Condividi

Il M5S è nato nel territorio e i suoi primi successi elettorali li ha avuti nei Comuni. Il Comune di Sarego in provincia di Vicenza è stato il primo a Cinque Stelle con il sindaco Roberto Castiglion, ne sono seguiti poi molti altri. Mira, Assemini, Parma, Gela, Livorno, Ragusa, Pomezia, Quarto sono alcuni tra i Comuni a 5 Stelle. Un minimo comune denominatore delle nostre amministrazioni comunali è stata la riduzione del debito nonostante i tagli feroci del Governo centrale, inoltre è stata posta attenzione alla tutela dell’ambiente e alla diffusione dei servizi telematici. E poi, fatto non trascurabile, l’onestà: “Su Pomezia non abbiamo alcuna protezione, il sindaco (Fabio Fucci, ndr) è incorruttibileha detto Salvatore Buzzi intercettato per Mafia Capitale.

VIDEO L’urlo di #Italia5Stelle: ”FUORI LA MAFIA DALLO STATO!”

A Imola, durante Italia5Stelle sono stati distribuiti dei volantini con quelli che i sindaci reputavano essere i loro principali successi che sono molti, eccone alcuni:
Mira: Lotta al gioco d’azzardo. In corso di approvazione il regolamento no-slot per i pubblici esercizi con riduzione del 20 % della TARI per le attività come bar, tabaccherie, edicole che tolgono o non hanno slot machine
Assemini: No alla Tasi e a Equitalia. In un periodo di grandi difficoltà economiche dei nostri concittadini, sia nel 2014 che nel 2015 l’Amministrazione del M5S ha detto no al pagamento della TASI. Il tributo, ritenuto come l’ennesima stangata alle tasche dei cittadini e per giunta incostituzionale è stato depennato dalla lista dei tributi locali. Per quanto concerne Equitalia, nel gennaio 2015 è stato interrotto il rapporto tra Comune di Assemini e Equitalia.
Pomezia: Assegnazione di alloggi popolari ai bisognosi e istituzione di quello che è stato chiamato il nostro “reddito di cittadinanza”, ovvero un sostegno a chi ha difficoltà a pagare gli affitti, alle ragazze madri, a chi ha perso il lavoro. I bimbi in condizioni di disabilità grave avranno l’esenzione totale per mensa e trasporto scolastico.
Le azioni dei Comuni 5 Stelle saranno riprese in un’area ad hoc in questo blog continuamente aggiornata che consigliamo di leggere agli stipendiati del Pd impegnati a denigrare l’attività del M5S nei Comuni con l’obiettivo di dimostrare l’assioma “se non sono capaci di amministrare i Comuni figuriamoci lo Stato“. Bomba, cambia strategia, questa non funziona. A proposito Marino era sindaco di quale partito? Forse del Pd?