a Grillo o a Casaleggio che stanno per approvare il
decreto sulle popolari e Grillo o Casaleggio investono e guadagnano una
plusvalenza di 600 mila euro e tutto ciò dopo che i due non hanno
restituito 48 milioni a MPS contribuendo a portarla sull'orlo del
fallimento......
Che cosa hanno gli Italiani che non va?
Che merda di popolo siamo?
I midia hanno fatto più casino su Spelacchio che su questa me**a......
Volevano linciare Craxi per molto meno.... che ca**o è successo a
questa gente?
Il bello è che voteranno ancora per loro o non voteranno.........
MERITIAMO L'ESTINZIONE!

barone zazà 13.01.18 13:30| 
 |
Rispondi al commento

Siamo in un regime marcio criminale. Forza 5stelle, unica speranza per questo paese.

max 13.01.18 12:34| 
 |
Rispondi al commento

La maggior parte dei giornalisti e dei media amici del sistema non riporteranno mai
certe notizie nelle loro carte igieniche stampate se ne guarderanno bene
altrimenti devono cambiare lavoro, allora è meglio scrivere dei congiuntivi,
buche,strade allagate,mondezza,cinghiali, spelacchio,maialini, ecc...cosi ogni pezzo avranno la
loro gratifica.

Giorgio P. 13.01.18 11:38| 
 |
Rispondi al commento

Proprio sul Fatto Quotidiano di oggi: L,Unione Europea vara la task force anti Fake News con Gianni Riotta e la manager di Mediaset Gina Nieri... MA CI STIAMO PRENDENDO PER IL CULO.?

pierluigi calogero calogero, roma Commentatore certificato 13.01.18 10:39| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

CHI HA RUBATO QUESTI SOLDI???:--> 2,253,178,577,517 €
https://www.nationaldebtclocks.org/debtclock/italy


Interest per Year
87,374,803,756€
Interest per Second
2,771€
Debt per Citizen
37,061€
Debt as % of GDP
136.37%
GDP
1,652,214,704,711€
Population
60,795,764


Franz M., Here&There Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2015 Commentatore che ha donato a Rousseau Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2016 13.01.18 10:37| 
 |
Rispondi al commento

"La sinistra dice no al renziano Gori (Pd) e sì a Zingaretti (Pd)"

Questo dimostra la paraculagine di tutta la sinistra grassiana & Co. In Lombardia non è necessario perchè il M5S non ha nessuna possibilità di alzare un dito, mentre nel Lazio "potrebbe" esserci il rischio.
Un "grazie" ai "comunisti".
Cordialità

Toto A., Milano Commentatore certificato 13.01.18 10:35| 
 |
Rispondi al commento

L`Italia È UNA DITTATURA, ed è bene gli gli italiani lo stanno scoprendo poco alla volta sbattendoci il muso sopra la realtà dei fatti.
L`italia È UNA DITTATURA CON l'approvazione della bellissima e fantastica EUROPA che da dietro il sipario tira i fili delle marionette italiane.

È UN MONDO FATTO SOLO DI CORRUZIONE E POTERE, li dove quelli che non contano un benemerito cxxx pagano sempre il conto.

REVOLUTION!!!!!

Franz M., Here&There Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2015 Commentatore che ha donato a Rousseau Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2016 13.01.18 10:25| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Parliamoci chiaro, ciò avviene anche e sopratutto per la scarsa diffusione mediatica dell’M5s in altri canali , che non siano internet . Anzi proprio perché si agisce prevalentemente solo su internet, e’ uscita l’idiozia delle Fake news . Ed il regime di questa riluttanza mediatica dell’M5s ne e’ ben consapevole e può permettersi il lusso di continuare ad ingannare quella società italiana vittima della sua stessa ipocrisia.Per cui L,Europa che ha tutto l’interesse a creare una situazione di sudditanza italiana, non credo sarà stimolata a intervenire in questa situazione,così come l’osce..Ed in maniera più limitata anche Reporters sans Frontieres se ne e’ fregata...occorre strillare di più , e in maniera più reattiva, con una campagna elettorale piu’ diffusa mediaticamente su radio e tv locali ad esempio,non solo andando da Vespa o attrezzi di regime simili...Non si può contare solo sulle devianze quotidiane di un regime corrotto come questo...ormai l’italiano si e’ assuefatto a tutto ciò che di negativo ha lui stesso creato in decenni di malgoverno...Se non lo si vuol capire parleranno di Spelacchio e cazzate varie fino alla fine, perché molta troppa,gente preferisce parlare di ciò , invece delle porcate piu’ serie di questo regime...

pierluigi calogero calogero, roma Commentatore certificato 13.01.18 10:16| 
 |
Rispondi al commento

Caro Ignazio, non c'e' solo mediaset tra le private, c'e' anche La7, che comunque è in mano al PD e ai sostenitori di Carlo De Benedetti. Ricordo come il fratello di quest'ultimo, Franco, si agitava durante la trasmissione La Gabbia quando si parlava di M5S o di uscita dall'euro...

