Condividi

“L’Epidemia del Virus Ebola, la più violenta mai registrata nella storia, ormai spaventa tutti i Paesi del mondo compresi gli Stati Uniti. Eppure i sintomi di quello che stava per succedere erano chiari: già in aprile 2014 i membri della nostra Commissione sanità avevano studiato e capito la pericolosità del virus ebola e la potenziale epidemia che stava nascendo. L’Organizzazione Mondiale della Sanità pensava si sarebbe esaurito tutto in pochi mesi con poche centinaia di morti. E invece siamo arrivati ad ottobre 2014 con 4500 morti e 9000 nuovi contagiati e le stime dicono che per dicembre arriveremo a 10.000 contagi a settimana.
Negli Stati Uniti vi sono già dei casi di contagio ed in Europa ulteriori casi, dopo quelli di Spagna e Germania, sembrano inevitabili. E intanto il Governo Italiano procede a rilento, seguendo a ruota gli altri stati per i protocolli di emergenza, ma senza introdurre nessuna misura eccezionale, né prendendo alcuna iniziativa per cercare di prevenire un possibile disastro. Il Ministro Lorenzin, riferendo al Senato in pratica ha detto che possiamo solo aspettare e sperare confidando che i protocolli vengano rispettati e che nulla vada storto in caso di italiani contagiati.
Peccato che proprio in queste ore ci arrivano delle preoccupanti segnalazioni dall’ospedale Spallanzani di Roma, uno dei due centri Italiani destinati alla gestione di una possibile emergenza Ebola. Vi sono gravi carenze nella preparazione del personale (che non faceva esercitazioni da anni) e nella quantità insufficiente del materiale di protezione!
Invece il MoVimento 5 Stelle agisce: dopo la notizia che il virus potrebbe essere contagioso anche nel periodo di incubazione (cosa che renderebbe inutili tutti i protocolli), ha deciso di organizzare un incontro con i vertici del laboratorio IRBM di Pomezia, all’avanguardia nel mondo sulla ricerca di un possibile vaccino in fase di sviluppo e di sperimentazione. Perché il Governo, dall’alto della sua posizione privilegiata, non si attiva e non cerca di aprire un tavolo con i vertici della Glaxo (proprietaria del brevetto) per ottenere un’esclusiva o almeno una convenzione per i propri operatori? Perché mentre tutti i Paesi sono in allerta, i nostri media non riportano notizie chiare e non viene fatta un’informazione sul virus Ebola ai cittadini? Per la sua posizione geografica l’Italia è uno dei Paesi più a rischio per l’Ebola. Dopo mesi passati a sottovalutare il problema non possiamo più aspettare: dobbiamo agire adesso”.
M5S Senato

Ps: Le uniche votazioni valide degli iscritti certificati del M5S sono quelle che avvengono all’interno del Sistema Operativo del M5S. Non esistono altri siti o piattaforme riconducibili al M5S e ai suoi iscritti.