Condividi

“Multato perché in negozio teneva 4 iPad a disposizione dei clienti. È la storia di ordinaria burocrazia in cui è incappato Roberto Cairo, 49 anni, titolare di “Gina La Piadina” piadineria in via Gobetti, Asti. Storia dal sapore amaro per quei 5.300 euro di multa inflitta al commerciante astigiano, Che racconta quasi con pudore la disavventura in cui è incappato: “Qualche giorno fa sono venuti due finanzieri che mi hanno sequestrato quattro “tablet”. Li avevo messi sul banco, a disposizione dei clienti“. Secondo quanto accertato dai militari, i tablet, erano sprovvisti dell’autorizzazione necessaria per essere “installati” in un locale pubblico e non avevano la prevista targhetta identificativa. Di qui il sequestro e la sanzione: 1333 euro per ciascun apparecchio.” Franco Biniello