Condividi

“Migliaia di sbarchi sulle nostre coste, centinaia di morti affogati, guerre di religione sui barconi, rapimenti di pescherecci. Il problema immigrati è sempre più tragico, per questo il Parlamento ha preso in mano la situazione e… ha istituito una “Giornata della Memoria”! Alessandro Di Battista e Riccardo Nuti non hanno proprio saputo trattenersi: eccoli che gridano in aula tutta la loro indignazione per l’insipienza dei partiti in questo sfascio. Insipienza che si manifesta in tutto, anche in un provvedimento importante come la legge elettorale cara al premier: abbiamo scoperto che anche quella è scritta coi piedi. Fabiana Dadone e Danilo Toninelli ce ne rivelano tutti gli strafalcioni. Al Senato, il nostro Michele Giarrusso esprime anche lui la sua indignazione per i fatti al Tribunale di Milano, e per una giustizia fatta solo per i ricchi, mentre davanti a Montecitorio arriva la protesta di altri lavoratori licenziati: stavolta quelli di Auchan e Mercatone Uno. I senatori Sara Paglini e Sergio Puglia sono stati a parlare con loro. Ma il disagio non è solo disoccupazione: è anche l’abbandono delle periferie urbane. Ne hanno parlato, in un convegno al Senato, i nostri Michela Montevecchi, Paola Nugnes e Claudia Mannino. A Roma arriva inaspettato il Giubileo proclamato dal Papa. Non dovrà essere un’occasione per grandi opere, mazzette e tangenti! Per questo Roberta Lombardi e i portavoce romani sono stati a trovare Monsignor Fisichella, e gli hanno presentato il piano M5S per un Giubileo dell’Onestà.
A proposito di pastette: l’ultima indagata -tra i tanti- del PD è la candidata alla Regione Liguria. Sembra che il PD non li candidi se non sono indagati! Ci racconta i dettagli Simone Valente”
M5s Parlamento