Condividi

“Dopo essere stato costretto dall’intransigenza del M5S a ritirare la candidatura di Violante, il PD ha dovuto arrendersi al nostro metodo: quello della trasparenza e della condivisione.
Come gli avevamo chiesto, ha ufficializzato un nome lontano dalla politica e dotato dei requisiti e ha lasciato che fosse giudicato da tutti i cittadini. Il risultato? È finalmente arrivata l’elezione di Silvana Sciarra alla Consulta e di Alessio Zaccaria al CSM.
Il patto del Nazareno affonda. Forza Italia ha fatto il suo nome solo questa mattina, calandolo via sms sul Parlamento e facendolo filtrare alla stampa dai corridoi del Palazzo. Non hanno rispettato rispettato il nostro metodo. Il risultato? Un disastro, il ventunesimo, infatti il loro candidato non è passato.
Renzi e Napolitano ne prendano atto, la smettano di giocare con la legge elettorale, la Costituzione e i suoi organi di garanzia e abbandonino le larghe intese e gli indicibili accordi stipulati in segreto.
Solo il metodo a 5 Stelle vince, quello della trasparenza.” M5S Camera e Senato