Condividi

“Il governo degli spot dice di voler tagliare il 10% dell’Irap a tutti. Senza discriminare, ad esempio, tra imprese da un lato e banche e assicurazioni dall’altro. Mentre la proposta depositata un anno fa dal M5S, a prima firma Fantinati, si concentra proprio sulle microimprese con meno di 10 dipendenti e un fatturato annuo oppure un totale di bilancio annuo non superiore a 2 milioni di euro. Per loro l’Irap non viene tagliata, ma sparisce del tutto grazie alla nostra legge. Stiamo parlando di circa il 95% delle aziende attive, che occupano poco meno della metà della forza lavoro impegnata in Italia e rappresentano un terzo del valore aggiunto nazionale. La legge del M5S costa 3,5 miliardi, soldi recuperati con una soppressione di circa il 10% della mangiatoia clientelare dei trasferimenti pubblici alle imprese. La proposta Irap del MoVimento consente una forte riallocazione di risorse fondata su una vera riduzione di sprechi e clientele, un taglio che può condurre in porto solo chi, come noi, non ha cointeressenze con lobby e potentati. Il M5S sta con le Pmi e con chi si batte ogni giorno per mandare avanti questo Paese.” M5S Camera