Condividi


Bersani guarda per il futuro a un partito esteso, progressista e neocentrista. In sostanza, lui e Casini insieme. Non disdegna però un allargamento con la sinistra radicale (?) di Vendola che a sua volta vuole aggregare Antonio Di Pietro per “costruire un centrosinistra che sia una coalizione plurale e aperta. Non è impedito il dibattito con i moderati“. Casini potrebbe recuperare Fini e Rutelli e magari anche Alfano del pdl di cui è stato alleato per decenni. Una grande coalizione moderatacentristaprogressistaradicale giustizialista per salvare l’Italia. Un partito unico e plurale con dentro tutti per battere il MoVimento 5 Stelle. Dalla foto di Vasto alla foto di gruppo.