La Voix de la Vallée

vday_ammazzatecitutti_EN.jpg
It’s not allowed in Italy to have a proposal referendum. The citizen can only annul the rubbish voted through by Parliament. And if they succeed, as in the case of public financing to the parties, the politicians ignore them. They get round the law or they do a new one.
In other States, the citizens can make proposals. With us we can only suffer. The people deciding is populism. The people proposing a law is demagogy. If however the law is done by the party employees in Parliament chosen by FassinoRutelliBertinottiFiniBerlusconi in our faces, then yes that is democracy.
To get the proposal referendum we would need to change the Constitution. Parliament will never do it. The Constitution is a garment tailor-made for the parties. Sewn on them, comfortable, wide enough for them never to have to say “I’m sorry” to the Italians. One day it’ll be necessary to take a hand to the Constitution, and make it become a true living tool, in the hands of the citizens. Not a memorial for memories.
To discuss the Constitution in Italy you need to be a Constitutionalist (what does that mean?) just as to talk about the Maroni law (he hides better than a mole) you have to be an expert in Labour Law. The magic word to block every change is “Anti- Constitutional” It works better than “Vade retro Satana”. The Constitution is afraid of the strong man and the people. It has handed over Italy to its representatives, to the parties who have not given it back since then.
There is however a sign of change. In the autonomous region of the Valle D’Aosta the proposal referendum has been introduced. For the first time in italy it’s possible to approve proposals of popular laws. The people become law makers.
On 18 November there’s voting on five law proposals for the rules for the election of the Council and the Regional Junta and the future of the regional hospital. The minimum quorum for participation is 45%. The parties invite the people not to go to vote and they are not talking about it. Sunday 18 November everyone off to vote early in the morning. Even in Rome they have to hear la Voix de la Vallée.

Posted by Beppe Grillo at 09:48 PM in | Comments (9) | Comments in Italian (translated) Post a comment | Sign up | Send to a friend | | GrilloNews | listen_it_it.gifListen | TrackBack (0) |
View blog opinions
| | Condividi

business education articles new education business opportunities finance education deposit money education making art loan education deposits make education your home good income education outcome issue medicine education drugs market education money trends self education roof repairing market education online secure education skin tools wedding education jewellery newspaper education for magazine geo education places business education design Car education and Jips production education business ladies education cosmetics sector sport education and fat burn vat education insurance price fitness education program furniture education at home which education insurance firms new education devoloping technology healthy education nutrition dress education up company education income insurance education and life dream education home create education new business individual education loan form cooking education ingredients which education firms is good choosing education most efficient business comment education on goods technology education business secret education of business company education redirects credits education in business guide education for business cheap education insurance tips selling education abroad protein education diets improve education your home security education importance


Comments

A constitution that can be amended at will by the government and such amendments only approved or overturned retrospectively by the citizenry is a severely compromised legal instrument. The model where constitutional amendments must be approved before they are enacted provides a greater degree of protection, but even then it is not foolproof, as the referendum in Ireland on the Nice treaty proved. When the citizens voted against the amendment, they were simply and arrogantly told that they had given the "wrong answer" and told they must vote again.

Ireland will have a chance to test the solidity of the constitutional protections early next year, when the Reform Treaty (EU Constitution in a thinly veiled guise) will be subject to a plebiscite. No doubt the voters will give the wrong answer again, just as the voters in France and Netherlands did on the first attempts to have this insidious document become law across the EU.

