Condividi

Amazon ha iniziato a introdurre nei suoi magazzini nastri automatici che consentono di scansionare i prodotti e avvolgerli, accelerando il lavoro di 4/5 volte rispetto ai lavoratori.

L’azienda continua il suo cammino sulla strada dell’automazione totale e, di conseguenza, dell’eliminazione della manodopera manuale.

La vendita e la consegna di prodotti è un segmento importante che genera entrate per Amazon. Negli ultimi anni l’azienda è stata attivamente impegnata nell’automazione delle consegne, utilizzando droni e robot di diversi tipi. Allo stesso modo, Amazon è interessata a facilitare il processo di confezionamento dei prodotti. Ora molte operazioni in questo campo sono eseguite da lavoratori. Ad esempio, quando si riceve un ordine, il dipendente lo scansiona e lo confeziona in una scatola di cartone, prima di inviarlo al reparto di consegna.

Amazon sta quindi testando dispositivi che possano sostituire completamente il lavoro manuale.

Ha acquistato i dispositivi CartonWrap, pensate un po’, prodotti dalla società italiana CMC Srl. Sono in grado di imballare gli acquisti molto più velocemente degli umani. Si stima che imballino da 600 a 700 scatole all’ora, ovvero quattro o cinque volte di più rispetto a un normale lavoratore. Quando la macchina funziona, i dipendenti devono solo mettere i prodotti sul nastro.

Di seguito un video esplicativo:

Amazon prevede di applicare questo schema in dozzine di altri negozi. Si stima che 1.300 posti sono in via di eliminazione in 55 centri negli Stati Uniti.

Il rappresentante di Amazon ha affermato che i risparmi nel packaging saranno reinvestiti in nuovi servizi per i clienti, creando nuovi posti di lavoro.