Condividi


La campagna a favore del nucleare continua sui giornali e in televisione. E’ patetica. La Confindustria e il Governo italiano si stanno rendendo ridicoli. Non c’è una sola ragione a favore del nucleare. Sfrutta l’uranio che finirà tra 40/50 anni ed è concentrato in pochissimi Paesi al mondo, non è quindi rinnovabile. Finirà prima l’uranio del petrolio. Il costo del nucleare è superiore a quello delle altre fonti di energia e nessuno ha ancora risolto il problema delle scorie radioattive. Perché farlo allora? Perché propagandare balle su balle? Per due motivi. Primo: le centrali saranno francesi e la Francia ci tiene per le palle con più di 500 miliardi di euro di nostri titoli pubblici. Secondo: le aziende interessate parteciperanno a un’abbuffata di decine di miliardi per la costruzione delle centrali in parte finanziate dallo Stato.
“Beppe… dai pubblica lo spot sul nucleare di Greenpeace…” rob m., como