Condividi


All’Università di Venezia di Ca’ Foscari all’inaugurazione dell’anno accademico è stato invitato Scaroni, presidente dell’Eni, che patteggiò un 1 anno e 4 mesi per tangenti. Gli studenti che protestavano all’esterno sono stati intrattenuti da agenti in tenuta antisommossa. Una ragazza è riuscita ad entrare e a leggere un comunicato. Le è stato strappato di mano prima di essere trascinata via dalle forze dell’Ordine.
“Che Università é quella in cui agli studenti viene impedito di partecipare liberamente all’inaugurazione dell’ Anno Accademico, per la quale é anche stata sospesa la didattica? Perché ad accoglierci, nonostante le intenzioni pacifiche e di dialogo, abbiamo trovato uno schieramento di poliziotti e carabinieri in tenuta antisommossa? Oggi, noi studenti di Cà Foscari, avremmo voluto leggere l’intervento che descriveva alcuni aspetti della realtà altra rispetto alla versione presentata all’interno dell’ Auditorium durante il corso della cerimonia. Agli studenti che sono riusciti ad entrare é stata negata con la forza la possibilità di leggere l’intervento. Abbiamo toccato il punto più basso di una deriva autoritaria che vede nel rettore Carraro il suo principale interprete e che si colloca nella cornice generale della distruzione dell’Università pubblica. L’inaugurazione si è conclusa con le triste immagine di un rettore in fuga dagli studenti, non perché questi rappresentassero un’effettiva minaccia, ma piuttosto confermando l’indisponibilità ad ogni confronto costruttivo.” Ceecio