Condividi

“In merito alla falsa notizia battuta poco fa dall’ANSA: “Ribelli chiedono a Casaleggio allontanamento Messora (ANSA) – ROMA, 26 GIU – “Alcuni di noi sono già a rischio espulsione”. E’ quanto dicono all’ANSA alcuni parlamentari europei del M5S che chiedono l’anonimato per timore di ritorsioni. Motivo del contendere sarebbe la gestione politica e amministrativa del gruppo: una parte degli euro-stellati – spiegano le fonti – avrebbe chiesto a Milano la rimozione del capo comunicazione Claudio Messora. Quest’ultimo, ex responsabile al Senato, è stato lo sponsor dell’accordo Grillo-Farage, che ha escluso l’opzione di alleanza con i Verdi.
Nessun portavoce del M5S al Parlamento Europeo è a rischio espulsione contrariamente a quanto riportato nel falso virgolettato. Nessuna richiesta per la rimozione di Messora dal suo incarico è arrivata a Grillo, Casaleggio né a nessun altro dello staff. L’Ansa dovrebbe dichiarare le sue “fonti” altrimenti sussiste il dubbio più che lecito che qualcuno si sia inventato la notizia di sana pianta. Nessun parlamentare europeo del M5S ha confermato pubblicamente le informazioni riportate dall’Ansa. Si specifica inoltre che, diversamente da quanto affermato dall’Ansa, Messora non ha avuto alcun ruolo nell’accordo tra il MoVimento 5 Stelle e lo UKIP di Farage per la costituzione del gruppo EFDD e che nessuno ha escluso l’alleanza con i Verdi: semplicemente tale ipotesi non è mai esistita a causa del rifiuto degli stessi Verdi.” Beppe Grillo e Gianroberto Casaleggio

” Registriamo oggi l’ennesimo utilizzo distorto dell’informazione, che mira a restituire l’immagine di un Movimento 5 Stelle in Europa diviso, nella vana speranza di ridurne l’influenza politica.
L’agenzia stampa ANSA farnetica addirittura di prossime espulsioni e di un atto di sfiducia nei confronti del responsabile della nostra Comunicazione, Claudio Messora. Per l’ennesima volta siamo costretti a smentire con forza veline frutto di informazioni inventate di sana pianta o, nella migliore delle ipotesi, costruite su fonti non attendibili. Nulla di quanto riportato nell’agenzia riferita corrisponde al vero, mentre la sola realtà che i nostri avversari politici si trovano loro malgrado a dover registrare è la totale compattezza della squadra inviata in Europa per realizzare un programma nel nome del 22% degli elettori. Nessuna falsa notizia impedirà comunque al Movimento 5 Stelle, ora parte del gruppo EFDD (Europe of Freedom and Direct Democracy), di portare a termine il suo compito, nel nome della volontà dei cittadini italiani.” La Delegazione italiana M5S al Parlamento Europeo: Adinolfi Isabella, Affronte Marco, Agea Laura, Aiuto Daniela, Beghin Tiziana, Borrelli David, Castaldo Fabio Massimo, Corrao Ignazio, D’Amato Rosa, Evi Eleonora, Ferrara Laura, Moi Giulia, Pedicini Piernicola, Tamburrano Dario, Valli Marco, Zanni Marco, Zullo Marco