Condividi


“Ho una piccola impresa con 6 dipendenti. Produco piccoli accessori di pelle e lo faccio in una “ricca regione del Nord”, come si suol dire quando si parla della Lombardia. Qualche mese fa mi sono recato in banca per chiedere credito, poiché non volevo che i miei dipendenti soffrissero direttamente le entrate di cassa posticipate dai miei clienti. Sapete che mi hanno risposto? Ci spiace: non possiamo. Pare si chiami credit crunch. O stretta sul credito, fate voi. La conseguenza? In tre mesi i miei dipendenti hanno già accumulato un mese di ritardo negli stipendi. E spero veramente che per ora finisca qui. In questi giorni, però, dovrò pagare l’Imu. Stavo pensando di inventarmi l’Imu crunch. La stretta sull’Imu, per non pagarlo. Credete possa funzionare? (meglio ironizzare un po’ eh)”.
Fausto