Condividi

Erri De Luca indica il Movimento 5 Stelle come l’unica opposizione. “Fanno un’opposizione dura e radicale, non sono cambiati e non si sono spartiti gli affari”. De Luca parla anche del diritto al dissenso spiegando come in Italia “c’è un problema di distanza tra legalità e giustizia, molti cose come la Tav, le discariche o anche l’Expo, sono fatte nel nome della legalità” ma non sempre in quello della giustizia. Infine il ruolo degli intellettuali: “che chi fa carriera senza disturbare nessuno” attacca De Luca “e definisce le mie parole contro la Tav inopportune, vorrà dire che esistono anche parole opportune evidentemente, quelle che non disturbano nessuno”. De Luca racconta ciò che gli disse un poeta bosniaco conosciuto anni fa: “fino a quando la mia terra avrà bisogno una parola io la dirò” ed aggiunge “c’è bisogno di parole giuste, di parole contrarie”.
Fanpage