Condividi

Nel naufragio generale del Paese uno come Berlusconi che con i suoi governi ha indebitato l’Italia di centinaia di miliardi dovrebbe darsi alla macchia. Farsi vedere in giro il meno possibile. Invece tra una telefonata a Don Gelmini, il prete timorato di Dio, e un pensiero al suo caro amico Don Verzè, non tiene vergogna e esternaFino all’estate scorsa abbiamo sempre tenuto i conti in ordine tagliando le spese invece di aumentare le imposte. Ora però con le nuove tasse si finirà per comprimere i consumi e portare in recessione l’economia“. Erano presenti “Pensiero Unico” Gasparri e “Canna” Giovanardi che hanno applaudito. Tra zombie scatta sempre la solidarietà.