Condividi

Peel Saver è un progetto di economia circolare creato da tre designer italiani. Simone Caronni, Paolo Stefano Gentile e Pietro Gaeli hanno creato un packaging ecologico per patatine fritte a base di patate riciclate , come alternativa sostenibile alla carta.

Il packaging è costituito da componenti di amido e fibre che, dopo la macerazione, si legano tra loro e si induriscono.

L’idea degli inventori è nata dopo aver realizzato quanti scarti di bucce di patate fossero prodotti dalle compagnie di patate fritte. Volevano mettere a frutto questo materiale di scarto, e si sono resi conto ironicamente che poteva essere usato per contenere il cibo di cui è fatto.

“Il tradizionale imballaggio per il cibo di strada ha un tempo di utilizzo molto breve, diventando immediatamente difficile da riciclare, Peel Saver è un rimedio sostenibile il cui scopo è sostituire gli imballaggi in carta plastificata. Le patatine vengono quindi servite all’interno della stessa buccia che originariamente conteneva e proteggeva la patata, ritornando allo stato naturale in cui si trovava.” ha dichiarato Caronni.

“Siamo soddisfatti del processo soprattutto dal punto di vista della semplicità del concetto e della sostenibilità”, hanno aggiunto. “Oggi è ormai necessario che i prodotti e gli imballaggi siano sostenibili e riciclabili, questo progetto è una prova di quanto possa ancora essere fatto in questa direzione”.

Al momento, gli inventori non hanno fondi sufficienti per sostenere la produzione su larga scala del packaging, ma sperano di trovare un’azienda che possa aiutarli nel progetto.