Posted by: Tom Sullivan | November 15, 2007 12:27 PM


Caro Beppe, ti invio un secondo testo del mio stesso messaggio. Ricorda che il mio pseudonimo appare come Pau Ono.
Mio marito Anthony ed io saremmo molto lieti di avere una tua risposta.
Siamo orgogliosi di far parte dei GRILLI d'Italia. Noi crediamo nei Valori del POPOLO ITALIANO. Abbiamo anche fiducia nell'On. DiPietro. E tu?
Ciao. Grazie ancora
Ripetizione testo:
Caro Beppe Grillo,
:
Il tuo BLOG ha stuzzicato la nostra attenzione per poter partecipare con le nostre esperienze e le nostre idee, spesso, affini alle tue, a risvegliare quegli animi che tu sembri aver capito, necessitano di un’organizzatore di tutto rispetto.
Inseriamo questo nostro messaggio sotto ‘POLITICA” anche se sarebbe più appropriato porlo come “Giustizia”
Ma la Politica e la Giustizia hanno in comune molto: Onorevoli DISONOREVOLI, Criminalità (organizzata) POLITICIZZATA
Nessuno ha il coraggio di prendere il toro per le corna, nessuno vuole morire ed essere un eroe che viene ricordato solo al funerale, poi tutto passa come nulla fosse
Modifichiamo la PRESCRIZIONE, al periodo di prescrizione aggiungiamo di farla partire dal momento in cui il reato è perseguito e non dal momento in cui è consumato, se il reato è perseguito prima della scadenza della prescrizione
Togliamo il SEGRETO BANCARIO; si vedra’ meglio il flusso del denaro
Togliamo l’IVA sui Servizi. Non ci saranno piu’ evasioni. Chiunque fara’ un servizio non dira’: Scusi, vuole la fattura? Si, allora deve pagare piu’ il 20% d’IVA. No, non voglio la fattura!
TOGLIAMO IL TAPPO ALL’IMBUTO DEL TRIBUNALE PENALE Semplificando la QUERELA con l’indicazione del codice fiscale delle parti alfine di consentire che più querele e denuncie fatte dalle stesse persone, siano affidate allo stesso Magistrato per l’individuazione di tutti i fatti, anziché affidarle a tanti diversi Magistrati creando il caos a vantaggio della criminalità, e con snellimento degli atti processuali, togliendo l’onere immediato di assistenza legale alla parte querelata, imponendola a tutte e due le parti soltanto se davanti ai Carabinieri non si raggiunge nessun accordo e chiarimento ed occorre quindi la discussione del caso davanti al Magistrato; controlliamo se il codice fiscale di chi querela è persona con una fedina penale pulita oppure un criminale, persona diremo “poco affidabile”
Instauriamo la RESPONSABILITA’ PERSONALE di coloro che hanno un PUBBLICO UFFICIO, inclusa la Magistratura che oggi ancora detiene il primato di essere AL DI SOPRA DELLA LEGGE, per cui: “La legge è uguale per tutti” non solo per chi legge questa frase entrando nell’aula del Tribunale, ma anche per i Magistrati che non la leggono perchè voltano le loro spalle! Non tutti i Magistrati sono come l’On. Di Pietro, i Giudici De Magistris, Forleo etc.
CONFISCHIAMO non solo a chi ha rubato, ma anche a chi beneficia dei proventi dei loro furti. CONFISCHIAMO e VENDIAMO TUTTO, finanziando le necessità del Paese
Tagliamo i VITALIZI, i RIMBORSI spese a coloro che hanno servito una o più legislature e che non SERVONO piu’ o non hanno MAI SERVITO alcuna legislatura (ex RAPPRESENTANTI del ns. Governo, CAVALIERI , SENATORI a vita)
RIDUCIAMO I COSTI MENSILI ai RAPPRESENTANTI delle due Camere: Deputati e Senato equiparandoli ad uno stipendio di Dirigente, visto che fare il Politico è un impiego e non più una missione
NOMINIAMO REVISORI capaci ed onesti che analizzino i COSTI del Governo Centrale e Periferico e FACCIAMO LEGGI adeguate che consentino snellezza, decisioni e correzioni di SPRECHI
Ma soprattutto ORGANIZZIAMO gli ITALIANI con CORAGGIO. Mancano i LEADERS disposti a dire a voce alta LA VERITÀ: I nostri POLITICI ci hanno preso in giro, ma noi, STUPIDI permettiamo loro di CONTINUARE a prenderci in giro.

Ciao Beppe, se non altro ci hai permesso uno sfogo. Abbiamo ancora qualche “BOOMERANG “ sulla questione “FALLIMENTI SOCIETARI” e ti vorremmo inviare un “Open Report” DENUNCIA APERTA direttamente. Intanto ti diamo giusto un ASSAGGIO:
..... Noi abbiamo formulato questa domanda per iscritto all’ORGANO FALLIMENTA di una CITTA FANTASMA: .....
Domando all’Organo Fallimentare se è a conoscenza che la vostra fallita SEMPRONIA srl (Sede CITTA FANTASMA) divenne proprietaria giusta sua garanzia prestata alla procedura fallimentare FITTIZIA srl, di cui CAIO era amministratore oltre che socio, dichiarata in seguito fallita (DAL TRIBUNALE CITTA ETERNA) per mancato adempimento a tale obbligo da parte della vostra fallita, (COSTITUITASI “AD HOC” a CITTA FANTASMA) (AMMINISTRATORE PALLINO) con unico socio la PINCO srl in liquidazione, (UNA SOCIETA’ IN LIQUIDAZIONE NON INTRAPRENDE OPERAZIONI STRAORDINARIE COME IL SALVATAGGIO DI FITTIZIA. CHI È QUEL LIQUIDATORE CHE COSI’ DECISE? PERCHE’ IL TRIBUNALE DI CITTA ETERNA NON HA SVOLTO ACCURATE INDAGINI PRIMA DI ACCONSENTIRE AD ACCOGLIERE LA PROPOSTA DI GARANZIA DEL FALLIMENTO FITTIZIA DALLA SEMPRONIA CHE AVEVA SEDE PRESSO UN ALTRO TRIBUNALE di CITTA’ FANTASMA?) in totale assenza di attività e di beni patrimoniali, di cui costui (CAIO) diveniva amministratore e socio, con il concorso di altri individui e società, (PALLINO AMMINISTRATORE IN SEDE DI COSTITUZIONE, FURBETTO AMMINISTRATORE IN SEDE DI EROGAZIONE DEI FONDI DALLA BANCA CONSENZIENTE, IN SEDE DI STIPULA DELLA LOCAZIONE CON IL CONIUGE DI CAIO, E SOCIO INSIEME A CAIO, DOPO CHE CAIO SUBENTRA QUALE AMMINISTRATORE, assumendo, in grave conflitto di interessi, ed in violazione del nostro Ordinamento Giuridico, contemporaneamente il ruolo di amministratore e socio della garante (FITTIZIA) e della garantita (; strategia che gli ha permesso di posticipare i debiti ed il fallimento della FITTIZIA srl, ottenere con l'acquisizione dell'immobile di proprieta della FITTIZIA srl, un mutuo fondiario ed un finanziamento, cospicui, da BANCA (CONSENZIENTE) senza corrispondere mai alcun pagamento, (DOVE SONO ANDATI A FINIRE QUESTI FONDI?) (il finanziamento comprende anche un portafoglio della fallita (FITTIZIA), ( E DI UNA SOCIETA INGERENTE SEMPRE AMMINISTRATA E POSSEDUTA DA CAIO) aggravando l’indebitamento anche della garante (SEMPRONIA), continuare l’uso dell’immobile dal 1983 fino ad oggi senza corrispondere le sue quote condominiali, di assicurarsene l’uso con contratto di affitto (DI COMODO) nel 1994, ad un canone irrisorio, al coniuge di CAIO, di non versare alcun canone di locazione, salvo qualche versamento forfettario di modesta portata eseguito al Curatore, subentrato nella locazione dal 1999, nonostante avesse verificato un credito per affitto del 1998, nei libri sociali, (Quindi RILEVANDO MOROSITA’ DEL CONIUGE DELL’AMMINISTRATORE E SOCIO “CAIO” DELLA GARANTITA FITTIZIA E DELLA GARANTE SEMPRONIA) mentre gli anni precedenti 1994, 95, 96 e 97 non figuravano perchè i libri sociali erano spariti, di non adempiere l’obbligo della fidejussione rilasciata al Tribunale CITTA ETERNA, e quindi causare il fallimento della garantita FITTIZIA e poi quello della garante SEMPRONIA, nonostante la società garante SEMPRONIA abbia introitato sufficienti fondi mentre veniva amministrata da FURBETTO, che sembrano essere spariti nel nulla dalla sua gestione fino alla gestione di CAIO che vi subentra, (INTERROGATO DAL CURATORE CAIO NON RICORDA DOVE È ANDATA A FINIRE LA CASSA DI CENTO MILIONI CA. MA IL CURATORE NON DOMANDA DOVE SONO ANDATI A FINIRE I FONDI EROGATI DALLA BANCA CONSENZIENTE) di permettere a costui (CAIO) di continuare addirittura a svolgere, a titolo non oneroso, nell’immobile (definito dall’ORGANO FALLIMEMENTARE) di “nostra proprietà,” altre attività sociali e commerciali fra cui quelle della INGERENTE, nominativo noto e relazionato dal Curatore, con piena cognizione e tacito consenso dell’Organo Fallimentare?

Voi, Organo Fallimentare, nella vostra specifica qualifica, individuale e rispettiva, di UFFICIALE DI STATO e PUBBLICO UFFICIALE, vi siate attivati presso il Tribunale di CITTÀ che ha dichiarato il fallimento della SEMPRONIA srl ex art. 17 l.f. anzichè la BANCAROTTA FRAUDOLENTA-DISTRATTIVA, (FRAUDOLENTA PERCHE’ SONO SPARITI I FONDI EROGATI DALLA BANCA, PERCHE’ NON È STATA PAGATA DALLA GARANTE LA SUA GARANZIA PRESTATA AL TRIBUNALE PER IL FALLIMENTO DELLA GARANTITA) (DISTRATTIVA PERCHE’ DAL PRIMO FALLIMENTO SONO STATE PERPETRATE AZIONI TALI DA FARE SLITTARE LO STESSO DOPO PIU’ DI DIECI ANNI ED IL FALLIMENTO DELLA FITTIZIA, CREATA AD HOC ALLO STESSO SCOPO) con azione di responsabilità a tutti coloro (individui/società/banche) (PALLINO, PINCO, FURBETTO, BANCA CONSENZIENTE, SOCIETA INGERENTE, CAIO, CONIUGE DI CAIO, LIQUIDATORE, CURATORE FALLIMENTARE) che hanno concorso, con piena cognizione, al verificarsi dei fatti suindicati?
La risposta è stata una DIFFIDA del Presidente del Tribunale della CITTÀ FANTASMA, fatta su richiesta del Giudice Delegato della fallita SEMPRONIA srl, notificatami dai Carabinieri, con invito a cessare di comunicare direttamente con il Giudice Delegato via fax, obbligandomi a depositare in Cancelleria del Tribunale della CITTÀ FANTASMA, tutti i miei fax inviati dal Giudice e da costui ritornati a me via fax, in risposta, con annotazioni a margine di suo pugno, inclusi i decreti,con la marca da bollo, nominare un mio legale di fiducia nella CITTÀ FANTASMA, a cui sarebbero state notificate tutte le loro future comunicazioni a me relative, pena una denuncia a mio carico alla Procura.
Notare che io non sono un creditore della fallita. Non ho gli stessi obblighi dei creditori. Infatti, lo ha confermato il Giudice Delegato stesso con la sua procedura. Non ho mai piu’ preso contatto con l’ORGANO FALLIMENTARE.

Inoltre, CAIO, appoggiato dallo stesso ORGANO FALLIMENTARE, pretende di vantare, con arroganza e prepotenza, fino agli estremi della violenza verbale e fisica (DAVANTI A NUMEROSI CARABINIERI E TESTIMONI CI HA AGGREDITO CON PALETTI DI FERRO MA I CARABINIERI NON L’HANNO ARRESTATO), un diritto sulla mia proprietà (USUCAPIONE DI UN PEZZETTINO DI GIARDINO), senza aver alcun titolo, (È DECADUTO DALLA CARICA DI AMMINISTRATORE A SEGUITO DEI FALLIMENTI, NON È MAI STATO PROPRIETARIO IN PRIMA PERSONA, L’USUCAPIONE NON SI APPLICA NELLA FATTISPECIE), contro la mia documentazione PROBANTE CERTA notarile e catastale. Tale documentazione, presentata all’Organo fallimentare, fu da costui rigettata. Fu nominato dal Giudice Delegato un CTU che ci dette ragione. CAIO fece opposizione, accolta dal Giudice Delegato, che si dichiarava “incompetente” a decidere. Allora perche’ ha chiesto di mostrare la nostra documentazione probante certa? Perche’ ha nominato il CTU? Perche’ addirittura decide di acquisire quel pezzettino di giardino al fallimento? Perche’ decreta la nomina di un avvocato affinche’ inizi un’azione civile, penale e possessoria nei nostri confronti?

Recentemente l’immobile è stato venduto all’asta svoltasi con offerte in busta chiusa. Il Giudice Esecutore di un’altra CITTÀ ha fatto il Verbale di Aggiudicazione, ma CAIO, non sono a conoscenza nè del nominativo usato, nè delle motivazioni, potrebbe essere stato appoggiato dall’ORGANO FALLIMENTARE, ha presentato opposizione. Intanto CAIO continua ad usare l’immobile che è stato aggiudicato al miglior offerente che si è visto paralizzare il Decreto di Trasferimento. e sua moglie continua la sua locazione, morosa, ferme tutte le azioni di violenza che continuano nei nostri riguardi. Unica difesa: la QUERELA. Ma intanto le nostre querelo sono state affidate a piu’ Magistrati, nonostante la nostra continua chiara e specifica richiesta di affidarle tutte ad uno stesso Magistrato, per le ragioni che ti abbiamo spiegato sopra.

Questo è il nostro sistema giudiziario. Quanto è costato l’operato di CAIO coadiuvato da tutti i suoi associati? E l’Organo Fallimentare quanto costa al Popolo Italiano? E l’Ufficio Esecuzioni Immobiliari che ha nominato un CTU per il fallimento FITTIZIA del 1988, la cui CTU è divenuta inutilizzabile a seguito della strategia di SEMPRONIA, ed un CTU per il fallimento SEMPRONIA del 1999 sullo stesso bene immobile a noi confinante?
DAL 1988 CAIO ABITA L’IMMOBILE, SVOLGE ALTRE ATTIVITA’ PERSONALI, E SOCIETARIE.
CAIO HA ANCHE TENTATO DI PROPORCI ARTEFATTI (DEFINITI DALLA GUARDIA DI FINANZA GROSSOLANAMENTE FALSI) IN CAMBIO DI UN PRESTITO (MAI CONCESSO).
CAIO HA ASSEGNI PROTESTATI ANCHE DOPO IL 1999 PER I QUALI È STATO CONDANNATO CON UNA CONDANNA RIDICOLA CHE LO SOSPENDEVA DALLA CARICA DI AMMINISTRATORE PER UN BREVE PERIODO, COMUNQUE NEPPURE RISPETTATA, PERCHE’ CAIO NON HA MAI CESSATO DI ESSERE AMMINISTRATORE DELLA INGERENTE..

Grazie, e speriamo che questa storia sia di tuo interesse, onde approfondirla in modo piu’ comprensibile per il POPO LO ITALIANO che deve sapere perche’ gli ITALIANI sono costretti a pagare tante tasse.

Saluti cordiali da: Firmato: I Grilletti d’Italia

Posted by: GIOVANNA ROMANO | November 11, 2007 07:24 PM


lo sapete che elisabetta tulliani e l ex di gaucci una squallida puttana rampante che si prostituisce dall'eta di 15 anni? ora si sposa con fini!

Posted by: lrenzo canna | November 9, 2007 10:17 PM


CUCKOLD MASTELLA
The first son of italian minister of justice CLEMENTE MASTELLA, named Pellegrino Mastella, was betrayed by his wife Alessia Camilleri while she was spending her holidays in August 2007 on the boat of Mastella's friend Diego Della Valle, famous as patch-shoes seller. Alessia Camilleri, wife of Pellegrino Mastella, was fucked by the son of Diego Della Valle on his own boat when Pellegrino Mastella was still in the Ministry of Production in Rome where he works as useless and very salary-earner clerk.
Alessia Camilleri had moved off some days before with her parents-in-law, Clemente Mastella and his mature mistress Sandra Lonardo. All three sailed from Capri and went to Eolian Islands on the barge of the patch-shoes maker Diego Della Valle.
Some days later, Pellegrino Mastella also reached his tribe at Lipari. When he arrived there, he found his wife Alessia Camilleri totally naked on the boat with Della Valle's son and he understood that they had copulated without his knowledge while he was in Rome.
After this surprise, Pellegrino Mastella decided to divorce at once while his father, mafia's boss Don Clemente, tried to not let be known this horny story in the italian reportings.
So Don Clemente Mastella from Ceppaloni decided to block italian media about the knowledge of his cuckold son Pellegrino Mastella.
Clemente Mastella, as cuckold-himself, is now trying to block all web sites of the most clever italian people because they could let known through all the world this great cuckold misadventure of his son Pellegrino which - at now - is still nearly unknown in Italy.
At the moment Alessia Camilleri has leaved the house where she was living with the son of "fat" Clemente Mastella in Rome and she went to live with patch-shoes maker Della Valle's son in another northern italian city.
Now we all know why mafious hack Clemente Mastella is attempting to introduce a new bad law in Italy to limit peoples' freedom of expression.

Posted by: Tituccio UUUUUUUUdeur | November 8, 2007 08:15 PM


Hello there,
Finally after 24 year in the Most wanted List of Italian Police (By the way he was registered under his own name at the Palermo Motel 6!) the latest and greatest Mafia Padrino has been apprehended.
In his room at the mentioned Motel 6, a complete e detail (Excel spreadsheet format, Mr. Gates was ecstatic!) record of payment to the Mafia was recovered.
As of today all the stores of Palermo have closed their Business activities and will reopen tomorrow under new Name and Management since all the prior owners have disappeared.
Through the grape vine of Italy, rumor has it that all the subscriber names of Ammazzatecitutti.org are in fact in the recovered record.
Alitalia has organized several special flight from Palermo to an undisclosed location in the Andorra (Europe Fiscal Paradise?) because it appears that most of these store owner were claiming to Italian IRS an income of approx. 7900 Euro yearly income while from the Mafia record a monthly payout between 5000-200000 Euro is the norm.
Therefore to avoid any misunderstanding while still retain their health benefit these individuals have decided to ask Fiscal Asylum to the Government of Andorra.
Thanks

Posted by: Giacomo Chiametti | November 8, 2007 05:47 PM


Hello everyone,
This the exact reason why every Citizen should own a weapon, without this very persuasive item the Incapable once in power have no incentive to Manage the Country for the people by the people and with the people.
Citizens get mugged, slaughtered, abused, ignored and by the way they are the one paying for the services they should receive.
While the Incompetent, travel in armored cars, purchase (At a very steep discount, they can!) entire city buildings where they protect their families and relatives and to secure their person use bodyguards at Citizens expenses?
Is this Italian Justice or what?
Get mad, get even but most important get loaded and dangerous, the only way to make them pay attention!
Thanks

Posted by: Giacomo Chiametti | November 8, 2007 12:39 PM


Cani bastardi.......tutti i responsabili della morte di Giovanna...........la pagheranno!
tutti.......colro che l'anno ammazzata e coloro che al governo hanno fatto entrare in italia questi cani bastardi!........i veri responsabili!
non tanto i poveri disgraziati di zingari, ma coloro che se ne stanno a fare spettacoli alla televisione con tutte quelle puttane, puttanelle e puttanone e i saltombanchi ciarlatani ebrei che tutti i giorni se la ridono e cantano e veltroni amato e ferrero e bonino e prodi e i frati e preti che la sera si divertono cosi tanto che non possono togliere un momento dalle tv......con tutta quella propaganda lurida pornografica di donne nude e puttanaggio.
da indurre negretti ad andare a caccia di donne come a perugia!........ora basta........pistole in mano.............e colpi in fronte ai responsabili della morte di Giovanna.....la vera donna italiana......dello stato italiano!....appartenente al vero stato italiano!
le chiacchiere sono finite!.......per sempre! assassinare i responsabili traditori del popolo italiano!

Posted by: Giuda iscariota. | November 8, 2007 03:53 AM


Current post is really POSITIVE and PROPOSITIVE!
...
COOL!

Posted by: diego armando | November 8, 2007 02:58 AM


IL MALE OSCURO
(Il buio dentro di noi)

A inizio secolo, uno Stivale ingessato, incerto, confuso, arretrato, scasciato, demotivato, imbrogliato, annebbiato, sdrucito, sdrenato, inceppato, sfessato ............................ svogliatamente, decide di fare, forse, qualche riforma.

Si spera che le riforme non siano ad personam, che siano efficaci, e fatte con realismo e serietà.

L’ Italiano tipo di inizio secolo, un po’grigio, un po’ addormentato, talora sfinito, sgovernato, rassegnato, malandato, non ha ancora capito l’ essenziale: che il Male Oscuro sopravvenuto ha cancellato la riflessione lucida, messo in dubbio le capacità di gestione rigorosa, addormentato la determinazione, sfiaccato le strutture dello stato, deviato le formae mentis...........

Mala Tempora currunt. La speranza, che in genere é l’ultima a morire, é ormai sotterrata.......... vista l’ insipienza, la leggerezza, le difficoltà degli Italiani del XXI secolo, di .......... guardare in faccia la realtà.

Realtà, che é piuttosto grigia. Si spera che non diventi nera. Realtà che si potrebbe meglio capire, con molti sforzi, senza i soliti paraocchi, con un po’ di buon senso, con un po’ di chiarezza mentale, ma soprattutto guardando all’ Europa.

Una società ove son troppo frequenti: ruote inceppate, pantani diffusi, meccanismi obsoleti.

Ma quali sono le caratteristiche sociali del sistema Italia, all’inizio del secolo XXI ? Dal di fuori si vede una società ove:
a) l’ ipocrisia é stata elevata al rango di qualità diffusa; b) il doppio linguaggio, la tripla verità, son divenuti condizione di vita; c) l’ irresponsabilità, l’ approssimazione, la complicità sono divenute aria che si respira. Una società simile (l’ eccezione in U.E.) ha celebrato i funerali della Verità (quella che ha due catteristiche: l’ unicità, la chiarezza).

A causa della scomparsa della Verità, nella società va scomparendo anche, in ambito sociale, il realismo. Il problema sembra legato al fatto che la cosa non è notata. Per cui, ufficialmente, il realismo è sempre presente……..

Quando non c’ é più realismo, che é sostituito da un po’ di faciloneria, in una società puo’ succedere che i principi enunciati, le leggi decise, gli obiettivi dichiarati, rimangano sulla carta. Per mancanza degli strumenti di applicazione degli stessi, sociali o mentali.

Ecco il nostro problema: prendiamo la decisioni sociali, come se questo bastasse. Dimenticandoci, per mancanza di realismo e di riflessione lucida, di individuare i relativi strumenti applicativi.
Guardiamo la società italiana di oggi. Qual’ é il tasso di successo di tante belle decisioni annunciate ? A ognuno la sua risposta.

Poi il diffondersi di meccanismi arrugginiti nella società. La qual cosa ha portato un popolo facile e flessibile ad adattarsi al doppio scenario: uno stato che funziona male (sempre peggio), ma a cui si è rassegnati, ed una rete di allacci personali, informali se non nascosti, più capaci di levarti d’ impaccio.

Alcuni poteri emigrano, sempre più, dal primo al secondo scenario. Purtroppo, simultaneamente, il sistema Italia comincia ad essere incerto, poi inaffidabile, insicuro. Un sistema sociale cosi, in un Paese realista, sarebbe rimodernato, perfezionato, migliorato. Ma la stessa cosa non può avvenire in un Paese ove il realismo e la coerenza si sono nascosti, in anfratti inaccessibili.

L’ incertezza attuale del sistema Italia, gli intoppi, i grippaggi, gli imprevisti, derivano, fra l’ altro anche da questo: i poteri dei clans, delle cordate, delle gangs talvolta, non sono sempre compatibili, né fra loro né col sistema sociale del Paese. E purtroppo essi sembrano in aumento. In un Paese che perde colpi, tanti cercano un riparo, una sicurezza. E’ umano. E, a chi cerca una cordata sicura, un riparo, i poteri nascosti offrono, sornioni, un appiglio. Chiedendo in cambio un voto o un gruppo di voti, un lavoretto, un’ associazione. Conseguenze ovvie: inefficienze, aumento degli insuccessi sociali, aumento dei costi, perdita di competitività. E le tasse aumentano...., ma potrebbe essere altrimenti ?

