Five sisters may just be enough for me...

Gaza.jpg
Bombings in Gaza
Click on the picture

Jawaher, 4 years of age, Dina 8, Samar 12, Ikram 14 and Tahrir, 17 years old. Five Palestinian sisters from the Balousha family. They used to live in Jabaliya, near Gaza City in a refugee camp in the Gaza strip. They were killed by a bomb. An Israeli F16 flew over the houses of Jabaliya and the Imad Aqel mosque. The plane skimmed over them in the night and its breath destroyed them. Israel wants to fight Hamas, but kills the children instead.
Can it be said, or even shouted that anyone that deliberately kills children anywhere in the world is an assassin? And that such party should be put on trial in an international court for committing crimes against humanity? There can be no valid justification for such action. Author Abraham Yehoshua, one of the most important voices in all of Israel has stated that: "We had no choice ". But there must in fact be some choice between the life of a little girl and any other option. The little girl is sacred, while the rest matters not.
Israel wants to create a security cordon around its territory by executing bombing sorties all the way from Lebanon through to Gaza. However, it won’t be their bombs that deliver the security they desire. For every civilian that is killed there will be one hundred new terrorists. For every Lebanese, Palestinian or Arab child that is killed, there will be one thousand new terrorists. When Israel massacres civilians in this way, the Country becomes no better than their sworn enemy and, for this very reason, at some time in the future they may well find that they no longer have any friends in the West. We ask Israel to be not only stronger than those that wish to destroy her, but indeed better than them.

sorelle_Balousha.jpg

The photograph of the five dead sisters has been circulating around the Arab world and the Middle East. A photograph of mass rage.

Posted by Beppe Grillo at 05:51 PM in | Comments (23)
Post a comment | Sign up | Send to a friend | | GrilloNews |
View blog opinions



Comments

I cannot believe you express the same opinions as the far right radical Islamic clerics. You sympathize with an organization that stated, after 9-11- "that Allah has answered our prayers". There are multiple videos of these people dancing in the streets after three thousand Americans, innocent noncombatants, were intentionally murdered in one day. Millions of men, women, and children of all cultural heritage in a crouded city were traumatized. Where was all the sympathy for the innocent civilians of Madrid, London, and other acts of terror in the name of Islam. Keep building Mosques and religeous schools in Europe for those who would not return the favor in their homeland. Appease Radical Islam and maybe they will leave us alone. Accept all the death threats for a cartoonist's expression of Allah. Give up the Jews to appease Nazis, give up the Jews to appease Islam. Hamas has stated their objective clearly, which is the complete destruction of Israel and you and the right wing Islamists promote sympathy for their cause. Good luck

Posted by: Gabrielle Dupon | January 15, 2009 11:38 PM


Egypt and Jordan have made a peace with Israel and peace remains. Hamas has stated that Muslims will not rest until the banner of Allah flies over every inch of this land. That does not leave room for anyone else. One tiny Jewish State in a land where ninety nine point nine percent of the Middle East land mass are declared Islamic States. In the name of world peace, what has the Western World asked of them? Israel wants a two state solution, Hamas wants a one state solution. Hamas does not want a Palestinian State. they want all of Israel. Since that is not going to happen, it is a bad choice for Hamas to target civilain populations in Israel for two decades and claim the right of sympathy for drawing fire upon these children. Both Egypt and Jordan, both Arab and Muslim, live in guaranteed peace and security with Israel. Good choice. Hamas has made up its mind regardless of the consequences to the children in the pictures.

Posted by: ugene wild | January 15, 2009 10:12 PM


Egypt and Jordan have made a peace with Israel and peace remains. Hamas has stated that Muslims will not rest until the banner of Allah flies over every inch of this land. That does not leave room for anyone else. One tiny Jewish State in a land where ninety nine point nine percent of the Middle East land mass are declared Islamic States. In the name of world peace, what has the Western World asked of them? Israel wants a two state solution, Hamas wants a one state solution. Hamas does not want a Palestinian State. they want all of Israel. Since that is not going to happen, it is a bad choice for Hamas to target civilain populations in Israel for two decades and claim the right of sympathy for drawing fire upon these children. Both Egypt and Jordan, both Arab and Muslim, live in guaranteed peace and security with Israel. Good choice. Hamas has made up its mind regardless of the consequences to the children in the pictures.

Posted by: ugene wild | January 15, 2009 10:12 PM


Hello Grillonians!
You might find these 2 links of interest:

http://halturnershow.blogspot.com/2009/01/breaking-news-israel-planned-gaza.html

Israel was planning bombardment 4 months prior the actual attack, US shipped explosive in December

http://halturnershow.blogspot.com/2008/10/i-have-obtained-actual-amero-from.html

The soon to be announced new Canada/NorthAmerica/Mexico currency that is going to replace dollar

I do hope that you all guys are going to stop being so naive and thinking that Barack Obama really stands for change (go and check who has financed the campain and who are the men he has chosen for his government). The elite of this world will never allow that... He is just another Clinton (he standed for change too), another front man.. probably more dangerous than Bush .... The best dictatorship is the one in which the masses think that their leader is an antifascist

Best Regards


Posted by: Francesco Sala | January 15, 2009 02:13 PM


Your blog post makes no mention of the bombardment of Israeli cities by Palestinian rockets on a daily basis. The IDF does not purposely target civilians. To do so is a war crime. Nor do Israeli soldiers take refuge among or use as human shields innocent civilians. To do so is also a war crime. Hamas however does target civilians and does hide and take refuge among innocent Palestinian civilians. Hamas commmits war crimes every times it sends a rocket into Sderot or Ashkelon or Beersheba. Your post does not mention this. Why?

Posted by: alan bodenstein | January 14, 2009 08:51 PM


How can the world be silent when all messages from leading politicians and states are; brotherhood, intergration, respect for one and another without regard to gender, religion, colour etc...and still let this manslaughter in Gaza continue.
We write our history now. What has been is not to be forgotten, but a lesson to remember and to all costs avoid to be repeated.
And still for some very obscure and dangerous reason
this does not apply for the people living in Gaza.
They have no human rights - they are to be crushed.
And the world continues to talk about the horrors of the second worldwar...and close the eyes in front of what is going on now..

