Condividi

Enzo Ferrari, meccanico, pilota, e poi capo azienda. Camillo Olivetti, progettista di macchine da scrivere, e poi capo azienda. Arnoldo Mondadori, impiegato in una cartoleria, piccolo editore, e poi capo azienda. In tempi più moderni, Bill Gates, programmatore e poi capo azienda. Chi sono oggi i capi azienda in Italia? Cosa ne sanno Catania di ferrovie, Tronchetti di telefonia e di Rete, Cimoli di aerei. Cosa ne sapeva Romiti di automobili? Chiedetelo a Ghidella, cacciato non per incompetenza, ma per troppa competenza. Il denaro, la finanza sono un risultato, una derivata. E, oggi, i derivati di una derivata comandano e distruggono le società. Trasformano le società in dividendi, in stock option, in bilanci in rosso, in debiti. Il loro conto corrente è però sempre nero come la notte.
Quando vengono cacciati (qualche volta succede) esigono buone uscite di milioni di euro anche se la società è sull’orlo del fallimento. Lo Stato, si è visto per le Ferrovie, lo si vedrà per l’Alitalia, cede subito. Li paga invece di cacciarli per giusta causa. Con i nostri soldi, con le nostre finanziarie. Per la logica del potere e dell’apparenza più guadagnano più sono ritenuti importanti. I giornali ne vanno pazzi. Non importa quanti danni hanno fatto finora. Si è sicuri che in futuro gli sarà permesso di farne certamente di più.
Gli enormi stipendi dati a manager pubblici e privati, spesso incompetenti di ciò di cui si occupano, sono un incantesimo.Loro stessi sono un incantesimo da trasferire su un’isola, vanno bene sia Alcatraz che l’Isola dei Famosi, circondate però da squali. Per metterli a loro agio. Perchè un tecnico, un operaio, un impiegato di un’azienda deve guadagnare 1000 o 1500 euro al mese e l’amministratore delegato, il presidente, il direttore generale milioni di euro? Dove sta la logica? Se il tecnico sbaglia viene cacciato, se succede al manager viene liquidato. Dove risiede questo grande valore aggiunto dei capi azienda? Moderni Einstein che proclamano un anno la valenza strategica della fusione fisso mobile e l’anno successivo esattamente il contrario senza che nessuno gli rida in faccia. E’ un valore nascosto, molto nascosto. Misterioso. E’ora che venga alla luce, che si capisca e che dopo si tolgano dai piedi.

Ps: l’iniziativa shareaction continua. Cliccate e delegate.

Condividi
Articolo precedenteMourad Akhay
Prossimo articoloAddio Oriana