Condividi


Iniziano ad andare deserte le gare per assegnare gli inceneritori che senza il contributo CIP6 non avrebbero mai avuto alcuna sostenibilità economica. A Trento però non si arrendono. Dopo il primo bando ne stanno preparando uno più conveniente. Tutto piuttosto che fare il riciclo dei rifiuti.
“Mi chiamo Paola e, a piccole dosi, per non andare in overdose di divertimento se si tratta di battute, ma anche di indignazione quando si tratta di “italianate”, seguo spettacoli e blog. Scrivo per un problema che mi sta molto a cuore: l’inceneritore di Trento. L’inceneritore non è ancora stato costruito, sono anni che se ne parla, che la popolazione chiede un referendum ma niente, si è deciso di farlo perché pare non ci siano alternative. La gara per la costruzione è stata fatta ed andata deserta e tutti hanno pensato ad un segno del destino, ma nulla, si ripartirà con un’altra gara più appetibile…” Paola F.
–>Votate sull’inceneritore di Trento al seguente link