Condividi

“Estate amara per 70-80mila pensionati Inps. Ad agosto rischiano di non ricevere la cosiddetta “quattordicesima” (da 336 a 504 euro).
La denuncia arriva da Gigi Bonfanti, segretario generale della Cisl pensionati: “Apprendiamo da un confuso comunicato stampa dell’Inps che non tutti i conguagli Irpef dovuti ai pensionati saranno pagati nel mese di agosto. Dopo il pasticcio della 14esima non erogata a decine di migliaia di pensionati, un altro scivolone dell’Inps ai danni dei pensionati. Chiediamo all’Inps di sapere quanti sono i pensionati per i quali non si è proceduto al pagamento nei termini dovuti e a quanto ammontano i conguagli non erogati. Chiediamo, inoltre, al presidente dell’Inps di occuparsi meno di politica con strampalate proposte di ricalcolo delle pensioni in essere che generano il panico tra i pensionati, e più di gestione dell’Ente: non vorremmo che i dubbi espressi sulle sue capacità e sulle capacità gestionali dei suoi collaboratori espresse dal Parlamento in sede di sua designazione si rivelassero drammaticamente fondate.

VIDEO Pensioni: come fare riscorso per avere indietro il maltolto dalla Fornero

Ai tratta di pensionati con almeno 64 anni che si trovino in specifiche condizioni contributive e di reddito (fino a 1,5 volte la minima,meno di 10.200 euro circa annui).
Il conguaglio derivante dalla presentazione del modello 730 verrà corrisposto ad agosto a tutti i pensionati che hanno fatto pervenire il modello entro il 30 giugno. Lo riferisce l’Inps, precisando che saranno, invece, effettuati i conguagli a settembre per tutte le dichiarazioni pervenute dopo il 30 giugno. Ai pensionati che stanno chiedono perché sul cedolino della pensione del mese di agosto 2015 non è riportato il conguaglio, l’Inps sottolinea che l’importo non può al momento essere visibile ma sarà erogato.” Affari Italiani