Condividi
Photo Di Shutterstock

Un team di scienziati israeliani ritiene che una cura per il cancro sia alla portata di mano. Prevedono addirittura che la cura definitiva sarà trovata entro un anno.

Curare il cancro è l’obiettivo di tutti coloro che fanno ricerca su questa enorme piaga. Le difficoltà incontrate fino ad ora sono dovute al fatto che il cancro è una malattia multipla, ed è molto difficile trovare una cura per il cancro in generale.

Infatti oggi ci sono molte cure che funzionano su certi tipi di cancro e non su altri.

Ma la società, Accelerated Evolution Biotechnologies, ha descritto il trattamento, MuTaTo, come paragonabile a un antibiotico del cancro. Utilizza approccio multiprodotto, simile al trattamento somministrato ai pazienti HIV.

Il team ha detto che il loro trattamento ha un approccio multi-target, che utilizza una combinazione di diversi peptidi per ciascuna cellula cancerosa, eliminando la possibilità di essere eluso da una mutazione. “Pensiamo di poter offrire tra un anno una cura completa per il cancro”, ha dichiarato Dan Aridor, della Accelerated Evolution Biotechnologies.

Il CEO della compagnia, il Dr. Ilan Morad, ha detto che MuTaTo, lavora anche per colpire le cellule staminali del cancro, eliminando la possibilità di recidiva. Sarà efficace dal “primo giorno” e causerà, al massimo, minimi effetti collaterali.

La soluzione quindi dovrebbe essere sia generica che personale. Ma c’è da fare una precisazione. Il trattamento ad oggi non è ancora stato testato sull’uomo. Il team afferma di aver avuto successo nei test sui topi. La sperimentazione clinica sarebbe vicina, ma ora bisogna stare attenti a non diffondere false speranze. Più di un esperto negli Stati Uniti ha messo in dubbio la legittimità della cura e ha affermato che è più probabile che sia l’ennesima falsa promessa per i malati di cancro.

Sicuramente un giorno il cancro sarà un antico ricordo, forse lo cureremo con una pillola dopo i pasti, come è già successo con altre malattie un tempo ritenute incurabili. Aspettiamo quel giorno con impazienza, dando tutte le notizie che intanto arrivano su questo tema.