Condividi

Brunetta in fuga dai precari con l’auto blu

“Proprio stamattina un’auto blu sul raccordo anulare di Roma pretendeva il solito sopruso tentando il sorpasso a destra, sulla corsia d’emergenza. Premetto che mi giravano le palle per miei motivi … Ho messo due ruote sulla corsia d’emergenza anch’io, non lasciando lo spazio per effettuare il sorpasso … L’ho costretto a starmi dietro fino a che il lampeggiante sul tetto si è acceso e la sirena si è attivata … La mia macchina ha cominciato ad avere problemi …si è spenta (guarda il caso!) , per cui ho dovuto accostare in corsia d’emergenza costringendo l’auto blu a fermarsi. L’autista inveiva …strano! Ho messo il giubbetto rifrangente e sono uscito dall’auto lasciando la portiera aperta, ho aperto il cofano …L’auto blu mi è sfilata accanto: ho cercato di scorgere una faccia da culo dai finestrini oscurati, senza riuscirci … Con il cellulare all’orecchio , ma guardando all’interno dell’auto ho gridato due volte VAFFANCULO … VAFFANCULO. L’auto blu è sparita nel traffico. Ho chiuso il cofano della mia macchina, ho tolto il giubbetto e sono ripartito …più leggero”. Carlo R., Roma