Condividi

“Il disoccupato fiorentino di 43 anni, che denunciò di aver ricevuto 50 euro per votare Matteo Renzi alle primarie del Pd contro Civati e Cuperlo nel dicembre 2013, è stato sentito stamani negli uffici della Digos di Firenze in relazione ad accertamenti disposti dalla procura. E’ quanto si apprende dallo stesso disoccupato il quale ha precisato di esser stato interrogato circa due ore. Il 43enne, adesso seguito dall’avvocato Carlo Taormina, sostiene di aver ricevuto la somma di 50 euro, più altri 15 euro per pagare la tessera del Pd, al circolo Vie Nuove di Firenze quale ricompensa per votare Renzi. I soldi gli sarebbero stati dati, tramite un giovane intermediario, da un commercialista vicino a Renzi. Lo stesso compenso, sempre secondo il 43enne, sarebbe stato erogato ad altri due suoi amici: anche questi sono stati sentiti stamani dalla Digos.” fonte