Posted by: camilla forstell | January 10, 2009 11:05 PM


Appalling, I am embarres to be a citizen of our country that would support a regime that fosters this action. I will do what small effort I can to wage peace in Palestine/Isreal and the world.

Posted by: Kennard Burchette | January 10, 2009 09:21 PM


Il me semble que la justice n'insinue plus la même chose de nos jours. Voir l'état dans laquelle vivent les gens de Gaza me donne le sentiment qu'il sont trahis par tous les êtres humains .., sans exception!
D'autre part, on entend utiliser cette identification "terroriste" à droite et à gauche, alors que ne serait-il l'over-terrorisme le fait de bombarder 24h/24 une zone de population civile, ceci depuis plus de 10 jours?
De l'autre côté, Le gendarme de la nouvelle loi mondiale , G.Bush approuve et accorde son consentement, en plus..!!
Serait-il égal de comparer l'armement "américain" très sophistiqué d'Israël, dont la plupart sont défendus, avec ces missiles traditionnelles de ce groupe de Hamas? D'ailleurs, qu'est-ce qui pousse Hamas à utiliser ces missiles si ce n'est l'injustice, l'intolérance, les tueries, les massacres, l'absence des lois , l'absence des droits, .. .. .
Savez-vous que la région de Gaza vit un embargo depuis plus de 2 ans, et depuis 6 mois sans électricité et sans eau potable .. .
supportez-vous cela ou bien le 1/100eme de ça .. ????
Soyons réalistes .., s'il y a une résistance, c'est qu'il y a une forte dose d'injustice.
Bien que toute résistance est légitime, du moment qu'Israël ne s'applique à aucune loi en dehors de ses propres gains.

Posted by: Nadine | January 6, 2009 08:26 PM


The Israelis pulled OUT of Gaza, as the world demanded. Since then, Hamas terrorists have fired 10,000 rockets and mortars into Israeli civilian areas. No European country would tolerate TEN rockets, let alone 10,000. European criticism of Jews for defending themselves is just more evidence of the fact that Europeans only like Jews when they are dead or dying. It is still unacceptable to Europeans that Jews defend themselves. 2,000 years of European persecution of Jews, and still you hate them. Pathetic.

Posted by: David Stone | January 6, 2009 03:01 PM


mister arieli you are a very sily person.
First you`ve got the israel country with the use of the brutality,but after 50 years we can say the jew can stay there.Second of all you keep palestinian in gaza sorruondedand,cutting them the electric power,cutting them the drinking water and not letting inside the gaza strip any food.
Can you tell me what do you expect them to do?
To be honest i would be the first to fight you not with rocket but with worse weapons.
In the second world war jews lost 6 million innocent people,but this didn`t teach anything to jews.
You should learn how to respect your neighbours.
God may forgive you jews for the genocide you are commiting.
But 8 billion people is watching you and your horrors,you won`t foolanyone in here with your excuse.
You are behaving like terrorist,it`s clear what you are doing against other human being.
You have already lost your battle against innocent people and you will always lose 'cause "without justice it will be not peace".

Posted by: nando carvalho | January 6, 2009 03:16 AM


After 9/11, Americans everywhere awakened to the reality of international terrorism. Yet America is not alone in this War on Terrorism. The same groups that threaten America also threaten our allies. We have seen this in Bali, Madrid, London, Istanbul, Amman, Mumbai (Bombay), Hyderabad, Algiers, Jaipur, and Ahmedabad. And for decades, we have seen it in Israel. Terrorists bombing cafes and launching rockets at schools. They build their bunkers under schools and launch their missiles from populated villages. And when the Israeli army comes out to fight them they hide behind the civilians.

Peace is always best. Thats why Israel signed peace treaties with Egypt and Jordan. Sadly, however, Israeli peace offers have all-too-often been met with rejection and terrorism against Israeli citizens. Israel has always been willing to go to the table and has made difficult concessions for peace. Israel has ceded all of the Gaza Strip, and much of the West Bank, Israel has released prisoners, Israel has provided humanitarian assistance, and has donated millions of dollars to the Palestinian Authority.

Sadly, this has not led to peace. After Israel's withdrawal from Gaza in 2005, Hamas seized power. With the support of its backers in Tehran and Damascus, Hamas and Palestinian Islamic Jihad have bombarded the town of Sderot and other neighboring areas of Israel with rockets, missiles, and mortars. Well over two thousand rockets have hit Israel since 2005. These attacks have expanded since Hamas acquired Iranian-designed Grad rockets with further range, threatening the port city of Ashkelon.

According to the Almagor Terror Victims Association, at least fourteen of the major terrorist attacks since 2001 were committed by persons arrested for terrorism and terrorism-related activities that were released to promote good will.

We want Israel to live in peace & security. When Israel fights to defend its people we will stand by them and when Israel is able to negotiate for peace we will stand by them.

Posted by: Kineret Arieli | January 5, 2009 12:05 AM


to mister anthony scaduto.
i answer to your president brack obama,by the way his group in the white house is full of jews.
If someone come to my land after 2000 and bild a country and force me tolive in a ghetto strip(gaza)without electricity,drinking water,without food(supplied just by the U.N.)i would do anything to stop them.
The only terrorist is israel and the jews people support this country around the world

Posted by: nando carvalho | January 4, 2009 11:07 PM


I am not Jewish; I am a Sicilian-American and Catholic. I have always been against war and violence of any kind – in fact, during the Vietnam War I published in a youth magazine an article titled, “How to Avoid the Draft.” That said, I’d like to make the following observations:
Over the past seven years, Palestinian terrorists have fired more than 10,000 (10,000!) rockets and mortars into Israeli cities and towns. Would your country, any country, tolerate such barbaric acts? Would you, or any stable person say, “Oh, we can’t fight back because we may kill innocent civilians”?
It is agreed by most observers that Hamas broke the six-month-long truce and is the aggressor, apparently hoping to further destabilize the region and perhaps isolate Israel and/or start another war pitting Arab nations against Israel. It must be obvious to anyone that if Hamas did not send rockets against Israeli cities – killing and maiming civilians, including children – Israel would not have begun bombing raids and, now, a ground assault.
As our next president, Barack Obama said when he visited Israel last July, “If somebody was sending rockets into my house, where my two daughters sleep at night, I’m going to do everything in my power to stop that. And I would expect Israelis to do the same thing.”
Yes, we should all grieve for innocent Palestinians, especially children, but we must also grieve for innocent Israelis, including children.
Anthony Scaduto, New York.

