Condividi

Credits vignetta: TheHand

Chiudiamo Equitalia! Con un un precedente post abbiamo chiesto le vostre testimonianze sul rapporto con Equitalia. Oggi pubblichiamo la terza. Nei commenti inserite la storia delle vostra esperienza con Equitalia, per chi ha avuto la sfortuna di averla. Ricordiamo che le testimonianze saranno raccolte in un libro scaricabile on line gratuitamente.

“La mia esperienza con Equitalia ha origini lontane.
Nel 2004 , dopo anni di disavventure economiche dovute ad un socio in una ditta che ha lasciato milioni di lire di debiti, mi sono trovato con un piccolo gruzzolo di euro in mano frutto di un risarcimento per un incidente stradale ed ho deciso di sistemare tutte le pendenze arretrate (INPS, multe, bolli auto ecc…).
Mi reco all’allora Uniriscossioni e mi faccio fare un conteggio totale e pago la cifra che mi viene richiesta.
Dopo 6 o 7 anni mi arriva una cartella da parte di Equitalia riguardante bolli auto che io avevo “parzialmente” pagato.
Mi reco negli uffici di Equitalia con la ricevuta di Uniriscossioni riguardante quei bolli auto con su scritto pagato e mi viene detto che mi era stato fatto pagare solamente un condono che però non spettava per la tassa di proprietà sulle automobili e che dunque dovevo saldare il restante.
Ora, io avendo in mano un documento con il quale l’allora agenzia di riscossione considerava chiusa la pratica, mi sono rifiutato di pagare ulteriormente per un eventuale sbaglio loro ed adesso Equitalia minaccia di mettermi sotto fermo amministrativo l’auto.
11 anni fà 300 euro non mi sarebbero pesati più che tanto ora che sono disoccupato significano 2/3 settimane di spesa…”Ugo Surz