Condividi

>>> Altre 44 persone sono state arrestate per Mafia Capitale. L’accusa è di aver contribuito a creare un business sui flussi migratori e i campi di accoglienza: Tra gli arresti ci sono diversi esponenti del Partito Democratico e di altre forze politiche, salvo il M5S, che ne esce ancora una volta pulito. Per questo, i nostri cittadini portavoce in Parlamento e al Comune svolgeranno oggi, alle 15:00, una conferenza stampa presso la sala stampa della Camera dei deputati. Saranno presenti Luigi Di Maio, Roberta Lombardi, Paola Taverna e una rappresentanza del gruppo consiliare romano. La diretta streaming sarà trasmessa su La Cosa. <<<

immagine: Alessandro Di Battista con il console onorario del Nepal in Italia, Paolo Nugari

“Prima di essere devastato dal violento terremoto che lo ha colpito il 25 aprile, il Nepal era uno dei Paesi più poveri al mondo, con alti tassi di analfabetismo, soprattutto femminile e di mortalità e malnutrizione infantile.

Oggi è un Paese che rischia di scomparire per sempre.

L’ultimo bilancio delle vittime ha raggiunto quota 8.631, di cui il 55 per cento sono donne e bambini, con 21.838 feriti. Chi ha avuto la fortuna di sopravvivere, invece, oggi non ha più una casa: si contano 600 mila abitazioni distrutte e decine di villaggi rurali senza acqua potabile.

Presto arriverà la stagione dei monsoni, in estate, e l’emergenza crescerà. Per i cittadini nepalesi sarà vitale avere almeno un tetto sulla testa, per questo il MoVimento 5 Stelle ha incontrato oggi il console onorario del Nepal in Italia, Paolo Nugari, e sottoscritto un appello per finanziare la donazione di tende che andranno collocate nelle aree meno colpite del Paese.

Un primo piccolo passo verso la ricostruzione. Dobbiamo aiutarli a rialzarsi, dobbiamo dargli coraggio.

Ciononostante, noi restiamo anche convinti che con un pronto allerta degno dei più sofisticati meccanismi occidentali molte decine di migliaia di persone avrebbero certamente evitato la morte.

La sproporzione degli effetti di un disastro naturale tra un Paese ricco e tecnologicamente avanzato e un Paese povero e arretrato è, infatti, enormemente tragica. Basti pensare al terremoto/maremoto che nel 2011 colpì il Giappone: morirono circa 20 mila persone; un’enormità, ma poche in confronto alle oltre 230 mila di Haiti o alle 226.000 dello tsunami nell’Oceano indiano (2004).

Intanto, il ministro degli Esteri Gentiloni è stato capace di stanziare solo 300.000 euro di fondi della Cooperazione per aiutare i nepalesi, in pratica il costo dell’affitto annuo della mega-villa con 12 bagni riservata al rappresentante dell’ambasciata italiana alle Nazioni Unite in Svizzera, Maurizio Enrico Serra, pagata ovviamente con i soldi dei cittadini italiani (fonte).

La disuguaglianza sociale e lo sfruttamento dei popoli è il male più grande del nostro mondo. Noi lo combattiamo ogni giorno!” Alessandro Di Battista