Posted by: Anthony Scaduto | January 4, 2009 10:11 PM


In 1948, Israel occupied Askalaan (Ashkelon today) where one-and-half million Palestinians lived. Israel kicked the Palestinians out of their homes and lands and pushed them onto Gaza's beaches. Paradoxically, Hamas find themselves bombing their former homes now occupied by Israelis. So, when Obama goes to Israel and says he would retaliate if his house were being bombed hardly applies to the situation in the middle-east. Obama's analogy is misplaced because the reality is that Hamas is bombing the houses where they lived sixty years ago. Misplaced as Obama's analogy may be, Israel's government is using it as a pretext to lay waste on Gaza and end once and for all their problems with the Palestinians. Shades of a final solution. Most media conveniently ignore this part of the story. Media report this "once for all" purpose of the Gaza invasion as though it started with the first rockets fired a week or so ago and hypocritically blame Hamas.

Posted by: louis pacella | January 4, 2009 06:59 PM


The?final?cut
Ho una proposta: siccome ormai i 1260 giorni devono passare, sono disposto a essere il braccio destro di 18… e sulla terra mi va bene gio-gio… mi vanno bene gli alieni qui, mi vanno bene i vampiri – si ma sulla terra, non mi pare che questo sia un luogo propizio per i vampiri :), ma quello che immagino di questo regno del mare è un po’ come la canzone dei turbonegro – oslo, city of satan – per esempio… un misto tra impero romano e monarchie per intenderci… poi visto che il mare deve diventare sangue… perché non vi è altro modo di uscire da qui… ecco che dobbiamo fare diventare sangue il mare dei 1260 giorni e quello attuale… quello di la con l’avvento del cerchio meccanico e quello di qua con lo scontro (inevitabile) tra tutte le nazioni comandate da Israele da una parte e da Maria Romana dall’altra…. Ecco vedete, io credo che si possa, attraverso il ?rotary?autoreverse?system riuscire a tornare indietro fino almeno al 1945 (anno in cui sorgono le 10 corna della bestia del mare attuale) e far ?vincere? la guerra a Hitler? Con l’aiuto di Maddalena-Usa… e fare ricadere tutto quello che ha fatto il piccolo Deng sopra di lui stesso… quindi, ora che è libero, cambiare le sorti del mare, della terra (tornando anche l’ ai 1260 giorni – voi riuscite a farlo?- e del deserto affinché nessuno debba andare incontro ad un destino poco consono… sì… perché se giriamo la ruota all’indietro e facciamo che anziché la Maddalena appoggi la Russia, appoggi il nazismo e dall’altra parte diamo vita al comunazismo… per 1260 giorni (2000 anni) fino al 1997 – GAME OVER … non occorre attendere il 2007 in quanto il piccolo deng in quell’altra dimensione non sarà già più in possesso del regno… e ammazziamo ebrei, finocchi (Michele Mc gregors lo salvo), zingari, preti e mussulmani per 2000 anni… non è poi così malvagia l’idea… se no lui lo fa a noi :( (pg. 26 enciclopedia dei ragzzi- così capite cosa intendo)… si tratta solo di un piccolo periodo… giusto per pareggiare i conti… no? Tra le altre cose credo che Maria Romana sia già rimasta senza trono (tradimento)… ma questo è accaduto io credo in corrispondenza del tracollo del nazismo… si perché effettivamente la bestia che era, ma che non è e che sta per risalire dal mondo sotterraneo avrebbe dovuto distruggere babilonia (maria romana) e con essa sarebbe caduto tutto il mare sottostante… attraverso lo scontro rotary-lions… ecco è abbastanza chiaro… quindi sapete cosa dovete fare non appena il piccolo deng si troverà solo e senza alleati tra il mare e il monte… fate intanto tornare indietro la “tv” e sintonizzatela sugli anni prima della seconda guerra mondiale (penserò a suo tempo debito cosa fare con patrick e company… un po’ mi hanno aiutato a dire il vero… mi hanno mostrato la strada… quanto all’arcigay e al loro trattamento non so proprio cosa fare…)… sapete dunque che se non lo fate vivrete in europa per 2000 anni comandati da zingari, mussulmani (specie turchi nei paesi germanici e arabi nei paesi francofoni)… vivrete per 2000 anni con la tigre pseudo democristiana… e con funzionari in giacca e cravatta… le uniche guerre che vedrete saranno quello sportive (calcio a volonta’ per 2000 anni… con scontri non reali ma fittizi… che schifo)….
Sarete circondati per 2000 anni dalla tigre comandata dal Papa… che bello è quello che volevate no!! Per altri 2000 anni!!! Ah ah ah :)
Ripeto…. Destroy here a breve… destroy there (lo lasciamo pure accadere nel 1997 allora?? Che ne dite così poi ce ne andiamo anche dalla barbarie??)… ah 2000 anni – ben si intenda che alla fine, affinché il tutto sia più divertente voglio che vi sia anche un epoca “microchip cerebrali”, “grande fratello” e scontri tra ribelli e non…. E poi una bella guerra nucleare che non guasta mai :) Si una guerra nucleare totale tra nazisti e comunisti finale!! E poi tutti a casa! Quanto agli anarchici (quelli che hanno portato gesù al trono… be’ fankulo a loro … che soffrano in eterno!)
Ah Maddalena… apri gli occhi me raccomando… stai rischiano di trovarti 2000 anni di comando di tigre “nera”…. Facciamo le cose fatte per bene, su… che il dragone blu sia davvero un mostro e non una farsa… e cancelliamo tutto quello che è stato preparato ma non messo in pratica fino ad oggi… tutto… anche la farsa dell’apocalisse nell’apocalisse (quindi nessuno più sulla luna nei prox 1260 giorni… (ripeto… verso la fine un bell’attacco alieno ci sta bene però!!) :=)
E se non riuscite a tornare prima del 1945 almeno date una svolta dal 1945 in poi!! Ovvero no repubblica, no trattati vari… ma nuova esplosione nazi-comunista in Europa e anche in America… non so come glielo spiegherete… ditegli che la chiesa vi aveva inganati… che dio vi aveva ingannati… fate un po’ come meglio credete

