Condividi


“Torna l’appuntamento con la classifica dei più assenti al Parlamento Europeo. Dopo quattro anni nessuno è riuscito a mantenere il 100% di presenze mentre spicca per assenteismo Gino Trematerra (UDC) con appena il 35% di presenze. Subito dopo di lui sul podio un altro UDC: Ciriaco De Mita (57,09%) seguito da Aldo Patriciello (PDL). Resta la triste constatazione sulla scarsissima partecipazione dei nostri rappresentanti in Europa che fa posizionare l’Italia al sestultimo posto tra i 27 paesi membri con l’82% di presenza, a quasi dieci punti percentuali di distanza dagli eurodeputati Austriaci che guidano la classifica. Mentre per noi comuni cittadini giustamente vi è una penalizzazione in caso di assenza ingiustificata al lavoro, nel magico mondo degli eurodeputati non vi è nemmeno decurtazione dallo stipendio (indennità parlamentare di ben 7mila euro).
Classifica degli europarlamentari più assenti alle votazioni per appello nominale nei primi 4 anni di legislatura con partito e percentuale di presenza: Gino Trematerrra, UDC/EPP, 35,03%; Ciriaco De Mita, UDC/EPP, 57,09%; Aldo Patriciello, PDL/EPP, 58,46%; Clemente Mastella, UDE/EPP, 59,07%; Sonia Alfano, IDV/ALDE, 62,2%; Andrea Cozzolino, PD/S&D, 64,42%;Allam, IAL/EFD, 67,45%; Alfredo Pallone, PDL/EPP, 68,43%; Gianni Vattimo, IDV/ALDE, 68,45%; Francesca Barracciu, PD/S&D, 69%.” Segnalazione da Andreadambra.eu, leggi la classifica completa qui