Zampano . Commentatore certificato 13.01.18 10:09| 
 |
Rispondi al commento

Che in Italia l'informazione sia in mano ai Leccachiappe di Regime lo sappiamo. Ciò che non sappiamo è come risolvere la situazione.
Metà dell'informazione televisiva è in mano al Criminale di Arcore, il quale ha ricevuto il sostegno di Angela Merkel. L'altra metà è in mano al Cazzaro Ferroviere, che del Criminale di Arcore è il facente funzioni e difatti è colui che ha realizzato il programma di governo del suddetto. Anche il Cazzaro ha goduto quindi del sostegno degli oligarchi eurocratici, i quali se ne fregano se in Italia l'informazione è manipolata e censurata. Anzi, la cosa fa loro comodo. Smettiamola di rivolgerci all'Unione Eurocratica per qualunque problema interno. Prima l'OSCE per il controllo sul processo elettorale, ora quest'altra presa per il culo di Commissione per i diritti..ecc., che nulla farà esattamente come nulla ha fatto e farà mai l'Osce. Smettiamola di umiliare il nostro Paese!
ITALEXIT SUBITO!
LEGGE SUL CONFLITTO DI INTERESSE SUBITO!
RIPORTARE LA BANCA D'ITALIA SOTTO IL CONTROLLO DEL MINISTERO DEL TESORO SUBITO!

Aberto O., BERGAMO Commentatore certificato 13.01.18 10:02| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

4
L’Ue ha previsto un programma di accoglienza e riunificazione famigliare,ma le procedure sono difficili e lente e l’Italia è al 10% degli obiettivi per cui spesso i bambini tornano nelle mani dei trafficanti.Si ammassano soprattutto a Roma e Milano,poi ai valichi di frontiera,Como o Ventimiglia,dove rischiano la vita per tentare di passare e più spesso vengono respinti in Italia Solo a Roma sono stati contattati 2.471 minori in transito,tra i 10 e i 17 anni.I più grandi chiedono scuola e lavoro.Siamo al 2° posto in Europa,dopo la Germania,per le richieste di asilo con 6.020 richieste.Ci sono gravi mancanze nel sistema di accoglienza italiano che dovrebbe garantire a questi ragazzo un servizio di tipo educativo orientato all’integrazione.Poi c’è l’affido famigliare soprattutto in Sicilia.Agli ultimi posti Toscana,Friuli,Piemonte e Veneto.I bambini dovrebbero imparare l’italiano ed essere inseriti nella scuola ma i più grandi tendono a cercare rapidamente un lavoro disertando la scuola.I minori tra i 16 e i 17 anni hanno bisogno di un permesso di soggiorno ma la maggioranza non completa il percorso di integrazione sociale e civile di 3 anni previsto per legge entro il compimento del 18° anno necessario per la conversione del permesso di soggiorno per minore in permesso per motivi di studio o accesso al lavoro o di lavoro subordinato o autonomo.L’85% dei minori con parere positivo ha realizzato in brevissimo tempo,a volte anche in pochi mesi,un percorso scolastico o formativo,mentre per gli altri 1.142 si è trattato di un percorso di inserimento socio-lavorativo come operai,meccanici,elettricisti,pizzaioli,cuochi, panificatori,camerieri...
L'Italia nel 2016 ha fatto un piano nazionale ma molti Paesi europei no.E’ assolutamente necessario che l’Ue acceleri i piani di ricollocamento da Italia e Grecia dei minori stranieri soli e rafforzi anche gli altri strumenti come i visti umanitari,i ricongiungimenti familiari, i visti per motivi di studio o lavoro

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 13.01.18 10:00| 
 |
Rispondi al commento

3
mentre 7 anni di conflitti violenti nel Nord-Est del Paese hanno causato più di 20.000 morti e costretto 2 milioni di persone ad abbandonare le proprie case, pagando per ogni confine attraversato col rischio di essere rapiti o costretti ad arruolarsi nelle milizie. Chi ce la fa, si affida ai trafficanti per percorrere la “via dell’inferno” nel deserto, e raggiungere la Libia, dove alcuni vengono sfruttati nel lavoro per lunghi periodi in cambio dei soldi necessari per proseguire verso Tripoli e attraversare il mare. Per molti ci sono percosse, torture o rapimenti per ottenere un riscatto dalle famiglie e in tanti muoiono per le violenze subite.
Con la sola speranza di sopravvivere ogni giorno per potersi imbarcare verso l’Europa, i minori soli, come le donne, subiscono per settimane o mesi percosse, stupri o torture da parte dei trafficanti, o vengono arbitrariamente arrestati e imprigionati nei centri di detenzione, in promiscuità e condizioni disumane senza accesso a cure mediche, acqua potabile, servizi igienici o cibo sufficiente.
In Italia le strutture di accoglienza sono insufficienti, dal 2016 ne abbiamo 21 con 1000 posti in 11 regioni, è poco rispetto al fabbisogno, così che ci sono strutture esterne temporanee spesso prive di condizioni adeguate di accoglienza e protezione con gravi conseguenze per i minori stessi, per questo molti scappano e non se ne sa più nulla, nel 2016 erano scomparsi 5. 6.561 minori che cercavano di raggiungere le famiglie nel nord Europa.
Di fronte a questa situazione gravissima, la posizione dell’Ue è della massima aridità e del massimo rifiuto. Nessuno pensa minimamente a sanare questa sciagura e le vanterie per cui l’Europa ha garantito a se stessa 100 anni di pace sono ridicole se ci pensa a quante guerre, a quanti impoverimenti, a quante rapine la stesa Europa ha contribuito negli stessi 100 anni nei Paesi del terzo mondo.

