Condividi

A maggio oltre alle elezioni europee ci sono anche le elezioni amministrative. Il M5S parteciperà con una propria lista in 591comuni con circa 10.000 candidati. Nessun candidato è stato condannato neppure in primo grado, ogni lista si è organizzata in modo autonomo e spontaneo, tutte liste di cittadini che hanno deciso di impegnarsi in prima persona per migliorare la cosa pubblica. Questa è la democrazia dal basso, la democrazia diretta, senza capobastone e capopanza. Fatta da cittadini che per servizio civile si impegnano a cambiare il Paese per sottrarlo alle cavallette delle larghe intese e per costruire un futuro per le nuove generazioni.