Posted by: rosa nera | January 4, 2009 04:20 PM


i try to post again my comment,after it has been blocked by the editor of this blog.
i say again that Hamas is a politic party democratically elected by the people in gaza.
Beppe grillo can write "for every civilian killed will be 100 new terrorist".That`s very clever.Hamas is not a terrorist group but is composed by civilian palestinian fighting for their right to stop their horrible condition of life.Infact they have not electricity,no drinking water,not supply of food.
Would you fight for that right?
Would you fight this genocide against your people?
It`s exactly the same happen in the past:so for this logic tha natives of america were terrorists,the buddist monks in tibet are terrorist.
Stop this logic.
The only terrorist is the israeli oppressor,the israeli politic,the israeli soldier,the israeli orthodox religious.
So "for every civilian killed will be 100 maybe 1000 more oppressor fighter".that`s very different mr Grillo.
And don`t forget:"no justice no peace".

Posted by: nando carvalho | January 4, 2009 03:39 PM


Patrick Selltrenny,
Could you please write that again, but in English as the blog owner has requested? Vis.

"Post a comment (English please!)"

Posted by: Rolly Wheeler | January 4, 2009 03:27 PM


Dottori analfabeti, ecco cosa abbiamo oggi nella nostra societä.

Bella Democrazia, che ci viene ficcata in gola ogni qual volta ci venga in mente di pensare che magari dietro a tutte le "invettive" di Democrazia, si possa celare un pseudo-fascismo, o peggio, un Nazional-Socialismo rampante.

Guai insultare un Presidente o un Primo Ministro, è lesa maestà...

Ma non c'eravamo tolti dai piedi i titolati? Non li avevamo decapitati, impiccati, torturati e sfollati?

Essi sono come la gramignia. Ricrescono sempre.

Ma la colpa non è la loro. E' la nostra, la vostra, quella del popolo, che ogni volta si libera dei tiranni, li sa abilmente rimpiazzare con altri. e talvolta peggiori e più spregiudicati che mai.

Quattro, dico quattro Rivoluzioni ci sono volute per portare un po' di speranza al popolo e cercare di far girare la ruota di un quarto di giro nella nostra evoluzione, da una Società Feudale rigida ad una parvenza quasi comica di Demos.

Cominciando dalla secessione di Oliver Cromwell in Inghilterra contro un Re despota, che ne perse di conseguenza il capoccione, alla Guerra d'Indipendenza dell'Unione Americana (prova generale alla prossima Rivoluzione Francese), e appunto dalle Rivoluzione Francese stessa, per poi sfociare nel primo tentativo di Rivoluzione Russa nel Dicembre del 1905 (ah si, ci si dimentica spesso dei °Dicembristi°, i quali però spianarono la via e avevano indicato la strada), per poi finire con la Rivoluzione detta °d'Ottobre°.

Quattro Rivoluzioni ci sono volute per liberarci dei parassiti e la gramignia della Società...

E dove siamo oggi?

Non sentiamo ancora oggi gente che deferenzialmente si inchina e dice: "...Buongiorno sciur Duttur,... buonasera Eccellenza,... sarà fatto Eminenza...".

Abbiamo solo rimpiazzato i titoli, ma la realtà è ancora solidamente appiccicata alle nostre suole di scarpa.

Certo, non vi sono più ufficialmente Baroni, Duchi, Marchesi e Conti. No.
Oggi ci sono le loro eccellenze Dottori, Avvocati, e Dirigenti da venerare...

E nessuno che si è mai fatto il ben che minimo scrupolo di ricercare a fondo come tale gente sia arrivata a conseguire questi nuovi titoli, cariche ed onorificenze...

Basta che qualcuno sia Dottore, o generalmente un laureato che viene automaticamente considerato un Dio, anche se magari è solo fresco, fresco dalla Bocconi, da Cambridge, dalla Sorbonne o da Princeton.

Per quelli come me invece, che la fortuna di assolvere uno studio superiore regolare non l'hanno mai avuta (per mancanza di fondi, non di volontà, e per una mancata attenzione o interesse dello Stato a fare il necessario perché ciò fosse possibile anche ai miei di tempi), rimangono oggi solo le briciole e le elemosine.

E questo, senza la minima considerazione del fatto che ciò nonostante, alcuni di noi, nel tempo, e ammetto, non molto ortodossamente, si sono istruiti da soli, ficcando quel naso che abbiamo di fronte al naso in buoni libri, stando ad ascoltare coloro che avevano la competenza vera e l'esperienza di vita necessaria al nostro progredire, carpendo così ogni fonte di conoscenza possibile ed immaginabile.

Quelli come me, e sono convinto siano molti di più di quanto si pensi, hanno studiato tutta la vita, con la differenza, che hanno anche saputo metter in pratica il nuovo conoscere acquisito, ed adattarlo alle realtà circostanti.

Gente come me la si chiama in gergo e nel mondo anglosassone °Renaissance Man°, l'uomo rinascimentale, e v'è forse un fondo di verità in ciò.

Ma i pasciuti politici e le autorità in generale, scrivi Burocrazia di Stato, non sanno cosa farsene di gente come noi.

