Condividi


Califano non ci sta più con le spese. Il senatore Domenico Gramazio del PDL chiederà il sostegno dello Stato con la legge Bacchelli.
“Franco Califano non ha mai fatto mistero di aver vissuto tra vizi e stravizi, tra belle donne e auto di lusso, ma sembra che ora si trovi in difficoltà economiche, almeno rispetto agli standard di vita passati. Il 15 luglio scorso il Califfo è caduto dalle scale e “questo incidente ha fatto venir meno la mia unica consistente fonte di reddito”, svela al Corriere della Sera. Erano infatti le “serate” a rimpinguare il salvadanaio dell’ormai 72enne Califano, visto che i 20mila euro annui che percepisce dalla Siae non sembrano essergli sufficienti. E così, quando il suo medico curante gli ha detto che avrebbe forse potuto beneficiare della cosiddetta legge Bacchelli (legge n. 440 dell’8 agosto 1995), Franco Califano non ci ha pensato due volte prima di rivolgersi allo Stato. La Bacchelli prevede l’assegnazione di un contributo straordinario vitalizio a quei cittadini che si sono distinti nel mondo della cultura, dell’arte, dello spettacolo e dello sport, ma che versano in situazioni di indigenza. Certo, 20mila euro l’anno non sono tanti, bisogna ammetterlo, ma sono pur sempre 1.600 euro mensili che a molti pensionati piacerebbe ricevere.” Nando Cicero