Condividi

A far data dallo presente editto Lo Re stabilisce:

Che ogni condominio abbia li pannelli solari, lo depuratore dell’acque nere e bianche, che l’energia sia sufficiente per ogni casa appartamento e che l’eccedenza la si venda in rete per pagar altri bisogni.

Si stabilisce che gli inquilini tutti, collaborino alle riparazioni, alle pulizie e allo giardinaggio ed all’aiuto di tutti li condòmini. Se ci son gli anziani che un’ora a testa gli si dedichi, se vi son giovinetti, che un poco a turno si badi loro se le madri abbisognano di lavorare o assentarsi o di far l’amore con l’amore suo!

Se vi è un falegname che falegnaleggi per lo condominio tutto, se un elettricista che eletricizzi, un ingegnere.. un arredatore ecc ecc…che a tutti un po’ dedichino lo tempo loro nella misura congrua per assolver le incombenze della vita e dello condominio/villaggio.

Si stabilisce che alla bacheca dello condominio ciascuno scriva “Avrebbi bisogno di questo e di quello dall’ora all’ora o dello trapano elettrico , chi me lo presta?”

Lo Re auspica: li condòmini si scambino tra loro gli aiuti li consigli e le competenze.

Si divieta d’aver dieci wi-fi per condominio ed in loco, uno centrale che a tutti serva, come per l’antenna tv.

Che vi sia, nel condominio, la sala comune per giocare alle carte, un internet point , la radio interna e la Tv interna condominiale, li bigliardini ed una sala accogliente perlinata per trovarsi dopo cena, conoscersi e parlare… con lo stereo per ascoltar la musica di quella buona e lo schermo per fare lo cinema, quello intelligente. Si divieta di proiettar “Vacanze di Natale” dei fratelli Vanzina e simili.

Lo Re Vostro con amore per lo popolo tutto.

(Davide Charlie Ceccon)