Perfino ora, in questi tempi ardui, in cui dovrebbero dimostrare quella saggezza necessaria per riconoscere il loro fallimento su tutti i fronti, nel gestire questa parvenza di Democrazia e questa fatua libertà, che più che libertà è pura anarchia a favore dei ricchi e potenti, essi non ci vedono di buon occhio e anzi cercano ancora di spingerci sempre più in un cantuccio.

Hanno paura del nuovo avvento del Fascismo o del risorgere dell'Internazionale Nazionalsocialista, ma invece di fare qualcosa di utile in tal senso, nel loro immobilismo intellettuale e nella loro arretratezza mentale, non si rendono neppure conto che stanno spianando la via e rendendo fertile il clima in cui questi sistemi prosperano.

Gente come me, in vari settori, il mio è quello del Teatro e del Cinema, potrebbero essere molto utili ad aprire loro la mente e a schiarire loro un po' le idee.

Ma ecco il punto. Non vogliono.

Non vogliono riconoscere che ci possa essere gente non-titolata, ne ufficialmente ornata di lauree e diplometti, che purtroppo per loro è di fatto un po' più erudita di loro o di coloro come da loro imposto, nuotante nei pezzetti di carta straccia.

Oggi, e lo so per esperienza vissuta, le accademie, gli atenei universitari e tutte quelle scuole di vocazione e specializzazione sono una perdita di tempo.

Ho frequentato Università britanniche e statunitensi, nonché istituti superiori in Germania e in Francia in qualità di letterato e cultore dell'Arte teatrale, ed ho avuto frequenti scambi con professori disillusi, per non dire schifati della situazione come è oggi.

Della maggioranza degli studenti cha affluiscono in questi atenei, solo una piccolissima minoranza ne esce con una laurea o riconoscimento superiore meritato. Il resto passa semplicemente fra le maglie, per far numero.

Eh si, anche le Università non sono più quegli istitituti indiscussi di cultura, bensì fabbriche e vivai per la prossima classe dirigente indistriale.

E dato che v'è una tale pressione per produrne in numero sufficiente, si tende a chiudere sempre più gli occhi, digrignare i denti e sparare fuori un altro centinaio di laureati, altrimenti addio ai sovvenzionamenti privati e statali.

V'è stato addirittura un professore che confidandosi con me m'ha testualmente detto che si sentiva come una prostituta da strada.

Molti come lui, sono frustrati, ma tacciono perché rischiano di non insegnare più a nessuno. In altre parole, rischiano di perdere pure loro il posto, se ne parlassero apertamente.

La legge della spada di Damocle.

O fai ciò che ti diciamo o vattene.

Suona famigliare? A me viene solo in mente una parola: MAFIA.

Per questo ho aperto questa mia diatriba con Dottori Analfabeti, perché la maggioranza e a tutti gli effetti, lo è, per triste e desolante che possa sembrare.

Quando dei Minsitri, e dico Ministri, non "hanno il tempo" di leggere tutto ciò che viene loro sottoposto da firmare, li in quel caso, da me suona un campanello d'allarme.

E quando dei dirigenti di Banca vendono pacchetti azionari e "prodotti" bancari di cui da tempo non capiscono più il contenuto, ne riescono a decifrare o a padroneggiare la ben più semplice operazione finanziaria, uno si domanda immancabilemente con chi ha a che fare.

Ma la MAFIA lascia salutare nuovamente. E non parlo della Camorra o di Cosa Nostra. No, parlo del SISTEMA MAFIOSO, che in Germania si chiama Affare dei Cugini (Vetternwirtschaft), in America A Hand washes the Other (Una mano lava l'altra) e che in generale viene tollerata da tutti.

E' così che gente che fino a ieri, seri capitalisti e proprietari di industrie in generale non avrebbero mai promosso ad un'alta carica, sono oggigiorno abili a detenere tali posti.

Le connivenze del silenzio. Si sa ma non si parla. Se tutto va male, lo si promuove ulteriormente, oppure lo si trasferisce con un'altra alta carica altrove, possibilmente la dove non potrà arrecare così tanto danno.

Ma danni ne provocano questi individui.

Ma non è neppure colpa loro.

E' colpa di coloro che li hanno °infiltrati° nel sistema e che invece di redimersi e guardare in faccia alla realtà, dunque silurando tali individui, non fanno altro che a continuare questa perenne catena di San Antonio.

E' semplicemente una sciarada, una triste sciarada.

Poi ci si meraviglia dello stato dell'Economia... e del suo effetto Domino, in cui un tassello atterra il prossimo.

E' la torre di Babele che sta crollando sotto il proprio peso...

Eppure vi sono ancora coloro, che con le fette di salame, se non di mortadella sugli occhi vanno a dirci che non v'è ragione di allarmarsi, che tutto va bene e che sono ottimisti nelle previsioni...

Che previsioni, e da che fonte?

Se sono gli stessi che hanno fatto crollare il sistema, uno come me che è Ateo per convizione, può solo rivolgersi a quel Dio che non esiste e tentare di stabilire una comunicazione a lunga distanza.

Il risultato sarebbe identico.

E' possibile che il popolo non le veda queste cose?

No, il popolo va fiducioso a votare, a eleggere e crede a qualunque mini-Messia si palesi sulla loro strada.
Oggi si chiamano Guru. In passato li chiamavamo ciarlatani...

Non si rende conto il popolo, che viene preso per i fondelli dalla mattina alla sera?

Poi ci si meraviglia, e in certi casi ci si scandalizza pure, per i fatti di violenza sulle strade della Grecia.

Eppure altrove non succede niente.

Tutto dorme, in un'apatia flaccida.

In altri tempi, quello che ora succede in Grecia, sarebbe immediatamente sfociato oltre frontiera e la coscienza collettiva si sarebbe sollevata dal suo torpore perenne per accodarsi nel malcontento.

Ma no, oggi siamo civilizzati... Civilizzati?

Ha più civiltà una comunità di Gorilla nella foresta vergine che qualunche comunità umana nel mondo.

Se un Gorilla sente che gli si invade il territorio, lui lo difende fino alla morte, per un semplice principio di sopravvivenza, non solo di affermazione del territorio. La sua e quella della sua comunità.