segue

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 13.01.18 09:53| 
 |
Rispondi al commento

2
perché devono restituire rapidamente ai trafficanti il debito di viaggio che grava sulle famiglie che cercano di aiutare economicamente. Questi minori si lasciano alle spalle terribili esperienze vissute per raggiungere l’Europa, hanno affrontato un viaggio terribile che spesso finisce con la morte e hanno bisogno di un sistema di accoglienza e protezione come primo passo per un reale percorso di integrazione, che in Italia manca. Nel caso del Corno d’Africa, ad es. parte si lascia alle spalle condizioni di grave malnutrizione (2 bambini su 3 in Eritrea e Somalia), epidemie e povertà estrema, a cui si aggiungono violenze e torture, mancanza di libertà civili e obbligo di leva militare a vita per ragazzi e ragazze; in Somalia ci sono continui conflitti armati e una grave crisi alimentare dovuta alla carestia. Il viaggio per raggiungere l’Italia può costare 5-6.000 dollari, che comprendono l’imbarco in Libia o in alcuni casi in Egitto, ma non il riscatto dai frequenti rapimenti e le estorsioni da parte delle bande che si scambiano i migranti come merce al confine tra Sudan, Libia o Egitto o lungo il percorso di più di 2.500 km nel deserto. Dalla Costa d’Avorio e dalla Guinea sono arrivati nel 2016 più di 4.100 minori soli, a causa della carestia che ha affamato le campagne. In Guinea, l’epidemia di Ebola esplosa nel 2013 ha fatto migliaia di vittime e lasciato orfani più di 6.000 bambini travolgendo sanità, educazione ed economia, mentre in Costa d’Avorio solo il 25% dei bambini va a scuola, moltissimi sono vittime di violenze e abusi e troppi sotto i 14 anni sono costretti a lavorare. La Banca Mondiale aveva dichiarato la Nigeria “Terra promessa”, ma nei fatti dal paese sono scappati verso l’Italia nel solo 2016 più di 3.000 minori, perché il 50,9% della popolazione vive in povertà estrema, il 41% dei bambini sotto i 5 anni soffre di malnutrizione cronica e acuta e la mortalità infantile è alle stelle,

segue

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 13.01.18 09:52| 
 |
Rispondi al commento

1
MINORI MIGRANTI
In Italia un bambino italiano su 8 è in povertà assoluta ma sembra che non importi a nessuno, men che mai al Governo Renzi bis o alle ministre Lorenzin e Fedeli..Oltre ai nostri poveri che continuano ad aumentare contro le fake news del Governo, c'è un numero impressionante di bambini e ragazzi che arrivano coi barconi. Chi si occupa di loro? Il Papa oltre alle sue prediche offre anche qualcosa?
Questi bambini sono soli, in balia dei trafficanti e spesso destinati a finire nelle mani della malavita per diventare schiavi (sfruttati nel lavoro nero se maschi e costretti a prostituirsi se femmine).
Negli ultimi 6 anni sono sbarcati in Italia 62.672 minori soli, provenienti soprattutto da Eritrea, Egitto, Gambia, Somalia, Nigeria e Siria.
Chi se ne occupa? Che fine fanno? Il loro numero è cresciuto di 6 volte tra il 2011 e il 2016. Nel 2011 erano 1 su 17, l’anno scorso 1 su 6. Alla fine del 2016 l’81% dei minori soli nelle strutture di accoglienza aveva tra i 16 e i 18 anni, con un progressivo aumento di quelli più piccoli (2.050). Le minori sole erano 1.832, soprattutto nigeriane, a forte rischio di tratta per la prostituzione, ed eritree, in molti casi ripetutamente vittime di violenza sessuale.
Ci sono anche i minori “invisibili”, che cercano di attraversare l’Italia per raggiungere le famiglie in altri Paesi europei. Prima riuscivano a farlo, ora le frontiere si sono chiuse per cui spesso si riaffidano ai trafficanti correndo gravissimi rischi. Questo negli ultimi 6 anni ha riguardato la quasi totalità dei 22.586 minori soli di origine eritrea, somala, siriana e afghana. 5.000 di loro sono stati ‘riportati’ in Italia dalla Svizzera solo tra maggio e novembre 2016. Il rischio a cui questi bambini sono maggiormente esposti nelle grandi città è lo sfruttamento nel lavoro in nero, le attività illegali o la prostituzione,

segue

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 13.01.18 09:50| 
 |
Rispondi al commento



Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori