Condividi

L’alta velocità cinese si è fermata. Dopo l’incidente dello scorso luglio del treno da Hangzhou a Wenzhou con 40 morti, i lavori nel Paese si sono bloccati e gli investimenti prosciugati. La Cina ha la rete ferroviaria ad alta velocità più estesa del mondo ed era previsto il suo raddoppio in pochi anni per altri 10.000 km. La tragedia di luglio ha costretto le autorità a rivalutare i sistemi di sicurezza e, contemporaneamente, è avvenuto un crollo dei passeggeri, scesi del 20%. I cantieri sono fermi, lo sviluppo dell’alta velocità è per ora una chimera. Rimane solo il debito del ministero delle Ferrovie di 330 miliardi di dollari (fonte Ft). Sembra una storia italiana e invece è cinese!