Ma no, l'essere umano è troppo civilizzato e non può ricorrere a sistemi barbari come quelli.
Difatti, il popolo non può, i Governi però si.

In Afghanistan, in Irak e altrove nel mondo la gente non conta più niente. Sono i Governi che decidono per l'animale uomo.

E dato, che come ho spiegato in precedenza, i Governi sono condotti da Nobiluomini analfabeti, che però, e probabilmente per questo fatto (la loro ignoranza ed analfabetismo), non tollerano opposizione.
Si pensa e si agisce come vogliono loro.

Terrorismo. Chi ha mai parlato di terrorismo?

La parola terrorismo deriva da terrore, dunque dalla paura che qualcosa possa succederci se dovessimo fare un passo sbagliato.

Ebbene, questa parola è nata con i primi atti di violenza commessi da militanti israeliti in Palestina tra il 1946 ed il 1948, per potersi impossessare del territorio, ma il vero terrore è stato da sempre praticato da Governi e Potentati attraverso la Storia dell'umanità, quando questi si sentivano deligittimati del proprio potere.

Nella storia più recente, basti pensare alla Germania di Adolf Hitler. L'esempio più palese di terrore praticato dallo Stato.

Come? Semplice, e qui non parlo dei soliti Campi di Concentramento, ma del sistema iniquo che regnava nella società Tedesca di allora, ma non solo, anche in quella Italiana nella seconda parte del Fascismo.

Mettere cittadino contro cittadino. Farli sospettare di tradimento a vicenda. Produrre una società di delatori (per profitto o semplice proprio tornaconto, poco importi). Tenere il popolo sotto un continuo giogo, una spada di Damocle, per l'appunto.

Il risultato? Il perpetuarsi ed il prosperare del Regime in atto.

Allora erano i Comunisti e gli Ebrei, per citarne solo due.

Oggi sono gli "Arabi" (quali non si sa di preciso) e l'Islam, e chissà quali altri ancora.

In realtà dovremmo avere solo paura di un nemico.

I nostri rispettivi Governi.

Incapaci, inetti, ignoranti, arroganti, superficiali, apatici, senza creatività di alcun genere, ne di fantasia messa in croce.
Se nel cervello, ammesso che un cervello ce l'abbiano, dei politici vi fossero le soluzioni dei nostri problemi e nel loro animo vi stesse veramente l'interesse del loro popolo, che così abilmente riescono a circuire, noi saremmo già alla risoluzione di tutti i nostri problemi.

Ma no, cò che a loro preme è inculcare un timore divino che loro potessero venire a mancare, e con essi il loro mondo corrotto e subdolo, per non dire perverso e contorto.

Dimenticano però che per secoli e millenni, l'umanità è riuscita benissimo a farcela con o senza "bulli di periferia", e che perciò essi sono solo fini a se stessi senza neppure rendersene conto.

Hanno creato il loro mondo e vorrebbero così veementemente convincerci, che senza di loro vi sia solo l'oblìo. "Dopo di me il Diluvio", come si suol dire.

Ebbene tengo a precisare a questa razza unica di esserucoli umani, che di diluvi ve ne sono stati innumerevoli, sotto forma di cambiamenti, e che con loro o senza di loro, l'umanità è sempre riuscita a farcela, e più spesso che no, senza di loro.

Quello che vorrei reintrodurre a certi politici di oggi, e che deriva dall'antichità Romana, è un suggeritore che a termini regolari, sussurri loro all'orecchio "...ricordati che sei solo un essere mortale...".
Cosa che molti politici hanno del tutto dimenticato e che sembrano voler ignorare a tutti i costi.

Le ingiustizie nel mondo non sono mai propagate dai popoli, anche se i politici vorrebbero volentieri assillarci con questo senso di colpa fasullo.

No, le ingiustizie nascono proprio in seno ai sistemi politici, che per un motivo o per l'altro, ne combinano di cotte e di crude, per poi rifilarci la colpa nelle nostre scarpe, e così ottenendo un chinare del capo da parte del popolo.

Molto conveniente e molto abile, ma non per questo credibile.

E chi osa disputare questo agire, è spesso tacciato di razzista, di anti-patriottico (come se questa parola avesse ancora un valore per una mente eccelsa), o semplicemente di attentatore ai diritti civici e al quieto vivere.

Beh certo, loro vorrebbero gente assopita e quieta, da poter completamente dominare e manovrare. Guai se nella massa si cela uno la cui mente e allerta e funzionante.
Romperebbe loro le uova nel paniere, e ciò non s'ha da fare.

Dunque, se non si può assopire e ammensuire il popolo, facciamogli ricatti e sopprimiamolo con il terrore di Stato. Lasciamoli nella paura di perdere il posto di lavoro, di non ricevere le cure mediche necessarie, di non ricevere la pensione quando saranno anziani.
Ah si, dimenticavo, e ogni tanto picchiamoci dentro anche qualche epidemia pandemica proveniente da qualche fortuito staterello estero.

Adesso il popolo ha pane per i suoi denti, e noi possiamo tranquillamente continuare come se niente fosse.

Se ciò, nono stante tutta la nostra diligenza, non funzionasse, beh allora inventiamoci un'altra situazione di guerra in cui mandare quei debili di mente che non si rendono conto che stiamo solo giocando con loro.

Intanto noi possiamo strastullarci comodamente nelle discoteche, nei parties con le nostre donnicciole allegre e riempirci di cibo e di alcolici fino a scoppiarne.

Tutto va bene.

Fino a che però nessuno si accorga dell'inganno...

Rivoluzioni e sommosse popolari, perfino nel Medio Evo, in cui fino a non molto tempo fa si riteneva il popolo non contasse niente, sono scoppiate per molto meno...

L'orologio batte il tempo, e il tempo ha una memoria ferrea, è solo questione di un Tic o di un Tac di troppo, finché la miccia del malcontento si accenderà di nuovo.

A tale punto, ai politici ed alla burocrazia in generale, converrà fare i bagagli e incominciare a correre, e correre davvero, perché quello sarà il giorno della resa dei conti.