Se il potere è in grado di deformare la verità, di offrire un’ altra versione della stessa, di nascondere i propri obiettivi (inclusa la lunga conservazione del potere), allora siamo caduti in basso: allora siamo sull’ orlo del burrone latino-americano……

Pretendere, in un quadro sociale simile, di continuare ad essere competitivi: sembra questa la sfida attuale del sistema Italia. La cosa si può valutare in due modi: da Italiani, si dice “speriamo di farcela”, è ciò che si può dire quando non c’ è realismo, quando non si discutono le correzioni necessarie (per divenire un Paese europeo, maturo, efficiente). Da europei si direbbe invece: andate a comprarvi il realismo in Europa, allora ci sarà, forse, un po’ di speranza. A fronte di una sfida simile, troppo difficile per un popolo immaturo o incapace di progettarsi un futuro, si diffondono: insoddisfazioni, scetticismo, incertezze, sfiducia e... disoccupazione. Non é questo lo scenario che spingerà investitori e imprenditori a restare in Italia......

--------------------
La stoltezza ha piedi leggeri e non sfiora la terra, ma cammina sulla testa degli uomini, per la loro rovina. Se li prende uno a uno, quando più le piace (L’ Iliade, Omero).

“Al posto delle leggi, abolite, se dipendesse da me, ne metterei una sola”, disse Grascia. “Perché nessuno più si lamenti, basterebbe, ..... , questa sola legge: Ogni Italiano ha il diritto di andarsene” (da “Vino e Pane”, di Ignazio Silone).

Diogene, colla sua lanterna, ha girato a lungo per il Bel Paese. Sta ancora cercando la serietà, il realismo, la riflessione obiettiva. In compenso ha trovato che la superficialità, nella società, non é un demerito; ed anche che alcune verità cambiano di colore ogni giorno. Ha poi scoperto che la società italiana é più capace di distruggere che di costruire. Sembra proprio che abbia smesso di cercare....

MEMENTO. Giugno 1943, il Corriere della Sera pubblica il fondo del dirett. Mario Borsa, che parla del referendum sulla monarchia. Esso finisce con questo paragrafo. Citazione: "…. Paura di che ? Del famoso salto nel buio ? Lo credono i nostri lettori: il buio non è nella Repubblica o nella Monarchia. Il buio, purtroppo, è in noi, nella nostra ignoranza, o indifferenza, nelle nostre incertezze, nei nostri egoismi di classe o nelle nostre passioni di parte". Fine della citazione.
Mario Borsa non immaginava, pubblicando tale frase, che essa sarebbe stata molto più appropriata per la società italiana dell’ inizio del XXI secolo. Lo ha capito ora, dall’ altro mondo.


Posted by: Antonio Greco | November 7, 2007 10:34 PM


Post a comment


Beppe Grillo's Blog is an open space for you to use so that we can come face to face directly. As your comment is published immediately, there's no time for filters to check it out. Thus the Blog's usefulness depends on your cooperation and it makes you the only ones responsible for the content and the resulting outcomes.

Information to be read before using Beppe Grillo's Blog

The following are not allowed:
1. messages without the email address of the sender
2. anonymous messages
3. advertising messages
4. messages containing offensive language
5. messages containing obscene language
6. messages with racist or sexist content
7. messages with content that constitutes a violation of Italian Law (incitement to commit a crime, to violence, libel etc.)

However, the owner of the Blog can delete messages at any moment and for any reason.
The owner of the Blog cannot be held responsible for any messages that may damage the rights of third parties Maximum comment length is 2,000 characters.
If you have any doubts read "How to use the blog".

Post a comment (English please!)


First name and Surname*:

Email Address*:
We remind you that anonymous messages (without real first name and surname) will be cancelled.
URL:


* Compulsory fields



Send to a friend

Send this message to *


Your Email Address *


Message (optional)


* Compulsory fields


Beppe Grillo Meetups

meetup.jpg
Groups 372 Members 76.596
Cities 281 Countries 10

Books and DVDs

grillorama

Check out the books and DVDs of Beppe Grillo (service in Italian)

Initiatives


Terra Reloaded DVD

Clean Up Parliament

Map of Power


Awards

Webby award
14th Annual Webby Awards Official Honoree Selections

Interviews


Tegenlicht - Beppe Grillo's Interview

"De toekomst van Europa volgens Beppe Grillo"

(Tegenlicht TV)

International Press Review

The New Yorker
"Beppe's Inferno"

Times
"The Comic Who Shook Italy"
(The video | Related post)

Forbes
"The Web Celeb 25"
(Related post)

BBC
"Meeting Italy's silenced satirist"

AlJazeera
People and power: "Beppe's Blog"

TIME magazine
TIME.com's First Annual Blog Index
(related post)