Condividi

“Seconda #NotteDellOnestà, dopo Roma, Padova. Le parole non bastano più, ora tocca a noi amministrare la regione.
Circa quattro mesi fa, il 24 gennaio scorso, in concomitanza con la notte dell’onestà in Piazza del Popolo, anche il Movimento 5 Stelle in Veneto ne ha organizzata una. In centinaia abbiamo marciato al coro di “onestà” fin sotto la villa di Galan a Cinto Euganeo, per gridargli “dimissioni“.
Ebbene, sono passati quattro mesi da quel giorno. Ma l’ex governatore del Veneto Galan ha patteggiato una pena di 2 anni e 10 mesi e il pagamento di una multa 2,6 milioni di euro per i fatti di corruzione nell’ambito dello scandalo Mose, un’opera inutile che ci è costata 5 miliardi (e dicono che non ci sono i soldi per il reddito di cittadinanza sia in Veneto che in tutta Italia); Galan, la persona che è agli arresti domiciliari nella villa pagata coi nostri soldi, continua a percepire lo stipendio da parlamentare ed è ancora Presidente della Commissione Cultura!
Non si è dimesso, né tanto meno lo hanno costretto a farlo.
Non dimentichiamo Marchese del Pd che nonostante la sua condanna prende ancora il vitalizio. Ma il quadro dell’illegalità in Veneto si arricchisce ancora nelle ultime settimane. Abbiamo le prime indagini e i primi arresti per la Pedemontana (che già ci è costata 2 miliardi e 600 milioni ed è al 10% dei lavori eseguiti). Ilvano Vernizzi, indagato per il reato di turbativa d’asta con altri cinque dirigenti della Regione Veneto, in relazione all’affidamento alla società Adria Infrastrutture dell’incarico per la realizzazione della Via del Mare e addirittura il direttore dei lavori, Stefano Perotti.
Poi c’è la ‘ndrangheta a Verona che trucca gli appalti. E non solo a Verona purtroppo.

VIDEO Notte dell’onestà a Padova – L’appello di Danilo Toninelli

Le parole non bastano più. Bisogna passare a qualcosa di più forte: l’unico modo affinché i condannati smettano di intascarsi soldi pubblici, i soldi di tutti noi veneti, è quello di fare una legge che li faccia decadere immediatamente, fin dalla condanna di primo grado, e bisogna abolire i vitalizi ai condannati. Anzi, dobbiamo abolirli a tutti i politici e per sempre. Bisogna poi introdurre il nostro pacchetto anticorruzione in Veneto. Si può fare solo con persone oneste e competenti nelle istituzioni, solo il M5S, può farlo.
Per questo abbiamo organizzato una nuova #NotteDellOnestà.

Una manifestazione con ospiti veramente speciali come i nostri parlamentari Alessandro Di Battista, Roberto Fico, Danilo Toninelli, Riccardo Fraccaro, Nicola Morra, Giulia Sarti, David Borrelli, Enrico Cappelletti, Francesca Businarolo, Federico D’Incà, Gianni Girotto, Giovanni Endrizzi, Mattia Fantinati, Marco Brugnerotto, Marco Da Villa. E poi Roberto Castiglion Sindaco di Sarego, Davide Scano candidato sindaco di Venezia, Ivaldo Vernelli candidato sindaco di Rovigo.

VIDEO Notte dell’onestà a Padova – L’appello di Roberto Fico

Il 22 maggio a Padova, in piazza delle Erbe a partire dalle 18, per presentare ai cittadini veneti le nostre proposte. Proposte che potranno diventare realtà se “tutti uniti” parteciperemo e contribuiremo ad informare che la possibilità per un vero cambiamento c’è in Veneto. E si chiama MoVimento 5 Stelle.” Jacopo Berti, candidato Presidente M5S in Veneto

Per sostenere Jacopo Berti e il M5S in Veneto:
Denominazione: ASS. COMITATO MOVIMENTO 5 STELLE IN VENETO
IBAN: IT 33 O 05018 12000 000000199169
Codice BIC: CCRTIT2T84A
Causale: DONAZIONE PER CAMPAGNA ELETTORALE IN VENETO

Scarica, stampa e diffondi la lettera da mandare all’INPS per chiedere il rimborso integrale della tua pensione