Un popolo adirato non è lo spettacolo piacevole, specie se non ha più niente da perdere.

E li, tutti gli eserciti di questo mondo non potranno tenere testa alla giusta ira di coloro che per decenni sono stati calpestati, derisi, denigrati, messi al bando dalla società con definizioni ingiuste quali "fannulloni", "palle al piede", "nullità" e "pezzenti".

La memoria umana è una cosa strana. Si risveglia quando meno te lo aspetti.

Perciò in questo nuovo anno, che di promesse non è ha, ne temo, offra molti aditi all'ottimismo per prospettive migliori delle nostre condizioni umane, o reali prospettive fattibili per un cambiameto radicale di una società basata sul soppruso finanziario, piuttosto che sulle capacità effettive di ogni singolo cittadino, e sulla libertà reale, quella conquistata per intenderci, non elargita da qualcuno per un tornaconto qualunque, mi auguro che scaturiscano fra la folla, nuove menti illuminate, capaci, ripeto, effettivamente capaci di dare un impeto nuovo e diverso ad una società incancrenita nei suoi errori.

E poco importa dove hanno studiato, o se hanno studiato in modo regolare del tutto.
Ciò che conta è che abbiano del sale in zucca e la volontà, o meglio la passione, una vera passione, non solo basata su teorie, ma attinte dalla vita e dall'esperienza reale, per desicarsi a quelle riforme radicali che sono sempre state volute, ma mai messe in atto, per la mancanza di coraggio e di spina dorsale di coloro che finora ci hanno così ignobilmente condotto verso la rovina.

E' ora che questi individui, e loro sanno chi sono e a chi mi riferisco, si facciano da parte con le buone, se non vogliono che un giorno qualcuno con un pugno d'acciaio ed una spina dorsale solida, scaturisca dalla folla e si prenda ciò che di diritto è suo: la sua libertà di pensiero e d'azione.

Lascino il posto a coloro che idee ne hanno, e non solo da oggi, ma da sempre, e siano loro, i politici uscenti, a preoccuparsi del loro destino e del loro futuro, dato che ciò che hanno coltivato finora sarà anche quello che mieteranno: vale a dire niente.

E' proprio ora di un effettivo rinnovamento, ma non parziale. Questa dovrà essere radicale e netto. Imparare dalla storia si, ma senza strastullarcisi dentro.
Ricavare ciò che di meglio il passato ci ha tramandato si, ma senza adottarlo ad hoc, bensì adattandolo ai tempi.
E poi ripulire casa da corruzione, connivenze e favoritismi.

Meritocrazia è la parola d'ordine.

Colui che più fa ed effettivamente contribuisce al buon funzionamento delle nuove istituzioni, strutture e sistema, sarà colui che avrà il diritto ad un compenso supplementare (ma non astronomico, solo misurato in chiave di reale riconoscimento, non una manna dal cielo).

Abolire il soldo come misura del tutto.
Introdurre dei crediti aleatori.
Abolire il bisogno.
Ogni cittadino avrà un vitalizio mediano, che lavori o no.
Dopotutto non sta scritto da nessuna parte che veniamo al mondo per essere dei lavoratori.
Per di più a nessuno è mai stato chiesto se voleva venire al mondo o meno.

Basandosi su questo principio dunque, nessuno dovrebbe essere lasciato nel bisogno, solo perché non lavora.

Per di più, ciò eliminerebbe automaticamente una grossa fetta della micro-criminalità.

La gestione dell'elargizione dei crediti sarebbe affidata a individui di provata serietà, saggezza e incorruttibilità assoluta. Ma l'elargizione non sarà preclusa per principio a nessuno (almeno per quanto riguarda i crediti base).

La scolarizzazione è un diritto inalienabile e non dovrebbe costare qualcosa, bensì essere l'interesse di ogni Governo degno di tale nome.

Si, sarebbe alla comunità intera di provvedere ad esso, ma in ultima analisi è nel suo stesso interesse che ciò avvenga.

Introduzione di competitività sana in tutti i settori, dalla scuola ai posti di lavoro (non basata sul profitto, bensì sulla qualità e l'inventività dell'individuo).

La cultura con la C maiuscola dovrà essere accessibile facilmente a chiunque la richiede, senza alcuna eccezione e sostenuta nel fondo da tutti quegli individui che la praticano come professione (creazione di vivai del pensiero).

Le persone più abbienti (ex-ricchi) potranno continuare a gestire i loro averi, ma dovranno rispondere delle loro azioni nei confronti della nuova società così formatasi, in quanto parte di tale comunità e dovranno rendersi più fortemente utili al bene comune di questa comunità.
Se questo ai loro occhi fosse ingiusto, potranno sempre optare per un esilio in lidi migliori (se li trovassero), ma al contempo dovrebbero redimere metà di tutti i loro beni alla comunità che li ha ospitati fino ad allora e questo senza alcuna eccezione.

La stampa sarà libera, ma tenuta a rendere conto del suo operato. Per questo motivo sarà necessario imporre nuove regole di deontologia ed etica professionale, commisurate alle nuove libertà acquisite.
In altre parole il giornalismo in quanto tale, dovrà essere informazione e non spettacolo e dovrà attenersi ad una serietà consapevole della propria maturità e responsabilità verso ogni singolo cittadino, senza alcuna devianza.

Potrei stare a scrivere ancora dei volumi sulle proposte e dettami che mi frullano in testa da tempo.

Fatto sta, che per me esigo assoluta serietà in un mondo del futuro, ed una parificazione di considerazione per tutti coloro che hanno qualcosa da contribuire in seno alla società, che siano titolati o no, che abbiano lauree o no, tutti coloro che hanno idee concrete e basate su esperienza effettiva di vita dovrebbero essere nominati a condurre questa nuova comunità che si formerebbe.

Basta con i favortismi famigliari, i passamano politici, lavoro per soldi eccetera, eccetera.

