Condividi


Che belle le Dolomiti di cemento, con i villaggi delle vacanze vuoti e gru senza ali ovunque. Il milanese o il torinese non dovrà più soffrire di nostalgia, si sentirà come a casa sua.
“Io abito a San Vito di Cadore, uno splendido paesino nel cuore delle Dolomiti Orientali Venete. Fino a trent’anni fa il turismo era fatto di alberghi e di appartamenti affittati dai residenti. Ora molti alberghi hanno chiuso e sono stati trasformati in orrendi residence/condomini e la speculazione edilizia ha fatto spuntare seconde case come funghi, trasformando il nostro paese in un vero e proprio Villaggio Valtour. Nonostante i cartelli “VENDESI” siano ovunque, lo scempio non ha fine e si continua a costruire (per chi?). La bellezza paesaggistica dei nostri posti era il nostro punto di forza. Ora un bel prato libero, agli occhi degli speculatori, diventa solo l’ennesimo appezzamento lottizzabile.” Luther Blissett

Condividi
Articolo precedenteOdio la caccia
Prossimo articoloBeppe Grillo a Cesena