Condividi


Le intolleranze alimentari sono un lusso che non tutti gli italiani si possono permettere. Dipende dove abiti. Il buono per i celiaci su base regionale è una grande conquista del federalismo.
“Ciao…io non so chi leggerà e quando questo mio piccolo sfogo ma vorrei far presente un problema italiano legato alla sanità: la CELIACHIA. Io sono celiaca, parlo per esperienza: siamo truffati. 22 euro al kg di pane, 7 euro un kg di farina, 3,50 euro 2 etti e mezzo di pasta…e bada bene. Non abbiamo scelta. Voglio una pizza? Sborso altri 7 euro e voilà…una margherita!! Siamo impazziti? Lo Stato ci dà dei buoni per comprare queste cose ma per l’importo dipende se siamo uomini, donne o bambini. E in che regione abitiamo. Senza parlare delle farmacie in cui facciamo ‘la spesa’ che alzano i prezzi a piacere….Non ho scelto di diventare celiaca ma scelgo di incazzarmi a dovere per ciò che vedo. Grazie per lo spazio che ho potuto utilizzare….”. Cinzia