E' ora di darci un taglio netto a questo sistema e sostituirlo con quello a cui ho solo saputo accennare a grandi linee. Per fare ciò, tutti coloro che per una ragione o un'altra, a volte anche più che comprensibile, visto le società in cui viviamo, si sono isolati o rintanati nelle loro mura come topi di soffitta, dovrebbero tornare alla luce del giorno e fare sentire la loro voce.
Non con voce fioca, bensì con un urlo immane, che faccia pure crollare le fondamenta di edifici solo sostenuti da chiacchiere e menzogne.

Come la fenice rinascente dalle proprie ceneri, così, noi uomini di cultura, di mente e in generale tutti coloro che possono effettivamente operare un cambiamento concreto in seno alle proprie società, dovrebbero risorgere dalle loro e parlare apertamente di ciò che li assilla da anni e non hanno mai ne osato ne voluto fare.

E' più che ora che vengano tolte le museruole alla gente giusta e che i potenti comincino a tremare nelle loro comode poltrone...

Spero solo che qualche anima qui fuori mi senta e che finalmente qualcosa in tal senso si metta in moto. Non solo per gridare il proprio malcontento come ho fatto io qui, bensì proponga, sottoponga, elucidi quello che sa o che vorrebbe vedere avvenire in futuro.

Tutti ne hanno un interesse.
Dal bambino di sei anni al nonno di ottanta e più anni. Dalla donna di carriera alla semplice casalinga (che poi tanto semplice non è). Dall'operaio di cantiere al letterato celebrato ed al musicista premiato, tutti hanno un diritto sacrosanto di volere vedere la nascita di una società più equa e più equilibrata, incui ingiustizie congenite non possano mai più avere un posto, in cui il povero non sarà più povero e il ricco non sarà più dio dell'olimpo, bensì tutti votati a una sola causa: la prosperità di tutta una comunità, non solo materiale, ma anche spirituale ed intellettuale.

Non è forse questa la società per cui i nostri antenati e tutti coloro che sono morti in innumerevoli guerre e battaglie hanno perennemente combattuto?

Sono forse stati dei folli? Sono forse morti per niente?

Quando sapremo finalmente onorare realmente tutti quei milioni di esseri umani che hanno lottato per darci ciò che oggi abbiamo?

E' per questo che nessuno vuol più lottare?

Ma la vita è lotta, è una lotta continua e se abbassiamo le braccia ora, in cui siamo così vicini ad ottenere tutto ciò che per secoli se non millenni abbiamo desiderato, non saremmo forse dei folli? Degli egoisti?

Pensateci... per favore pensateci.

Auguri a tutti voi in questo nuovo? anno 2009. i miei pensieri sono con voi tutti, anche se non vi conosco, e voi non conoscete me, una cosa ci accumuna tutti: il desiderio di lasciare una traccia significante del nostro passaggio su questo pianeta, chi con figli, chi attraverso il lavoro e altri stendendo il loro pensiero la dove possono.

A tutti voi, e di tutto cuore, un buon anno nuovo.

Posted by: Patrick Selitrenny | January 4, 2009 07:43 AM


Giacomo wake up!

Premise, among other I have Jew and Arab friends and respect them sincerely: honest fine people, hard workers.

Israel government confined with force Palestine people in a concentration camp and they are starving them to death.

Thanks to the corporate media and daily brainwash there are still people like you, who would really deserve one month holiday in the Gaza strip.

Posted by: Steve Stones | January 4, 2009 05:02 AM


War and anti terrorism have become Israels biggest exports and now they are at the stage where the country would be bankrupt if they were to stop. Israeli and Palestinian citizens should vote with their feet and refuse to fight, to pick arms, or join the armies.

Posted by: mick radatti | January 4, 2009 12:25 AM


I am in syntony with what it is written. Why is our Western World abandoning all its best values conquered in centuries of struggle...? International Law, Human Rights, Solidarity towards the less heard, the Intellectual Curiosity towards the search for hystorical truth..overthrowing the hypocrisy of the Official version? ( how many more Dario Fo do we need..? ) Today there was a very very emotional demonstration in Rome full of arab women children and young men, they were shocked, angry, frightened by how the world is watching murders of children without objecting..it was like one of the funerals held in Palestine when a child is killed by some bullets fired by an Apache helicopter...there had not been such an emotional athmosphere in a demonstration in years..may be they are also helping us to understand how far we have gone to lose ourselves. Please try not to be silent. Flavia

Posted by: flavia donati | January 4, 2009 12:01 AM


Mureddu, I'm not sure you know what's going on in Gaza because if you did you wouldn't have accused Grillo of tearjerkin. That picture of the five dead sisters is worth a million tears by itself. Your ridiculing Grillo is out of place and dissecrating. You should be ashamed of yourself.

Posted by: louis pacella | January 4, 2009 12:01 AM


Dear Peppe,

I esteemed you to be a fair an just person, but this article has proved me wrong. I am not a Jew, but your position do no reflect the true of the matter.

You have lost my approval totally. Please do not send me any more of your news.

Posted by: Giacomo Ruffoni | January 3, 2009 06:42 PM


Post a comment


Beppe Grillo's Blog is an open space for you to use so that we can come face to face directly. As your comment is published immediately, there's no time for filters to check it out. Thus the Blog's usefulness depends on your cooperation and it makes you the only ones responsible for the content and the resulting outcomes.

Information to be read before using Beppe Grillo's Blog

The following are not allowed:
1. messages without the email address of the sender
2. anonymous messages
3. advertising messages
4. messages containing offensive language
5. messages containing obscene language
6. messages with racist or sexist content
7. messages with content that constitutes a violation of Italian Law (incitement to commit a crime, to violence, libel etc.)

However, the owner of the Blog can delete messages at any moment and for any reason.
The owner of the Blog cannot be held responsible for any messages that may damage the rights of third parties Maximum comment length is 2,000 characters.
If you have any doubts read "How to use the blog".

Post a comment (English please!)


First name and Surname*:

Email Address*:
We remind you that anonymous messages (without real first name and surname) will be cancelled.
URL:


* Compulsory fields



Send to a friend

Send this message to *


Your Email Address *


Message (optional)


* Compulsory fields