Condividi

“No allo smantellamento del Corpo Forestale dello Stato, assorbendolo in altri corpi di polizia. Ci associamo al sentimento del generale Costa che si dichiara “senza parole” e che con “tanta tristezza e amarezza” dichiara di “comprendere oramai che l’ambiente per tanti non è una priorità“. Lo dichiarano i senatori del Movimento 5 Stelle della Commissione Ambiente del Senato. Noi non ci arrendiamo! Siamo amareggiati e consapevoli che questo governo vuole solo compiacere quanti chiedono di togliere i controlli ai propri traffici ed illeciti. Per favorire sempre il profitto e l’illegalità, di pochi, sul benessere di tutti. Secondo il rapporto “Rapporto ecomafie 2014” di Legambiente il Corpo Forestale dello Stato nel 2013 ha svolto oltre 11.000 inchieste ambientali, la Polizia di Stato che non è specializzata nel settore ambientale 65 continuano i senatori pentastellati. L’Eurogiust, che ci chiede di approvare una legge sui reati ambientali nel codice penale da decenni, ci chiede da anni anche la formazione un corpo nazionale di polizia ambientale specializzato e coordinato a livello europeo con le altre forze nazionali. La risposta del Governo Renzi? Smantellare il Corpo Forestale dello Stato! Il MoVimento 5 Stelle ha una sua proposta per salvaguardare le competenze e specificità del Corpo Forestale dello Stato, esplicitata in un progetto di legge ed una mozione a prima firma Paola Nugnes depositati da dicembre a Palazzo Madama. Chiediamo di discutere le nostre proposte al più presto.” M5S Senato