Condividi


Il comune di Bari ha concesso alla Parrocchia Santa Croce alcuni locali ubicati nello stabile della “Scuola Mazzini-Modugno“. La scuola conta 1200 studenti. Data l’insufficienza strutturale la scuola aveva più volte richiesto al Comune il pieno utilizzo didattico dell’intero edificio. Eppure l’Amministrazione Comunale di Bari ha incredibilmente ignorato le richieste della scuola e ha portato all’attenzione del Consiglio Comunale la proposta di “concessione in novazione” dei locali per diciannove anni alla Parrocchia. La proposta di deliberazione è stata approvata all’ unanimità dal Consiglio Comunale. Più precisamente, la proposta è stata formulata con la procedura della “trattativa privata“. La condotta in esame appare irrimediabilmente viziata: modalità del tutto contrastanti con gli obblighi di trasparenza, efficienza e legalità. Sono stati gravemente lesi i diritti fondamentali dei bambini e dei ragazzi della Città. Nel recente Consiglio l’Amministrazione comunale non è sembrata intenzionata a revocare la delibera.
In attesa della decisione sulla questione che verrà presa nel prossimo Consiglio Comunale, il M5S di Bari si farà carico di presentare un adeguato esposto alla Procura della Repubblica di Bari. M5S Bari