Condividi

“Vincenzo De Luca, governatore della Campania scelto e sostenuto dal Bomba è indagato per concussione. La vicenda è clamorosa.
Mastursi, braccio destro di De Luca, avrebbe promesso al marito di Anna Scognamiglio un’assunzione in cambio di “una parola buona” con la sua consorte. La Scognamiglio è il giudice che con una sentenza salvò proprio De Luca permettendogli di restare in carica nonostante i suoi guai giudiziari. Che schifo!
Il primo responsabile di questo ennesimo disastro, cosa farà? Applicherà il modello-Marino anche ad un suo amico? Penserà ad un commissariamento? Cercherà un Orfini campano visti i “meravigliosi” risultati a Roma? E’ il premier che andrebbe commissariato. Per la sua manifesta incapacità, per la sua conclamata immoralità e per la sua disonestà intellettuale. In Emilia amministrazioni PD infiltrate dalla n’drangheta. A Roma PD infiltrato da Mafia Capitale. In Campania PD che candida un condannato che dovendo decadere si mette d’accordo con il marito della giudice per trovare una via di uscita. Il PD è tutto questo. Metteteci alla prova!” Alessandro Di Battista