Condividi


Se il cane è il più fedele amico dell’uomo, D’Alema lo è, da sempre, dello psiconano. Da ogni punto di vista. Politico con la bicamerale. Giudiziario con il mantenimento del conflitto di interessi. Ed economico, con l’un per cento da corrispondere annualmente per la concessione governativa delle frequenze nazionali delle tre reti televisive di Mediaset. Il grande imprenditùr di Arcore paga allo Stato italiano per le concessioni solo l’un per cento del fatturato della sua azienda. Grazie a chi? A Massimo D’Alema, a quello che il burro lo porta lui. Alla sua legge 488 del 1999, pagina 32, articolo 27, comma 9. Testa d’Asfalto paga 24 milioni di euro all’anno allo Stato su un incasso di 2,4 miliardi. La famosa opposizione del menga del PDmenoelle.